DUE PROPOSTE
Download
1 / 15

- PowerPoint PPT Presentation


  • 133 Views
  • Updated On :

DUE PROPOSTE PER USCIRE DAL TUNNEL E PER VALORIZZARE E SALVARE LA LIBERTA’ DI INSEGNAMENTO PREVISTA DALL’ART. 33 DELLA COSTITUZIONE Settembre 2011. Centro studi – Gilda degli Insegnanti. AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about '' - carolyn


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Slide1 l.jpg

DUE PROPOSTE

PER USCIRE DAL TUNNEL

E PER VALORIZZARE

E SALVARE

LA LIBERTA’ DI INSEGNAMENTO PREVISTA

DALL’ART. 33 DELLA COSTITUZIONE

Settembre 2011

Centro studi – Gilda degli Insegnanti


Area di contrattazione specifica per la docenza l.jpg
AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA

«Al fine del riconoscimento della specifica funzione professionale dei docenti, nell’ambito della contrattazione nazionale ed integrativa, è istituita un’area specifica per il personale docente delle scuole statali di ogni ordine e grado, in osservanza dei principi sanciti dall’art. 33 della Costituzione»


Slide3 l.jpg

AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA

Nel 1988 Gilda degli Insegnanti nasce chiedendo una SPECIFICA AREA di CONTRATTAZIONE PER LA DOCENZA rispetto al personale ATA e ai DS

Aree di contrattazione specifiche esistono in altri comparti (sanità, giustizia, difesa, ecc.) con il consenso anche dei sindacati tradizionali


Slide4 l.jpg

AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA

Funzione docente

discende direttamente dal dettato costituzionale

ed è garantita dalla «libertà di insegnamento»

«… intesa come esplicazione essenziale dell’attività di trasmissione della cultura, di contributo alla elaborazione di essa e di impulso alla partecipazione dei giovani a tale processo e alla formazione umana e critica della loro personalità»

D.L. 16 aprile 1994, n. 279 (Parte III, Titolo I, Capo I)


Slide5 l.jpg

AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA

L’area di contrattazione separata è finalizzata a valorizzare la specificità del lavoro dei docenti che per la Costituzione Repubblicana godono del principio della «libertà di insegnamento» e perciò non possono essere equiparati, perché di status diversi, a impiegati e personale esecutivi inquadrati gerarchicamente.

Come afferma anche la Sentenza della Corte Costituzionale n. 322, del 13 luglio 2005

Con questo non si tratta di rivendicare una superiorità dei docenti rispetto al personale ATA, ma di stabilire ambiti di contrattazione e status specifici per funzioni specifiche


Slide6 l.jpg

La proposta di Area di contrattazione specifica per la docenza viene raccolta nel corso degli anni da molte forze politiche, da associazioni sindacali e professionali e viene ormai condivisa a livello trasversale come occasione per dare una rinnovata rappresentatività agli interessi degli insegnanti e del personale ATA


Slide7 l.jpg

La FGU-Gilda degli Insegnanti

intende rilanciare a livello politico nazionale l’AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA DELLA DOCENZA come sintesi delle numerose proposte analoghe presentate da molti gruppi politici negli ultimi anni

Chiede a tutti i colleghi e alle forze politiche più sensibili ai problemi della scuola di sostenere la proposta di legge presentata


Slide8 l.jpg

«È istituito, in attuazione dell’articolo 33 della Costituzione, il Consiglio Superiore della docenza. Faranno parte del Consiglio nazionale: i rappresentanti eletti del personale, docente di ruolo e non di ruolo di ogni ordine e grado di scuola, i rappresentanti del personale docente della scuola non statale; i rappresentanti del mondo dell'economia e del lavoro, designati dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro»

CONSIGLIO SUPERIORE

DELLA DOCENZA


Slide9 l.jpg

  • Funzioni del Consiglio superiore della docenza: Costituzione, il Consiglio Superiore della docenza. Faranno parte del Consiglio nazionale: i rappresentanti eletti del personale, docente di ruolo e non di ruolo di ogni ordine e grado di scuola, i rappresentanti del personale docente della scuola non statale; i rappresentanti del mondo dell'economia e del lavoro, designati dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro»

  • darà pareri in materia legislativa e normativa attinente alla pubblica istruzione;

  • formulerà proposte in ordine alla promozione delle sperimentazioni sul piano nazionale e locale, e ne valuterà i risultati;

  • formulerà pareri vincolanti in merito alle modalità per la valutazione dei docenti e la loro carriera;

  • esprimerà, per elezione, dal suo seno i consigli di disciplina per il personale della scuola e per il contenzioso dei diversi ordini di scuola, secondo le modalità che saranno precisate nei decreti delegati. I consigli di disciplina saranno formati esclusivamente da personale ispettivo, direttivo e docente, di ruolo e non di ruolo, curando che non sia lesa la libertà di insegnamento.

CONSIGLIO SUPERIORE DELLA DOCENZA


Slide10 l.jpg

Perché un Costituzione, il Consiglio Superiore della docenza. Faranno parte del Consiglio nazionale: i rappresentanti eletti del personale, docente di ruolo e non di ruolo di ogni ordine e grado di scuola, i rappresentanti del personale docente della scuola non statale; i rappresentanti del mondo dell'economia e del lavoro, designati dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro»CONSIGLIO SUPERIORE DELLA DOCENZA

Perché con il lento spegnersi delle funzioni del CNPI non esiste più alcun organo collegiale ed elettivo di garanzia per i docenti

Il consiglio superiore della docenza permetterebbe ai docenti di:

  • esprimere, attraverso una rappresentanza, pareri e valutazioni sui processi formativi, sulle leggi, e su tutto ciò che riguarda l’ambito dell’istruzione (esercitando una consulenza tecnico-professionale)

  • partecipare attivamente con proposte ai processi di trasformazione dell’istruzione, invertendo così una lunga tendenza che ha visto escludere gli insegnanti dal dibattito sulla scuola.


Slide11 l.jpg

Perché un Costituzione, il Consiglio Superiore della docenza. Faranno parte del Consiglio nazionale: i rappresentanti eletti del personale, docente di ruolo e non di ruolo di ogni ordine e grado di scuola, i rappresentanti del personale docente della scuola non statale; i rappresentanti del mondo dell'economia e del lavoro, designati dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro»CONSIGLIO SUPERIORE DELLA DOCENZA

Perchè il DECRETO BRUNETTA (D.Lgs. 150/2099) HA ELIMINATO LE COMMISSIONI DI DISCIPLINA PRESSO IL CNPI (per la secondaria di secondo grado) E PRESSO I CONSIGLI SCOLASTICI PROVINCIALI (per la scuola dell’infanzia, la primaria e la secondaria di primo grado)

DI FATTO TUTTO IL POTERE DISCIPLINARE E’ PASSATO AI DIRIGENTI SCOLASTICI E ALL’USR


Slide12 l.jpg

Perché un Costituzione, il Consiglio Superiore della docenza. Faranno parte del Consiglio nazionale: i rappresentanti eletti del personale, docente di ruolo e non di ruolo di ogni ordine e grado di scuola, i rappresentanti del personale docente della scuola non statale; i rappresentanti del mondo dell'economia e del lavoro, designati dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro»CONSIGLIO SUPERIORE DELLA DOCENZA

Perché le sanzioni unilateralmente decise dai Dirigenti scolastici possono ledere la libertà di insegnamento in capo al docente soprattutto quando intendono colpire gli aspetti professionali legati alla funzione docente (scelta dei metodi didattici, scelta degli strumenti didattici, determinazione degli aspetti legati al curricolo e agli obiettivi definiti dal sistema nazionale di istruzione, ecc.)


Slide13 l.jpg

Il Consiglio Superiore della Docenza, in analogia a ciò che avviene negli ordini professionali e nel Consiglio Superiore della Magistratura, è già previsto in alcuni progetti di Legge presentati al Parlamento

La FGU-GILDA chiede la sua introduzione urgentemente con una Legge che sia sintesi delle varie proposte già presentate e chiede il sostegno trasversale delle forze politiche in Parlamento

Centro studi – Gilda degli Insegnanti


Slide14 l.jpg

AREA DI CONTRATTAZIONE SPECIFICA PER LA DOCENZA avviene negli ordini professionali e nel Consiglio Superiore della Magistratura, è già previsto in alcuni progetti di Legge presentati al Parlamento

E

CONSIGLIO SUPERIORE DELLA DOCENZA

SONO RIFORME A COSTO ZERO E CONSENTONO DI RICONOSCERE FINALMENTE AGLI INSEGNANTI UNA SPECIFICITA’ PROFESSIONALE CHE E’ STATA FINORA LORO NEGATA


Centro studi nazionale della gilda degli insegnanti associazione docenti art 33 l.jpg
Centro Studi Nazionale della Gilda degli Insegnanti avviene negli ordini professionali e nel Consiglio Superiore della Magistratura, è già previsto in alcuni progetti di Legge presentati al Parlamento Associazione Docenti art. 33

GIORNATA MONDIALE DELL’INSEGNANTE

Convegno nazionale

LIBERTA’ E DIGNITA’ DELL’INSEGNAMENTO

Proposte per la valorizzazione della professione docente

5 ottobre 2011

Ore 9.30 - 13.30

Centro Congressi Cavour

Via Cavour, 50/A - ROMA

Intervengono:

Renza Bertuzzi, Mario Bertolissi, Rino Di Meglio, Fabrizio Reberschegg, Fulvio Rocco e i parlamentari che hanno presentato proposte di legge sulla professione docente