un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi PowerPoint Presentation
Download Presentation
un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi

play fullscreen
1 / 88
un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi
167 Views
Download Presentation
sal
Download Presentation

un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. MIUR Ufficio Scolastico Regione Puglia Città di Molfetta F.E.S.R. Assessorato all’Ambiente DALMARADRIATICOAL PARCO NAZIONALE DELL’ALTAMURGIA un percorso alla scoperta dei meccanismi che regolano l’ecologia dei vari ecosistemi Progetto realizzato nell’Anno Scolastico 2003/04

  2. MIUR Ufficio Scolastico Regione Puglia Città di Molfetta F.E.S.R. Assessorato all’Ambiente DIREZIONE DIDATTICA V CIRCOLO “ROSARIA SCARDIGNO” Via Maggialetti – 70056 Molfetta Tel. 080 3344579 Fax 080 3343309 C.F. 8300637072 Programma operativo regionale scuola-ambiente 2003/05 Misura 1.6 POR PUGLIA 2000/2006 F.E.S.R Tema 1 “Conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale” Documento di Programmazione IN.F.E.A.–Regione Puglia Biennio 2002/03

  3. IL PROGETTO PERCORSI DIDATTICI MANIFESTAZIONE FINALE E MOSTRA DEGLI ELABORATI

  4. FINALITA’ 5° CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Stimolare e far crescere nuovi modi d’intendere e viverela naturaattraverso la conoscenza diretta e intima delvalore e del significatodel patrimonio naturale e storico che ci circonda.

  5. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta OBIETTIVI • Stimolare il contatto diretto con il mondo della natura • Comprendere lo spazio geografico • Conoscere le strutture e i meccanismi dell’ecosistema naturale • Mettere in relazione fra loro gli elementi di un ambiente evidenziandone le funzioni

  6. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta OBIETTIVI • Acquisire una coscienza ecologica e un maggior rispetto per la natura • Conoscere le diverse forme di insediamento umano in età preistorica e storica • Far maturare il senso di responsabilità dell’azione dell’uomo sull’ecosistema naturale

  7. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta OBIETTIVI • Far maturare nei bambini la capacità di collaborazione e di lavoro di gruppo • Far acquisire capacità operative mediante l’escursione sul campo • Realizzare una mostra con gli elaborati degli alunni (foto, cartelloni, erbari, plastici…)

  8. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta CONTENUTI • La vita nell’ambiente marino e le componenti abiotiche dell’ecosistema marino: “alla ricerca nell’infinito mondo sommerso” • Cause ed effetti dell’inquinamento marino sull’ambiente, sugli organismi marini e sull’uomo: “la rottura dell’equilibrio biologico”; • Studio approfondito della fascia costiera del nostro territorio:”esempi di degrado e di riqualificazione ambientale”

  9. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta CONTENUTI • Analisi geografica-geologica del territorio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e nozioni del fenomeno carsico superficiale e sotterraneo:”seguendo il percorso dell’acqua dalla luce al buio delle grotte “ • Ecologia e salvaguardia degli ambienti carsici:”l’acqua che berremo come sarà?”

  10. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta CONTENUTI • Ecosistemi e catene alimentari in ambiente murgiano:”la natura al lavoro”; • Il turismo “sostenibile” nel nostro territorio: Un ponte ideale tra il mare e la Murgia, la creazione di percorsi ecosostenibili.

  11. FASI DI REALIZZAZIONE Gli insegnanti, con la collaborazione degli esperti, hanno organizzato una serie dilezioniin merito ai contenuti presentati eattività svolte esclusivamente in aula come funzione propedeutica alla realizzazione diescursioni vere e propriesul territorio.

  12. Durante le passeggiate nei vari ambienti naturali gli insegnanti e gli esperti coinvolti hanno cercato, con una serie di attività, di carpire l’attenzione e la curiosità dei bambini, creando così attraverso ilgioco e l’animazioneuna piacevole giornata didattica.

  13. Lelezioni, ilaboratorie le escursioni si sono alternate nel corso dell’anno scolastico. Le attività sono state debitamente documentate dagli insegnanti e dagli alunni stessi tramitefoto, relazioni e materiale vario.

  14. Il progetto si è concluso con unamostra degli elaboratidegli alunni (foto, cartelloni, presentazioni su cd-rom,…) e con la realizzazione di unaproposta di turismo sostenibile(in cui coinvolgere anche gli Enti locali) con unpercorso tra la Murgiae il mare in cui sono gli alunni a guidare le famiglie.

  15. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Metodologie e strumenti adottati nel percorso didattico La metodologia più adatta per una corretta educazione ambientale è stata quella che ha valorizzato l’esperienza diretta, nell’incontro reale con l’ambiente, ricerche sul campo e realizzazione di servizi fotografici. Le attività proposte in modo prevalentemente operativo si sono espletate con l’esecuzione di lavori concreti realizzati dagli alunni individualmente e suddivisi in piccoli gruppi.

  16. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi I “R. Scardigno” Sez. A-B-C

  17. CIRCOLO R. Scardigno Mlofetta Classi I “R. Scardigno” Sez. A-B-C

  18. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi I “Prefabbricata di Levante” Sez. A-B

  19. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi I “Pref. di Levante” Sez. A-B

  20. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi II “R. Scardigno” Sez. A-B-C

  21. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi II “R. Scardigno” Sez. A-B-C

  22. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi II “Prefabbricata di Levante”Sez. A-B

  23. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi II “Pref. di Levante” Sez. A-B

  24. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi III “Prefabbricata di Levante” Sez. A-B

  25. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi III “Pref. di Levante” Sez. A-B

  26. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi IV “R. Scardigno”Sez. C-D “Prefabbricata di Levante”Sez. A

  27. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi IV “R. Scardigno” Sez. C-D “Pref. di Levante” Sez. A

  28. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi IV “R. Scardigno” Sez. C-D “Pref. di Levante” Sez. A

  29. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi V “R. Scardigno”

  30. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi V “R. Scardigno”

  31. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi V “Prefabbricata di Levante” Sez. A-B

  32. CIRCOLO R. Scardigno Molfetta Classi V “Pref. di Levante” Sez. A-B

  33. Molfetta, 8 giugno 2004 Piazza dell’Amicizia e Aula Magna Scuola Elementare “R. Scardigno” MANIFESTAZIONE FINALE: incontro dibattito, presentazione del cd-rom, mostra degli elaborati degli alunni.

  34. L’INCONTRO-DIBATTITO

  35. L’INCONTRO-DIBATTITO

  36. L’INCONTRO-DIBATTITO Sono intervenuti: • Prof. Michele Laudadio, Dirigente Scolastico • Dott. Marilù Meterangelo, Responsabile IN.F.E.A Regione Puglia • Dott Saverio Petronella, Dirigente Ufficio Parchi e Riserve Naturali Regione Puglia • Prof. Giuseppe Lagrasta, Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia • Dott. Mauro Brattoli, Assessore alla Pubblica Istruzione e alla Socialità del Comune di Molfetta • Prof. Raffaele Annese, Esperto Naturalista del Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” di Ruvo di Puglia. • Dott. Domenico Lorusso, Presidente del Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” di Ruvo di Puglia.

  37. LA MOSTRA DEGLI ELABORATI

  38. Docenti: P. Carabellese, F. Pisani, A. Todaro “Dal seme al…foglio” Classi I “R. Scardigno” Sez. A-B-C

  39. Conversazioni relative al mondo vegetale; scoperta dell’importanza degli alberi e della necessità di salvaguardarli. Esperienza laboratoriale: produzione di carta riciclata. Conoscenza delle varie parti della pianta e delle relative funzioni. Semina in calsse ed osservazione dei vari momenti della germinazione.

  40. VISITA GUIDATA: Boschetto limitrofo la “Masseria Ruotolo”. Conoscenza dell’ambiente bosco, luogo in cui sono protette alcune specie vegetali rare. Raccolta delle varie impressioni.

  41. Realizzazione di un manuale di carattere scientifico utilizzando i fogli di carta fabbricata dagli stessi alunni. Trascrizione di tutte le esperienze effettuate e le conoscenze acquisite.

  42. Stesura di una breve cronaca e realizzazione di vari slogan. Conversazione sull’importanza del rispetto dell’ambiente. Indagine presso le famiglie e sensibilizzazione delle stesse alla raccolta differenziata Realizzazione di un cartellone riassuntivo: un albero e fiori di carta riciclata.

  43. Docenti: G.Andriola, C. Mancini, A. Del Rosso “Il libro del mare” Classi I “Pref. di Levante” Sez. A-B

  44. Conversazione relativa alle conoscenze degli alunni sul riciclaggio per la salvaguardia del mondo vegetale.

  45. Esperienza laboratoriale e relativa produzione di fogli di carta riciclata

  46. Visita guidata alla Prima Cala di Molfetta. Osservazione del mare attraverso la percezione sensoriale. Conversazioni per conoscere le fondamentali caratteristiche degli esseri viventi dell’ambiente marino. Lettura di un testo poetico.

  47. Progettazione ed elaborazione di un libro con fogli di carta fabbricata dagli stessi alunni. Raccolta di esperienze e conoscenze dell’ambiente marino. “Il libro del mare”

  48. Docenti: A. Tattoli, E. Spadavecchia, M. Facchini Classi I C-II C “R. Scardigno”

  49. Conversazioni: conoscenza del bosco da parte degli alunni, aspettative relative alla visita guidata presso la “Masseria Ruotolo”, percorso della carta

  50. Con l’esperto… … alla scoperta del bosco: raccolta di piante …laboratorio di carta riciclata: con i cinque sensi individuazione delle qualità della carta da recupero