slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
CAPITOLO 4_f PowerPoint Presentation
Download Presentation
CAPITOLO 4_f

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 34

CAPITOLO 4_f - PowerPoint PPT Presentation


  • 243 Views
  • Uploaded on

CAPITOLO 4_f. Traumi della Colonna Vertebrale. Laboratorio Analisi e Sviluppo “FORMAZIONE SOCCORRITORI ” - 2012. OBIETTIVI. Conoscere. La rilevanza del problema. I principi di IMMOBILIZZAZIONE e MOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA. Il corretto utilizzo di PRESIDI

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

CAPITOLO 4_f


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
    Presentation Transcript
    1. CAPITOLO 4_f Traumidella Colonna Vertebrale LaboratorioAnalisi e Sviluppo “FORMAZIONE SOCCORRITORI” - 2012

    2. OBIETTIVI Conoscere La rilevanza del problema I principi di IMMOBILIZZAZIONE e MOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA Il corretto utilizzo di PRESIDI e delle TECNICHE di utilizzo

    3. LESIONI del RACHIDE CERVICALE 1 OGNI 1.500 EVENTI TRAUMATICI OLTRE IL 25% DEI DANNI SONO CAUSATI DAI SOCCORRITORI IN FASE EXTRA E INTRAOSPEDALIERA IN UN PROGRAMMA SPERIMENTALE U.S.A. LA PERCENTUALE DEI PAZIENTI CON DANNO NEUROLOGICO PERMANENTE SI E' RIDOTTA DAL 70% AL 33% DOPO UN MIGLIORAMENTO DELLE TECNICHE DI MOBILIZZAZIONE

    4. INDICATORI di SOSPETTA LESIONE MECCANISMO DI LESIONE CINETICA DELL’EVENTO SEGNI E SINTOMI

    5. NELL’EVENTO TRAUMATICO VALUTARE LA SCENA,ILMECCANISMO DI LESIONEED ELABORAREUNINDICE DI SOSPETTO DIVENTANO PASSI FONDAMENTALI PER APPLICARE I PRINCIPI DI MOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA, NONCHE’ LA VALUTAZIONE DEL PAZIENTE (AcBCDE) E PER APPLICARE I PRESIDI IN MODO COERENTE E CORRETTO.

    6. UN PAZIENTE CHE CAMMINA NON ESCLUDE UNA LESIONE ALLA COLONNA VERTEBRALE

    7. TRAUMA MIDOLLARE DANNO PRIMARIO causato direttamente dal trauma STABILIZZARE LE LESIONI ESISTENTI DANNO SECONDARIO causato da ipossia, ischemia etc. PREVENIRE IL DANNO MIDOLLARE SECONDARIO

    8. LESIONI della COLONNA INDICAZIONE ALL’IMMOBILIZZAZIONE CERTEZZA DI LESIONE SOSPETTO DI LESIONE in relazione al meccanismo di lesione

    9. SOSPETTARE UNA LESIONE CERVICALE IN TUTTI I PAZIENTI POLITRAUMATIZZATI, SPECIALMENTE SE: ALTERAZIONE DELLA COSCIENZA TRAUMA AL DI SOPRA DEL PIANO DELLE SPALLE PARTICOLARE MECCANISMO DI LESIONE (tuffo,precipitazione,eiezione da veicolo ….etc) VITTIME DI ANNEGAMENTO

    10. VALUTAZIONE ACB C D E Cervical Spine SALVAGUARDARE IL RACHIDE CERVICALE MENTRE SI MANTIENE LA PERVIETA' DELLE VIE AEREE

    11. LESIONI della COLONNA SEGNI E SINTOMI • ALTERATO LIVELLO DI COSCIENZA DOLORE (capo, collo, schiena) ALTERATA/ASSENTE SENSIBILITA’ e MOTILITA degli ARTI SPESSO IN FASE INIZIALE I SINTOMI SONO MINORI E SFUMATI: CON IL PROGREDIRE DELL’EDEMA E DEL DANNO SECONDARIO I SEGNI POSSONO MANIFESTARSI PIU’ CHIARAMENTE

    12. ASSISTENZA MOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA Messa in opera di una serie di manovre atte a consentire il posizionamento del traumatizzato su un piano rigido, per garantire la protezione del rachide durante il trasporto e tutta la prima fase diagnostica-terapeutica intra-ospedaliera

    13. ASSISTENZA IMMOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA SICUREZZA PER IL SOCCORRITORE E PER IL PAZIENTE AcBCDE POSIZIONE NEUTRA DEL CAPO SALVAGUARDIA COLONNA IN TOTO IMMOBILIZZAZIONE GLOBALE IMMOBILIZZAZIONE FRATTURE RIDUZIONE DELLE SOLLECITAZIONI ATTENZIONE ALLE LESIONI INTERNE

    14. PRINCIPI di IMMOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA POSIZIONE NEUTRA UTILIZZO di un SISTEMA COMPLETO

    15. POSIZIONE NEUTRA IMMOBILIZZARE MANUALMENTE LA COLONNA CERVICALE PRIMA DI OGNI ALTRA MANOVRA Punti di riferimento 90° Linea perpendicolare dello sguardo con la colonna Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    16. MANTENERE la POSIZIONE NEUTRA del CAPO Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    17. POSIZIONE NEUTRA del CAPO Attenzione alla posizione neutra nei pazienti seduti che sono scivolati sul sedile Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    18. POSIZIONE NEUTRA del CAPO ATTENZIONE ALLA POSIZIONE NEUTRA NEI PAZIENTI SUPINI: può essere indicato l’uso di TELINI SOTTO IL CAPO 90°

    19. POSIZIONE NEUTRA ATTENZIONE A: CONTRATTURA DEL COLLO PEGGIORAMENTO DEL DOLORE COMPARSA DI DEFICIT NEUROLOGICI COMPLICANZE VIE AEREE O RESPIRO

    20. POSIZIONE NEUTRA IN CASO DI POSIZIONE VIZIATA DEL COLLO O DOLORE ALLA MOBILIZZAZIONE IMMOBILIZZAZIONE MANUALE NO COLLARE CERVICALE POSIZIONARE DEI TELINI UTILIZZARE LA TAVOLA SPINALE

    21. PRESIDI di IMMOBILIZZAZIONE COLLARE CERVICALE BARELLA A CUCCHIAIO TAVOLA SPINALE + FERMACAPO IMMOBILIZZATORE SPINALE

    22. COLLARE CERVICALE I COLLARI CERVICALI DA SOLI N O NIMMOBILIZZANOIL RACHIDE A SUFFICIENZA: SONO DI AIUTO PER RIDURRE I MOVIMENTI DEL COLLO DEVONO SEMPRE ESSERE UTILIZZATI IN ASSOCIAZIONE AD ALTRI SISTEMI DI IMMOBILIZZAZIONE

    23. COLLARE CERVICALE Collare a 2 valve Collare pezzo unico

    24. COLLARE CERVICALE LE ISTRUZIONI PER IL CORRETTO USO DEL COLLARE CERVICALE SONO FORNITE DALLA CASA PRODUTTRICE Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    25. TAVOLA SPINALE IMMOBILIZZA COMPLETAMENTE IL RACHIDE E TUTTO IL PAZIENTE Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    26. BARELLA CUCCHIAIO Adatta per trasferire i pazienti da un piano d’appoggio ad un’altro NON immobilizza la colonna Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    27. IMMOBILIZZATORE SPINALE OTTIENE LA RIGIDITÀ VERTICALE STABILIZZANDO LA COLONNA NEI PAZIENTE SEDUTI NON È UN PRESIDIO DA SOLLEVAMENTO Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    28. IMMOBILIZZATORE SPINALE INDICAZIONI ASSOLUTE PAZIENTE INCASTRATO O INCARCERATO INDICAZIONI CONSIGLIATE GRAVE DEFORMITA’ DEL VEICOLO ELEVATO INDICE DI SOSPETTO IN BASE AL MECCANISMO DI LESIONE (alta velocità, ecc.) TRAUMASTISMI ASSOCIATI SOSPETTI PER LESIONI AL RACHIDE (trauma cranico, facciale)

    29. IMMOBILIZZATORE SPINALE Fattori che impongono una particolare precauzione all’utilizzo: POSIZIONE DEL PAZIENTE CHE RICHIEDE DI MOBILIZZARLO TOTALMENTE O PARZIALMENTE, PRIMA DI POSIZIONARE IL PRESIDIO SOSPETTA FRATTURA DI BACINO (COMPRESSIONE DI FRATTURA) SOSPETTA FRATTURA DI FEMORE (COMPRESSIONE DI FRATTURA) TRAUMA TORACICO GRAVE (LIMITA L’ESPANSIONE TORACICA) GRAVIDANZA AVANZATA (COMPRESSIONE ADDOMINALE) SEGUI le INDICAZIONI della COEU/SOREU

    30. IMMOBILIZZATORE SPINALE CONTROINDICAZIONI ASSOLUTE Allungamento tempi di estricazione ARRESTO CARDIO-RESPIRATORIO PERICOLO DI INCENDIO IMMINENTE TRAUMI PENETRANTI CON COMPROMISSIONE DELLE FUNZIONI VITALI FATTORE DI IMPEDIMENTO all’utilizzo: • POSIZIONE DEL PAZIENTE CHE IMPEDISCE IL POSIZIONAMENTO DEL PRESIDIO

    31. RIMOZIONE del CASCO INDICAZIONI SEMPRE QUANDO E’ POSSIBILE CONTROINDICAZIONI - OGGETTI PENETRANTI - DEFORMITA’ CHE NE IMPEDISCONO LA RIMOZIONE ATRAUMATICA Immagine tratte da: “ATP – Assistenza al Trauma Preospedaliero” Arianna Editrice

    32. NEL TRAUMA I"CASI PARTICOLARI"SONO LA REGOLA E NON L'ECCEZIONE PER TRATTARE I "CASI PARTICOLARI" SI DEVONO RISPETTARE I PRINCIPI DELLA MOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA

    33. CONCLUSIONI MOBILIZZAZIONE e IMMOBILIZZAZIONE ATRAUMATICA SEMPRE anche nei casi particolari