Ambiente di apprendimento e tic
Download
1 / 18

Ambiente di apprendimento e TIC - PowerPoint PPT Presentation


  • 132 Views
  • Updated On :

Ambiente di apprendimento e TIC. Modulo n. 4 Tutor:Taccone Francesca. Luogo virtuale o luogo reale?. Le TIC cambiano il modo di produrre conoscenza, rispondono a nuovi bisogni di formazione.

Related searches for Ambiente di apprendimento e TIC

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Ambiente di apprendimento e TIC' - jebediah


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Ambiente di apprendimento e tic

Ambiente di apprendimento e TIC

Modulo n. 4

Tutor:Taccone Francesca


Luogo virtuale o luogo reale
Luogo virtuale o luogo reale?

Le TIC cambiano il modo di produrre conoscenza, rispondono a nuovi bisogni di formazione.

Lo scenario sociale è in continua evoluzione, e si è chiamati a gestire “sistemi complessi”, a “ri-organizzare” l’ambiente scolastico ridefinendo l’ambiente di apprendimento nella relazione con le famiglie e con gli alunni, con l’utilizzo delle nuove tecnologie.


Classi e scuole sono “connesse” al contesto sociale. Cambia l’ambiente in cui progettare, organizzare e sviluppare conoscenze e competenze.

Nascono le comunità operative, che attraverso la rete consentono di partecipare ad un progetto di apprendimento, in continua evoluzione.


L’apprendimento e l’insegnamento non si basano più sul rapporto docente – discente, ma constano di un “processo”, definito nella metodologia, e variabile nei contenuti.

Il docente è regista di questo processo, gli studenti e le famiglie gli attori.


Come si opera in questo contesto
Come si opera in questo contesto? rapporto docente – discente, ma constano di un “processo”, definito nella metodologia, e variabile nei contenuti.

  • Apprendimento collaborativo in rete

  • Forum

  • Ambiente e- learning (sviluppati con progetti pre-definiti o con sistemi aperti)

  • Comunità virtuali

  • Web


Contesto
Contesto rapporto docente – discente, ma constano di un “processo”, definito nella metodologia, e variabile nei contenuti.

Gli ambienti di apprendimento devono rispondere ai bisogni della nuova produttività sociale.

Nel contesto scolastico si ha una nuova concezione dell’apprendimento , che pone l’accento sulle tecnologie come risorsa che risponde ai bisogni attuali di formazione attraverso un sistema integrato.


Sistema integrato
Sistema integrato rapporto docente – discente, ma constano di un “processo”, definito nella metodologia, e variabile nei contenuti.

  • Attività di insegnamento- apprendimento

  • Comunicazione tra scuole

  • Comunicazione tra scuole e società (reti)


Processo
Processo rapporto docente – discente, ma constano di un “processo”, definito nella metodologia, e variabile nei contenuti.

Le tecnologie aiutano questo nuovo processo fornendo all’insegnamento l’opportunità di adeguarsi alle nuove richieste formative.

Il risultato finale è variabile, “unico” sia per capacità e competenze di chi “offre” il servizio , sia per capacità e caratteristiche di chi lo “riceve”, all’interno di un “contesto” definito.


La scuola deve costruire dei processi in cui le tecnologie siano funzionali alla comunicazione e alla conoscenza, interagendo con l’ambiente.

Le tecnologie forniscono un mezzo per organizzare e sistemare informazioni, sviluppando un linguaggio ed una conoscenza tesa allo sviluppo della società.

Il linguaggio crea conoscenza se viene condiviso ( = comunicazione).


Il docente deve contribuire a progettare i percorsi. siano funzionali alla comunicazione e alla conoscenza, interagendo con l’ambiente.

Lo studente si deve porre all’interno del processo, interagendo con l’ambiente in modo dinamico.


L’approccio è di tipo immersivo, non astratto e distante. Lo studente accetta di essere all’interno di un “ambiente”, interagendo con i diversi stimoli che gli vengono offerti.

Dall’informazione bisogna andare verso la costruzione della conoscenza

(input- processo – output).

La partecipazione è attiva, interdisciplinare, e consente riflessione, collaborazione, scambio,…


Come costruire il percorso
Come costruire il percorso? Lo studente accetta di essere all’interno di un “ambiente”, interagendo con i diversi stimoli che gli vengono offerti.

  • Mappe concettuali

  • Organizzazione del contesto

  • Leggibilità

  • Contenuti

  • Problematizzazione

  • Frasi tematiche

  • Rapporto testo/link armonico

  • Feedback continuo.


Formazione in rete
Formazione in rete Lo studente accetta di essere all’interno di un “ambiente”, interagendo con i diversi stimoli che gli vengono offerti.

Sistema flessibile, che si adatta alle esigenze formative dell’alunno.

E – learning basato su progetto che favorisce la scoperta, l’iniziativa personale, la creazione di percorsi autonomi, la cooperazione, la circolazione del sapere.


Elementi per la formazione in rete
Elementi per la formazione in rete Lo studente accetta di essere all’interno di un “ambiente”, interagendo con i diversi stimoli che gli vengono offerti.

  • Apprendimento collaborativo

  • Accesso ad informazioni

  • Scambi

  • Coincidenza tra applicazione e studio (integrazione del saper – fare)


Metodologia strutturata
Metodologia strutturata Lo studente accetta di essere all’interno di un “ambiente”, interagendo con i diversi stimoli che gli vengono offerti.

Progetto = processo composto di molte attività:

  • Obiettivo specifico ed unico

  • Temporalmente definito

  • Quantificato nei costi

  • Diviso in fasi

  • Con meccanismi di correzione e di verifica.


In questo progetto l’ambiente di apprendimento è di tipo costruttivistico.

L’ITS ( Intelligent tutoring system), basato su una logica ipertestuale ma di scarsa interattività in quanto rigido negli schemi, viene superato ponendo l’accento su processi atti a favorire lo sviluppo di un’adeguata struttura concettuale nel discente, con ambienti interattivi dalle soluzioni originali.


L’interfaccia di un ambiente interattivo deve richiamare i contenuti, favorire l’esplorazione, la negoziazione sociale, cioè la costruzione cooperativa delle conoscenze.


Grazie per l’attenzione. contenuti, favorire l’esplorazione, la negoziazione sociale, cioè la costruzione cooperativa delle conoscenze.

Corso B, progetto UMTS

Sede “A. Da Empoli” di Reggio Calabria

Modulo n. 4

I corsisti e il tutor Taccone Francesca


ad