spettroscopia ir n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Spettroscopia IR PowerPoint Presentation
Download Presentation
Spettroscopia IR

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 31

Spettroscopia IR - PowerPoint PPT Presentation


  • 243 Views
  • Uploaded on

Spettroscopia IR. Spettroscopia IR.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Spettroscopia IR' - sienna


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide3

La spettroscopia infrarossa (IR) utilizza la regione dello spettro elettromagnetico compresa 0,78 µm (limite del visibile) e 100 µm di lunghezza d’onda.IR vicino (NIR) → 13.000 – 4.000 cm-1- NIR: 0,78 – 2,5 µmIR medio (MIR) → 4.000 – 200 cm-1- MIR o intermediate-IR: 2,5 -50 µmIR lontano (FIR) → 200 – 10 cm-1-FIR: 50-100 µm

L’interazione con la radiazione elettromagnetica provoca transizioni vibrazionali: cambia l’energia della vibrazione di due o più atomi legati.

La frequenza di stretching di un particolare gruppo funzionale può essere calcolata

in modo approssimato usando la legge di Hooke dell’oscillatore armonico semplice

n= lunghezza d’onda espressa in numeri d’onda (cm-1)

c = velocità della luce

k = costante di forza del legame (5 × 105 dine cm-1)

m* = massa ridotta degli atomi coinvolti (mAmB/(mA+mB)

slide4

Quando il sistema assorbe energia, il sistema conserva la propria frequenza naturale di oscillazione, mentre aumenta l’ampiezza delle oscillazioni; in altri termini, le vibrazioni diventano sempre più ampie ed anche sempre più rapide, perché le masse devono muoversi più velocemente per conservare la stessa frequenza di oscillazione.

La vibrazione molecolare sollecitata dalla radiazione deve comportare una variazione del momento del dipolo della molecola. In tal caso, infatti, la molecola in vibrazione produce un campo elettrico oscillante che può interagire con quello della radiazione.

MAGGIORE È LA COSTANTE DI FORZA K, MAGGIORE È LA FREQUENZA DI ASSORBIMENTO

MAGGIORE È LA MASSA RIDOTTA,

MINORE È LA FREQUENZA

slide5

Ogni atomo possiede 3 gradi di libertà (riferiti ad una terna cartesiana x, y, z.), quindi ogni molecola possiede 3n gradi di libertà

Nel moto traslazionale la molecola si comporta come un corpo rigido, quindi possiede 3 gradi di libertà.

I gradi di libertà nei moti di rotazione intorno a x, y e z sono tre, che si riducono a due se la molecola è lineare.

I moti di vibrazionehanno i gradi di libertà come differenza tra il numero totale dei gradi di libertà meno i traslazionali e i rotazionali (che possono ridursi a 2 per le lineari)

molecole non lineari [3n – (3+3)]

molecole lineari [3n – (3+2)]

slide7

Bending Asimmetrico nel piano: Scissoring (forbice)

Bending Simmetrico nel piano: Rocking (dondolo)

slide8

Bending Asimmetrico fuori del piano:Twisting (torsione)

Bending Simmetrico fuori del piano:Wagging (agitare)

slide9

Gli spettri IR dei gas e vapori sono di tipo vibrorotazionale. Quelli dei solidi e dei liquidi sono più semplici perché viene perduta la struttura fine rotazionale.

  • Ogni banda di assorbimento nell’IR è caratterizzata da tre parametri:
            • Posizione
            • Intensità
            • Forma
    • le bande di assorbimento sono classificate in base all’intensità:
            • forti (strong): s
            • medie (medium): m
            • deboli (weak): w
    • E in base alla forma:
            • stretta (sharp)
            • larga (broad)
slide10

E 1300

900

cm-1

stretching dei legami singoli

X – Y

al di sopra dei 4000 cm-1 sono dette bande di overtones

A3650 2500cm-1

stretching del legame X–H(x è un generico atomo)

B 2300 2100cm-1

stretching dei tripli legami

C1800 1500 cm-1

stretching dei doppi legami

D1650 1300cm-1

bending nel piano X–H

zona dell’impronta digitale:

slide12

BANDE CARATTERISTICHE DELL'O-H (3600 - 3000 cm-1)

La regione dell'O-H è quella che raggiunge numeri d'onda più elevati.

L'O-H genera una banda molto intensa e slargata che è facilmente riconoscibile.

Poiché questa banda si genera ogni qualvolta sia presente un gruppo O-H è necessario considerare alcuni problemi riscontrabili nell'analisi di uno spettro.

Infatti anche nel caso di molecole che non presentino gruppi ossidrilici è possibile riscontrare la presenza di bande relative all'O-H: ciò si determina a causa di possibili contaminazioni del campione dovute alla presenza di H2O che ritroviamo anche come umidità atmosferica.

I PONTI DI IDROGENO INDEBOLISCONO IL LEGAME O-H, FACILITANO LO STIRAMENTO: BANDA PIU’ LARGA SPOSTATA A NUMERI D’ONDA MINORI

SPETTRI IR: etanolo fenoloacido acetico

slide13

BANDE CARATTERISTICHE DELL'N-H (3530 - 3060 cm-1)

La banda dell'N-H si trova a lunghezza d'onda simile a quella del'O-H

Ammine primarie stretching asimmetrico ~3500 stretching simmetrico ~3400scissoring 1650-1580

Ammine secondarie stretching 3350-3310 bending ~1515

Ammidi semplici stretching asimmetrico ~3520 stretching simmetrico ~3400 bending 1620-1590

Ammidi mono N sostituite stretching 3500-3400 bending1550-1510

Possono dar luogo a ponti idrogeno ed allargamento delle bande, ma in modo meno marcato che nel gruppo O-H

SPETTRI:Anilina

Metilamina

Dietilammina

Formammide

slide14

ZONA DELL’AROMATICO (2000/1800 - 1650 cm-1)

Poiché la zona 2000 - 1800 cm-1 è abbastanza sgombra sono facilmente visibili le cosiddette DITA DELL'AROMATICO, costituite da 2, 3 bande.

Le sostanze che contengono un nucleo benzenico danno luogo a tali bande.

Queste sono bande multiple di altre presenti a 1000 o a 500 e sono relative a vibrazioni di scheletro C-C.

SPETTRI:

Benzene

Toluene

slide15

STIRAMENTO DEI CARBONILI (1850 - 1700 cm-1 ,C=O)

Intorno a 1850 - 1700 cm-1 troviamo la banda dei carbonili (C=O) che è molto evidente.

per determinare l'esatta natura del composto è necessario considerare delle "bande d'appoggio“:

C-H a 2700 cm-1 per le aldeidi

C-O a 1200 cm-1 per l'estere

l'O-H a 3330 cm-1 per l'acido carbossilico

*La forza di legame del carbonile è influenzata dal sostituente legato al C, infatti esso può avere un effetto induttivo (atomo più elettronegativo), che ne riduce la lunghezza aumentando così la sua k e la frequenza di assorbimento.

*Effetto coniugativo o di risonanza che aumenta la lunghezza del legame e ne riduce la frequenza di assorbimento.

*Effetto campo dovuto alla presenza di una atomo polare (O) nelle vicinanze.

SPETTRI:

Acetone

Acetaldeide

Benzaldeide

m-Nitrobenzaldeide

Etilacetato

slide16

STIRAMENTO DEL LEGAME C-O

SPETTRI:

Fenolo

Acido Acetico

Etanolo

2-Butanolo

1-Butanolo

Butiletere

slide17

STIRAMENTO DEI LEGAMI C-C

La banda di vibrazione si sposta verso numeri d’onda maggiori al crescere della molteplicità del legame, cioè della sua forza

SPETTRI:

2-Butino

t1,4Esadiene

1,3Pentadiene

slide18

STIRAMENTI DEI LEGAMI C-H (tripli, doppi, singoli) (3200 - 3000 cm-1)

Nella zona relativa agli stiramenti C-H è possibile distinguere il legame di un alchino terminale (≡C-H) da quello di un alchene (=C-H), di un aromatico(∸C-H) o anche di un semplice alcano (-C-H).

I dati hanno però scarso valore pratico perché cadono nella zona dello stretching del N-H.

SPETTRI:

Pentano

Benzene

1Pentene

2-Butino

slide27

SORGENTE

Globar: filamento di carburo di silicio (richiede eccessiva potenza) 1300 K

Filamento di Nernst: costituito da una miscela di ossidi fusi (troppo fragile)1800 K

Filamento di Nichel–Cromo: il più usato perché poco costoso, resistente e assorbe poca potenza 1500 K

Filamento di Wolframio: per il vicino IR

SISTEMA FOTOMETRICO Composto da:

sistema di specchi + chopper: servono a portare nello stesso cammino i due raggi (riferimento e campione) separatamente

cuneo ottico (o pettine) che, collocato sul raggio di riferimento, assorbe la stessa quantità di energia che il campione assorbe dal raggio che lo attraversa

slide28

MONOCROMATORE Formato essenzialmente da:

fenditura d’ingresso per la radiazione policromatica

dispositivo di dispersione (reticolo di riflessione), che separa le componenti della radiazione policromatica

dispositivo di focalizzazione (filtro) che preleva dall’insieme delle radiazioni disperse un sottile intervallo di lunghezze d’onda (banda)

fenditura d’uscita

I movimenti del reticolo e del filtro consentono di far passare dalla fenditura di uscita, in successione, la sequenza ordinata di tutte le bande che nel loro insieme compongono la radiazione policromatica. Tale movimento realizza la cosiddetta scansione delle lunghezze d’onda

RIVELATORE Si tratta del dispositivo in grado di convertire la radiazione termica (IR) in un segnale elettrico, che viene poi inviato al sistema di elaborazione e di registrazione :

-Camera di Golay

-Termocoppia

-Termistori

slide30

TERMISTORI

TERMOCOPPIA

slide31

CELLE DI ANALISI

Si usa NaCl per campioni in soluzione acquosa CaF2

ANALISI DELLE SOSTANZE ALLO STATO LIQUIDO

Tra 4000 e 1600 cm-1 si usa CCl4 o CHCl3

Sotto i 1600 cm-1 CS2

ANALISI DELLE SOSTANZE ALLO STATO SOLIDO

Tra 4000 e 1350 cm-1 si usa Fluorolube

Sotto i 1380 e 650 cm-1 Nujol

ANALISI DELLE SOSTANZE ALLO STATO SOLIDO INSOLUBILI

Pastiglie di KBr