metodi quantitativi per economia finanza e management lezione n 2 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Metodi Quantitativi per Economia, Finanza e Management Lezione n°2 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Metodi Quantitativi per Economia, Finanza e Management Lezione n°2

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 23

Metodi Quantitativi per Economia, Finanza e Management Lezione n°2 - PowerPoint PPT Presentation


  • 115 Views
  • Uploaded on

Metodi Quantitativi per Economia, Finanza e Management Lezione n°2. Esercitazioni. Venerdì ore 08.30 Economia e direzione d'impresa Marketing Venerdì ore 11.00 Amministrazione aziendale e libera professione Banche mercati e finanza d'impresa Management delle risorse umane

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Metodi Quantitativi per Economia, Finanza e Management Lezione n°2' - moira


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

Esercitazioni

Venerdì ore 08.30Economia e direzione d'impresa

MarketingVenerdì ore 11.00Amministrazione aziendale e libera professione

Banche mercati e finanza d'impresa

Management delle risorse umane

 In biblioteca è disponibile il software SAS da installare sui vostri computer, in alternativa è possibile usufruire in autonomia dei laboratori di informatica

riferimenti bibliografici 1 2
Riferimenti bibliografici (1/2)
  • Si suggerisce di completare la preparazione consultando i libri di testo consigliati:
    • Luigi Fabbris, Statistica multivariata: analisi esplorativa dei dati, Milano, McGraw-Hill
      • Analisi univariata  Cap. 1
      • Analisi bivariata  Cap. 2.1 - 2.2 - 2.3
      • Analisi fattoriale  Cap. 5
      • Regressione lineare  Cap. 3
    • J.D. Jobson, Applied Multivariate Data Analysis, New York, Springer
      • Analisi univariata  Cap. 1 - 2
      • Analisi bivariata  Cap. 1 - 3
      • Test statistici  Cap. 1
      • Analisi fattoriale  Cap. 9
      • Regressione lineare  Cap. 3 - 4
    • L. Molteni, G. Trolio, Ricerche di marketing, Milano, Mc Graw Hill
riferimenti bibliografici 2 2
Riferimenti bibliografici (2/2)
  • Luigi Fabbris, “Statistica multivariata: analisi esplorativa dei dati “, Milano, McGraw-Hill
    • Capitoli 1, 2.1, 2.2, 2.3, 3, 5
  • in alternativa:
  • Paul Newbold, William L. Carlson, Betty Thorne, “Statistics for Business and Economics”, Pearson, ed. 2010
    • Capitoli 1,2, Analisi Univariata
    • Capitolo 6, par. 6.1, Capitolo 17, Campionamento
    • Capitolo 15, par. 15.1, 15.2, Analisi della Varianza
    • Capitoli 11, 12, 13 Modello di Regressione
  • Naresh K. Malhotra, “Marketing Research – An Applied Orientation”, Pearson – Prentice Hall, ed. 2010
    • Capitolo 15, Analisi Bivariata & Test d’Ipotesi
    • Capitolo 19, Analisi Fattoriale
titoli per lavoro di gruppo
Titoli per Lavoro di Gruppo
  • Fonti di energia rinnovabili
  • Fashion & Made in Italy
  • Quale futuro per i magazine su carta vs on-line
  • Paid Information vs Free Information
  • Acquisti on line
  • Il futuro delle PAY TV
  • La crisi economica quali gli impatti  
  • Il mercato del lavoro per i laureati
  • Il pendolarismo
  • Internet come fonte di informazione contrapposta ai canali tradizionali
  • Consumo dei prodotti Hi-tech
  • Wellness Centre e SPA
titoli per lavoro di gruppo1
Titoli per Lavoro di Gruppo
  • X-Factor edizione 2010
  • Videogiochi per Playstation
  • Win for life – superenalotto – gratta e vinci
  • Temporary Shop
  • Car sharing
  • Alta velocità
  • Male Magazine, Female Fashion Magazine, Home/Decor Magazine, …
  • Online insurance companies vs traditional ones
  • Fashion & clothing on line sales: Vente-Privee and competitors
titoli per lavoro di gruppo2
Titoli per Lavoro di Gruppo
  • Tv led-lcd-3d
  • Navigatori Satellitari
  • Coca Cola Zero
  • Cereali
  • Cucina mediterranea
  • Smart box
  • Prodotti Alixir Barilla
  • Prodotti Green
  • Prodotti biologici
  • Lenti a contatto
slide9

Le ricerche di mercato

Ricerche Qualitative

L’obiettivo è approfondire la conoscenza di un fenomeno di mercato, mediante la raccolta e l’analisi di dati qualitativi destrutturati.

Ricerche Quantitative

L’obiettivo è fornire un’accurata misurazione del fenomeno oggetto di ricerca, mediante la raccolta e l’analisi di dati quantitativi e/o dati qualitativi strutturati.

slide10

Le ricerche di mercato

L’esecuzione di una ricerca di mercato può essere schematizzata in quattro fasi:

a)-fieldwork:la raccolta dei dati elementari;

b)-trattamento elementare dei dati raccolti;

c)-analisi daidati;

d)-presentazione dei risultati.

slide11

Le ricerche di mercatofieldwork

Sondaggio

È assimilabile ad un’intervista individuale, veicolata su un sottoinsieme (campione) di una “popolazione” di riferimento.

L’intervista presenta delle peculiarità:

  • Ha forma strutturata
  • Limitato numero di domande aperte/ molte domande a risposta chiusa
  • Modalità di contatto usate:

- telefonica

- personali

- postali

- web- based

slide12

Le ricerche di mercatofieldwork

Questionario

E’ il format con cui vengono raccolti dati qualitativi strutturati e/o dati quantitativi

La costruzione del questionario avviene attraverso:

  • Disegno del suo schema concettuale
  • Redazione
  • Verifica

Modalità omogenee di rilevazione dei dati: le domande devono essere uguali per tutti gli intervistati e non devono lasciare spazio ad interpretazione soggettiva

slide13

Le ricerche di mercatofieldwork

10 regole empiriche per la costruzione di un questionario

  • Definire chiaramente gli obiettivi informativi
  • Collegare ogni domanda a uno degli obiettivi informativi
  • Controllare l’ordine delle domande in modo che le risposte alle precedenti non influenzino quelle delle successive
  • Controllare che non vi siano palesi ripetizioni, sovrapposizioni e incoerenze
  • Attribuire ad ogni domanda un valore in termini di informazione ottenibile

.

slide14

Le ricerche di mercatofieldwork

10 regole empiriche per la costruzione di un questionario

  • Prevedere il campo delle risposte possibili
  • Misurare il tempo necessario per la lettura e le risposte
  • Definire una griglia di interpretazione delle risposte
  • Effettuare un test di prima approssimazione sulla comprensibilità delle domande, la durata della compilazione e la capacità di risposta dell’intervistato
  • Definire chiaramente le istruzioni per l’intervistatore o per il compilatore e testare la comprensibilità delle istruzioni

.

customer table data matrix
Customer Table & Data Matrix
  • Each row represents a questionnaire/consumer
  • Each column represents a question/answers
  • Each row represents a statistical unit
  • Each column represents a variable
  • The Customer Table is the Data Matrix which represents the input for the analyses
slide16

Le ricerche di mercatofieldwork

Cati

Indagini quantitative

Capi/face-to-face

Metodi basati su questionario

Cawi

Postali/fax/autocompilazioni

Indagini qualitative

Focus group

Interviste in profondità

slide17

Le analisi quantitativeprotocollo di impostazione

Obiettivo

d’analisi

Universo statistico

di riferimento

Caratteri oggetto

della rilevazione

Costruzione liste di

riferimento

Scelta della precisone

attesa

Scelta del campione

Tecniche di raccolta

dei dati

Fieldwork

Questionario

Data Mart

Controllo

dati raccolti

Pre-test

questionario

Analisi

dei dati

Presentazione

il campionamento
Il campionamento
  • Elementi introduttivi
  • Metodi di campionamento
  • La dimensione del campione
il campionamento elementi introduttivi
Il campionamentoElementi introduttivi

La ricerca quantitativa si basa:

  • sulla rilevazione censuaria delle unità della popolazione target;
  • su un sottoinsieme delle unità (campione) della popolazione target.

Il fine principale di un’indagine campionaria è generalizzare i risultati ottenuti sul campione all’intera popolazione di riferimento.

Il problema di tale approccio consiste nell’approssimazione con cui è possibile descrivere la popolazione attraverso il campione.

il campionamento elementi introduttivi1
Il campionamentoElementi introduttivi
  • Oggetto di studio di una indagine campionaria è una popolazione finita Ω={1,2,...,N}, le cui unità presentano tutte un medesimo carattere U
  • y, y,...,yⁿ indicheranno i valori che la caratteristica U assume rispettivamente nelle unità 1,2,...,N della popolazione.
  • Si definisce campionedi dimensione n della popolazione Ω un suo qualsiasi sottoinsieme c = {i,i ,...,iⁿ }, contenente n unità
  • Per ottenere il campione da analizzare, si possono estrarre dalla popolazione n unità secondo due modalità principali:

-Estrazione con ripetizione ogni volta viene reintrodotta l’unità già estratta dalla popolazione

-Estrazione senza ripetizione tutte le unità già selezionate non possono più essere estratte

il campionamento metodi di campionamento
Il campionamentoMetodi di campionamento

I metodi di campionamento si dividono in :

  • Probabilisticiogni unità della popolazione ha una probabilità nota e diversa da zero di essere selezionata, e quindi di entrare nel campione. Richiedono un insieme di regole note a priori, utilizzabili matematicamente, per formare il campione (piano di campionamento)
  • Non probabilistici la selezione delle unità avviene in base a criteri soggettivi ( presenza di particolari esigenze conoscitive), e la probabilità di selezione dei singoli elementi non è nota a priori.
il campionamento metodi di campionamento probabilistici
Il campionamentoMetodi di campionamento - Probabilistici

Campionamento casuale semplice

Stratificato

A grappoli

A due o più stadi

Sistematico

  • A ogni estrazione ogni elemento della
  • popolazione ha la stessa probabilità
  • di essere selezionato, attraverso un
  • meccanismo che garantisce la
  • casualità delle estrazioni. La probab.
  • di estrazione di un elemento è:
  • Camp. senza ripetizione:
  • P=1 / N*(N-1)*(N-2)*...*(N-i+1)
  • Camp. Con ripetizione:
  • P= 1/ N

Se si hanno informazioni suppletive

sulla popolazione di riferimento, è

possibile dividerla in strati, al cui

interno le unità sono omogenee secondo

un determinato criterio. Da ogni strato

viene estratto, in modo indipendente,

un campione casuale.

Le unità elementari della popolazione sono

raggruppate in sottoinsiemi di unità

contigue di osservazione, detti grappoli.

Data una popolazione, viene estratto un

certo numero di grappoli e tutti gli elem.

appartenenti ai gruppi selezionati entrano

a far parte del campione.Di solito sono

utilizzati come grappoli dei gruppi naturali

o amministrativi già esistenti, per

contenere i costi.

Data una popolazione le cui unità elemen.

sono riunite in gruppi, dapprima si selez.

un campione casuale di gruppi, e poi si

estrae un certo numero di unità elementari

dai gruppi selezionati.

Vi sono allora due livelli di campionamento:

al primo vengono scelti i gruppi o le unità

di rpimo stadio, al secondo vengono scelte

le unità elementari, chiamate unità

secondarie

È necessario che le unità siano ordinate

secondo un criterio qualsiasi; solo la prima

unità verrà estratta in modo casuale dalla

popolazione, le altre verranno selezionate

in modo automatico secondo un criterio

prefissato (es. una ogni 3).

il campionamento metodi di campionamento non probabilistici
Il campionamentoMetodi di campionamento – Non Probabilistici

Per quote

A scelta ragionata

Per convenienza

La popolazione viene suddivisa in gruppi

omogenei in base ad alcune variabili

strutturali (sesso, età, residenza…). Si

individua il numero di osservazioni da

raccogliere in ogni gruppo (quote): gli

intervistatori scelgono il campione allo

interno delle classi, in modo da rispettare

le proporzioni prescelte. L’intervistatore

ha totale arbitrarietà nella scelta

delle unità da intervistare nelle quote

assegnate.

Le unità campionarie sono selezionate solo

in determinate aree di analisi, sulla base di

informazioni preliminari circa la popolaz.

indagata. È quindi un campionamento

basato sulla conoscenza del carattere

oggetto di studio, particolarmente adatto

per campioni di piccole dimensioni.

La selezione degli elementi è basata su

criteri di convenienza temporale, economica

o di altro genere.