stanno aumentando i traumi del torace l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Stanno aumentando i traumi del torace ? PowerPoint Presentation
Download Presentation
Stanno aumentando i traumi del torace ?

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 28

Stanno aumentando i traumi del torace ? - PowerPoint PPT Presentation


  • 178 Views
  • Uploaded on

Società Triveneta di Chirurgia . Mestre 7 Novembre 2009. Stanno aumentando i traumi del torace ?. Gennaro Liguori. Gennaro Liguori Dipartimento di Chirurgia Generale e Toracica – Università di Trieste. INFORTUNI SUL LAVORO A TRIESTE (INPS). ANNO 2002 Denunciati: 5928

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Stanno aumentando i traumi del torace ?' - tawny


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
stanno aumentando i traumi del torace

Società Triveneta di Chirurgia.

Mestre 7 Novembre 2009

Stanno aumentando

i traumi del torace ?

Gennaro Liguori

Gennaro Liguori

Dipartimento di Chirurgia Generale

e Toracica – Università di Trieste

infortuni sul lavoro a trieste inps
INFORTUNI SUL LAVORO A TRIESTE (INPS)
  • ANNO 2002
    • Denunciati: 5928
    • Indennizzati in permanente: 165
    • Mortali indennizzati: 6
  • ANNO 2006
    • Denunciati: 4991
    • Indennizzati in permanente: 136
    • Mortali indennizzati: 1
infortuni sul lavoro a venezia inps
INFORTUNI SUL LAVORO A VENEZIA (INPS)
  • 2002
    • Denunciati: 20116
    • Indennizzati in permanente: 340
    • Mortali indennizzati: 15
  • 2006
    • Denunciati: 18029
    • Indennizzati in permanente: 374
    • Mortali indennizzati: 16
incidenti stradali in italia istat
INCIDENTI STRADALI IN ITALIA (ISTAT)

ANNO INCIDENTI MORT.%

  • 2000 256.546 2,8
  • 2001 263.100 2,7
  • 2002 265.402 2,6
  • 2003 252.271 2,6
  • 2004 243.490 2,5
  • 2005 240.011 2,4
  • 2006 238.124 2,4
  • 2007 230.871 2,2
the fatal injuries of car drivers ndiaye e coll forensic science international 184 21 27 2009
The fatal injuries of car drivers Ndiaye e coll., Forensic Science International 184:21-27, 2009
  • Dal 1996 al 2004 nel dip. del Rodano (1.6 mil.) 383 guidatori deceduti
  • Riduzione dal 2003
  • ¾ morti sulla scena
  • Sedi: torace (62%), cranio (49%), addome (10%), colonna (9%).
  • Nel torace: lembo mobile, emotorace, pnx.
ruolo degli air bags di nuova generazione
Ruolo degli air-bags di nuova generazione
  • Tra i bambini seduti sul sedile anteriori il rischio di incidenti mortali si è dimezzato
  • Tra i guidatori e i passeggeri adulti seduti sul sedile anteriore non si è registrata una caduta di protezione
  • Il rischio di traumi toracici gravi è aumentato nei guidatori senza cinture di sicurezza
slide7

The relationship between age and serious injury in motor vehicle crashesCraig D. Newgard, Accident Analysis & Prevention Volume 40, Issue 4 July 2008, Pages 1498-1505

  • 100,156 pazienti
    • In 14,128 (2%) AIS ≥ 3
    • 3981 decessi
  • Mortalità/età
    • 15-49 a. (0.3%)
    • 50-59 a. (0.7%)
    • 60-69 a. (0.9%)
    • 70-79 a. (1.1%)
    • 80-89 a. (2.8%)
slide8

Defining the “older” crash victim: The relationship between age and serious injury in motor vehicle crashesCraig D. Newgard, Accident Analysis & Prevention Volume 40, Issue 4 July 2008, Pages 1498-1505

a

slide9

Crash and Occupant Predictors of Pulmonary ContusionO’Connor e coll. TheJournal of Trauma: April 2009 - Volume 66 - Issue 4 - pp 1091-1095

  • 2,184 casi.
  • Età media 38 a.
  • 80% guidatori
  • Mortalità 16%.
  • 49% senza cinture di sicurezza
  • Trauma toracico 1,131 (52%), PC 379.
  • Fattori di rischio: age <25, delta V >45 kmh, scontro frontale contro ogetti fissi
slide10
Risk Factors for 24-Hour mortality After Traumatic Rib Fractures Yung-Chang Lien Ann Thorac Surg 2009;88:1124-1130
  • Su 18,856 p. con fratture costali, 459 (2.4%) deceduti entro 24 ore dal ricovero.
  • Fattori di rischio:
    • Almeno 6 fratture costali mortalita x3
    • Emopneumotorace. Trauma cranico, lesioni epatiche, lesioni cuore, età >74 a.
slide12
Traumi da compressione del torace e dell’addome nel 36% dei casi
  • Alcool+ nel 50% dei deceduti
  • L’88% di questi avevano un tasso alcoolico superiore al limite legale
  • Un abuso di droghe fu identificato nel 21% dei deceduti
    • marijuana (11%); oppioidi (7%); diazepam (6%); cocaine (2%)
slide13
The magnitude of acute and chronic alcohol abuse in trauma patients.Rivara FP Arch Surg. 1993 Aug;128(8):907-12; Seattle
  • 657 p. di età maggiore di 18 anni
    • 47.0% BAC positivo
    • 35.8% intossicati (BAC > 100 mg/dL)
    • I p. intossicati erano prevalentemente tra i 25 e i 34 anni, maschi, non bianchi.
    • La maggior parte dei p. intossicati presentavano ferite da coltello.
    • ¾ dei p. intossicati erano alcoolisti cronici
slide14
Cocaine Use in Trauma: Effect on Injuries and OutcomesHadjizacharia, P e coll.The Journal of trauma,  2009, vol. 66, no2, pp. 491-494

985 p. test della cocaina positivo

e 4,846 test-negativo

  • Mortalità 6.5% vs. 6.2%; (p = 0.81)
  • ISS >25 59% vs. 54%; (p = 0.70
  • Complicazioni 4% vs 3.6% (p = 0.72),
  • Incidenza di polmonite significativamente più alta nei p. con test per la cocaina positivo test-positive patients (p = 0.04)..
30 years of polytrauma care an analysis of the change in strategies and results
30 years of polytrauma care:An analysis of the change in strategies and results

Probst e coll. - Hannover - Injury 2009 Jan;40(1):77-83.

  • 1975-1984 (decade I; n=1469)
  • 1985-1994 (decade II; n=1937)
  • 1995-2004 (decade III; n=1443)
    • 65% lesioni cerebrali
    • 58% trauma toracico
    • 81% fratture degli arti
trattamento preospedaliero probst e coll hannover injury 2009 jan 40 1 77 83
Trattamento preospedalieroProbst e coll. - Hannover - Injury 2009 Jan;40(1):77-83.
  • Fluidoterapia sul campo
    • 1975-1984 (decade I) 80%
    • 1985-1994 (decade II) 97%
    • 1995-2004 (decade III) 98%
  • Drenaggio toracico Intubazione
  • I: 41%, I: 82%
  • II: 83%, II: 94%
  • III: 27% III: 59%
sul luogo dell incidente
Sul luogo dell’incidente
  • A: Pervietà delle vie aeree
  • B: Respirazione
  • C: Circolazione
  • D: Disabilità
  • E: Esposizione
complicanze della cricotiroidotomia
COMPLICANZE DELLA CRICOTIROIDOTOMIA
  • Falsa strada
  • Aspirazione
  • Lacerazione della trachea.
  • Lacerazione dell’esofago.
  • Emorragia - ematoma.
  • Enfisema mediastinico.
  • Stenosi sottoglottica
slide19
Pre-hospital thoracostomy: indications and complications.Aylwin CJ e coll. Ann R Coll Surg Engl. 2008 Jan;90(1):54-7.

65 toracostomie sul campo

  • 28 (31%) tubi erano malposizionati
  • 15 (17%) hanno richiesto il riposizionamento
  • Complicanze 9 (14)%
    • 6 (9%) classificate come maggiori
    • 3 hanno richiesto trattamento chirurgico
sul luogo dell incidente20
Sul luogo dell’incidente
  • A: Pervietà delle vie aeree
  • B: Respirazione
  • C: Circolazione
  • D: Disabilità
  • E: Esposizione
rianimazione normotensiva
RIANIMAZIONE NORMOTENSIVA
  • VANTAGGI:
    • Garantisce una migliore perfusione tissutale
    • Permette di eseguire procedure diagnostiche
    • Permette di valutare la risposta emodinamica
  • SVANTAGGI
    • Rischio di aumentare la perdita ematica
    • Rischio di ripresa di un’emorragia temporaneamente tamponata
    • Rischio di diluizione dei fattori di coagulazione
    • Rischio di aggravare l’ipotermia traumatica
la triade letale
LA TRIADE LETALE

IPOTERMIA

COAGULOPATIA

ACIDOSI

rianimazione ipotensiva
RIANIMAZIONE IPOTENSIVA
  • E’ una strategia che rinvia o restringe la somministrazione di liquidi fintanto che l’emorragia non è stata controllata, anche accettando un limitato periodo di perfusione tissutale subottimale
sul luogo dell incidente24
Sul luogo dell’incidente
  • Sul luogo dell’incidente i manuali PHTLS e BATLS prevedono una rianimazione ipotensiva
approccio differenziato the massively bleeding patient scandinavian guidelines 2008
Approccio differenziatoThe massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008

Trauma chiuso con sospetto di lesione cerebrale

Infusione rapida di aliquote di 500 ml di soluzione isotonica per mantenere la pressione sistolica > 110 mm Hg.

approccio differenziato the massively bleeding patient scandinavian guidelines 200826
Approccio differenziatoThe massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008

Trauma chiuso senza sospetto

di lesione cerebrale

Infusione rapida di aliquote di 500 ml di soluzione isotonica per ripristinare il polso periferico mantenendo la pressione sistolica < 90 mm Hg.

approccio differenziato the massively bleeding patient scandinavian guidelines 200827
Approccio differenziatoThe massively bleeding patient scandinavian guidelines – 2008
  • Trauma penetrante
  • Infusione di quote di 500 ml di soluzione isotonica per ripristinare l’apertura degli occhi alla stimulazione con o senza polso periferico, mantenendo la pressione sistolica <90 mm Hg.
  • Per brevi distanze valutare il “load and go”
conclusioni
CONCLUSIONI
  • I traumi stradali stanno dimunuendo in Italia ed in Europa
  • Un aumento relativo dei traumi toracici è possibile in rapporto ad alcuni fattori di rischio
  • Il perfezionamento organizzativo del 118 ed i progressi dei protocolli del soccorso sul campo hanno ridotto la mortalità preospedaliera