il cambiamento linguistico n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Il cambiamento linguistico PowerPoint Presentation
Download Presentation
Il cambiamento linguistico

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 26

Il cambiamento linguistico - PowerPoint PPT Presentation


  • 183 Views
  • Uploaded on

Il cambiamento linguistico. Linguistica Generale, parte II a.a. 2006-2007. Classificazioni delle lingue. Tipologica (morfologica; sintattica: OV/VO) Areale (leghe linguistiche) Socio-politica (es. Linguasphere) Genealogica (famiglie linguistiche). Il metodo comparativo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Il cambiamento linguistico' - saburo


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
il cambiamento linguistico

Il cambiamento linguistico

Linguistica Generale, parte II

a.a. 2006-2007

classificazioni delle lingue
Classificazioni delle lingue
  • Tipologica (morfologica; sintattica: OV/VO)
  • Areale (leghe linguistiche)
  • Socio-politica (es. Linguasphere)
  • Genealogica (famiglie linguistiche)
il metodo comparativo
Il metodo comparativo
  • Individuare corrispondenze sistematiche tra fonemi e morfemi di più lingue
  • Ipotizzare la forma originaria della lingua madre e ricostruire i cambiamenti che hanno portato ai diversi esiti
  • Modello dell’ “albero genealogico” vs. “teoria delle onde” (isoglosse)
le principali famiglie linguistiche
Le principali famiglie linguistiche
  • Indoeuropea
  • Camito-semitica (afro-asiatica)
  • Uralica o ugro-finnica
  • Sino-tibetana
  • Nigerkordofaniana
  • Altaica
  • Lingue isolate: basco, giapponese, coreano
  • Famiglie amerindiane, austronesiana
la famiglia indoeuropea
La famiglia indoeuropea
  • Indo-iranico
  • Slavo (orientale, occidentale, meridionale)
  • Italico
  • Germanico (settentrionale, orientale, occidentale)
  • Celtico
  • Baltico
  • Ellenico
  • Armeno,albanese,ittita...
fattori esterni di cambiamento
Fattori esterni di cambiamento
  • Migrazioni
  • Colonizzazioni

Sono fattori più o meno “catastrofici”, che possono portare al contatto/modificazione (situazioni di diglossia) o anche all’estinzione.

fattori interni di cambiamento
Fattori interni di cambiamento
  • Lo scorrere del tempo (passaggio da una generazione all’altra)
  • Il rimescolamento delle varietà diastratiche

Itaque cum maesti deliberaremus quonam genere praesentem evitaremus procellam, unus servus Agamemnonis interpellavit trepidantes… (Satyricon, 26.8)

il cambiamento fonetico
Il cambiamento fonetico

Bilabiali Labiodent. Dentali Alveolari Alveopal. Palatali Velari

p/b t/d k/g

f /v s/z S

ts/ dz tS/ dJ

m n ˆ

r-l ¥

j w

il cambiamento fonetico1
Il cambiamento fonetico

nocte(m) notte

septe(m) sette

scripsi scrissi

damnu danno

Assimilazione di un segmento al segmento precedente o seguente

il cambiamento fonetico2
Il cambiamento fonetico

sponsa sposa sponsali

insula isola insulare

Semplificazione di nessi consonantici

ripa riva

caballum cavallo

episcopu vescovo episcopale

pauperu povero depauperare

Lenizione: da occlusiva a fricativa in posizione intervocalica

il cambiamento fonetico3
Il cambiamento fonetico

clamare chiamare acclamare

flore(m) fiore floreale

flamma fiamma

clarus chiaro

sclavu schiavo

Lenizione: da laterale a semi-vocale

il cambiamento fonetico4
Il cambiamento fonetico

calidus caldo

domina domna donna

speculu speclu specchio speculare

oculu oclu occhio oculare

nebula *nebla nebbia nebuloso

Sincope: caduta di vocale in sillaba post-tonica

il cambiamento morfologico
Il cambiamento morfologico
  • Perdita di categorie flessive (es.: Caso) e creazione di nuove (es: modo condizionale)

Lupum vidit agnus

l’agnello vide il lupo

Agnus vidit lupum

Si loqueretur, diceret  se parlasse, direbbe

il cambiamento morfologico1
Il cambiamento morfologico
  • L’analogia tende a regolarizzare i paradigmi

- amabam > amava > amavo (amo)

- /E/, /O/ > /jE /, /wO / in sillaba aperta accentata

sièdo, sièdi, siède, sediàmo, sedète, sièdono

suòno, suòni, suòna, suoniàmo, suonàte, suònano

il cambiamento morfologico2
Il cambiamento morfologico

Grammaticalizzazione: un elemento inizialmente dotato di contenuto lessicale riduce/genericizza il suo significato e diventa una parola grammaticale (per rianalisi); viene generalizzato a tutti i contesti di un certo tipo (per analogia); in seguito può perdere indipendenza morfo-fonologica, trasformandosi in un clitico e in un affisso flessivo

parola lessicale > parola grammaticale > clitico > morfema flessivo

il cambiamento morfologico3
Il cambiamento morfologico

Il futuro in francese/italiano (H&T 1993, 42-44)

I. canta-bo (futuro latino sintetico)

habere+INF (perifrasi futurale)

De re publica nihil habeo ad te scribere ... (Cicerone)

II. [[cantare] habeo][cantare habeo] (rianalisi)

III. [cantare habeo]  cantar-ò  canterò

(grammaticalizzazione)

franc. Je vais chanter, ingl. I am going to (gonna) sing

il cambiamento sintattico
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese(H&T 1993, 45-48)

I. Middle English: i verbi precedono la negazione

it aperteneth not to a wys man to... (c.1380, Chaucer)

  • can, may.. possono essere forma composta

Any man e whiche hadde mowJt to scapen e deth

  • can, may.. possono occorrere in sequenza

...noJt to may will haue is of grete vertew

il cambiamento sintattico1
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese

II. Early Modern English: indebolimento della morfologia flessiva del verbo

Late ME/ENE Present Day English

I knowe I know

thou knowest you know

(s)he knoweth (s)he knows

il cambiamento sintattico2
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese

I verbi lessicali non precedono più la negazione e prendono l’ausiliare do in frase negativa

* John likes not Mary

John does not like Mary

il cambiamento sintattico3
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese

TP

NP T'

John T VP

like+s Neg V'

not V NP

<like> Mary

Ipotesi: per l’indebolimento della morfologia flessiva, V non sale più a T

il cambiamento sintattico4
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese

TP

NP T'

John T VP

do+es Neg V'

not V NP

like Mary

La morfologia flessiva è portata dall’ausiliare do, un elemento funzionale inserito direttamente in T

il cambiamento sintattico5
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese(H&T 1993, 45-48)

I verbi modali tuttavia precedono la negazione e non prendono l’ausiliare do

John can not help Mary

* John does not can help Mary

Ipotesi: i verbi modali vengono ricategorizzaticome elementi funzionali generati nella testa T, come l’ausiliare do (la grammaticalizzazione come fatto sintattico)

il cambiamento sintattico6
Il cambiamento sintattico

I modali in inglese

TP

NP T'

John T VP

can Neg V'

not V NP

help Mary

il cambiamento semantico lessicale
Il cambiamento semantico/lessicale
  • Restringimento del significato:

Lat. necare ‘uccidere’ annegare

  • Ampliamento del significato:

Lat. caballus ‘ronzino’  cavallo

  • Cambiamento per metafora:

Lat. testa ‘vaso di coccio’  testa

  • Cambiamento per metonimia:

Lat. bucca ‘guancia’  bocca

il cambiamento semantico lessicale1
Il cambiamento semantico/lessicale
  • Innalzamento del significato:

Lat. minister ‘servo’ servo del re  ministro

  • Astrazione del significato:

Lat. capere ‘afferrare colle mani’  capire

approfondimenti
Approfondimenti

Hopper & E. Traugott. 1993. Grammaticalization. Cambridge University Press.