il piede patologie piu comuni e soluzioni ortesiche n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
IL PIEDE PATOLOGIE PIU’ COMUNI E SOLUZIONI ORTESICHE PowerPoint Presentation
Download Presentation
IL PIEDE PATOLOGIE PIU’ COMUNI E SOLUZIONI ORTESICHE

play fullscreen
1 / 58
Download Presentation

IL PIEDE PATOLOGIE PIU’ COMUNI E SOLUZIONI ORTESICHE - PowerPoint PPT Presentation

chakra
546 Views
Download Presentation

IL PIEDE PATOLOGIE PIU’ COMUNI E SOLUZIONI ORTESICHE

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. IL PIEDEPATOLOGIE PIU’ COMUNI E SOLUZIONI ORTESICHE

  2. STATISTICHE SUL PIEDE Da una statistica fatta dalla Doxa è risultato che: IL PIEDE Trattiamo bene i nostri piedi : ci devono sostenere tutta la vita!

  3. ANATOMIA DE PIEDE IL PIEDE Quando si studia l’anatomia del piede, dobbiamo considerare le sue parti costitutive: · ossa; · articolazioni; · legamenti; · muscoli e tendini; · archi; · nervi e vasi sanguigni;

  4. ANATOMIA DE PIEDE Struttura ossea: Il piede umano è formato nel suo insieme da 26 ossa. Lo scheletro del piede si può dividere in tre sezioni. IL PIEDE

  5. ANATOMIA DE PIEDE • Tarso: formato da sette ossa: calcagno, astragalo, scafoide, cuboide e ossa cuneiformi in numero di tre; IL PIEDE

  6. ANATOMIA DE PIEDE • Metatarso: formato da cinque ossa; IL PIEDE

  7. ANATOMIA DE PIEDE IL PIEDE • Falangi o dita: in numero di quattordici.

  8. ANATOMIA DE PIEDE Articolazioni. Il piede è formato da molte ossa e laddove si congiungono hanno luogo le articolazioni. I movimenti di flessione e di estensione del piede sono possibili grazie all’articolazione tibio-tarsica che unisce tibia e perone con l’astragalo. IL PIEDE

  9. ANATOMIA DE PIEDE IL PIEDE Legamenti. La funzione dei 107 legamenti presenti nel piede, è quella di tenere le giunzioni insieme e integre per permettere i necessari movimenti di articolazione senza provocare allentamenti.

  10. ANATOMIA DE PIEDE Muscoli e tendini Il piede è interessato da trentadue muscoli e tendini, diciotto dei quali sono presenti nella pianta del piede e tredici partono dalle ossa della gamba, soprattutto dalla tibia. Consentono i movimenti del piede nella zona che collega la gamba e le dita. IL PIEDE

  11. ANATOMIA DE PIEDE Archi Arco longitudinale interno Il piede presenta un’arcata principale nota come “arco longitudinale interno” che si estende dal calcagno fino alla testa del primo metatarso. Questo arco si comporta come una molla che ha la funzione di assorbire e attenuare sollecitazioni e colpi. IL PIEDE

  12. ANATOMIA DE PIEDE IL PIEDE Archi Arco longitudinale esterno. Nello scheletro del piede, l’arco longitudinale esterno si estende dalla parte anteriore del calcagno alla testa del quinto metatarso.

  13. ANATOMIA DE PIEDE IL PIEDE Archi Arco metatarsale anteriore. Questo arco interessa la zona delle teste delle cinque ossa metatarsali e si presenta nella forma di curva leggera configurata a cupola.

  14. ANATOMIA DE PIEDE Nervi e vasi sanguigni I nervi del piede si caratterizzano come sensori di un sistema elettrico di impulsi che permette di inviare messaggi, inerenti al caldo, freddo, pressione, dolore e mali in genere. Il sistema sanguigno trasporta da più di 50 fino a circa 90 litri di sangue che fluiscono quotidianamente attraverso ciascun piede. IL PIEDE

  15. BIOMECCANICA DEL PIEDE IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Dal punto di vista biomeccanico il piede viene interpretato come un'elica in grado di avvolgersi e svolgersi a fasi alterne.

  16. BIOMECCANICA DEL PIEDE IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE L'articolazione cruciale è la sottoastragalica che, con il movimento di pronazione e supinazione consente l'alternanza di avvolgimento e svolgimento dell'elica.

  17. BIOMECCANICA DEL PIEDE IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Lo studio della biomeccanica del passo rappresenta un'indispensabile premessa per la comprensione delle patologie, in quanto un'alterazione di uno qualunque dei fenomeni ciclici del piede può condurre ad una condizione patologica.

  18. LA DEAMBULAZIONE IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Insieme di movimenti coordinati che permettono al corpo di spostarsi sul suolo.

  19. LA DEAMBULAZIONE IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Non esiste volontarietà nel cammino se non nel suo avvio, nelle variazioni di percorso e nella decisione di arrestarsi. Tuttavia, durante la camminata il nostro corpo si trova costretto a gestire alcune situazioni molto importanti: • generazione di una forza propulsiva da parte dei muscoli 2) mantenimento dell'equilibrio e stabilità del corpo nonostante le continue variazioni posturali 3) assorbimento del trauma causato dall'impatto del piede con il terreno

  20. Le patologie più comuni a carico del piede IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Piede piatto Piede cavo Alluce valgo Dito a martello Metatarsalgia Neuroma Fascite plantare Spina calcaneare

  21. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE PIATTO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Il Piede piatto (in latino pes planus) è un termine comune per indicare una condizione medica dove l'arco plantare del piede collassa. Si stima che il 20-30% della popolazione soffra di questa patologia.

  22. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE PIATTO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE A seguito di un esame baropodometrico, si rileva l'impronta e si analizza definendo il piede piatto un piede che ha una superficie d'appoggio dell'istmo maggiore ad 1/3 della superficie d'appoggio del limite metatarsale.

  23. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE PIATTO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La definizione di piattismo è dovuta al tipo ed alla forma d'impronta che il piede lascia sul terreno.

  24. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE PIATTO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Il calcagno assume un atteggiamento in valgismo, l'avampiede è abdotto, l'articolazione sottoastragalica è sublussata e medializzata.

  25. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE CAVO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Il piede cavo è una malformazione congenita o acquisita della volta della pianta del piede. L'area di appoggio del piede è limitata alla parte anteriore ed al calcagno, la parte intermedia ha un contatto limitato o assente con la base di appoggio. Il grado della patologia può essere trovato mediante un esame baropodometrico.

  26. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE CAVO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La definizione di cavo è dovuta alla forma d'impronta che il piede lascia sul terreno, la deformità consiste in un'eccessiva curvatura della pianta del piede.

  27. Le patologie più comuni a carico del piede PIEDE CAVO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Maggiore instabilità nel mantenere l'equilibrio. Facilità ad avere distorsioni dell' articolazione tibio-tarsica. Il piede ha il collo più alto.

  28. Le patologie più comuni a carico del piede Alluce valgo IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE L'alluce valgo è una deformità a carico del 1° dito e più precisamente della prima articolazione metatarso-falangea del piede, riscontrabile più frequentemente nella donna che nell'uomo.

  29. Le patologie più comuni a carico del piede Alluce valgo IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La causa è soprattutto legata all'uso di calzature troppo strette ed ad una matrice familiare.L'età più colpita è quella tra i 40 ed i 60 anni. Si accompagna spesso ad altre patologie tra le quali la più frequente è il dito a griffe (più comunemente definito a martello) ed al neuroma di Morton.

  30. Le patologie più comuni a carico del piede Dito a martello IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Per dito a martello si intende un dito in cui l’articolazione metatarso-falangea è iperestesa mentre l’interfalangea prossimale corrispondente è iperflessa.

  31. Le patologie più comuni a carico del piede Dito a martello IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La sintomatologia si caratterizza per la presenza di ipercheratosi  dorsali, spesso molto dolenti, e plantari in corrispondenza della testa metatarsale. A volte, dorsalmente all’articolazione interfalangea, è possibile reperire una borsite molto dolente che rende difficoltosa la deambulazione a piede calzato.

  32. Le patologie più comuni a carico del piede Neuroma IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Le forze anomale e superiori che i metatarsali subiscono durante il carico e soprattutto durante la deambulazione creano una compressione sui tessuti molli fissi al di sotto delle teste metatarsali. In alcune circostanze, e quindi in soggetti predisposti, questo attrito patologico può determinare la formazione di tessuto fibroso nel sottocutaneo. La fibrosi che ne risulta prende il nome di Neuroma di Morton.

  33. Le patologie più comuni a carico del piede Neuroma IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Spesso, il neuroma di Morton viene scambiata per una metatarsalgia, invece la metatarsalgia può essere solo una delle cause. I sintomi vengono descritti come una “fitta”, un crampo, ma più spesso sono simili ad una “coltellata” che, sotto carico in deambulazione in qualsiasi momento (senza apparente giustificazione) si irradia nell’area intermetatarsale.

  34. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Per Metatarsalgia si intende un termine generico per indicare una serie di sintomi caratterizzati da dolore nella zona dell’avampiede, precisamente nella regione metatarsale, può essere selettiva, quindi specifica in un solo metatarso oppure multipla e quindi interessare più metatarsi.

  35. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Le origini di tali sindromi, sono da ricercarsi in una serie di classificazioni divise per: Biomeccaniche Secondarie a malattie

  36. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE BiomeccanicheSono generate da un’alterazione delle distribuzioni delle forze di appoggio sull’ avampiede o per una maggiore pressione esercitata sulla regione metatarsale o per un eccessivo allungamento dei tempi di applicazione di tali pressioni durante la fase del passo.

  37. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Secondarie a malattie Le più comuni sono dovute a malattie articolari ( l’artrosi e l’artrite deformante), malattie vascolari ( arteriopatie ) metaboliche (la gotta, il diabete) o ancora di tipo neurologiche.

  38. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Miste L’esame obbiettivo rappresenta uno strumento indispensabile per individuare una diagnosi corretta. Valutazioni computerizzate come l’analisi baropodometrica, ci permette di individuare le distribuzioni e i tempi delle pressioni statiche e dinamiche.

  39. Le patologie più comuni a carico del piede Metatarsalgia IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La conseguenza principale della metatarsalgia è la comparsa di un dolore che può essere alternante, continuo e/o progressivo a livello dell’avampiede durante la posizione eretta e durante la deambulazione. E’ proprio questo dolore, spesso insopportabile che, il nostro cervello mette in moto una serie di “contromisure” cercando di migliorare gli effetti antalgici attraverso un’alterazione dell’appoggio del piede perdendo così la sua funzione fisiologica di rotolamento.

  40. Le patologie più comuni a carico del piede Fascite plantare IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE La fascite plantare è una sindrome dolorosa del piede causata da una patologia dell'aponeurosi plantare.

  41. Le patologie più comuni a carico del piede Fascite plantare IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Si manifesta con una sindrome dolorosa plantare a livello della sua inserzione prossimale sul calcagno. Il dolore dipende da una reazione infiammatoria della fascia che successivamente va incontro ad una reazione degenerativa della stessa.

  42. Le patologie più comuni a carico del piede Fascite plantare IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Può essere determinata da abnormi trazioni sulla fascia plantare, come può accadere nel piede cavo, oppure può dipendere da ripetuti microtraumi cui è soggetta la fascia plantare in alcune discipline sportive e/o nel sovraccarico ponderale.

  43. Le patologie più comuni a carico del piede Spina calcaneare IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Per spina calcaneare si intende una calcificazione della fascia plantare alla sua inserzione calcaneare.

  44. Le patologie più comuni a carico del piede Spina calcaneare IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE E’ molto frequente, ne soffrono soprattutto gli uomini dopo i quaranta anni, specie se portatori di piede piatto o piede cavo e gli sportivi. Il quadro clinico si caratterizza per la presenza di un dolore vivo riferito al centro del tallone,  risvegliato dalla digitopressione . Le radiografie sono indispensabili: mostrano la presenza di uno sperone lungo alcuni millimetri che si sviluppa al centro del tallone con la punta orientata in avanti verso le dita.

  45. ESAME BAROPODOMETRICO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE L’esame baropodometrico, ortostatico e dinamico, è volto a prevenire l’insorgere di complicazioni che possono riflettersi sulla struttura corporea, perché fornisce informazioni sulle pressioni scambiate tra piede e terreno, la stabilità e la distribuzione del peso corporeo sulla pianta del piede. La valutazione baropodometrica è indispensabile per studiare il comportamento del piede in condizioni di statica e dinamica e per impostare la costruzione del plantare ortopedico.

  46. ESAME BAROPODOMETRICO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE L’esame è indicato per il piede pediatrico ( piattismo, varismo, valgismo ), per l’adulto con problemi di appoggio ( metatarsalgia, talloniti, fascite plantare etc.), oltre ai soggetti diabetici con problemi vascolari e negli sportivi, dove i disturbi da sovraccarico sono molto frequenti, può essere utile a tutte le persone che hanno problemi di deambulazione o di deformazione ( alluce valgo, dita a martello), oppure presentano callosità, duroni o lamentano disturbi al ginocchio, all’anca o alla colonna vertebrale.

  47. ESAME BAROPODOMETRICO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE L’esame baropodometrico è l’unico sistema all’avanguardia, costituito da un’elettronica che ha superato test di utilizzo di oltre 10 anni, di concezione tecnologica avanzatissima, è costituito da pedana barosensibile con sensori, inserita in un camminamento di deambulazione di circa tre metri collegata ad un pc con stampante a colori.

  48. ESAME BAROPODOMETRICO IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Il test prevede: Controllo in ortostatismo bipodalico (esame statico) Controllo in ortostatismo bipodalico per 30 secondi (esame posturale) Indagine del passo durante l'evoluzione cinetica del movimento (esame dinamico).

  49. ESAME BAROPODOMETRICO Analisi STATICA IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Per esame baropodometrico in statica si intende una rilevazione delle pressioni effettuata su soggetti in stazione eretta, in appoggio bipodalico senza sostegno, senza calzature, con i talloni allineati ed i piedi divaricati a 30° in modo da configurare un ideale poligono di sostegno poiché in questa posizione viene ben assicurata la stabilità in senso sagittale e latero-mediale.

  50. ESAME BAROPODOMETRICO Analisi STATICA IL PIEDE E LE SUE PATOLOGIE Tale analisi permette di valutare: i centri di pressione monopodalici; parametri suddivisi tra avampiede e retropiede; la superficie d’appoggio; la pressione massima (M);