L’ACQUA - PowerPoint PPT Presentation

l acqua n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
L’ACQUA PowerPoint Presentation
play fullscreen
1 / 12
L’ACQUA
261 Views
Download Presentation
nitesh
Download Presentation

L’ACQUA

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. L’ACQUA nseriretesto

  2. L’acqua è l’unica sostanza che, sulla Terra è presente contemporaneamente nei 3 stati fisici : solido, liquido e gassoso.

  3. L’acqua ha come formula chimica H2O

  4. Legami delle molecole di Acqua Fra le molecole si stabiliscono delle forze di attrazione di natura elettrica fra l’atomo di ossigeno e l’atomo di idrogeno di un’altra molecola che “tengono insieme”le molecole favorendo l’esistenza dell’acqua allo stato liquido.

  5. PROPRIETA’ dell’ACQUA • VOLUME proprio ma prende la forma del contenitore • Aumenta di volume quando solidifica ma galleggia perché pesa di meno

  6. Non è comprimibile • Ha un PESO e pertanto esercita una PRESSIONE detta IDROSTATICA che si trasmette in tutte le direzioni e aumenta con la profondità e fa sì la superficie dell’acqua rimanga piana e orizzontale

  7. Ha CALORE SPECIFICO elevato ci vuole molto calore perché la sua temperatura aumenti, ma allo stesso tempo l’acqua trattiene il calore a lungo, raffreddandosi lentamente. ( i mari e gli oceani funzionano da termosifoni)

  8. L'acqua è un buonSOLVENTE: riesce a portare in soluzione un'enorme quantità di sostanze, siano esse allo stato liquido, solido o gassoso. Non è però un solvente per le sostanze oleose (olio, petrolio, grassi, ecc..)

  9. I VASI COMUNICANTI Abbiamo visto che l'acqua come tutti i liquidi assume la forma del recipiente che la contiene. Osserviamo che cosa succede versando dell'acqua in un particolare recipiente, formato a sua volta da vari recipienti di forma e dimensioni diverse e tutti fra loro comunicanti. L'acqua raggiunge lo stesso livello in tutti i vari recipienti. Tale principio, detto principio dei vasi comunicanti, viene sfruttato per travasare i liquidi con i sifoni.

  10. CAPILLARITA’ • Osserviamo adesso lo stesso fenomeno in vasi comunicanti un pò particolari, formati, da tubi via via sempre più stretti; l'ultimo tubicino il più sottile, viene chiamato capillare. Che cosa succede versando dell'acqua nella vaschetta? Invece di raggiungere lo stesso livello in tutti i tubicini, l'acqua raggiunge livelli più alti via via che i tubi diventano più stretti; nel capillare infatti il livello è decisamente più alto. Questo fenomeno si verifica perchè l'acqua possiede una particolare forza, detta forza di adesione, che la fa aderire alle pareti del recipiente con cui viene a contatto; la superficie di contatto è più grande rispetto alla quantità d'acqua, proprio nel capillare in cui l'acqua si "arrampica" raggiungendo il livello più alto.

  11. TENSIONE SUPERFICIALE • Oltre alla forza di adesione, l'acqua possiede anche una forza di coesione: se si lascia cadere una goccia d'acqua su una superficie liscia, non assorbente, essa forma una piccola massa rotonda di aspetto compatto. Grazie alla forza di coesione, sulla superficie dell'acqua si forma una specie di sottile pelle elastica tesa: questo fenomeno è detto tensione superficiale. Molti insetti possono camminare su una massa d'acqua senza sprofondare attraverso la superficie.