L’ ANZIANO  ALLE  TERME
Download
1 / 22

Direttore Sanitario: Dr. Marco Conti - PowerPoint PPT Presentation


  • 126 Views
  • Uploaded on

L’ ANZIANO ALLE TERME. Direttore Sanitario: Dr. Marco Conti. I Mezzi Naturali di Cura. Crenoterapia: utilizzo delle acque minerali a scopo terapeutico. Regola di Wilder La crenoterapia, più che correggere direttamente uno stato patologico,

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Direttore Sanitario: Dr. Marco Conti' - arion


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Slide1 l.jpg

L’ ANZIANO ALLE TERME

Direttore Sanitario: Dr. Marco Conti


Slide2 l.jpg

I Mezzi Naturali di Cura

Crenoterapia: utilizzo delle acque minerali a scopo terapeutico

Regola di Wilder

La crenoterapia, più che correggere direttamente uno stato patologico,

spinge l’organismo a ritrovare un suo equilibrio perduto e, utilizzando le sue forze residue, favorisce i necessari aggiustamenti


Slide3 l.jpg

Accordo Nazionale del 20/10/2009 - Malattie ammesse alle cure termali

e relativi cicli di cura erogabili in convenzione con il S.S.N.


Slide4 l.jpg

Accordo Nazionale del 20/10/2009 - Malattie ammesse alle cure termali

e relativi cicli di cura erogabili in convenzione con il S.S.N.


Slide5 l.jpg

Terapie termali in ORL - Linee Guida

(2007) Gruppo di lavoro della S.I.O. – Società Italiana di Orl e Chirurgia Cervico-facciale

  • ACQUE MINERALI

    • Meccanismi d’azione specifici: principi farmacologicamente attivi

    • Meccanismi d’azione aspecifici: aspetti fisici, temperatura, modalità di

    • somministrazione, radioattività

  • CLASSIFICAZIONE

    • Acque sulfuree

    • Acque salso-bromo-iodiche

    • Acque salse o cloruro sodiche

    • Acque solfate


Slide6 l.jpg

ACQUE SULFUREE e SALSOBROMOIODICHE

ACQUE SULFUREE

Grado solfidrometrico

Idrogeno solforato (H2S) 25 mg\l

Residuo fisso a 180° 7242,0 mg\l

ACQUE SALSOBROMOIODICHE

Cloruro di sodio 47.780,2 mg\l

Calcio 1.058,4 mg\l

Magnesio 974,0 mg\l

Bromo 190,5 mg\l

Iodio 15,9 mg\l

Residuo fisso a 180° 52.440,0 mg\l


Slide7 l.jpg

Mezzi naturali di cura:

Acque Salsobromoiodiche e Sulfuree, Fanghi a maturazione naturale

Reparti termali per:

*fanghi, *bagni, massaggi manuali, *idromassaggi ozonizzati,

* rieducazione motoria e respiratoria

*inalazioni a vapore, irrigazioni nasali, docce nasali micronizzate,

*aerosol, *humages, *insufflazioni endotimpaniche, *politzer crenoterapico,

aerosol sonico, *nebulizzazioni,*ventilazioni polmonari,

*irrigazioni vaginali, *docce rettali, microclisma goutte a goutte

balneoterapia orale, cura idropinica

* Cure erogabili in convenzione con il S.S.N., I.N.A.I.L. e I.N.P.S.


Slide8 l.jpg

Mezzi naturali di cura:

Acque Salsobromoiodiche e Sulfuree, Fanghi a maturazione naturale

Centro di Diagnosi, Prevenzione e Riabilitazione Termale

delle Malattie Venose e Linfatiche

In collaborazione con l’Università degli Studi di Ferrara

Diagnostica vascolare Ecocolor-Doppler

Centro di Riabilitazione Termale

Piscine riabilitative, box per fisioterapia,

palestre per rieducazione neuro-motoria

Convenzionato INAIL e A.U.S.L. Forlì

  • Piscine termali

  • Piscina con idromassaggio

  • Piscina per ginnastica collettiva

  • Idropercorso vascolare

  • Acquagym, ecc. (aperture serali)

Centro per la cura Termale

della Sordità Rinogena

Audiometria ed Impedenziometria

CENTRI TERMALI

SPECIALIZZATI

Poliambulatorio Specialistico

Medicina Estetica – Omeopatia – Fisiatria

Ortopedia - Idrologia Medica - Otorinolaringoiatria

Pneumologia - Reumatologia – Cardiologia

Dermatologia – Ginecologia – Ecc.

Punto prelievi

Centro Benessere Termale – MEDICAL SPA

Piscina con idromassaggio - Idropercorso vascolare

Bagno di vapore in grotta - Sauna - Bagno turco

Doccia orizzontale – Docce emozionali - Sale relax

Estetica Termale – Linea cosmetica termale

Dermocosmesi antiaging - Centro dimagrimento


Slide9 l.jpg


Slide10 l.jpg

Terme di Castrocaro – La storia Emilia Romagna

  • Epoca Romana:Castrocaro è conosciuta come Salsubium “luogo ricco di sale”

  • Dai primi del ‘900:le Terme di Castrocaro divennero note in tutta Italia

  • Nel 1938: Benito Mussolini inaugura lo “Stabilimento Termale Demaniale” con annesso il Grande Albergo ed il Padiglione delle Feste

  • Nel 1974 e nel 1990: inaugurati altri due stabilimenti con la creazione del primo reparto di Fisioterapia

  • Fra il 1999 ed il 2008: vengono attuate ampie ristrutturazioni a seguito della privatizzazione con ingresso del Gruppo Villa Maria nella società di gestione

    • Miglioramento ed ampliamento dei reparti per cure termali tradizionali

    • Realizzazione del Centro Benessere Medico Termale dotato dei Servizi di Medicina Estetica, Medicina Naturale, Centro Dimagrimento e Centro Antiaging

    • Potenziamento ed ampliamento dei Servizi Ambulatoriali e di Fisioterapia



D iversi t ipi di s cienza l.jpg
D Emilia RomagnaIVERSI TIPI DI SCIENZA

EVIDENCE-BASED

EMINENCE-BASED

PRACTICE-BASED


Slide13 l.jpg

Terapie termali in ORL - Linee Guida Emilia Romagna

(2007) Gruppo di lavoro della S.I.O. – Società Italiana di Orl e Chirurgia Cervico-facciale

  • PATOLOGIE DI PERTINENZA ORL

    • Ampia diffusione

    • Ricorrenti o francamente croniche

    • Incidenza sulla qualità della vita

    • Ricadute sui costi sociali

  • CORRETTE PROCEDURE DI TERAPIA TERMALE

    • Ridimensionare gli effetti collaterali della terapia antinfiammatoria steroidea e non steroidea nella patologia ORL ricorrente e cronica

    • Migliorare la compliance del paziente

    • Ampia cultura specialistica ORL all’interno degli stabilimenti termali

    • Ricchezza di fonti termali in Italia ed in Europa


Slide14 l.jpg

L’anziano alle Terme Emilia Romagna

  • VALUTAZIONE DEL GRUPPO MEDICO SPECIALISTICO

    • Conoscenza specifica delle indicazioni dei mezzi termali utilizzati e le tecniche applicative impiegate presso le singole Terme

    • Considerare le eventuali controindicazioni rispetto alle condizioni generali del soggetto, la sua autosufficienza, eventuali terapie in corso non sospendibili, il volontario impegno a seguire i trattamenti termali e riabilitativi prescritti

    • Responsabilità dell’approccio globale a problematiche complesse con l’utilizzo di corrette procedure di terapia termale


Slide15 l.jpg

L’anziano alle Terme Emilia Romagna

  • IMPOSTAZIONE DEL PROGRAMMA PERSONALIZZATO

    • CURATIVO della/e patologia/e in atto con conseguente prevenzione di aggravamenti e invalidità secondaria

    • CURATIVO e RIABILITATIVO INTEGRATO dell’apparato interessato

    • CURATIVO e RIABILITATIVO INTEGRATO con RIATTIVAZIONE PSICO-FISICA del soggetto anziano

    • Coinvolgimento anche in attività ludico-ricreative e partecipative che stimolano interessi diversi, lontano dal solito ambiente condizionante


Slide16 l.jpg

L’anziano alle Terme Emilia Romagna

  • COMPETENZE DELL’ AMBIENTE TERMALE

    • Ambiente polispecialistico adatto ad affrontare patologie croniche spesso progressivamente inabilitanti con interessamento di più di un solo apparato (App. respiratorio, App. locomotore, App. gastroenterico, ecc.)

    • Specifica indicazione dei mezzi termali alle patologie ad andamento cronico con possibilità di terapie combinate (inalatorie, balneoterapiche, idropiniche, fisioterapiche, ecc.)

    • Approccio globale a problematiche complesse con l’utilizzo di mezzi terapeutici naturali e metodiche ben tollerate

    • Ampio ventaglio di interventi preventivi, curativi e riabilitativi che permettono di impostare programmi personalizzati basati sulla centralità della persona e sul rispetto dell’unità bio-psico-sociale del soggetto anziano: interazione tra funzionalità, strutture corporee, attività partecipative, co-fattori ambientali, ecc.


Slide17 l.jpg

TRATTAMENTI CRENOFISIOTERAPICI Emilia Romagna

(Metodiche integrate)

  • Caratterizzate dalla stretta interazione fra il mezzo fisico e quello termale

  • Metodiche passive:

  • Massaggio manuale subacqueo

  • Idromassaggio in piscina termale

  • Idrochinesiterapia in piscina termale

  • Metodiche attive:

  • Idropercorsi vascolari

  • Ginnastica collettiva in piscina termale


Slide18 l.jpg

Centro di Riabilitazione e Idrochinesiterapia Termale Emilia Romagna

Azioni Aspecifiche

Determinate dalle proprietà fisiche dell’acqua salsobromoiodica ad alta mineralizzazione

  • Pressione idrostatica

  • Effetto idrodinamico

  • Galleggiamento


Slide19 l.jpg

Centro di Riabilitazione e Idrochinesiterapia Termale Emilia Romagna

Azioni Aspecifiche

Determinate dalle proprietà fisiche dell’acqua salsobromoiodica ad alta mineralizzazione

Effetto Termico:a parità di temperatura, le acque termali più concentrate possiedono una capacità calorica più elevata e cedono una maggiore quantità di calore

C = c x m

W = C / K

C capacità termica

c calore specifico

m massa

W capacità di ritenzione

C capacità termica

K conducibilità termica


Slide20 l.jpg

TERAPIA TERMALE SALSOBROMOIODICA Emilia Romagna

Azioni specifiche

  • Peculiari non possedute dalle comuni metodiche fisioterapiche

  • Effetti biologici degli elementi contenuti nel mezzo idro-minerale

  • Azione antiedemigena, antinfiammatoria, fibrolitica

Principali controindicazioni

  • Insufficienza cardiaca

  • Insufficienza polmonare

  • Insufficienza renale

  • Insufficienza epatica

  • Neoplasie in atto

  • TBC evolutiva

  • Grave ipertiroidismo

  • Epilessia

  • Infarto del miocardio recente

  • Sindromi da immunodeficienza


Slide21 l.jpg

L’anziano alle Terme Emilia Romagna

  • RIABILITAZIONE TERMALE DEL SOGGETTO ANZIANO

    • Mantenimento dell’autosufficienza, o meglio della vera autonomia (Antonini)

    • Sfruttamento del fattore psico-ambientale ed emotivo per superare il senso di insicurezza che porta a limitare sempre ogni attività

    • Attività motoria controllata in acqua, in palestra e all’aperto per favorire ed aumentare il grado di orientamento e socializzazione con riduzione dell’irritabilità e dell’aggressività

    • Archives of Internal Medicine 2010 Jan 25;170(2):186-93) significativa riduzione dell’incidenza di deficit cognitivo e riduzione del rischio di demenza in anziani che, per due anni, hanno praticato attività motoria da moderata a intensa

    • Archives of Internal Medicine 2010 Jan 25;170(2):179-85) gruppo di donne di età >65 anni, dopo 18 mesi di attività motoria intensa, aumento della densità minerale ossea e riduzione dell’incidenza di cadute


Slide22 l.jpg

GRAZIE ! Emilia Romagna