piccioni sara e fidanza davide n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Piccioni Sara e Fidanza Davide; PowerPoint Presentation
Download Presentation
Piccioni Sara e Fidanza Davide;

Loading in 2 Seconds...

  share
play fullscreen
1 / 15
trista

Piccioni Sara e Fidanza Davide; - PowerPoint PPT Presentation

141 Views
Download Presentation
Piccioni Sara e Fidanza Davide;
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Piccioni Sara e Fidanza Davide; Solidi;Ionici;Covalenti;Molecolari;Metallici.

  2. Composti molecolari e composti ionici • Tutti i composti, che siano organici o inorganici; possono essere suddivisi in Composti molecolari e Composti ionici

  3. Composti molecolari;Legami covalenti • I composti molecolari sono formati da gruppi di molecole cioè atomi uniti da legami covalenti. Questo tipo di legame è responsabile della formazione delle molecole; in tale legame gli elettroni sono Condivisi dai due nuclei positivi. • Spiegazione della figura • Rappresentazione della formazione del legame covalente

  4. Composti ionici Nei composti ionici invece non è possibile individuare una vera e propria molecola Ad esempio nel cloruro di litio un sale che è formato da ioni di litio positivi e da ioni di cloruro negativi. Ciascun ione Li + è circondato da ioni Cl - e ogni ione Cl – è circondato da ioni Li+ .

  5. Per i composti ionici è più corretto chiamare l’unità base (Formula unitaria) invece che (Molecola) • Per riconoscere se un composto è ionico o molecolare ? • La maggior parte dei composti ionici è formata da metalli e non metalli , per esempio ( NaCl ; MgO ; Al2O3) • Invece gran parte dei composti molecolari derivano dalla combinazione fra due o più elementi non metallici come per esempio (CO2; H2O; NH3; CHCL3) .

  6. Legame ionico • Il legame ionico avviene tra due ioni di carica opposta che si attraggono formando cosi il legame ionico. Questo tipo di legame si ha quando la differenza di elettronegatività fra i due elementi che intendono legarsi è superiore a 1.9 facendo avvenire un trasferimento da un atomo all’altro. Per capire come il bilancio energetico possa essere favorevole ;bisogna prendere in considerazione almeno i tre contributi più importanti : l’energia spesa

  7. Legame ionico • dal sistema per togliere l’elettrone ; • Quella prodotta nella formazione dello ione • Quella ricavata con l’avvicinamento degli ioni di carica opposta fino alla distanza del legame.

  8. Spiegazione della figura precedente: • Il magnesio ( un metallo ) cede due elettroni all’ossigeno (un non metallo) e si formano i due ioni Mg2+ eO2- stabilendo cosi un legame ionico.

  9. La valenza ionica • La valenza ionica di un elemento rappresenta il numero di elettroni perduti o acquistati dall’atomo di tale elemento . • Per tanto se l’elemento perde elettroni si trasforma in uno ione positivo ad esempio(Na+; Mg2+; Al3+) • Se l’elemento acquista elettroni, si ottengono ioni negativi ; ad esempio(Cl-;O2-)

  10. I composti ionici si dissociano • Come abbiamo visto per formare il composto NaCl ogni atomo di cloro riceve un elettrone dagli atomi di sodio; grazie alla sua carica negativa attirando intorno a se sei ioni sodio, che si pongono a stretto contatto con ogni ione di cloro e viceversa . Il numero sei, che indica gli ioni che circondano ogni ione di carica opposta,non è una regola fissa.

  11. Il legame metallico • Il legame metallico è dovuto all'attrazione fra gli ioni metallici positivi e gli elettroni mobili che li circondano.

  12. La classificazione dei solidi • I solidi possono essere cristallini o amorfi. • Nei solidi cristallini gli atomi,le molecole o gli ioni che li costituiscono sono disposti ordinatamente. • Nei solidi amorfi come il burro,la gomma e il vetro fra le particelle microscopiche prevale il disordine. • I cristalli hanno una disposizione interna regolare di atomi,molecole o ioni; essi possono essere ionici reticolari molecolari e non molecolari.

  13. Cristalli ionici • Elementi metallici e non metallici che abbiano differenza elettronegatività molto elevata • Fra ioni poliato0mici i cui atomi raggiungono configurazioni elettroniche stabili (NO3-,NH4+) • Essi hanno un alto punto di fusione perché allo stato solido non conducono elettricità, le loro soluzioni acquose conducono discretamente l'elettricità, allo stato fuso conducono l'elettricità. • Il legame ionico si forma tra:

  14. Solidi reticolari • Nei solidi reticolari una rete tridimensionale di legami covalenti unisce gli atomi in un enorme molecola. Gli elettroni di legame sono localizzati lungo la linea di congiunzione. I solidi covalenti sono molto duri e molti di loro sono anche considerati pietre preziose.

  15. Cristalli metallici • I metalli hanno una struttura cristallina, mascherata dal loro aspetto lucente. • I metalli sono costituiti dai ioni ( che occupano i punti del reticolo) immersi tra gli elettroni più esterni. • Essi sono buoni conduttori di calore ed elettricità. Tale proprietà consente di riconoscerli in laboratorio.