Einführung in das italienische Recht Introduzione al diritto italiano - STORIA - PowerPoint PPT Presentation

einf hrung in das italienische recht introduzione al diritto italiano storia n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Einführung in das italienische Recht Introduzione al diritto italiano - STORIA PowerPoint Presentation
Download Presentation
Einführung in das italienische Recht Introduzione al diritto italiano - STORIA

play fullscreen
1 / 71
Einführung in das italienische Recht Introduzione al diritto italiano - STORIA
141 Views
Download Presentation
morela
Download Presentation

Einführung in das italienische Recht Introduzione al diritto italiano - STORIA

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Einführung in das italienische RechtIntroduzione al diritto italiano - STORIA Valentina M. Donini Würzburg 21-26 Juni 2010

  2. Storia del diritto italiano Caratteri generali del diritto italiano Teoria generale del diritto Diritto Costituzionale Diritto Privato Tutela giudiziaria Diritto Amministrativo Diritto Penale Geschichte des italienisches Rechts Kennzeichen Verfassungsrecht Privatrecht Gerichtsordnung Administrativrecht Strafrecht Kursplan

  3. Diritto Privato Obbligazioni e contratti Responsabilità civile Proprietà e diritti reali Diritto di famiglia Successioni Privatrecht Schuldrecht und Verträge zivilrechtliche Haftung Eigentum und dingliches Recht Familienrecht Erbfolgerecht

  4. Classificazione giuridicaKlassifizierung • La tradizione giuridica occidentale si divide in due sistemi diversi: • Common law • Civil law – famiglia romano-germanica • Europa Continentale • Ordinamenti in cui la scienza del diritto dal XII secolo si è formata sulla base dell’antico DIRITTO ROMANO • Prima, il diritto era locale o regionale, consuetudinario e molto FRAMMENTARIO • Jus privatorum – jus publicum

  5. Fasi della storia giuridica italiana • 1. dal IV al VI secolo • 2. dal VI al X secolo (Frühmittelalter) • 3. dall’XI al XV secolo (Spätmittelalter) • 4. dal XVI al XVIII secolo - Aufklärung • 5. Unità d’Italia (1861) • Oggi

  6. 1. IV-VI secolo • Trasformazione del diritto romano • Potere imperiale - Reich • Edicta (costituzioni scritte) • Rescripta (decisioni giudiziali) • Raccolte - Corpus Iuris Civilis – Giustiniano, 528-534 • Nascita potere ecclesiastico - Kirche

  7. Giustiniano • Nasce in Illiria (Macedonia) nel 428 • Imperatore nel 527 • Codificazione per rigenerare l’ordinamento e assicurare la CERTEZZA DEL DIRITTO • Restaurazione armata dell’impero per assicurare vittoria su barbari • Unificazione forzata del cristianesimo settario ed eretico

  8. Corpus Iuris Civilis, 528-534 • Codex – costituzioni imperiali (12 libri) • libro I: diritto ecclesiastico • libri II-VIII: diritto privato • libro IX: diritto penale • libri X-XII: diritto amministrativo e finanziario • Digesta - PANDECTAE – frammenti dottrina (50 libri) • Institutiones – opera didattica (4 libri + introduzione)  Istituzioni di Gaio • Personae • Res • Obligationes • actiones • Novellae – costituzioni emanate da G. dopo il codex fino a 565

  9. 2. VII-XI secolo • Medioevo, invasione dei barbari • Longobardi, influenza germanica • Sopravvive il diritto romano • Influenze francesi, Carolingi, 800 Carlo Magno CAPITULARE ITALICUM, raccolta di leggi  liber papiensis • Influenza bizantina – Islamica (Sicilia)

  10. Longobardi • Dalla Scandinavia, Contro Bisanzio • Editto di Rotari, 643, • Patto stretto tra il re e il popolo • Formulazione di vecchie consuetudini popolari e ordini del re • Morgengab (donativo nuziale) • Diritto penale • Guidrigildo: prezzo dell’uomo – wergild – widergeld • Sanzione pecuniaria al posto di faide

  11. Editto di Rotari • Mette in forma scritta il diritto barbarico, 388 articoli • Modello germanico con influenze romane, ma si rivolge solo al popolo longobardo

  12. Editto di Liutprando, 713-725 • Integra editto di Rotari. • Cattolicesimo “re, cristiano e cattolico principe” • Diritto adempie a volontà divina • Ancora ORDALIE - Gottesurteil • Prova dell’acqua bollente • Duello • Prova testimoniale - Zeugenbeweis • Prova scritta

  13. 3. XI-XVI secolo • Nascita dei Comuni  Signorie Rinascita degli studi del diritto a Bologna, prima università! • Si basa sul diritto romano • Corpus Iuris Civilis, rottura con il passato • Grande prestigio • Latino • Ideologia imperiale • Supera i diritti locali

  14. Perché il diritto romano? • Non è prodotto tipico di un mondo pagano • La filosofia precristiana era conforme a legge divina (Tommaso d’Aquino) • Insegnato in tutta Europa fino alle grandi codificazioni • Eccezione: diritto nazionale insegnato a Uppsala 1620 – Parigi 1679 • Wittenberg 1707 – Oxford 1758

  15. Glossatori (Irnerio, Accursio) • Commentatori (Bartolo da Sassoferrato, Baldo degli Ubaldi) • Ruolo della Chiesa e del diritto canonico • Decretisti (Graziano, 1130: Decretum Gratiani)

  16. I glossatoriIrnerio 1050-1125 • Fondatore della scuola dei glossatori • Didattica: Lettura di una parte del corpus iuris civilis agli studenti, i quali l'avrebbero copiata per poi corredarla di suoi commenti e sue spiegazioni = glosse. • Trasformazione di un testo, antico di secoli e dimenticato, in una normativa vigente e suscettibile di immediata applicazione • Opera di interpretazione del testo, in chiave altamente libera e creativa,per adattare alle fattispecie concrete norme che in origine avevano una differente funzione

  17. I 4 dottori della scuola dei glossatori • Successori di Irnerio • Ottone Morena • Azzone • Martino • Bulgaro

  18. I GlossatoriAccursio 1184- 1263 • Glossa Magna all’intero C.I.C. • Fondamento del diritto comune europeo • In Germania, nel XV secolo, con la creazione del Reichskammergericht (1495), la glossa ebbe riconoscimento ufficiale, divenendo l'unico strumento di interpretazione del Corpus Iuris Civilis

  19. Compenetrazione glossa –diritto romano: • Ciò che la glossa non riconosce, le corti non riconoscono

  20. Strumenti dei glossatori • distinctiones - scomposizione analitica del punto di diritto • regulae iuris- regole, principi e dogmi giuridici fondamentali racchiusi in sintetiche ed incisive frasi • casus - rappresentazioni di fattispecie pratiche a titolo esemplificativo • dissensiones dominorum - specificavano le diverse ed opposte soluzioni proposte dai vari maestri in merito ai più noti e discussi problemi • quaestiones - procedimento scolastico • summae - il Codex rappresentava un'intelaiatura precostituita nella quale veniva racchiusa una vera e propria trattazione generale, che derivava dalla messa a frutto dell'intero Corpus Iuris

  21. Dal XII sec. le Università di tutta l’Europa centrale riscoprono i principi del diritto romano e si diffonde tra gli studiosi (DOTTI  dottrina, dottori) una cultura giuridica basata su quei principi applicabili a tutti i popoli e in ogni tempo Neue rolle des römisches Recht Wichtigkeit der Universität und der Rechtsgelehrten Rinascita degli studi del diritto romano

  22. Attività di studio e rielaborazione del diritto romano sviluppa un diritto comune jus commune, che per la sua natura accademica unisce i giuristi di tutte le università europee Geburt des jus commune Ausarbeitung eines allgemeines Rechtswissenschaft trotz der politische Zersplitterung

  23. Jus commune • Complesso delle normative romano-giustinianee (corpus iuris civilis) e canoniche (corpus iurisi canonici) vigenti ratione imperii nei territori appartenuti al sacro romano impero e imperio rationis nei territori, come la Francia, che si erano sganciati dall’impero

  24. Questo diritto però si distacca sia nei contenuti, sia nei metodi, dal diritto di Giustiniano Rielaborato per adeguarlo alle esigenza della realtà Originalität dieses Rechts Andersartig von das Recht von Giustiniano Methoden Inhalt

  25. Lo Jus Commune però non ha esercitato la stessa influenza in tutte le regioni Linguaggio difficile, dotto Mancanza di autorità politica Francia meridionale, Italia Verschiedene Rolle des jus commune in den verschiedenen Gebiete Kultivierte, schwere Sprache Keine Politische Autorität oder Macht

  26. Commentatori XIV sec • Sostituisce i glossatori, ma l’oggetto di studio è sempre il Corpus Iuris Civilis • Bartolo di Sassoferrato • Baldo degli Ubaldi • Cino da Pistoia

  27. Non più chiarificazione del testo ma mettere in luce il SIGNIFICATO - Bedeutung • Maggiore spirito critico

  28. Metodo dei commentatori • si inizia con una premessa che delimita i confini dell'argomento da affrontare e definisce le fonti; • si opera un'analisi del testo dividendolo nei suoi elementi fondamentali; • si ritorna a ricomporlo nella sua unità; • si danno degli esempi per passare dalla teoria alla pratica; • si rilegge attentamente; • si cerca la ratiodella norma • il commentatore segnala le sue annotazioni personali • si affrontano le obiezioni cercando di preparare un’interpretazione univoca.

  29. Decretisti - canonisti • Ruolo della Chiesa • Riorganizzazione delle fonti canoniche • Graziano: DECRETUM GRATIANI • In vigore fino al Codex Iuris Canonici, 1917 • Contribuisce a sviluppo ius commune • Diritto Processuale - Verfahrensrecht • Divieto delle ORDALIE 1215

  30. 4. XVI - XVIII • Dominazione spagnola • Dualismo tra ius commune e statuti locali • Umanesimo giuridico giusnaturalismo

  31. Umanesimo giuridico • Scuola culta, mos gallicus (in contrapposizione a mos italicus) • Andrea Alciati 1492-1550 • Apporto cultura storico-filologica per restituire al diritto romano la sua portata originale • Critica e distacco da antichi testi (C.I.C. patrimonio culturale ma superabile) • Ruolo della stampa

  32. 5. XVIII-XIX secolo • Illuminismo • Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1764 • Gaetano Filangieri, La scienza della legislazione, 1784 • Dominazione francese, 1794-1814 • Romanticismo, coscienza nazionale • Esigenza di codificazione

  33. Dissoluzione società medioevale Formazione dello Stato moderno Stato accentra tutti i poteri  creare diritto Parlamento ha il monopolio della produzione regole giuridiche Zersetzung der mittelalterlichen Gesellschaft Bildung des modernes Staats Jede Macht gehört zu dem Staat  Recht  Parlament XIX secolo

  34. Il diritto vigente viene enunciato in forma sistematica, organica Deriva dallo jus commune ma interrompe la graduale evoluzione del diritto romano moderno cristallizandone i principi Systematische kompilation des Rechts Erstarrung des Prinzipen Codificazione

  35. Certezza del diritto Chiarezza della formulazione e sistematizzazione delle regole giuridiche Unità all’interno di un singolo stato Rechtsicherheit Klarheit und Deutlichkeit Einheit Vantaggi della codificazione

  36. Staticità I codici sono difficilmente modificabili mentre i rapporti sociali sono in continua evoluzione Unbeweglichkeit Svantaggi

  37. Codice prussiano Code Napoléon 1804 Deriva dal diritto comune scritto (del sud della Francia), dalle consuetudini del nord, e dagli ideali della rivoluzione Positivismo legislativo: esiste solo il diritto positivo che coincide con la volontà del sovrano (ALR 1794) Code Napoléon 1804 Jus commune (Sud) + Gewohnheit (Nord) + Ideen der Revolution Positivismus Prime codificazioni

  38. Codificazioni preunitarie (6) • Regno delle Due Sicilie (1819) • Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla (1820) • Regno di Sardegna (1838) • Stati Estensi (1852) Codice Napoleonico

  39. Codificazioni preunitarie • Lombardo Veneto (1815) ABGB austriaco del 1811 • Toscana e Stati Pontifici Jus commune

  40. 1848 Statuto Albertino • Promulgato da Carlo Alberto di Savoia • Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia sabauda • Dopo l’unità d’Italia (1861) diventa Carta Costituzionale fino al 1946

  41. 1861 Unità d’Italia • Unità politica - Garibaldi • Necessità di unità legislativa • Derivazione romanistica del code civil

  42. 1865, dopo 4 anni dall’unificazione del Regno d’Italia (fino al 1861 l’Italia era divisa in 6 Stati con 6 ordinamenti giuridici diversi) 1865 nach der Vereinigung des italienisches Reich Bis zum 1861: 6 verschiedenen Staaten 6 verschiedenen Rechtsordungen Prima codificazione italiana unitaria

  43. Si ispira al code civil francese, unico modello Motivi politici (aiuto della Francia contro dominio austriaco) Contenuto del codice (ideali di uguaglianza, libertà, individualismo, etc) Einfluss des code civil Politische Ursache Inhalt (Gleichheit, Freiheit, Individualismus…) Primo codice italiano

  44. Primo codice italiano • Conformità - Übereinstimmung - al code civil • 3 libri 2147 articoli • Persone • Beni, proprietà e sue modificazioni • Dei modi di acquistare e di trasmettere la proprietà e gli altri diritti sulle cose

  45. riconosce a tutti i cittadini la personalità giuridica, senza distinzione di religione, sesso, nazionalità o ceto sociale • Anche per le successioni non c’è distinzione di sesso, e trattamento migliore per figli naturali • Matrimonio civile, ma previsto anche rito religioso • Responsabilità da fatto illecito

  46. differenze con il code civil • analogia e ricorso ai principi generali dell’ordinamento per colmare eventuali lacune • Esercizio diritti civili concesso allo straniero senza condizioni di reciprocità • Indissolubilità del matrimonio - Unlösbarkeit Ehe

  47. Manca disciplina del diritto del lavoro • Rivoluzione industriale ancora agli albori in Italia

  48. Codificazioni • 1865 Codice civile • 1865 Codice commerciale • 1865 Codice di procedura civile • 1865 Codice di procedura penale • 1882 nuovo codice commerciale • 1889 codice penale • 1913 nuovo codice di procedura penale