il clima dell europa n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
IL CLIMA DELL’EUROPA PowerPoint Presentation
Download Presentation
IL CLIMA DELL’EUROPA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 33

IL CLIMA DELL’EUROPA - PowerPoint PPT Presentation


  • 930 Views
  • Uploaded on

IL CLIMA DELL’EUROPA. . Fattori che influenzano il clima europeo. LATITUDINE VICINANZA AL MARE (MARITTIMITA’) CORRENTI MARINE DISPOSIZIONE DELLE CATENE MONTUOSE. LATITUDINE. E’ LA DISTANZA DI UN PUNTO DALL’EQUATORE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

IL CLIMA DELL’EUROPA


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
    Presentation Transcript
    1. IL CLIMA DELL’EUROPA .

    2. Fattori che influenzano il clima europeo • LATITUDINE • VICINANZA AL MARE (MARITTIMITA’) • CORRENTI MARINE • DISPOSIZIONE DELLE CATENE MONTUOSE

    3. LATITUDINE • E’ LA DISTANZA DI UN PUNTO DALL’EQUATORE. • L’Europa è compresa tra 35° e 71° N di latitudine, quindi nella zona temperata boreale (clima né troppo caldo né troppo freddo).

    4. MARITTIMITA’ (VICINANZA AL MARE) La maggior parte dei territori europei non sono lontani dal Mar Mediterraneo o dall’Oceano Atlantico. Fanno eccezione le zone dell’Europa centro-orientale e quelle dell’Europa artica, condizionate dalla latitudine elevata.

    5. CORRENTI MARINE • La corrente del golfo nasce nel golfo del Messico dove grandi masse di acqua vengono surriscaldate dall'azione dei raggi solari. Queste tendono a risalire verso nord ma vengono deviate dalla rotazione terrestre. • I paesi europei che si affacciano sull‘Oceano Atlantico, Portogallo, Spagna, Francia, Islanda, Irlanda e Gran Bretagna sono mitigati da questa corrente; la sua influenza si estende fino alla Scandinavia e oltre.

    6. La corrente del Golfo

    7. DISPOSIZIONE DELLE CATENE MONTUOSE • Le Alpi, i Pirenei e altre catene montuose europee formano uno sbarramento per i venti freddi provenienti da nord e per quelli caldi provenienti da sud. Ecco perché l’Europa del nord è più fredda e quella del sud è più calda. • Non ci sono catene montuose importanti ad ostacolare i venti umidi provenienti dall’Oceano Atlantico (da ovest). Ecco perché le piogge arrivano fino al centro del continente.

    8. Catene montuose

    9. Elementi climatici che influenzano il clima europeo • VENTI ATLANTICI CARICHI DI UMIDITA’ • POSIZIONE DEGLI ANTICICLONI delle Azzorre e russo-siberiano

    10. I VENTI ATLANTICI • Dall’Oceano Atlantico soffiano tutto l’anno venti freschi carichi di umidità che portano piogge su gran parte delle coste. Tali piogge diminuiscono procedendo verso est. • La mancanza di rilievi montuosi importanti favorisce le precipitazioni.

    11. ANTICICLONI • DELLE AZZORRE IN ESTATE • RUSSO-SIBERIANO IN INVERNO

    12. In estate anticiclone delle Azzorre Domina l’area del Mediterraneo portando tempo caldo, secco e stabile. Allontana le precipitazioni verso le coste dell’Europa settentrionale e verso le regioni più interne del continente (ad est).

    13. In inverno anticiclone russo –siberiano Domina l’Europa nord-orientale allargandosi fino all’Europa centrale e Italia settentrionale. Porta aria fredda e secca. Allontana le precipitazioni verso le coste dell’Europa settentrionale e meridionale.

    14. REGIONI CLIMATICHE EUROPEE Dal punto di vista del clima, in Europa si possono distinguere 5 grandi regioni climatiche che si differenziano a seconda di come i diversi fattori cambiano e/o si combinano tra loro. • REGIONE DEL CLIMA SUBARTICO • REGIONE DEL CLIMA ATLANTICO • REGIONE DEL CLIMA CONTINENTALE • REGIONE DEL CLIMA MEDITERRANEO • REGIONE DEL CLIMA ALPINO

    15. Le regioni climatiche europee

    16. AMBIENTI NATURALI O BIOMI AD OGNI REGIONE CLIMATICA CORRISPONDE UN DETERMINATO BIOMA O AMBIENTE NATURALE, CARATTERIZZATO DA VEGETAZIONE E SPECIE ANIMALI SPECIFICHE. I biomi sono stati modificati nel tempo dalla presenza/intervento dell’uomo.

    17. CLIMA SUBARTICO Zone più a nord del continente, vicine al circolo polare artico: Islanda, coste settentrionali della Penisola Scandinava e della Russia. Basse temperature, inverni lunghi ed estati brevi e fresche. Neve e ghiaccio ricoprono il suolo per buona parte dell’anno. In estate il terreno rimane ghiacciato negli strati inferiori (permafrost). Precipitazioni scarse, prevalentemente nevose.

    18. TUNDRA L’ambiente caratteristico della regione subartica è la TUNDRA (= pianura senza alberi, in lappone). Il suolo ghiacciato per molti mesi impedisce la crescita di piante ad alto fusto; crescono solo pochi arbusti, erbe, muschi e licheni. Specie animali: piccoli mammiferi come i lemming e le volpi artiche. In estate giungono anche renne, buoi muschiati e volpi bianche. Numerosi insetti e uccelli come le pernici bianche e le civette delle nevi

    19. CLIMA ATLANTICO Interessa le aree affacciate sull’Oceano Atlantico : Penisola Iberica, Regione Francese, Irlanda e Regno Unito, Norvegia, Danimarca e Svezia meridionale. Temperature miti in inverno (Corrente del Golfo) e fresche in estate; bassa escursione termica e abbondanti precipitazioni. L’abbondante umidità porta alla formazione di nebbie in molti mesi dell’anno.

    20. BRUGHIERA • E’ il paesaggio naturale tipico della regione atlantica, soprattutto dove il suolo non è molto fertile e riescono a crescere solo piante erbacee e arbustive come l’erica, la ginestra e il brugo. • Questo paesaggio è diffuso in Irlanda, Inghilterra, Norvegia e Germania (sotto i 200 m. slm). • Fauna: cervi, pernici bianche, lepri, volpi, scoiattoli .

    21. CLIMA MEDITERRANEO • Interessa tutta l’area del Mediterraneo, dalla Penisola Iberica al Mar Nero. • Clima mite: inverni freschi e piovosi, estati calde e aride. • Precipitazioni irregolari.

    22. FORESTA E MACCHIA MEDITERRANEA • Foresta mediterranea: oggi quasi del tutto scomparsa, era costituita da pini, querce da sughero e lecci. Oggi l’uomo vi ha inserito olivi, viti e piante da frutto. • Macchia mediterranea: arbusti, piccoli alberi e cespugli come il corbezzolo, il mirto e la ginestra. Fino ad un secolo fa era molto estesa; oggi ridotta e degradata da intervento dell’uomo. • Fauna: lupi, cinghiali, mufloni, volpi, lepri, caprioli, istrici, daini, rettili e uccelli.

    23. CLIMA ALPINO • Interessa le regioni con maggior altitudine (oltre i 2.000 – 2.500 metri slm). • I caratteri del clima sono simili a quelli delle regioni subartiche, con inverni freddi e nevosi ed estati brevi e fresche. • Viene chiamato alpino perché è tipico della regione delle Alpi.

    24. CLIMA CONTINENTALE E’ caratterizzato dalla lontananza dal mare (e quindi dalla sua influenza mitigatrice). Per questo si hanno inverni freddi ed estati calde, con elevata escursione termica. Si distinguono ulteriori 4 aree: • CONTINENTALE FREDDO • CONTINENTALE TEMPERATO • CONTINENTALE ARIDO • SUBCONTINENTALE

    25. CONTINENTALE FREDDO • Comprende le zone più fredde intorno al Mar Baltico e il Bassopiano Sarmatico. • Inverni molto rigidi ed estati fresche. • Precipitazioni invernali nevose che ricoprono il terreno per molto tempo.

    26. TAIGA E’ la grande foresta di conifere (detta anche foresta boreale) che si estende dalla Scandinavia agli Urali e oltre. Abeti, pini e larici, alberi cioè che si adattano al clima rigido. Nelle zone più a sud si trovano anche latifoglie (betulle, pioppi e frassini). E’ il regno di molti mammiferi che durante la stagione estiva si spostano anche verso la tundra (alci, lupi, linci, orsi, ermellini, castori, renne, buoi muschiati …)

    27. CLIMA CONTINENTALE TEMPERATO • E’ il clima della regione centro-orientale, dalla Germania alla Polonia, della Pianura Padana e delle zone interne dei Balcani. • Temperature miti e precipitazioni abbondanti diffuse nell’arco dell’anno.

    28. FORESTA TEMPERATA Anticamente gran parte dell’Europa continentale era coperta da foreste di alberi che perdevano le foglie in autunno e le rimettevano in primavera (caducifoglie come faggi, querce, frassini, aceri, pioppi, tigli, betulle …). Questa fitta foresta aveva anche un ricco sottobosco fatto di arbusti, erbe e muschi. La fauna era costituita da numerose specie di mammiferi come marmotte, tassi, scoiattoli, linci, lupi, cervi, orsi, caprioli, bisonti, buoi e cavalli selvatici. Oggi questa foresta è quasi del tutto scomparsa a causa dell’intervento dell’uomo.

    29. PRATERIA • Vasta pianura costituita da piante erbacee (graminacee e leguminose) con radi arbusti, tipica delle zone temperate continentali con piogge scarse. • E’ il bioma che si alternava alla foresta temperata. • Fauna: lupi, volpi, lepri, piccoli roditori e uccelli rapaci.

    30. CLIMA CONTINENTALE ARIDO • Interessa l’area meridionale dell’Europa, fra il Mar Nero e il Mar Caspio. • Qui gli inverni sono freddi e le estati calde (da -10° a 30°). • La piovosità è bassa quindi alcune zone sono quasi desertiche.

    31. STEPPA • Nelle zone con clima continentale arido le praterie si trasformano in steppe, distese pianeggianti con erbe rade e secche per la scarsità di piogge. • L’antica steppa europea è stata modificata dall’uomo.

    32. Ricapitolando Regioni climatiche Biomi Tundra Taiga Prateria ForestaTemperata Steppa Brughiera Foresta/Macchia Med. Tundra • Clima subartico • Clima continentale • Freddo • Subcontinentale • Temperato • Arido • Clima atlantico • Clima Mediterraneo • Clima Alpino

    33. Per Filippo