la dieta a zona n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LA DIETA A ZONA PowerPoint Presentation
Download Presentation
LA DIETA A ZONA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 39

LA DIETA A ZONA - PowerPoint PPT Presentation


  • 203 Views
  • Uploaded on

LA DIETA A ZONA. GLI ERRORI ALIMENTARI PIU’ COMUNI. Eccesso di calorie in rapporto all’attività fisica Eccessivo consumo di grassi saturi e idrogenati Eccessivo consumo di alcool Eccessivo consumo di zuccheri raffinati e ad alto carico glicemico Errata distribuzione dei pasti

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'LA DIETA A ZONA' - waverly


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
gli errori alimentari piu comuni
GLI ERRORI ALIMENTARI PIU’ COMUNI
  • Eccesso di calorie in rapporto all’attività fisica
  • Eccessivo consumo di grassi saturi e idrogenati
  • Eccessivo consumo di alcool
  • Eccessivo consumo di zuccheri raffinati e ad alto carico glicemico
  • Errata distribuzione dei pasti
  • Scarso consumo di fibre
cos la zona
Cos’è la Zona?

Uno stato fisiologico in cui gli ormoni controllati dalla dieta vengono mantenuti entro i valori consistenti con la salute ottimale

macronutrienti apportano calorie
MACRONUTRIENTI(apportano calorie)
  • PROTEINE
  • CARBOIDRATI
  • GRASSI

Distinguere dai Micro-nutrienti (minerali,vitamine,anti-ossidanti,co-fattori enzimatici, acqua ecc) che non apportano calorie

carboidrati
CARBOIDRATI
  • Che cosa hanno in comune:
  • FRAGOLE
  • SPINACI
  • ZUCCHERO
  • PASTA
endocrinologia dietetica

Cibo

Macronutrienti

(Carboidrati, Proteine, Grassi)

Risposta ormonale

(Insulina, Glucagone, Eicosanoidi)

Endocrinologia dietetica
aggiungi i grassi riduce la secrezione di insulina

Scelte buone

  • Ricchi di grassi monoinsaturi
    • Olio di oliva, macadamia, nocciole, mandorle, avocado

Scelte pessime

  • Ricchi di grassi saturi e acido arachidonico
    • Carni grasse, tuorlo d’uovo,frattaglie
Aggiungi i grassi!Riduce la secrezione di insulina
favorevoli o pro zona
FAVOREVOLI o PRO ZONA
  • PROTEINE: devono avere moderato contenuto in grassi saturi (stimolo del glucagone)
  • CARBOIDRATI: devono avere un INDICE GLICEMICO e CARICO GLICEMICO BASSO (proporzionale bassa risposta insulinica)
  • GRASSI: mono-poli-insaturi (produzione di ormoni del benessere + utilizzo come fonte energetica privilegiata + ulteriore riduzione della risposta insulinica).
indice glicemico
INDICE GLICEMICO
  • Rappresenta la VELOCITA’ con la quale i carboidrati vengono assorbiti dai villi intestinali e passano nel sangue sotto forma di molecole di glucosio
  • Ad indice glicemico più elevato corrisponde una velocità di secrezione insulinica altrettanto elevata (PICCO INSULINICO)
slide11

ALTO O BASSO INDICE GLICEMICO (IG): COSA SUCCEDE?

Alto IG:

La glicemia sale di più e più in fretta

La risposta insulinica è più marcata

L’organismo utilizza preferenzialmente gli zuccheri, al posto dei grassi, per produrre energia; anche la trasformazione dello zucchero in grassi tende ad aumentare.

Lo stress ossidativo aumenta

Dopo 2-4 ore la glicemia scende e torna la fame

Nel tempo si crea un sovraccarico di lavoro per il pancreas.

slide12

ALTO O BASSO INDICE GLICEMICO (IG): COSA SUCCEDE?

Basso IG:

La glicemia sale meno e più lentamente

La risposta insulinica è meno marcata

L’organismo utilizza in modo più equilibrato zuccheri e grassi, per produrre energia

Lo stress ossidativo è minore

La glicemia rimane stabile a lungo

ed il senso di fame è ridotto

bilanciamento dei macronutrienti 40 30 30
BILANCIAMENTO DEI MACRONUTRIENTI (40-30-30)

40% CARBOIDRATI

30% PROTEINE

30% GRASSI

  • Ogni pasto o spuntino deve rispettare queste proporzioni precise fra i tre macronutrienti che forniscono calorie
sistema dei blocchi
SISTEMA DEI BLOCCHI
  • OGNI BLOCCO DI MACRONUTRIENTI CONTIENE:
  • 9 grammi di carboidrati
  • 7 grammi di proteine
  • 3 grammi di grassi
cambiamento di impostazione calcolo calorico
CAMBIAMENTO DI IMPOSTAZIONECALCOLO CALORICO
  • Non viene più indicata la quantità di calorie giornaliere da assumere
  • Viene assegnato un numero di blocchi da distribuire omogeneamente nella giornata calcolato dal medico in base al fabbisogno proteico individuale
iniziare dalle proteine
INIZIARE DALLE PROTEINE
  • Vengono inserite con una scelta unica o al massimo con due scelte (es. porzione di carne o pesce oppure formaggio + insaccati magri )
  • Vanno calcolate dalla tabella alimenti moltiplicando la quantità in grammi indicata x il N° di mini-blocchi previsti per quel pasto.
inserimento carboidrati
INSERIMENTO CARBOIDRATI
  • Non possono essere scelti da unico componente (ad eccezione degli spuntini)
  • Vanno obbligatoriamente divisi in piùscelte: (es. nel caso di 3 mini-blocchi: 1 porzione o mini-blocco di verdura + 1 di pane + 1 di frutta oppure 1 porzione di vino in alternativa al pane o 2 porzioni o mini-blocchi di frutta + 1 di verdura)
da ultimo i grassi
DA ULTIMO I GRASSI
  • Utilizzare condimento per le verdure (olio e.v. oliva)
  • Utilizzare i semi della frutta oleosa ricchi di grassi poli-insaturi (anacardi, arachidi, noci di macadamia ecc)
  • Utilizzare Omega 3 liquido
  • Utilizzare olive verdi o nere
spuntini
SPUNTINI
  • Sono SEMPRE da 1 BLOCCO
  • Abbinamento più semplice: parmigiano reggiano 20 gr. + 1 frutto o 2 craker integrali
  • Vanno bene anche: 1 bicchiere di latte parzialmente scremato o yogurt bianco magro (200 gr/ml)
obiettivi
Obiettivi
  • Ottenere una riduzione della percentuale di massa grassa corporea rapportata alla massa magra totale ( riduzione in cm nei punti critici )
  • Riequilibrare la risposta ormonale dell’organismo all’assunzione di cibo ( livello insulina – glucagone )
  • Migliorare lo stato di salute generale e prevenire malattie metaboliche e cardio-vascolari
obiettivi in pratica
OBIETTIVI IN PRATICA
  • Riduzione % grasso corporeo ( ideale 13-15% nel maschio 19-21% nella donna in età fertile 23-25% in post-menopausa )
  • Perdita di grasso media 400-800 gr./sett. (2-3 Kg./mese)
  • Metabolismo attivato al consumo dei grassi ( modulazione ormonale di insulina e glucagone )
  • Miglioramento dello stato di salute generale e prevenzione sulle patologie causate da squilibrio degli eicosanoidi (meno cefalea, dolori articolari, più difese immunitarie, meno allergie o intolleranze ecc,)
cosa aspettarsi
Cosa aspettarsi
  • Maggiore lucidità mentale
    • 2-3 giorni
  • Maggiore energia fisica
    • 3-4 giorni
  • “Entrare” meglio nei propri vestiti
    • 7 giorni
funzioni biochimiche degli eicosanoidi
EICOSANOIDI BUONI

Dilatazione vasi sanguigni

Inibizione aggregazione piastrine

Riduzione processi infiammatori

Controllo del dolore (cefalea)

Effetto anti-allergico

Riduzione patologie sistema immunitario

Gastroprotezione

Broncodilatazione

Controllo della proliferazione cellulare

EICOSANOIDI CATTIVI

Vasocostrizione

Azione trombogenica

Innesco e mantenimento flogosi

Aumento del dolore

Elevazione livelli di istamina

Aumento patologie sistema immunitario

Diminuzione difese organiche

Broncocostrizione

Minor controllo della proliferazione cellulare

FUNZIONI BIOCHIMICHE DEGLI EICOSANOIDI
slide33

Molte patologie possono essere interpretate come situazioni di squilibrio tra eicosanoidi buoni e cattivi, con netta prevalenza di questi ultimi, determinata da una dieta non bilanciata, che è uno dei pochi fattori controllabili.

  • Malattie apparato cardio-vascolare (La dieta riduce i fattori di rischio: obesità, ipertensione, ipercolesterolemia,diabete, aumentata capacità di formazione di trombi arteriosi)
  • Malattie infettive e infiammatorie croniche e non (La dieta potenzia le difese immunitarie e riduce l’attività dei mediatori chimici dei processi infiammatori ed autoimmuni)
  • Malattie della pelle (dermatiti, allergie, eczemi, psoriasi)
  • Malattie apparato digerente (soprattutto intolleranze alimentari, dispepsia, coliti funzionali )
  • Dolori cronici (cefalea, dismenorrea, dolori articolari)
  • Malattie del sistema nervoso in particolare la depressione, poiché gli eicosanoidi buoni favoriscono il funzionamento di molti neurotrasmettitori ed aumentano i livelli di serotonina e melatonina.
dieta e cancro

DIETA E CANCRO

Esistono numerosi dati scientifici che evidenziano che attraverso una dieta equilibrata si ottiene un miglioramento delle difese immunitarie ed un maggior controllo della proliferazione cellulare anomala.

11 blocchi donna normotipo sedentaria altezza fino 1 65
11 BLOCCHI: DONNA NORMOTIPO SEDENTARIA (altezza fino 1.65)
  • PRIMA COLAZIONE (2 BLOCCHI): 200 gr di yogurt bianco magro; 2 albicocche (ev. da aggiungere a pezzetti nello yogurt); 20 gr di bresaola; 1 caffè dolcificato con 1 cucchiaino di fruttosio; 1 biscotto secco; 3 mandorle.
  • PRANZO (3 BLOCCHI): 105 gr di carne di manzo magra; 300 gr di pomodori per insalata conditi con 1 cucchiaino di olio e.v. di oliva; 20 gr di pane integrale; 3 prugne.
  • SPUNTINO DI META’ POMERIGGIO (1 BLOCCO): 20 gr di parmigiano reggiano + 2 cracker integrali.
  • CENA (4 BLOCCHI): 160 gr salmone; 300 gr di spinaci conditi con 1 cucchiaino abbondante di olio e.v. di oliva + succo di limone; mezzo bicchiere di vino bianco; 20 gr di pane integrale; 170 gr di fragole.
  • SPUNTINO DOPO CENA (1 BLOCCO): 1 bicchiere di latte parzialmente scremato da 200 ml
13 blocchi uomo normotipo sedentario altezza fino 1 85
13 BLOCCHI: UOMO NORMOTIPO SEDENTARIO (altezza fino 1.85)
  • PRIMA COLAZIONE (3 BLOCCHI): un toast con 40 gr di prosciutto cotto+ 1 sottiletta light; 1 bicchiere di latte da 200 ml parzialmente scremato.
  • PRANZO (4 BLOCCHI): 140 di tonno; abbondante insalata verde con finocchi condita con 1 cucchiaino di olio e.v. di oliva e aceto alla quale si può aggiungere 1 arancia tagliata a cubetti; 20 gr di pane integrale; 1 kiwi.
  • SPUNTINO DI META’ POMERIGGIO (1 BLOCCO): 200 gr di yogurt bianco magro con aggiunta ev. di 1 cucchiaino di miele.
  • CENA (4 BLOCCHI): 1 piatto di minestrone di verdure miste; 50 gr di prosciutto crudo sgrassato + 70 gr di mozzarella light; 20 gr di pane integrale; ½ bicchiere di vino; 120 gr di macedonia con succo di limone; 4 noci.
  • SPUNTINO DOPO CENA (1 BLOCCO): 1 cubetto da 20 gr di parmigiano reggiano con 1 mandarino.
slide38

Cereali e amidi

Zucchero e grassi

Grassi monoinsaturi

Latticini

Proteine

Proteine magre

Verdura

Frutta

Frutta

Verdura

Cereali e amidi

Piramide alimentare a Zona

Piramide alimentare USDA

vorreste avere un farmaco che
VORRESTE AVERE UN FARMACO CHE:
  • Aumenti la concentrazione mentale
  • Aumenti l’efficienza fisica
  • Diminuisca la probabilità di malattie cardiache
  • Riduca gli eccessi di grasso corporeo
  • Rallenti l’invecchiamento corporeo