il contenuto dell articolo n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Il contenuto dell’articolo PowerPoint Presentation
Download Presentation
Il contenuto dell’articolo

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 28

Il contenuto dell’articolo - PowerPoint PPT Presentation


  • 76 Views
  • Uploaded on

Il contenuto dell’articolo. Ovvero: “Che cosa scrivo?”. Le forme dell’articolo. Il servizio di attualità: le news La classificazione anglosassone delle notizie Spot news Developing news Continuing news. I valori notizia: che cosa trasforma un fatto in una notizia? Novità

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Il contenuto dell’articolo' - vito


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
il contenuto dell articolo

Il contenutodell’articolo

Ovvero: “Che cosa scrivo?”

le forme dell articolo
Le forme dell’articolo
  • Il servizio di attualità: le news
    • La classificazione anglosassone delle notizie
      • Spot news
      • Developing news
      • Continuing news
slide3
I valori notizia: che cosa trasforma un fatto in una notizia?
    • Novità

È un elemento costituzionale che riflette una predisposizione del pubblico

    • Vicinanza

L'avvenimento interessa se è vicino (geograficamente, culturalmente, ideologicamente)

slide4
Esempi:

Da un dispaccio dell'ANSA:

"I morti sono: il serbo Dren Madic; il norvegese Rolf Bae; i coreani Hwang Dong-jin, Park Gyeong-hyo e Kim Hyo-Gyeong; due sherpa nepalesi; due portatori d'alta quota pachistani; il francese Hugues d'Aubarede e l'irlandese Gerard McDonnell".

slide5
I valori notizia: che cosa trasforma un fatto in una notizia?
    • Novità

È un elemento costituzionale che riflette una predisposizione del pubblico

    • Vicinanza

L'avvenimento interessa se è vicino (geograficamente, culturalmente, ideologicamente)

    • Dimensione

Un singolo fatto grande interessa di più di molti fatti piccoli

    • Drammaticità

Le notizie cattive sono più interessanti di quelle buone

slide6
I valori notizia: che cosa trasforma un fatto in una notizia?
    • Semplicità

Più è semplice, più è comunicabile. E la presenza di cause semplifica

14 dicembre 2003, Bloomberg News13.01: "Titoli di Stato in rialzo: la cattura di Hussein potrebbe non frenare il terrorismo."13.31: "Titoli di Stato in ribasso; la cattura di Hussein aumenta l'attrattiva dei titoli ad alto rischio."

    • Conflittualità

Se c'è uno scontro chiaro, si capisce meglio

    • Conseguenze pratiche

Mi tocca? Mi riguarda? Ha a che fare con me?

slide7
I valori notizia: che cosa trasforma un fatto in una notizia?
    • Interesse umano (in contraddizione con la Dimensione)

Suscita un'identificazione con i protagonisti

Cit.: "Una morte è una tragedia, milioni di morti sono una statistica" (Stalin)

    • Idea di progresso (in contraddizione con la Drammaticità)

Riflette una visione positivistica della realtà

    • Prestigio sociale

Le élite (individuali e collettive) sono più interessanti

slide8
Il servizio a tema
    • È tipico della stampa specializzata
    • Le immagini (di alta qualità) sono indispensabili
    • Le fonti sono (a volte) un problema
    • Gli esperti sono essenziali
slide9
L’inchiesta
    • Che cos'è

È un servizio che approfondisce un argomento controverso.

È ideale per i giornalisti attivi.

    • Le forme
      • Investigativa: accerta fatti controversi o poco chiari
      • Documentaria: diffonde informazioni già esistenti ma poco conosciute
      • Interpretativa: affronta fatti noti ma ne spiega cause ed evoluzione
slide10
L’inchiesta
    • Perché ha finito per sparire?
      • Manca il tempo
      • È caduta la tensione politica
      • C'è stata una reazione all’abuso
      • Troppe le forme preconfezionate
      • Il potere politico ha preso il controllo dei mezzi di comunicazione
slide11
L’intervista
    • Che cos'è

Un colloquio nel quale il giornalista assume il ruolo del lettore

    • È indispensabile una documentazione preliminare
    • La forma delle domande
      • Aperte

“Perché?”, “Come?”, “Che cosa significa…?”, “Checosa pensa di…?”

      • Chiuse

“Chi?”, “Dove?”, “Quando?”, “Quanto?”

slide12
L’intervista
    • Come si effettua

Meglio registrare

Far rileggere sempre

    • Serve anche un pizzico di psicologia
    • Le forme
      • A imbuto
      • A imbuto rovesciato
      • A tunnel
      • A bersaglio nascosto
      • A schema libero
slide13
L’intervista
    • Che cosa non è una buona intervista
    • Dilemma: ritocco o non ritocco?

Nel giornalismo anglosassone il materiale è sacro

Nel giornalismo latino è accettabile qualche intervento

    • La smentita e la rettifica
slide14
La recensione

Offre al lettore un giudizio documentato

Dev'essere ben argomentata e possibilmente comparativa

…e poi c'è la marchetta

  • Il commento
    • La presa di posizione: il giornale si schiera
    • Il giudizio: non necessariamente come il giornale
    • Un commento particolare: il fondo
slide15
La rubrica

Ogni tipologia di articolo può diventare una rubrica, ma…

…offre il vantaggio della continuità

come trattare la notizia
Come trattare la notizia
  • La regola delle 5 “W”
    • Who?, What?, Where?, When?, Why?… …e How?
    • È una regola utile ma da adattare pragmaticamente
  • La notizia (se c'è) va sempre in apertura
slide17
La correttezza non si discute
    • Il punto fondamentale e irrinunciabile: non si diffondono informazioni false
    • Ma quant'è responsabile l’autore? Il problema delle fonti
    • I pericoli dopo la consegna: chi mette le mani sul mio articolo?
slide18
Consegnato:

“Negli Anni Trenta, la previsione formulata da Dirac che ogni particella di materia deve avere un corrispettivo di antimateria, con la stessa massa ma la carica opposta, trovò conferma quasi subito. Che però l’antimateria potesse formare veri e propri atomi era una convinzione ragionevole ma priva di verifica sperimentale. Finora, almeno. Perché al CERN ci sono riusciti: il gruppo di ATHENA (…)”

Pubblicato:

“Negli anni trenta, Dirac previde che ogni particella di materia dovesse avere un corrispettivo di antimateria, con la stessa massa e carica opposta. Mancava però una verifica sperimentale. Finora, almeno. Perché al CERN ci sono riusciti: il gruppo di ATHENA (…)”

(Da Le Scienze)

slide19
Un problema peculiare: la pseudoscienza
  • Completezza fin dove si può
    • Essere precisi…
    • …pur concedendosi qualche licenza
    • Il dilemma: comprensibile imprecisione o incomprensibile precisione?
slide20
Comprensibilità: due pensieri essenziali
    • Il primo pensiero:

INDIVIDUARE IL TARGET

    • Il secondo pensiero:

SCEGLIERE LE PAROLE E LO STILE

    • L’ermetismo professionale può diventare un'antilingua
slide21
Dichiarazione del testimone:

“Stamattina presto andavo in cantina ad accendere la stufa e ho trovato tutti quei fiaschi di vino dietro la cassa del carbone. Ne ho preso uno per berlo a cena. Non ne sapevo niente che la bottiglieria di sopra era stata scassinata.”

Verbale dei Carabinieri:

“Il sottoscritto, essendosi recato nelle prime ore antimeridiane nei locali dello scantinato per eseguire l’avviamento dell’impianto termico, dichiara di essere casualmente incorso nel rinvenimento di un quantitativo di prodotti vinicoli, situati in posizione retrostante al recipiente adibito al contenimento del combustibile, e di aver effettuato l’asportazione di uno dei detti articoli nell’intento di consumarlo durante il pasto pomeridiano, non essendo a conoscenza dell’avvenuta effrazione dell’esercizio soprastante.” (Italo Calvino)

slide22
La metafora
    • È uno strumento che ha un ruolo interno alla scienza
    • È un utensile strategico ma pericoloso

“Vogliono fare la radiografia all’Universo. La loro «lastra» è stata immessa ieri in orbita intorno alla Terra: si chiama Chandra, ed è un Osservatorio della NASA. (…)”

    • Attenzione, quindi: usare con cautela!
slide23
Il parere personale: ce lo metto oppure no?

C'è una regola generale e tassativa:

DISTINGUERE I FATTI DALLE OPINIONI

  • Bisogna evidenziare la natura della scienza
    • La scienza è un metodo
    • Le diatribe scientifiche sono inevitabili
  • Come trattare le controversie sulle applicazioni?
    • La tecnologia merita un discorso differente
    • Le conseguenze sulla società sono importanti
slide24
Il rischio del sensazionalismo
    • La scienza può diventare spettacolo quando si privilegia l'emozione a scapito della razionalità
    • Dove conta l’emozione?
    • Le 4 “S”
      • Sesso
      • Soldi
      • Sangue
      • Salute
    • Due tecniche alternative
      • La suspense
      • L’umorismo
slide25
A volte agli scienziati piace fare i divi
  • La medicina merita particolare cautela
  • Corriamo il rischio di prestarci a strumentalizzazioni
slide26
La statistica e i suoi pericoli
    • Tutti soffriamo di "analfabetismo statistico"
    • Una lettura caldamente consigliata:

G. Gigerenzer, Quando i numeri ingannano, Cortina

slide27
Esempio 1

Da un dépliant promozionale: "Lo screening mammografico riduce il rischio di morire di cancro al seno del 25%!"

Ma… sarà vero?

Risposta: dipende. Il 25% è il rischio relativo.

I dati:Riduzione della mortalità per cancro al seno di 1.000 donneoltre i 40 anni in un periodo di 10 anni

Trattamento Decessi

Senza screening 4

Con screening 3

Conclusione: la riduzione del rischio assoluto è dello 0,1%.

slide28
Esempio 2

Circa lo 0,01% dei maschi senza comportamenti a rischio conosciuti ha l'infezione da HIV (tasso di base): 1 uomo su 10 mila. Se uno di questi uomini ha il virus, c'è una probabilità del 99,9% che il risultato dell'esame sia positivo (sensibilità). Se invece non è infetto, c'è una probabilità del 99,99% che il risultato sia negativo (specificità), ovvero una probabilità dello 0,01% di falsa positività.

Anche tu ti sei sottoposto a uno screening di massa.

Il tuo risultato è positivo.

Qual è la probabilità che tu sia davvero infetto?

Immaginiamo 10.000 maschi che non appartengano a nessuna categoria a rischio conosciuta e che si sottopongano a uno screening di massa. 1 è infetto (tasso di base) ed è praticamente certo che risulterà positivo all'esame. Ne rimangono 9.999, fra i quali 1 presenterà una falsa positività. Dunque possiamo aspettarci che, dopo lo screening di massa, risultino positivi in 2. Uno dei quali sei tu. Quindi…

…la probabiità che tu sia infetto è solo del 50%.