Slide1 l.jpg
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 33

Contributo della Carta Pedologica e della copertura vegetale alla valutazione del rischio di erosione nel territorio PowerPoint PPT Presentation


  • 181 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Botanica ed Ecologia Vegetale Sezione di Pedologia. Contributo della Carta Pedologica e della copertura vegetale alla valutazione del rischio di erosione nel territorio. del bacino idrografico Flumineddu-Flumedosa-Mulargia

Download Presentation

Contributo della Carta Pedologica e della copertura vegetale alla valutazione del rischio di erosione nel territorio

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Slide1 l.jpg

Università degli Studi di Sassari

Dipartimento di Botanica ed Ecologia Vegetale

Sezione di Pedologia

Contributo della Carta Pedologica

e della copertura vegetale

alla valutazione del rischio

di erosione nel territorio

del bacino idrografico

Flumineddu-Flumedosa-Mulargia

nei riflessi della qualità delle acque

Prof. Sergio Vacca


Slide2 l.jpg

Inquadramento geografico

Porzione del bacino idrografico del Flumendosa chiuso alle dighe Flumendosa e Mulargia


Slide3 l.jpg

Il sistema idraulico Flumendosa-Campidano, realizzato e gestito dall’Ente Autonomo del Flumendosa a partire dalla metà degli anni ’50, serve la parte più rilevante della Sardegna Meridionale

Capacità di accumulo: 730 Mm3

Popolazione servita: 700.000 ind.

Aree irrigate: 60.000 ha


Slide4 l.jpg

Invasi realizzati

dall’Ente Autonomo del Flumendosa


Slide5 l.jpg

Principali infrastrutture relizzate

Fonti di approvvigionamento idrico:

  • diga sul fiume Flumineddu a Capanna Silicheri (3.6 Mmc)

  • diga sul fiume Flumendosa a Nuraghe Arrubiu (316 Mmc)

  • diga sul fiume Mulargia a Monte su Rei (347 Mmc)

  • diga Sa Forada de s’Acqua a S.Miali (1.6 Mmc)

  • diga sul Fluminimannu a Casa Fiume (1.1 Mmc)

  • diga di Simbirizzi (33.8 Mmc)

  • diga sul fiume Cixerri a Genna is Abis (30.0 Mmc)

  • diga sul Fluminimannu a Is Barrocus (14.0 Mmc)

  • traversa sul Rio Mannu a Monastir

  • traversa sul Rio Fanaris

  • traversa sul Rio di Monti Nieddu

  • traversa sul Rio di S. Lucia

  • traversa di Assemini

Gallerie di derivazione e collegamento

  • galleria di collegamento Flumineddu - Flumendosa (lunghezza 6890 m, portata 13 mc/s)

  • galleria di collegamento Flumendosa - Mulargia (lunghezza 5917 m, portata 95 mc/s)

  • galleria di derivazione Uvini - Sarais (lunghezza 9920 m, portata 52 mc/s)


Slide6 l.jpg

Rete principale di adduzione e distribuzione idrica

  • canale principale adduttore (lunghezza 20.0 km, portata 54 mc/s)

  • canale ripartitore Est-Ovest (lunghezza 10.7 km, portata max 30 mc/s)

  • canale ripartitore Nord-Ovest (lunghezza 21.6 km, portata max 7 mc/s)

  • canale ripartitore Sud-Ovest (lunghezza 25.8 km, portata max 11 mc/s)

  • canale ripartitore Sud-Est (lunghezza 54.3 km, portata max 11 mc/s)

Centrali idroelettriche

  • centrale idroelettrica di Uvini (potenza 13 MW)

  • centrale idroelettrica di Santu Miali (potenza 25 MW)

Rete di distribuzione irrigua

  • il Comprensorio Irriguo servito ha una superficie di circa 60,000 ettari territoriali


Slide7 l.jpg

Centrali di sollevamento

  • centrale del Flumendosa (4 pompe, portata unitaria 3000 l/s, prevalenza 23 m)

  • centrale principale di Simbirizzi (6 pompe, portata unitaria 1300 l/s, prevalenza 40 m)

  • centrale n.1 per l’acquedotto integrativo per la città di Cagliari (4 pompe, portata unitaria 475 l/s, prevalenza 40 m)

  • centrale n.2 per l’acquedotto integrativo per la città di Cagliari (4 pompe, portata unitaria 550 l/s, prevalenza 40 m)

  • centrale dell’Opera Nazionale Combattenti (O.N.C.) (6 pompe, portata unitaria 340 l/s, prevalenza 45 m)

  • centrale del Cixerri (4 pompe, portata unitaria 1000 l/s, prevalenza 47 m)

  • centrale del Sulcis (5 pompe, portata unitaria 121 l/s, prevalenza 270 m)

  • centrale del Cixerri (4 pompe, portata unitaria 1000 l/s, prevalenza 47 m)

  • centrale di Macchiareddu (4 pompe, portata unitaria 670 l/s, prevalenza 70 m)

  • centrale di Monti Nieddu (4 pompe, portata unitaria 120 l/s, prevalenza 25 m)

  • centrale di Assemini (6 pompe, portata unitaria 245 l/s, prevalenza 35 m)

  • centrale di Sestu (5 pompe, portata unitaria 240 l/s, prevalenza 15 m)


Slide8 l.jpg

Impianti acquedottistici per uso potabile

  • impianto di potabilizzazione di Simbirizzi (portata 5,040 mc/h)

  • impianto di potabilizzazione di Donori (portata 2,520 mc/h)

  • un’avanzato laboratorio analisi chimiche e biologiche

  • acquedotto per la città di Cagliari e circondario (popolazione servita circa 600,000 persone, lunghezza condotta principale ca. 40 km)

  • altre condotte principali (lunghezza ca. 110 km)

Altre infrastrutture

  • sede centrale di Cagliari

  • uffici periferici, case di guardia ed edifici di servizio dislocati sul territorio presso tutte le opere principali

  • centro di telecomando e telecontrollo della rete idrica

  • laboratorio geo-pedologico

  • laboratorio prove dei materiali

  • rete di stazioni di misura e campionamento dati idro-meteorologici

  • rete di comunicazioni via radio fissa e mobile UHF e VHF con ponti radio per la copertura del territorio


Slide9 l.jpg

Totale dei volumi lordi erogati annualmente(media del triennio 1992-1994, ridotti al 50% per la siccità nel 1994-1995 e nel 1998-2000)

  • Uso potabile: 80 milioni di mc

  • Uso industriale: 15 milioni di mc

  • Uso irriguo: 130 milioni di mc

  • Totale:225 milioni di mc


Slide10 l.jpg

Anche l’anno idrologico 1999/2000 ha confermato la persistenza dei fenomeni siccitosi degli ultimi decenni.

In particolare con l’annata idrologica 1999-2000 si è registrato un nuovo minimo storico che ha portato al superamento, in negativo, di tutti gli scenari critici finora predisposti

Volume di deflusso al bacino idrografico sotteso ai sebatoi artificiali del Medio Flumendosa

(Flumineddu a Capanna Silicheri + Flumendosa a Nuraghe Arrubiu + Mulargia a M. su Rei)

relativo all’anno idrologico 1999-2000


Slide11 l.jpg

Qualità delle acque del Lago Flumendosa


Slide13 l.jpg

Metodologie e Modellistica

per lavalutazione

della degradazione del suolo

in ambiente mediterraneo

Il caso del Sistema Idraulico

del Flumendosa


Slide14 l.jpg

Metodologia adottata per

la realizzazione della Carta dei Suoli

La Carta dei suoli illustra la distribuzione areale delle principali tipologie pedologiche rilevate nel Sistema idraulico Flumineddu-Mulargia-Flumendosa e nel Sotto Bacino idrografico del Mulargia

Essa è stata realizzata secondo una metodologia basata sulla definizione di grandi Unità di Paesaggio nell’ambito delle quali i suoli vengono riuniti e descritti entro aree caratterizzate da uniformità litologica, morfologica, vegetazionale e dell’uso del suolo


Slide15 l.jpg

Le fasi del lavoro

  • acquisizione del materiale cartografico esistente (carte litologiche, morfologiche, dell’uso del suolo e delle unità di terre per l’intero territorio) utilizzato per individuare preliminarmente lo schema pedologico dell’area (presenza di catene geopedologiche, aree fortemente erose, rapporti tra suolo-vegetazione, etc.)

  • delimitazione delle unità cartografiche provvisorie, effettuata attraverso la fotointerpretazione e i sopralluoghi preliminari e programmazione del rilevamento pedologico sul campo


Slide16 l.jpg

  • esecuzione del rilevamento pedologico con l’apertura di scavi e trincee, sia con escavatore meccanico che con strumenti manuali; il rilevamento ha previsto la descrizione e il campionamento secondo gli standards dettati dalle Guidelynes for Soil Profile Description della FAO (1977)

  • consegna al laboratorio designato dei campioni di suolo dei profili più rappresentativi per ciascuna unità cartografica, per l’esecuzione delle analisi chimico-fisiche

  • classificazione dei suoli secondo la Soil Taxonomy (Keys to Soil Taxonomy 7th edition, USDA, 1996) e la classificazione FAO (1988)

  • definizione della legenda descrittiva delle unità cartografiche dei suoli

  • delimitazioni cartografica delle unità pedologiche definitive


Slide17 l.jpg

Le legenda descrittiva

Stralcio Legenda Carta dei Suoli del Territorio del Sistema Idraulico Flumineddu-Flumendosa-Mulargia


Slide18 l.jpg

Classificazione del territorio per

l'individuazione delle aree maggiormente

soggette a rischio di erosione idrica

e quantificazione del processo erosivo

Metodologia, principali fasi

del lavoro e risuòtati


Slide19 l.jpg

Cagliari

Oristano

Nuoro

Sassari

Ubicazione

Bacino Idrografico Flumendosa


Slide20 l.jpg

Dati storici

Telerilevamento

Lavoro di campagna

Dati litologici

Dati pedologici

Dati climatici

Dati derivanti

da foto aeree

Simulazioni di pioggia

e test di infiltrazione

GIS

(Arcview)

Modellizzazione

(WEPP)

Valutazione del deflusso

e della

perdita di suolo

Organizzazione del lavoro

e utilizzazione dei dati

  • Modello Digitale del terreno

  • Carta litologica

  • Carta pedologica

  • Carta dell’uso del territorio

  • Carta delle unità di territorio


Slide21 l.jpg

Litologia

Uso del suolo

Geomorfologia

Clima

Topografia

Pedologia

Procedura di messa a punto del modello

Valori stimati

Simulazioni di pioggia

e

bacini attrezzati

Comparazione

e

taratura

Modelli

idrologico-erosivi

Valori misurati


Slide22 l.jpg

Simulatori di pioggia


Slide23 l.jpg

Ricostruzione

della curva

di deflusso

Ricostruzione

della curva

del trasporto solido


Slide24 l.jpg

Distribuzione

delle simulazioni

nei diversi

gruppi climatici

Rapporto

Coeff.di deflusso/erosione

al variare

dell'uso del suolo


Slide26 l.jpg

Localizzazione del Rio Uvini


Slide27 l.jpg

Schematizzazione del versante

Direzione del drenaggio

Suddivisione in versanti del Rio Uvini


Slide28 l.jpg

Risultati della simulazione sul

Rio Uvini per l'anno idrologico 1992-93

Coeff. Deflusso stimato

17,5%

Coeff. Deflusso

misurato

22,4%

ERRORE

- 21,9%


Slide30 l.jpg

Stima dell'erosione all'iterno

del bacino del Flumineddu

Realizzata mediante l’applicazione del WEPP a oltre 150 profili rappresentativi. Delle 48 tipologie di duoli presenti e tenendo conto dei diversi usi del suolo. Il risultato è stato ottenuto sulla base della media pesata in proporzione alla superficie di ogni unità di territorio.

Erosione stimata = 2,323 t/ha*y


Fenomeno di erosione concentrata localit monte perdedu l.jpg

Carta del rischio di erosione

Fenomeno di erosione concentrata(località Monte Perdedu)


Slide32 l.jpg

Conclusioni

  • Necessità di un approccio multidisciplinare allo studio del processo erosivo

  • Utilità dell’uso combinato di GIS e modellistica idrologico-erosiva

  • Validità delle simulazioni di pioggia per la taratura del modello


Slide33 l.jpg

FINE


  • Login