euro paideia l.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Euro…Paideia PowerPoint Presentation
Download Presentation
Euro…Paideia

play fullscreen
1 / 26
Download Presentation

Euro…Paideia - PowerPoint PPT Presentation

susannah
145 Views
Download Presentation

Euro…Paideia

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Euro…Paideia Educare alla cittadinanza europea Reinventare la scuola: aggiornarsi progettando

  2. Staff referente Progettazione: Maria Vittoria Cavallari Antonella Cesari Maria Claudia Costantini Luigina Di Liegro Silvana Fiorani Franca Talone Documentazione ed elaborazione dati Anna Maria Pagliaro Gestione del network degli insegnanti Franca Talone

  3. CONTATTI UCIIM: Via Crescenzio 25, 00193 ROMA Referente: Maria Vittoria Cavallari tel. 066875584 fax 0668802701 e-mail: presidenza@uciim.it Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro – onlus 00187 Roma - Via del Mortaro, 26 tel. 06/6792669 – 06/69920486 e-mail: fondazione.diliegro@flashnet.it Antonella Cesari telefono 0761450059 e-mail dycesari@tin.it Franca Talone telefono 3358003508 e-mail bottif@tin.it Maria Claudia Costantini 3281237177

  4. Cittadinanza Cultura comune L’Europa al cuore Convivenza civile Valori, Abilità, Interdipendenze Per Educare Alla Cittadinanza Risoluzione costruttiva dei conflitti Comunità Comunità cooperativa

  5. Euro…Paideia una proposta di educazione alla cittadinanza europea rivolta alle scuole del Lazio un’occasione per lavorare insieme per formare e formarci come “cittadini d’Europa”

  6. Euro…Paideia una prospettiva educativa attenta alle dimensioni della persona, del cittadino, del lavoratore, del consumatore una proposta didattica trasversale a tutte le discipline del curricolo scolastico

  7. Obiettivi Creare una rete regionale permanente di insegnanti impegnati nella ricerca di tecniche e contenuti di insegnamento per la formazione dei futuri cittadini europei. Sperimentare percorsi originali di educazione alla cittadinanza europea caratterizzati dalla interdisciplinarietà e trasversalità rispetto ai curricula ordinari.

  8. La scuola come esperienza di democrazia Se si deve imparare a vivere cooperativamente, si deve fare l’esperienza del processo di cooperazione vivendolo nella scuola. La vita nella classe dovrebbe rappresentare il processo democratico in microcosmo e il cuore della vita democratica è la cooperazione del gruppo. La vita della classe dovrebbe incarnare la democrazia, non solo nel modo in cui gli studenti imparano a fare delle scelte e a realizzare progetti accademici insieme, ma anche nel modo in cui imparano a relazionarsi tra di loro. (Dewey)

  9. “Sì, possiamo sognare e far sognare dell’Europa!” L’Unione deve diventare più democratica, più trasparente e più efficace. Essa deve inoltre dare risposta a tre sfide fondamentali Come avvicinare i cittadini -in primo luogo i giovani- al progetto europeo e alle istituzioni europee? Come strutturare la vita politica e lo spazio politico europeo in un’Unione allargata? Come trasformare l’Unione in un fattore di stabilità e in un punto di riferimento in un mondo nuovo, multipolare? (Dalla Dichiarazione di Laeken sul futuro dell’Unione europea)

  10. Euro…Paideia é Innovazione per gli insegnanti Aggiornamento professionale e supporto alla programmazione didattica Proposta concreta

  11. Le nuove domande di cittadinanza Plutarco scriveva che la polis è il miglior maestro. Ma la città di oggi è più complessa, frammentata, contraddittoria rispetto alla polis antica. Sicchè si rischia di smarrirsi fra passato e futuro e di vagare in un presente anonimo, privo di significati forti e di cartelli indicatori di senso collettivo. Di qui la necessità di dedicare tempo ed energie a costruire insieme, con le nuove generazioni, la trama degli eventi e dei significati, degli obiettivi e degli strumenti che danno senso e prospettiva alla nostra vita di cittadini (da “Educazione civica e cultura costituzionale” di L.Corradini e G. Refrigeri)

  12. La pianta della cittadinanza Le intese, le decisioni, le norme di questi anni acquistano il loro pieno significato se la pianta della cittadinanza, di cui tutti vogliono godere i frutti, ha salde radici nella storia del nostro Paese e robusti rami nel futuro europeo e mondiale, che istituzioni e cittadini stanno insieme costruendo.

  13. Vivere diverse cittadinanze città famiglia regione Continente (Europa) gruppo nazione Classe scolastica cittadino del mondo

  14. Le domande Che cosa significa essere e diventare cittadini di una città, di una regione, di una nazione, dell’Europa e del Mondo, ma anche della propria famiglia, della classe, della squadra sportiva? Come si possono condividere, entro ogni città e ogni nazione, i diritti e i doveri di persone che talora appaiono portatori di valori tra loro in conflitto o addirittura in contraddizione? Quale ruolo, quali vizi, quali virtù, quale missione immaginiamo di portare nel concerto europeo?

  15. La valigia per l’Europa Per affrontare temi impegnativi di questo tipo, occorre pensare ad una sorta di “valigia per l’Europa” in cui ogni popolo sia messo in grado di collocare un patrimonio di conoscenze, di idee, di competenze, di attese, con le quali possa correre l’avventura dell’interdipendenza e dell’integrazione europea e interagire con altri popoli , a cominciare dalla stessa sua patria locale e nazionale,con la prospettiva di una patria mondiale….

  16. Euro…paideia é aggiornamento professionale e supporto alla programmazione didattica

  17. Il cooperative learning Due sono meglio di uno, perché hanno una buona ricompensa per il duro lavoro. Se sbagliano, uno solleverà il suo compagno; ma guai a chi è solo, quando egli cadrà non avrà nessuno che lo solleverà… e se un uomo può prevalere su uno che è solo, due lo contrasteranno. Una corda tripla non si rompe in fretta (Ecclesiaste 4, 9-12)

  18. Euro…Paideiaè….. Conflitto costruttivo valori civili c c c comunità cooperativa

  19. Comunità cooperativa La conoscenza e l’apprendimento non esistono in isolamento. Sono prodotti di una comunità e di una cultura caratterizzata da rispetto e fiducia reciproca. La comunità è un gruppo di persone che vivono nello stesso luogo e condividono obiettivi comuni e cultura comune. Il cuore di una comunità e di una cultura è l’interdipendenza sociale che esiste quando gli obiettivi di ogni individuo sono condizionati dalle azioni degli altri.

  20. Apprendimento cooperativo Interdipendenza positiva Responsabilità individuale Lavorare insieme per raggiungere scopi di mutuo interesse Essere responsabile in modo individuale nel costruire lavoro condiviso Interazione promozionale Promuovere l’uno il successo dell’altro Valutazione individuale e di gruppo Competenze sociali Acquisire specifiche abilità relazionali Valutare per migliorare continuamente il lavoro del gruppo

  21. Conflitto costruttivo Il conflitto è momento della verità dentro ogni comunità. E’ quasi paradossale che quanto più i membri coinvolti sono impegnati negli obiettivi della comunità e quanto maggiore attenzione è presente nelle relazioni tra i membri tanto più frequenti e intensi sono i conflitti. Se sono risolti in modo costruttivo i conflitti arricchiscono e accrescono il successo in una comunità di apprendimento.

  22. Apprezzamento delle diversità ……… …….. Compassione I valori civili sottostanno la cooperazione e la risoluzione costruttiva del conflitto Per creare la cultura comune che definisce la comunità, ci devono essere obiettivi comuni e valori condivisi che aiutano a definire il comportamento appropriato. Integrità Impegno Responsabilità Rispetto

  23. Euro…paideia per un’Europa al cuore “Quello che dobbiamo costruire ora è un’unione di sentimenti e di intelletti, sostenuta da un forte senso della comunanza del nostro destino, che è la consapevolezza della nostra comune cittadinanza europea” (Romano Prodi, dinanzi al Parlamento europeo, 14 settembre 1999)

  24. Euro…paideia perché… Se tu rallenti essi si perderanno Se ti scoraggi essi si fiaccheranno Se ti siedi essi si coricheranno Se tu dubiti essi si disperderanno Se tu vai innanzi essi ti supereranno….. (Gesualdo Nosengo)

  25. Questo percorso è stato ideato per insegnanti che non hanno voglia di rallentare che non hanno voglia di scoraggiarsi che non hanno voglia di sedersi che hanno “il gusto i lavorare insieme” che con sentimento ed intelletto , sostenuti dalla comunanza del nostro destino, intendono trasmettere la consapevolezza della comune cittadinanza europea. Buon lavoro! ( Lo staff referente)

  26. Testi ed elaborazione multimedialeAntonella CesariBibliografiaCorradini-Refrigeri: “Educazione civica e cultura costituzionale” ed. Il Mulino 1999 M. Comoglio: “ Insegrare e apprendere iln gruppo” ed. Las Roma 1996 M. Comoglio Le tre Cs della scuola e la gestione della classe (dispense)Illustrazioni:Prima pagina: “L’Europe au coeur” scultura posta all’entrata del palazzo del Parlamento europeo di Strasburgo