slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
UNITÀ 18 PowerPoint Presentation
Download Presentation
UNITÀ 18

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 29

UNITÀ 18 - PowerPoint PPT Presentation


  • 139 Views
  • Uploaded on

D S S D S D D S D = DESTRA S = SINISTRA. AVANTI

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'UNITÀ 18' - shayna


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

D S S D

S D D S

D = DESTRA S = SINISTRA

AVANTI

GAMBA SINISTRA

BRACCIO DESTRO

INDIETRO GAMBA SINISTRA BRACCIO DESTRO

AVANTI

GAMBA DESTRA BRACCIO SINISTRO

INDIETRO

GAMBA DESTRA BRACCIO SINISTRO

UNITÀ

18

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti

OBIETTIVO SPECIFICO :

Avviare i bambini a percepire,conoscere, avere coscienza della

simmetria del proprio corpo

Essere in grado di compiere movimenti secondo lo schema della

lateralizzazione crociata: coordinazione e indipendenza braccia-gambe

Obiettivo intermedio :

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

nessuno

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

NOTA: Lo schema crociato dei movimenti o delle posizioni che il corpo assume è il modo

normale con cui il cervello controlla i movimenti ed è dovuto alla caratteristica strutturale

del sistema nervoso. Infatti essendo il cervello costituito da due emisferi, destro e

sinistro, il controllo dei movimenti avviene secondo uno schema crociato, l’emisfero

sinistro controlla la parte destra. Questo tipo di organizzazione e di controllo dei

movimenti da parte del cervello si traduce in una dinamica dei movimenti e delle posizioni

per l’appunto crociata. Per esempio nella deambulazione i movimenti seguono un ordine

crociato : quando la gamba sinistra è in avanti si trova in avanti anche il braccio destro e

viceversa. Per cui la giusta andatura sarà:

slide2

I bambini tutti seduti in terra ,distanziati, in modo

tale che possano distendersi e alzarsi con facilità

L’insegnante invitando i bambini a dormire Appena constatata la giusta posizione

controllerà che abbiano assunto tutti la giusta l’insegnante dirà …

posizione

Di nuovo si controlla la posizione e, non appena i

bambini avranno acquisito il giusto schema

crociato, si farà cambiare la posizione a ritmo

verso destra, verso sinistra. Si dovrà contare

lentamente fino a cinque.

Anziché contare ,si potrà raccontare una

storia, una filastrocca, e ogni tanto dire:

“Cambiare, via!”. Mettere anche un

sottofondo musicale

Dovete fare il massimo silenzio, proprio come quando si dorme. Giù e fate finta di dormire. Occhi chiusi

Oggi dovremo fare alcuni esercizi che richiedono molta attenzione, dovete mettervi distesi in terra supini, come se dormiste con la pancia in giù. Via!

Che gioco è?

Al via senza aprire gli occhi, dovete girarvi dall’altra parte, sempre stando con la pancia in giù. Via!

Bravi, bravi, dormite come birbantelli

Ssss..

Silenzio, non fate rumore!

Al via, bambini dovete

cambiar posizione:

una volta di qua, una volta di là!

1..2..3..4..5.. Cambiate,via

UNITÀ

18

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti

slide3

Si racconta la favola ai bambini facendogli Nel raccontare la favola l’insegnante dovrà

vedere le illustrazioni della guida mimare i movimenti della storia

Si potranno fare le fotocopie della storia e Si passa all’attività motoria attraverso

farle colorare ai bambini l’animazione della favola

Una vecchia strega…

Strisciava, strisciava,… piano, piano…

Che bella storia!

UNITÀ

19

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti

OBIETTIVO SPECIFICO :

Avviare i bambini a percepire,conoscere, avere coscienza della

simmetria del proprio corpo

Essere in grado di compiere movimenti secondo lo schema della

lateralizzazione crociata: coordinazione e indipendenza braccia-gambe

Obiettivo intermedio :

Metodo o tecnica :

animazione di una storia

Materiali :

Asticelle e mattoncini, corde colorate. Fotocopia le schede della storia da colorare.

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide4

SCHEDA OPERATIVA 1

dell’Unità 19

Guarda, guarda! Un gruppo di bambini. Quasi quasi li trasformo in pulcini!

Che bello giocare nel bosco!

Viva la natura!

Ah, Ah, che spasso!

Guardatemi cari bambini e vi trasformo in … coccodrillini !!!

Che mi succede?

Mamma mia sono diventato un coccodrillo!

Una strega! AIUTO

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti:

Favola: Gli Orsi Mangia Streghe

La favola di: GLI ORSI MANGIA STREGHE

Toh! Un bosco,

vediamo un po’ a chi posso fare un dispetto.

Questa mattina

mi sento in forma!

1

2

Una strega di buon ora, armata di una scopa,

cominciò a cercare qualcuno a cui fare un

gran dispetto. Gira, gira,gira, arrivò su

di un boschetto.

Ma la strega poi ci ripensò e in animali

della foresta li trasformò. Preparò la

bacchetta magica e le parole speciali e..

3

4

Naturalmente come aveva detto la strega

ogni bambino diventò un coccodrillino.

I bambini non ebbero il tempo neppure di

far B ! E si cominciarono a trasformar.

slide5

SCHEDA OPERATIVA 2

dell’Unità 19

Strisciare!

BIRIBI’, BIRIBA’, in cinghiali vi voglio trasformar!

Come mi diverto!

Mi sembri un cinghiale!

Ma che animali siamo adesso?

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti:

Favola: Gli Orsi Mangia Streghe

La favola di: GLI ORSI MANGIA STREGHE

E adesso che possiamo

fare?

Ma la strega ci ripensò e in cinghiali li trasformò!

5

6

Per la disperazione si fecero un pianto. Ma

siccome era di coccodrillo non valeva niente,

e così i bambini per non pensare, si misero a

strisciare.

Si erano appena abituati a fare i coccodrilli

che di nuovo si videro cambiare. Anziché

strisciare si misero a zampettare a quattro

zampe.

( cinghiali che passeggiano)

7

8

Erano un po’ perplessi perché non sapevano

cosa facessero i cinghiali e senza poterlo dire

si misero a grugnire.

L’unica cosa che gli venne voglia di fare fu

quella di passeggiare a quattro zampe nel

bosco in cerca di ghiande.

slide6

SCHEDA OPERATIVA 3

dell’Unità 19

Ve lo dico io, cari bambini. Vi trasformate in ORSETTINI. AH,AH,AH!

E adesso in cosa

ci stiamo trasformando?

Siamo feroci orsi neri

Proprio non so!

Cosa fanno gli orsi neri?

Mangiano miele., lo so, ma sento dentro una fame di strega!

Andiamo, andiamo a caccia di streghe perché alla pancia ci fanno bene!

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti:

Favola: Gli Orsi Mangia Streghe

La favola di: GLI ORSI MANGIA STREGHE

Ah, Ah e mica è finita

così! BIOBI’, BIOBI’ trasformali così!

9

10

Ma la strega non si accontentò e in un altro

tipo di animali li trasformò.

E come aveva detto fu fatto, in terribili

orsi neri li mutò.

11

12

La strega non lo sapeva, ma degli orsi

mangia streghe aveva creato.

La fame era talmente tanta che subito si

misero a cercare la strega da divorare.

slide7

SCHEDA OPERATIVA 4

dell’Unità 19

Cosa volete orsetti?

Aiuto, mi vogliono mangiare!!

SGRUNT, SGRUNT vieni buona strega!

GNAM,

GNAM

Adesso ti mangiamo

Tornate bambini, tornate bambini! AIUTO!!

EVVIVA SIAMO TORNATI BAMBINI!!!!!

Il pranzo scappa. Acchiappala!

Facciamo una passeggiata nel bosco!

Aspetta fammi assaggiare una gamba!

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti:

Favola: Gli Orsi Mangia Streghe

La favola di: GLI ORSI MANGIA STREGHE

Ma come si avvicinò gli orsi l’acchiapparono e

la stavano per mangiare …..

13

14

Chiamarono la strega a voce piena perché

la fame era veramente tanta.

Ma la strega proprio all’ultimo momento

si salvò. per lo spavento urlò a più non

posso …

15

16

Si allontanò in un baleno lasciando gli orsi a

pancia vuota.

E di nuovo, PATAPIM, furono trasformati in

bambini educati con una voglia matta di fare

una lunga passeggiata.

slide8

Campi di Esperienza

UNITA’ DIDATTICA

A 2. 4b

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti

DIMENSIONE:

PSICOMOTRICITA’

Il Corpo e il movimento

L’insegnante racconta la storia soffermandosi L’insegnante dovrà sempre controllare le

sui punti che richiedono movimento andature crociate

L’insegnante fa finta di esser catturata dai

bambini orsi …

Adesso bambini faremo l’animazione della storia. Io faccio la strega e voi i bambini del bosco, d’accordo?

Strisciate, strisciate coccodrillini

Si, che bello!

Siete trasformati in orsi, feroci orsi neri, alla ricerca della strega.

… E adesso camminate a quattro zampe, cinghiali.

E adesso che siete tornati bambini fate una passeggiata nel bosco

Aiuto lasciatemi, tornate bambini!

GNAM

UNITÀ

19

Argomento:

Lo schema crociato dei movimenti:

Animazione.

ANIMAZIONE

L’insegnante costruirà un percorso con le corde, il fiume e dei sottopassaggi con le asticelle.

Prima dell’animazione dare ai bambini le schede della storia da colorare

slide9

Bambini disposti schierati lungo le pareti della L’insegnante chiamerà un bambino ….

palestra o dell’aula

Si chiama un altro bambino e lo si dispone Si chiama un terzo bambino e lo si con le spalle al birillo dispone di lato al birillo

Attento Mario, se vuoi arrivare vicino al birillo e prenderlo cosa devi fare?

Bambini mettetevi in piedi accostatevi alla parete

Camminare

Giusto, ma da che parte?

In avanti

Bene, oggi faremo un gioco divertente. Metto al centro della palestra un birillo rosso.

Bravissimo! Fallo lentamente

Attenta Marta, se vuoi arrivare vicino al birillo e prenderlo cosa devi fare?

Ora tocca a te, Nico. Se vuoi arrivare vicino al birillo e prenderlo, cosa devi fare?

Giusto, ma da che parte?

Camminare

Giusto, ma da che parte?

Camminare

Andando di lato

Brava! Fallo lentamente

Andando indietro

Bravo! Fallo lentamente

UNITA’ DIDATTICA

A 3. 1a

UNITÀ

20

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

Obiettivo intermedio :

Avviare i bambini ad esplorare lo spazio con il corpo nelle diverse

direzioni: avanti, indietro, di lato

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Birilli di plastica colorati

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide10

L’insegnante farà riflettere i bambini Tutti i bambini dovranno stare su di una parete

con le spalle poggiate al muro

Avete visto che per spostarci verso il birillo si può camminare in avanti, all’indietro, di lato

Dovrete camminare in avanti, un passo alla volta al mio via, ripetendo ad ogni passo: AVANTI. Vi fermerete quando dirò STOP!

Facciamo un esercizio tutti insieme

Pronti? Via! AVANTI

STOP!

AVANTI

Adesso dovete tornare indietro camminando di spalle. Vi fermerete al mio STOP!

STOP!

INDIETRO

Pronti? Via! INDIETRO

UNITÀ

20

Argomento:

Avanti, indietro, di lato:

animazione

ANIMAZIONE:

slide11

I bambini dovranno essere disposti sulla parete

di lato, poggiando tutti lo stesso lato alla parete

L’insegnante farà ripetere gli esercizi

appena fatti, facendo tenere gli occhi

chiusi ai bambini

Di solito i bambini hanno difficoltà a

mantenere gli occhi chiusi molto a lungo,

quindi si lasci correre se riaprono gli occhi ,

tuttavia ogni tanto si ripeta “Occhi chiusi”

Come al solito al mio stop vi fermerete. Pronti? Via! DI LATO

DI LATO !!

Adesso faremo lo stesso esercizio precedente, ma camminerete solo di lato

STOP, adesso tornate indietro camminando sull’altro lato, Pronti? Via! Di lato

STOP!

DI LATO !

Visto che siete stati molto bravi, rifaremo l’esercizio. Questa volta però ad occhi chiusi

Occhi chiusi, pronti via! Di lato!!

Occhi chiusi

UNITÀ

20

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

slide12

L’insegnante dovrà mettere almeno quattro L’insegnante dovrà mettere un cartellone

palloni e nove birilli:tre rossi,tre gialli, tre blu nel punto di partenza e un cesto nel

punto di arrivo

Bambini divisi per due coppie

L’ambiente si presenterà così. Al posto del

cesto va bene anche un cestino per la carta.

Il cesto deve essere messo basso

Oggi faremo un gioco divertente, si chiama: la nave alla deriva

Il pavimento è il mare, metto gli scogli

Questi birilli sono gli scogli dl mare, quelli rossi affondano la nave, quelli blu gli fanno un buco e quelli gialli solo un bozzetto

Ora bambini formate delle coppie: dividetevi a due a due. Una sarà la nave, l’altro il timone. Il bambino timoniere dovrà stare fermo. Al via dovrà pilotare il bambino nave con ordini dati a voce: AVANTI, INDIETRO, DI LATO

Il bambino nave dovrà essere bendato

UNITÀ

21

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Obiettivo intermedio :

Avviare i bambini ad esplorare lo spazio con il corpo nelle diverse

direzioni: avanti, indietro, di lato

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Palle colorate piccole e grandi, birilli colorati, cesto da basket per bambini

regolabile o cestino della carta

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide13

AVANTI,

AVANTI!!

Cominciamo con i primi due bambini. In posizione?

PRONTI; VIA!

Attenzione.: se il bambino nave sbatte una sola volta a uno scoglio rosso, affonda, se sbatte due volte ad uno scoglio blu, affonda, se sbatte tre volte ad uno scoglio blu o giallo, affonda

Di lato, di lato, fermo!

Dai, che sei quasi arrivato al porto! Avanti, avanti…

Di lato.. No, fermo! Di lato dall’altra parte.

Ne hai fatto cadere un altro giallo:attento!

Dove vado?

Hai fatto

cadere un blu!

Siete stati bravi, adesso tocca ad un’altra coppia

Sei arrivato! Alza una mano e tocca il porto

URRA’ !!!

Arrivati!!!

UNITÀ

21

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

slide14

L’insegnante dovrà mettere almeno quattro L’insegnante dovrà mettere un cartellone

palloni e nove birilli:tre rossi,tre gialli, tre blu nel punto di partenza e un cesto nel

punto di arrivo

Bambini divisi per due coppie

L’ambiente si presenterà così. Al posto del

cesto va bene anche un cestino per la carta.

Il cesto deve essere messo basso

Il pavimento è l’orto,adesso pianto i cocomeri e metto le trappole

Oggi faremo un gioco divertente, si chiama:l’acchiappa cocomeri! Le angurie saranno palloni, mentre i birilli saranno delle trappole

Ora bambini formate delle coppie: dividetevi per due. Una sarà il contadino, l’altro il raccogli cocomeri. Il bambino contadino dovrà guidare il bambino raccogli cocomeri con la voce:AVANTI, INDIETRO, DI LATO

Il bambino raccogli cocomeri sarà bendato

UNITÀ

22

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Obiettivo intermedio :

Avviare i bambini ad esplorare lo spazio con il corpo nelle diverse

direzioni: avanti, indietro, di lato

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Palle colorate piccole e grandi, birilli colorati, cesto da basket per bambini

regolabile o cestino della carta

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide15

Cominciamo con i primi due bambini.

AVANTI, FERMO!!

PRONTI; VIA!

Attenzione.: se il bambino raccogli cocomeri sbatte una sola volta a una trappola rossa, viene catturato, se sbatte due volte alle trappole blu, viene catturato, se sbatte tre volte ad una trappola blu o gialla , viene catturato

Vai avanti …avanti..avanti..di lato..fermo!

Chinati e prendi il cocomero. No!! Gli hai dato un calcio

Avanti..avanti…stop! Adesso allunga le braccia e metti il cocomero nel cesto

Bravo! Chinati e prendi il cocomero

Messo!

Bravo !!!

UNITÀ

22

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

slide16

L’insegnante procura il materiale: nastri Prepara le fotocopie dei disegni del Lupo

adesivi colorati, si trovano dal ferramenta di Cappuccetto Rosso e della casa della

nonna.

ROSSO BLU

Prepara il seguente percorso nel pavimento Tutti i bambini vengono messi intorno al

labirinto

Dove è scritto Lupo si dovrà mettere il disegno

del lupo e così per le altre scritte

L’insegnante racconta ai bambini la storia di Si passa all’attività preparando anche gli

Cappuccetto Rosso anelli colorati: rosso e blu per i polsi:

Rosso = Destra, Blu = Sinistra

Bene, iniziamo il gioco

EVVIVA!!!

C’era una volta una bambina che si chiamava….

UNITÀ

23

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

OBIETTIVO SPECIFICO :

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Obiettivo intermedio :

Avviare i bambini ad esplorare lo spazio con il corpo nelle diverse

direzioni: avanti, indietro, di lato

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Nastro adesivo colorato, fotocopiare le schede del “Lupo”, di “ Cappuccetto Rosso” e della Casa della Nonna

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

LUPO

CASA

C. ROSSO

LUPO

LUPO

slide17

Come vedete ,qui a terra, c’è un labirinto di strade, sono sentieri che portano dalla nonna di Cappuccetto Rosso. Però lungo la strada, ci sono tanti lupi: chi sbaglia strada viene preso dal lupo e non può arrivare dalla nonna

Innanzi tutto mettere alle mani i bracciali colorati, ricordate? Rosso a destra, blu a sinistra; poi fate le coppie, mettetevi a due a due

Al gioco partecipano due bambini alla volta: uno percorre la strada e l’altro lo guida con i comandi: AVANTI, INDIETRO, DESTRA, SINISTRA

Cominciamo con i primi due bambini. Uno si ferma all’inizio, l’altro, bendato, farà la passeggiata nel bosco. .... In posizione.

Ah! Dimenticavo! Quando si arriva su Cappuccetto Rosso bisogna prendere il disegno per portalo a casa della nonna

Vai avanti …avanti..a sinistra… avanti..

E adesso!

ARRIVATA! EVVIVA!!!

URRA’!

Dai che sei arrivata, chinati e prendi Cappuccetto Rosso, brava! Adesso.. Avanti, avanti, sinistra, sinistra…

Bravi, adesso

altri due bambini!!!

UNITÀ

23

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

slide18

L’insegnante prepara le fotocopie dei disegni della storia I bambini dovranno colorare i disegni e

di “Cappuccetto Rosso” (precedente unità didattica completarli

A3.1d). Dovrà fare le fotocopie a coppie: due della prima,

due della seconda, due della terza, ecc.

Si avranno così sei coppie di disegni sufficienti per

dodici bambini. Se gli alunni dovessero essere di più

si potranno fare altre coppie dello stesso disegno,

sempre doppio fino a coprire il numero dei bambini

della classe.

Si avranno le coppie di bambini, ogni

coppia dovrà avere lo stesso disegno

Esempio: se gli alunni sono diciotto, si dovranno

avere i seguenti disegni:

Io ho il lupo!

Pure io. Allora siamo insieme

UNITÀ

24

Argomento:

Avanti, indietro, di lato

OBIETTIVO SPECIFICO :

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Obiettivo intermedio :

Avviare i bambini ad esplorare lo spazio con il corpo nelle diverse

direzioni: avanti, indietro, di lato

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Fotocopiare le stesse schede

dell’unità didattica precedente.

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide19

Al gioco si dovranno far partecipare massimo A questo punto l’insegnante disporrà ogni

sei coppie di bambini coppia secondo il seguente schema che si

potrà anche disegnare in terra con il gesso

o il nastro adesivo colorato

I bambini nella posizione 1-1 e 2-2 dovranno Nelle varie caselle 1-1, 2-2, 3-3, 4-4- i

essere disposti in modo tale da spostarsi al bambini dovranno mettere i disegni

via di lato

I bambini nella posizione 3-3 dovranno

camminare in avanti

Giocheranno per primi sei coppie di bambini. Cominciamo?

UNITÀ

24

Argomento:

Avanti, indietro, di lato:

animazione.

ANIMAZIONE:

1

1

3

4

4

3

2

2

DI LATO

1

1

3

1

1

4

4

3

2

2

2

2

AVANTI

3

3

INDIETRO

AVANTI

4

INDIETRO

I bambini

nella posizione

4-4 dovranno

camminare

all’indietro

4

slide20

I bambini dovranno fare il percorso due o

più volte

Sempre usando i disegni della favola si potrà

impostare un altro gioco. L’insegnante ritira i

disegni a tutti i bambini che si schierano

lungo le quattro pareti della palestra

Tutti i bambini insieme dovranno spostarsi

camminando di lato, avanti o indietro

Al via dovrete camminare o di lato o avanti o all’indietro senza sbattere l’uno con l’altro. Pronti? Via!

Bene adesso tocca agli altri bambini

Guardate il disegno e poi giratelo, così potrete vedere chi è il vostro compagno. Al via i due bambini che hanno lo stesso disegno dovranno scambiarsi di posto

Tu con me

Adesso darò un disegno ciascuno.

Tu stai con me

Attenzione dovete cambiar posto camminando tutti come dico io. Pronti, camminate di lato per cambiare di posto. Via!

Bene, adesso cambiate posto camminando all’indietro. Pronti? Via!

UNITÀ

24

Argomento:

Avanti, indietro, di lato:

animazione

slide21

I bambini sono seduti a terra

Adesso devi fare quello che ti dico, vai lontano da me!

Facciamo un gioco, vieni Andrea!

Ecco!

Puoi venire più vicino a me?

Adesso vieni vicino a me!

Si, ti devo abbracciare?

Va bene così?

UNITÀ

25

Argomento:

Vicino, lontano

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

OBIETTIVO SPECIFICO :

Avviare i bambini a saper assumere determinate posizioni rispetto a uno spazio, a uno o più oggetti, ad uno o più bambini: vicino- lontano, dentro-fuori,sotto-sopra, davanti-dietro, in mezzo, in alto, in basso

Obiettivo intermedio :

Metodo o tecnica :

Gioco

Materiali :

Cordicella oppure un rotolo di spago grosso

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide22

Si ripeterà il gioco più volte. I bambini si

mettono di nuovo seduti

Bravo, torna al posto. Adesso dovete fare un gioco tutti insieme. Al via, avvicinatevi il più possibile gli uni agli altri. Via!

Adesso al via, andate il più possibile lontani.

Pronti, via!

Mario e Marta, dovete fare questo gioco, prendete la corda ai due capi

Adesso, faremo un altro gioco. Questa è una corda lunga. Guardate!

Adesso, vi dovete riavvicinare il più possibile. Questa volta, però, vi dovete avvicinare tenendo la corda tesa .

Fatto!

Adesso,andate il più possibile lontani senza mai lasciare la corda.

Vedete, la corda diventa lunga.

Quindi dovrete spostare le mani man mano che vi avvicinate. Adesso che siete vicini, la corda è più corta, quando siete lontani la corda è più lunga

UNITÀ

25

Argomento:

Vicino, lontano

slide23

Bambini seduti. Si chiedera’ a turno ad

ognuno di loro

Si ripeterà l’esperienza più volte con altri

bambini

Marta!

Luca!

Mario, qual è il compagno più lontano da te?

E adesso, qual è il compagno più vicino?

Questi sono blocchi logici. Prendi questo quadrato, Lucia e vallo a mettere vicino al compagno più lontano da te!

Adesso metti questo triangolo accanto al compagno più vicino

Guardate, disegno una casa. Adesso Andrea dovrà fare una pallina lontano dalla casa

Marco, metti una crocetta sull’albero più lontano dalla casa

Bravo! E adesso fai

un quadratino vicino

UNITÀ

25

Argomento:

Vicino, lontano

slide24

Bambini sugli attenti

Lasciar riflettere i bambini

Adesso pensate e riflettete con attenzione: quali parti del corpo si possono avvicinare e allontanare

Guardate bene il vostro corpo, dai piedi ai capelli. Secondo voi, quali sono le due parti più lontane del corpo?

Io non lo so!

???

I piedi e i capelli

Bravo!

Le mani! Guardate si possono avvicinare e …

.. Allontanare

… allontanare

Le gambe si

possono avvicinare e …

Le labbra! Si possono avvicinare e …

… allontanare

Le dita si possono avvicinare e …

.. allontanare

UNITÀ

25

Argomento:

Vicino, lontano

slide25

I bambini seduti. L’insegnante ha portato i teli

Quante sono le coperte? Quanti gruppi formeremo?

Oggi ci divertiamo vedete? Queste sono delle coperte: formerete dei gruppi, tanti quante sono le coperte

Quattro!

Quattro!

Attenzione, cominciamo il gioco. Al via andate tutti sotto le coperte. Pronti, via! Sotto!!

Ogni gruppo si deve mettere sopra la coperta. Via!

Dove siete?

Sotto le coperte

UNITÀ

26

Argomento:

Vicino, lontano

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

OBIETTIVO SPECIFICO :

Avviare i bambini a saper assumere determinate posizioni rispetto a uno spazio, a uno o più oggetti, ad uno o più bambini: vicino- lontano, dentro-fuori,sotto-sopra, davanti-dietro, in mezzo, in alto, in basso

Obiettivo intermedio :

Metodo o tecnica :

Gioco: SOTTO LA COPERTA

Materiali :

Coperta o un pezzo di telo grande due metri per due metri, meglio quattro teli

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide26

Si continuerà facendo mettere le mani

sopra o sotto altre parti del corpo

Lasciar riflettere

Al via tutti sopra le coperte. Pronti, via!

Adesso, sedete sulle coperte. Attenzione: mettete le mani sotto il sedere!

Dove siete?

Dove sono le mani?

Sotto il sedere!

Sopra le coperte!

Adesso mettete le mani sopra le testa!

In testa

Mani sotto i piedi, mani sulla pancia, mani sotto le ginocchia. Mettere un piede sopra l’altro. Mettere un piede sotto un altro, un dito sotto il naso …

Allora sopra abbiamo...

Il naso e le orecchie

Tutti in piedi e sugli attenti vediamo chi mi sa dire quali parti del corpo si trovano sopra e quali si trovano sotto?

La testa

I capelli

Le braccia

UNITÀ

26

Argomento:

Vicino, lontano

slide27

Invece sotto abbiamo:

State in piedi sull’attenti. Allora avete visto che l’uomo può essere come diviso a metà. Provate a piegare la parte superiore del corpo in avanti

Le gambe

I piedi

Bravi!

Le ginocchia

Le dita

Facciamo un gioco. Dividiamo il corpo con un nastro colorato, ecco lo metto dove si porta la cinta

Diciamo una filastrocca;

sopra abbiamo:

una bocca per parlare

un naso per soffiare

due occhi per guardare

due orecchie per sentire e poi

una testa coi capelli per capire

e ancora due braccia con le mani

unite che un gran comodo ci

fanno: per esempio

il bagno!!

Adesso siete divisi in due. Una sopra una sotto

E di sotto poi, che troviamo di bello? Due gambe, due piedi, dieci dita, che non sanno però neppure raccogliere una margherita.

E l’ombellico da che parte sta?

Ma naturalmente proprio a metà

UNITÀ

26

Argomento:

Vicino, lontano

slide28

Si farà la sagoma di un bambino su di un

foglio di carta

Adesso poggiamola al muro. Chi sa dire qual è la parte superiore e quella inferiore? Di sotto, della sagoma?..

Facciamo la sagoma del corpo di Vittorio

Questo è il sotto

Guardate divido il foglio a metà! Così anche la sagoma si divide?

Proviamo a dividere la sagoma proprio bene a metà. Come si può fare?

??

??

Il sopra!

Il sotto!

UNITÀ

27

Argomento:

Vicino, lontano

Facilitare la scoperta delle relazioni spaziali delle parti del proprio corpo rispetto all’asse di simmetria del corpo e rispetto ai diversi oggetti e ambienti ecc.

Avviare i bambini a saper assumere determinate posizioni rispetto a uno spazio, a uno o più oggetti, ad uno o più bambini: vicino- lontano, dentro-fuori,sotto-sopra, davanti-dietro, in mezzo, in alto, in basso

Obiettivo intermedio :

Metodo o tecnica :

Disegno

Materiali :

Carta da pacco

FASI DELL’UNITA’ DIDATTICA

slide29

Adesso Mario verrà a disegnare le parti mancanti alla parte di sopra del corpo.

Adesso faremo un gioco. Darò a ciascuno di voi un foglio piegato a metà e con un segno che lo divide in due parti uguali

Mancano il naso, gli occhi ..

Voi dovrete cercare sulle riviste delle figure di persone, tagliarle e incollarle sul foglio in modo che la metà superiore stia sopra e la metà inferiore sotto

Sopra la testa, il tronco, le braccia ..

Sempre usando i fogli divisi a metà, dovrete essere voi a disegnare delle persone. La parte superiore del corpo sopra, la parte inferiore sotto!

Guardate, così!

UNITÀ

27

Argomento:

Vicino, lontano