business plan fund raising n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Business Plan & Fund Raising PowerPoint Presentation
Download Presentation
Business Plan & Fund Raising

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 27

Business Plan & Fund Raising - PowerPoint PPT Presentation


  • 112 Views
  • Uploaded on

Business Plan & Fund Raising. Prof. Andrea Guerrini Dipartimento di Economia Aziendale Università di Verona. Obiettivi.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Business Plan & Fund Raising' - nusa


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
business plan fund raising

Business Plan & Fund Raising

Prof. Andrea Guerrini

Dipartimento di Economia Aziendale

Università di Verona

obiettivi
Obiettivi
  • Il corso ha come obiettivo quello di presentare agli studenti le tecniche di costruzione del business plan, sia nella parte qualitativa, sia in quella quantitativa ed economico-finanziaria.
programma
Programma
  • Parte prima – Elementi di analisi economico-finanziaria
  • 1) Introduzione al business plan
  • 2) Gli schemi economico finanziari
  • 3) Gli indicatori di performance ed il punto di pareggio
  • Parte seconda – La redazione del business plan
  • 1) Il processo di pianificazione
  • 2) La pianificazione dei valori correnti
  • 3) La pianificazione dei valori di struttura
  • 4) Casi di studio ed applicazioni pratiche
  • Parte terza – La redazione di un business plan da un’idea di impresa – Case Study
bibliografia
Bibliografia
  • Borello A., Il business plan, McGraw Hill, 2009
  • Dispense, esercizi e casi di studio messi a disposizione dell’aula da parte del docente
prova di esame
Prova di esame
  • La prova di esame è scritta ed è così strutturata:
    • 1 ESERCIZIO relativo alla pianificazione (12 p.ti)
    • 1 ESERCIZIO relativo all’analisi dei piani (6 p.ti)
    • 6 domande a risposta chiusa su tutto il programma (2 p.ti ciascuna)
il case study
Il case study
  • La terza parte del programma prevede lo svolgimento di un caso di studio.
  • Il caso può essere scelto liberamente da parte degli studenti, purché attinente il settore turistico.
  • Corrisponde ad una loro idea imprenditoriale, sulla quale devono effettuare ipotesi sulla struttura di business, organizzativa ed economico-finanziaria
il case study1
Il case study
  • Il lavoro deve essere svolto per gruppi di 3-4 persone al massimo
  • Al primo appello di esame deve essere consegnata la documentazione (file doc. e ppt.) e discussa
  • Chi presenta il caso di studio svolte soltanto la terza parte del test (domande)
  • Il voto del caso fa media aritmetica con quello delle domande
ricevimento
Ricevimento
  • Giovedì ore 16, studio Dipartimento di Economia Aziendale
  • E-mail: andrea.guerrini@univr.it
le aree della gestione nel conto economico scalare
Le “aree” della gestione nel Conto Economico Scalare

Area operativa

Area extra-caratteristica

Area finanziaria

Area straordinaria

Solidità economica:

Se Reddito Lordo  ROGC

i risultati progressivi del conto economico scalare
I risultati progressivi del Conto Economico Scalare

Risultato operativo caratteristico

Risultato operativo globale

Risultato Ordinario

Risultato lordo

a quale tra le quattro aree apparengono i segunti valori economici di una cartiera
A quale tra le quattroareeapparengonoiseguntivalorieconomici di unacartiera?
  • Canone leasing impianto di produzione
  • Costodellacellulosa
  • Noleggio auto agenti di vendita
  • Costo toner per stampadellefatture
  • Costolicenza software amministrazione
  • Costo per indennizzoderivante da una causa legaleavuta 5 anni fa
  • Commissionidovute per la stipula di un mutuo
  • Costoriscaldamentostabilimento
  • Provvigionipagateagliagenti di vendita
  • Costo di manutenzione immobile dato in affitto a terzi
slide14
I risultati particolari della gestione caratteristicaBasati sulla classificazione Costi Interni-Costi Esterni

Costi strutturali e di lavoro dipendente (Struttura tecnica e organizzativa)

Costi Interni

Relativi a fattori produttivi correnti (diversi dal lavoro dipendente)

Costi Esterni

slide15

I risultati particolari della gestione caratteristicaBasati sulla classificazione Costi Interni-Costi Esterni

...a cosa serve?

  • E’ adatto per confronti con aziende concorrenti o con standard di mercato

Costi strutturali e di lavoro dipendente (Struttura tecnica e organizzativa)

Costi Interni

Relativi a fattori produttivi correnti (diversi dal lavoro dipendente)

Costi Esterni

slide16

I risultati particolari della gestione caratteristicaBasati sulla classificazione per destinazione

...a cosa serve?

  • E’ adatto per analisi interne perché necessità di informazioni supplementari rispetto al CE Civilistico
  • I costi sono classificati per destinazione e non per natura
slide18
I risultati particolari della gestione caratteristicaBasati sulla classificazione Costi Fissi-Costi Variabili

...a cosa serve?

  • osservazione di costi operativi aziendali con riferimento a loro diverso grado di elasticità/rigidità
  • analisi della capacità di adattamento al mercato
  • capacità di copertura dei costi di struttura
conto economico marginalistico
Conto Economico Marginalistico

Margine di contribuzione: quota dei ricavi residua rispetto alla copertura dei costi variabili, utilizzata per la copertura dei costi fissi “costanti” e degli altri costi di gestione

l analisi dell efficienza
L’analisidell’efficienza
  • Costomaterieprime/Fatturato (indice di efficienzagloble IEG)
    • Consumo kg materie/kg prodottivenduti (indice di efficienzainterna IEI)
    • Prezzoacquistomaterie/prezzo di venditaprodotti (indice di efficienzaesterna IEE)
caso esemplificativo
Casoesemplificativo

La bakery ha sostenuto 5.600 euro di costi per la farina, a fronte di 58.900 € di fatturato per prodotti da forno. Il consumo di farina è pari a 6.120 kg per 5.750 kg di prodottofinito.

  • Si stiminoiprezzimedi di acquisto e di vendita
  • Si calcoli IEG, IEI, IEE.
esercizio 1
Esercizio 1

La ABC spa ha avuto 1,5 mil. di ricavi ed ha sostenuto i seguenti costi: materie prime 0,5 mil; servizi 0,2; personale 0,1, ammortamenti 0,05.

Gli oneri finanziari ammontano a 40.000 euro, mentre dalla cessione di impianti sono state registrate plusvalenze per 120.000 euro.

  • Costruire il conto economico a valore aggiunto;
  • Costruire gli indici di efficienza per le materie, considerando che i prodotti venduti ammontano a 1,1 milioni di kg, e le materie consumate ammontano a 1,25 milioni di kg
esercizio 2
Esercizio 2

Con riferimento al caso ABC si consideri che:

  • I costi del personale sono per il 40% variabili industriali
  • Per il 20% variabili commerciali
  • Per il 10% fissi industriali
  • Per il 5% fissi commerciali
  • Per il restante 25% sono invece fissi generali
  • I costi per servizi sono invece al 60% variabili industriali
  • Al 20% variabili commerciali
  • Al restante 20% fissi generali

Con tali dati si costruisca il conto economico marginalistico per destinazione, calcolando le percentuali di efficienza

esercizio 3
Esercizio 3

Nell’esercizio T+1 la ABC spa ha avuto 1,8 mil. di ricavi ed ha sostenuto i seguenti costi: materie prime 1 mil; servizi 0,25; personale 0,10, ammortamenti 0,05.

Gli oneri finanziari ammontano a 100.000 euro.

La ripartizione dei costi operativi tra variabili/fissi e industriali/commerciali è la medesima di quella indicata precedentemente

  • Costruire il conto economico marginalistico per destinazione e compararlo con quello di cui al punto 2;
  • Costruire gli indici di efficienza per le materie, considerando che i prodotti venduti ammontano a 1,5 milioni di kg, e le materie consumate ammontano a 2,8 milioni di kg
caso di studio
Caso di studio
  • Riclassificareilseguentecontoeconomico secondo la logica del valoreaggiunto
  • Commentareil trend deivalorieconomico-finanziarinel tempo individuandone le principali cause
  • Determinare IEG, IEI e IEE per ilcosto del personale