Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre : - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre : PowerPoint Presentation
Download Presentation
Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre :

play fullscreen
1 / 107
Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre :
155 Views
Download Presentation
kuri
Download Presentation

Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre :

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Riunione veterinari Francia / Italia - Réunion vétérinaires France / Italie , • Jean-Philippe DOP – FranceAgriMer: Apertura dei lavori / Ouverture de la rencontre : • Hugues Beyler - FFCB: Presentazione dei flussi economici / Présentation des flux économiques • Didier GUERIAUX - Vicedirettore presso Ufficio Salute e Protezione animale, Ministero dell’Alimentazione, Agricoltura, Pesca, Ruralità e Pianificazione del Territorio / Sous Directeur du bureau de la Santé et de la Protection animales, Ministère de l’Alimentation et de l’Agriculture, de la Pêche, de la Ruralité et de l’Aménagement du Territoire) • Situazione epidemiologica francese nel 2011 delle malattie regolamentate e non regolamentate / Situation épidémiologique française en 2011 pour les maladies réglementées et non réglementées: Tuberculosi / Tuberculose ; Febbre Catarrale degli Ovini / Fièvre Catarrhale Ovine ; IBR ; Benessere animale / Bien-être animal  • Seguito degli Stati Generali del Sanitario e legge per la Salute Animale / Suite des Etats Généraux du Sanitaire et loi de Santé Animale • Evoluzioni del dispositivo di certificazione per gli scambi / Evolution du dispositif de certification aux échanges • Jean CHIBON – Adetto Agricolo Ambasciata di Francia in Italia / Attaché pour les Affaires Agricoles Ambassade de France en Italie : • Notifiche ricevute dalle UVAC nel 2011 / Notifications des UVAC au cours de l’année 2011 • Dr Fedele : Situazione della Regione Piemonte / Situation de la Région Piémont • Dr Farioli : Situazione della Regione Lombardia / Situation de la Région Lombardie • Dssa BIANCHI : Situazione dell’UVAC Toscana / Situazione dell’UVAC Toscana

  2. Scambi di bovini vivi tra FR e IT

  3. Le tematiche dell’export per filiera nel settore bovini Il mercato dei paesi terzi stimola l’export nel 2011 Fonte: FranceAgriMer da Ubifrancec

  4. Ottobre – Settembre 2011

  5. Nel corso dei due anni le esportazioni francesi verso l’Italia sono aumentate, anche se a un livello inferiore (+3,1%), e si sono attestate su 1 028 210 capi.

  6. Leggenda: rp = razza pura / bo = macello / élev = allevamento Fonte: Dogana Francia Suddivisione export FR > IT – ottobre 2010 – settembre 2011

  7. Italia: importazioni di bovini vivi Anno mobile ottobre 2010 – settembre 2011

  8. Evoluzione dei volumi espressi in capi e euro

  9. Evoluzione dei volumi espressi in capi e euro

  10. Evoluzione dei volumi espressi in capi e euro

  11. Prezzo medio a bovino nel 2010

  12. Raffronto del prezzo medio a bovino tra il 1995 e il 2010 - 65 % en moyenne

  13. Verona, 2 febbraio 2012 DGAL - SDSPA VERONA 2012 15

  14. 1) Situazione sanitaria 2) Focus sugli scambi 3) Nuova organizzazione in Francia VERONA 2012 16

  15. Principi di sorveglianza 225 240 allevamenti bovini 1. Sorveglianza generalizzata Tubercolosi: ritmo diverso tra dipartimenti nell’eseguire la tubercolinizzazione Brucellosi – 100% degli allevamenti da latte / 20%degli allevamenti da carne all’anno Leucosi – 20% degli allevamenti all’anno IBR – 100% degli allevamenti da latte o di nutrici 2. Sorveglianza finalizzata Tubercolosi: movimenti e follow-up annuale degli allevamenti esposti alla malattia 3. Sorveglianza clinica Brucellosi: dichiarazione degli aborti Tubercolosi: Ispezione Post-Mortem al macello Leucosi: Ispezione Post-Mortem al macello 17 VERONA 2012

  16.  0 focolaio dichiarato nel 2011  Ultimo focolaio nel 2002  99,93% degli allevamenti ufficialmente indenni il 31/12/2010 (lo 0,07% degli allevamenti ricontrollati sono negativi) Brucellosi bovina VERONA 2012 18

  17. Brucellosi bovina Francia indenne dabrucellosi dal 2005 2002 : dernier cas sur bovini 2003 : dernier cas sur ovins – caprins : VERONA 2012 19

  18. Tubercolosi bovina • 133 focolai dichiarati complessivamente nel 2011* Prevalenza 0,058% 85 nuovi focolai nel 2011* Incidenza 0,037% • * stime gennaio 2012 da confermare VERONA 2012 20

  19. Tubercolosi bovina Francia indenne datubercolosi da fine 2000 VERONA 2012 21

  20. Leucosi bovina enzootica  6 nuovi focolai dichiarati nel 2010  Incidenza 2009= 0,01% Nessun focolaio clinico (sierologie positive) VERONA 2012 22

  21. Leucosi bovina enzootica VERONA 2012 23

  22. Rinotracheite infettiva bovina Strumento di controllo obbligatorio Normativa nazionale (decreto del 27 novembre 2006)  screening annuale (> 24 mesi o latte)  controllo su tutti i movimenti  vaccinazione obbligatoria degli animali positivi VERONA 2012 24

  23. Rinotracheite infettiva bovina Incidenza 2011: 0,64 % VERONE 2012 25

  24. Rinotracheite infettiva bovina Prevalenza 2011: 8,73 % VERONA 2012 26 2. Dispositif de qualification facultatif • Dispositif de certification officielle depuis 1996 • Principes conformes à directive 96/93/CE (certification des animaliet des produits)‏ • Engagement volontaria

  25. Febbre catarrale ovina FCO Numero di focolai di FCO nel 2010 2009: 83 focolai 74 BTV8 6 BTV1 3 BTV1 e 8 2010: 1 focolaio BTV 1 2011: 0 focolaio VERONE 2012 27

  26. Febbre catarrale ovina FCO Vaccinazione obbligatoria nel 2009 e 2010 Vaccinazione volontaria dal 2010 Obbligo di vaccinazione in caso di scambi VERONA 2012 28

  27. Sorveglianza entomologica e virale VERONE 2012 29

  28. Sorveglianza circolazione e estensione sierotipo 1 della FCO + introduzione altri sierotipi Basata su analisi virologiche su bovini Ricerca di una prevalenza del 2% (150 prelievi al mese per dipartimento)‏ Sorveglianza entomologica e virale VERONA 2012 30

  29. Encefalopatia spongiforme bovina ESB 1 340 466 test al macello (0 positivi) 296 140 test al momento della distruzione (3 positivi nati nel 1995, 1996 e 1999) 6 sospetticlinici (0 positivi) VERONA 2012 31

  30. 1) Situazione sanitaria 2) Focus sugli scambi 3) Nuova organizzazione in Francia VERONA 2012 32

  31. VERONA 2012 33

  32. Scambi in direzione dell’Italia Anomalie rilevate nel 2011: 123 Anomalie2011 2% 5% 8% Bovini Equini 10% Suini Ovini/Caprini Seme equino 75%

  33. Scambi in direzione dell’Italia Anomalie rilevate nel 2011 in base alla frequenza Tipo di anomalie 2% 3% 4% 6% Indirizzo errato Assenza messaggio 31% TRACES Informazione epide miologica assente o anomala Errore su altra rubrica della parte I 8% Errore nella quantità di Animali scambiati Scambio passaporto con altro animale Elenco animali allegato Anomalia di identificazione Errore relativo al trasportatore Parte II incompleta o errataarte II incompleta o errata 8% Passaporto assente/ Problema legato al transito Informazioni assenti o errate 8% 17% 11%

  34. Condizioni di trasporto degli animali • Consolidamento dell’attuazione del regolamento: • Certificazione dei trasportatori • Riconoscimento dei veicoli • Feedback positivo a seguito degli sforzi fatti in termini di informazione e formazione • 4500 controllinel 2011 • Margine di miglioramento residuale (libretto di marcia) VERONA 2012 36

  35. 1) Situazione sanitaria 2) Focus sugli scambi 3) Nuova organizzazione in Francia VERONA 2012 37

  36. Contesto • Riforma generale delle politiche pubbliche (RGPP): ammodernare, chiarire e semplificare • Affrontare nuovi pericoli • Insegnamenti tratti dalla crisi FCO • Esigenze comunitarie e futura politica comunitaria per la salute animale VERONA 2012 38

  37. Organizzazione generale • Raggruppamento dei presidi animali e vegetali • Un unico ente nazionale di concertazione: Consiglio Nazionale di Orientamento della Politica per la Salute Animale e Vegetale: CNOPSAV • Un presidio locale: CROPSAV • Una piattaforma nazionale di epidemiosorveglianza per la salute animale volta alla condivisione delle informazioni e dei metodi 39 VERONA 2012

  38. Designato dall’allevatore per adempiere agli obblighi imposti dallo Stato • Pagato dall’allevatore (possibili sussidi) • Formazione iniziale e continua obbligatoria Il veterinario abilitato VERONA 2012 40

  39. Designato dallo Stato: prefetto dietro richiesta di candidature • Retribuito direttamente dallo Stato • Formazione specifica • Incarichi statali su delega: • Polizia sanitaria • Certificazione degli scambi, controlli Il veterinario di Stato VERONA 2012 41

  40. Categorizzazione dei pericoli (malattie) Categorizzazione da parte del ministro dietro parere dell’ANSES e del CNOPSAV - categoria 1: interesse generale (comprese le malattie sottoposte a piano di urgenza) - categoria 2: interesse collettivo - categoria 3: altre malattie VERONA 2012 42

  41. Un anno 2011 sotto controllo sul piano sanitario Che ha portato all’ammodernamento dell’organizzazione francese VERONA 2012 43

  42. GRAZIE PER L’ ATTENZIONE VERONA 2012 44

  43. BILANCIO DELLE NOTIFICHE SANITARIE NEL 2011 PER SCAMBI DI BOVINI TRA FRANCIA E ITALIA Ambasciata di Francia – ServiziEconomici

  44. DINAMICADELLE NOTIFICHE

  45. NOTIFICHE PER TIPO E PER SPECIE (ANIMALI VIVI)

  46. RIPARTIZIONE NOTIFICHE BOVINI 2011

  47. NOTIFICHE BOVINI PER TIPO E REGIONE

  48. CONFRONTO NON CONFORMITA BOVINI 2009/2010/2011