slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Università di Padova Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche Clinica Chirurgica 2 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Università di Padova Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche Clinica Chirurgica 2

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 50

Università di Padova Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche Clinica Chirurgica 2 - PowerPoint PPT Presentation


  • 391 Views
  • Uploaded on

Università di Padova Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche Clinica Chirurgica 2. Direttore: Prof. Donato Nitti. LE OPZIONI CHIRURGICHE NEL CARCINOMA GASTRICO AVANZATO. Donato Nitti. CARCINOMA GASTRICO Sopravvivenza a 5 anni in base allo stadio.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Università di Padova Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche Clinica Chirurgica 2' - lotus


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Università di Padova

Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche

Clinica Chirurgica 2

Direttore: Prof. Donato Nitti

LE OPZIONI CHIRURGICHE NEL CARCINOMA GASTRICO AVANZATO

Donato Nitti

carcinoma gastrico avanzato distribuzione in base allo stadio
CARCINOMA GASTRICO AVANZATODistribuzione in base allo stadio

(1)

(2)

(3)

(1) Maruyama et al.: Gastric Cancer 2006; (2) Marchet et al Ann Surg 2007 (3) Karpeh et al.: Ann Surg 2000

carcinoma gastrico avanzato distribuzione dei t
CARCINOMA GASTRICO AVANZATODistribuzione dei (T%)

(1)

(2)

(3)

1 Maruyama et al.: Gastric Cancer 2006

2 Marchet et al.: Ann Surg 2007

3 Karpeh et al.: Ann Surg 2000

slide7

CARCINOMA GASTRICO

Gastrectomia totale allargata

Martin et al, Ann Surg 2002

slide9

CARCINOMA GASTRICO AVANZATOStadiazione laparoscopica: distribuzione M1

Metastasi peritoneali

adiacenti allo stomaco

Metastasi diffuse in più sedi

Metastasi epatiche

Poche metastasi peritoneali a distanza

Numerose metastasi peritoneali a distanza

Sarela AJ et al.: Ann Surg. 2006

carcinoma gastrico avanzato miglioramento della sopravvivenza dopo resezione palliativa
SI

Meijer et al 1983

Bozzetti et al 1987

Haugstvedt et al 1989

Monson et al 1991

Kikuchi et al 1998

Bonenkamp et al 2001

Kunisaki et al 2003

NO

Re Mine 1979

Isosaki et al 1993

Ouchi et al 1998

CARCINOMA GASTRICO AVANZATOMiglioramento della sopravvivenza dopo resezione palliativa
palliative operations for incurable gastric cancer
PALLIATIVE OPERATIONS FOR INCURABLE GASTRIC CANCER
  • The results of palliative partial gastrectomy for patients having obstructive symptoms preoperatively were only slightly better than those following gastroenterostomy.
  • Total gastrectomy is not a satisfactory palliative operation.
  • Palliative esophagogastrectomy gave results similar to, or possibly better than, palliative resection for distal lesions.

William H. ReMine, M.D. World J. Surg. 1979

carcinoma gastrico avanzato segni di incurabilit
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSegni di incurabilità

T non resecabile (T+)

Linfonodi a distanza (N+)

Metastasi peritoneali (P+)

Metastasi epatiche (H+)

Hartgrink H. et al.: Brit J Surg 2002

slide15
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOComplicanze, mortalità p.o. e degenza dopo trattamento palliativo (resezione vs non resezione)

Hartgrink H. et al.: Brit J Surg 2002

p<0.001

carcinoma gastrico avanzato sopravvivenza dopo trattamento palliativo resezione vs non resezione
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza dopo trattamento palliativo (resezione vs non resezione)

Hartgrink H. et al.: Brit J Surg 2002

carcinoma gastrico avanzato sopravvivenza dopo trattamento palliativo resezione vs non resezione17
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza dopo trattamento palliativo (resezione vs non resezione)

Hartgrink H. et al.: Brit J Surg 2002

carcinoma gastrico avanzato definizione di cure palliative
CARCINOMA GASTRICO AVANZATODefinizione di: CURE PALLIATIVE

Cura dei pazienti con patologie che non hanno risposto ad un trattamento curativo, con l’obiettivo di controllare il dolore e gli altri sintomi, ponendo attenzione alle problematiche psicologiche e sociali che circondano il paziente stesso. Il risultato delle cure palliative è il raggiungimento della migliore qualità di vita per i pazienti e per i loro familiari

World Health Organization 1990

carcinoma gastrico avanzato indicazioni alla resezione palliativa
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOIndicazioni alla resezione palliativa

EMORRAGIA

OSTRUZIONE

PERFORAZIONE

DOLORE

Miner TJ et al :J Am Coll Surg 2004

slide22

CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza dopo resezioni non curative

Miner TJ et al :J Am Coll Surg 2004

slide23

CARCINOMA GASTRICO AVANZATO

Controllo dei sintomi e QdV dopo resezione palliativa

Miner TJ et al :Ann Surg, 2004

slide24
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza di pazienti con M1 trattati solo con chemioterapia sistemica

Sarela AJ et al.: Ann Surg. 2006

slide25
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOInterventi palliativi in pazienti con M1 trattati con sola chemioterapia

Sarela AJ et al.: Ann Surg. 2006

fattori da considerare per una chirurgia palliativa
Fattori da considerare per una chirurgia palliativa
  • Performance status del paziente;
  • Estensione e prognosi della neoplasia;
  • Storia naturale del tumore primitivo e sintomi correlati;
  • Effetto potenzialmente curativo dell'intervento;
  • Durata dell'efficacia sui sintomi dell'intervento;
  • Spettanza e qualità di vita del paziente.

Miner TJ et al :J Am Coll Surg 2004

carcinoma gastrico avanzato et e sede in 602 pazienti clinica chirurgica ii padova 1980 2005
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOEtà e sede in 602 pazientiClinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

III sup

126 (21%)

Multicentrico

16 (2%)

III medio

136 (44%)

III inf

304 (50%)

Distribuzione dei casi per sede

carcinoma gastrico clinica chirurgica ii padova 1980 2005
CARCINOMA GASTRICO Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

602 pazienti operati

414 interventi radicali

188 interventi non curativi

112 resezioni

76 non resezioni

carcinoma gastrico pazienti sottoposti a resezione r0 clinica chirurgica ii padova 1980 2005
CARCINOMA GASTRICOPazienti sottoposti a resezione R0Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

414 interventi radicali

-14 decessi postoperatori

-27 sede moncone e/o lfn non valutabili

373 pazienti sottoposti a resezione R0

carcinoma gastrico interventi radicali
CARCINOMA GASTRICOInterventi radicali

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico gastrectomia totale allargata organi resecati
CARCINOMA GASTRICOGastrectomia totale allargata: organi resecati

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

slide32

CARCINOMA DELLO STOMACOSopravvivenza dopo gastrectomia totale vs gastrectomia totale allargata

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma dello stomaco sopravvivenza in base al tipo di resezione
CARCINOMA DELLO STOMACOSopravvivenza in base al tipo di resezione

Gastr. Tot p=0.4320

Gastr. Allargata p=0.8540

Gastroresezione p=0.0001

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

slide34

CARCINOMA GASTRICO Analisi multivariata

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato interventi non curativi
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOInterventi non curativi

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

slide36

CARCINOMA GASTRICO AVANZATO

Interventi non curativi

Distribuzione in base alla sede

Moncone 9

III SUP

54

Multicentrico 6

III MED

52

III INF

67

Distribuzione dei casi per sede

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato
CARCINOMA GASTRICO AVANZATO

Inteventi non curativi

(188 pz)

RESEZIONI

n=112 (60%)

NON RESEZIONI

n = 76 (40%)

R2

n=92 (82%)

R1

n=20 (18%)

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato resezione non curativa r2 e sede delle metastasi
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOResezione non curativa (R2) e sede delle metastasi

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato mortalit morbidit degenza p o resezioni vs non resezioni
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOMortalità -Morbidità -Degenza p.o. Resezioni vs non Resezioni

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato sopravvivenza resezioni vs non resezioni
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza:Resezioni vs non Resezioni

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

carcinoma gastrico avanzato sopravvivenza dopo chirurgia r2 in base alla sede delle metastasi
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza dopo chirurgia R2 in base alla sede delle metastasi

Clinica Chirurgica II Padova, 1980-2005

slide43

CARCINOMA GASTRICO AVANZATOSopravvivenza in base alla presenza di citologia positiva nel liquido peritoneale

P <0,001

Rosemberg R. et al, BJS, 2006

carcinosi peritoneale chemioterapia ipertermica intraperitoneale intraoperatoria hiic
CARCINOSI PERITONEALEChemioterapia ipertermica intraperitonealeintraoperatoria (HIIC)

Chirurgia

citoriduttiva

HIIC

slide47

CARCINOSI PERITONEALEHIIC

Clinica Chirurgica II, PD 1996-2005

carcinomi gastro intestinali hiic
CARCINOMI GASTRO-INTESTINALIHIIC
  • Farmaci: MMC (3.3 mg/m2/l)

CDDP (25 mg/m2/l)

  • Durata: 60 min
  • Temperat: Peritoneo: 41.1°C (40.3-42.4)

Perfusato: 41.9°C (41.4-42.8)

Clinica Chirurgica II, PD 1996-2005

c arcinoma gastrico avanzato hiic nel cancro gastrico
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOHIIC NEL CANCRO GASTRICO

DOD: 9

AWD: 1

NED: 3

OS

LPFS

Clinica Chirurgica II, PD 1996-2005

carcinoma gastrico avanzato trattamento chirurgico palliativo conclusioni
CARCINOMA GASTRICO AVANZATOTrattamento chirurgico palliativoConclusioni
  • Le indicazioni vanno poste in base alle caratteristiche del paziente , dei sintomi e della neoplasia;
  • L'obiettivo principale deve essere il miglioramento della qualità di vita del paziente;
  • Le complicanze post-operatorie non sono trascurabili;
  • Approcci integrati potrebbero migliorarne i risultati;
  • Necessità di studi prospettici.