Download
allegato p o f n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
ALLEGATO P.O.F. PowerPoint Presentation
Download Presentation
ALLEGATO P.O.F.

ALLEGATO P.O.F.

94 Views Download Presentation
Download Presentation

ALLEGATO P.O.F.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. ALLEGATO P.O.F. AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA Scuola dell’ Infanzia - Scuola Primaria - Secondaria di 1°grado

  2. OBIETTIVI · Favorire la conoscenza del contesto scolastico e mettere in grado gli alunni e le loro famiglie di conoscere ed apprezzare le regole e la specificità dei ruoli educativi · Creare un clima positivo ed un ambiente educativo che permettano al bambino di raggiungere un equilibrio tra sé ed il contesto ambientale che lo circonda, per conquistare autonomia, competenza e maturare la propria identità · Maturare atteggiamenti di comprensione condivisione, aiuto reciproco, cooperazione e rispetto delle diverse Etnie RISORSE INTERNE _ Docenti Scuola secondaria di 1° _ Docenti Scuola Primaria. _ Docenti Scuola Infanzia _ Personale ATA RISORSE ESTERNE _ Enti locali _Eventuali esperti • ORGANIZZAZIONE ALUNNI • Gruppi classe/sezione • Gruppi omogenei/eterogenei per sezione intersezione • Gruppi omogenei/eterogenei per classe • ORGANIZZAZIONE ORARIA • Utilizzo delle ore di contemporaneità • Orario curricolare PROGETTO ACCOGLIENZA Referenti: Destinatari Alunni della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di 1° grado- Famiglie TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Da Settembre a Gennaio, con particolare rilevanza nei momenti di visita delle scuole. Intero anno scolastico in rapporto ad eventuali nuovi ingressi ATTIVITA’ _ Incontri fra insegnanti dei diversi ordini _ Incontri insegnanti classi - genitori _ Predisposizione degli spazi idonei all’accoglienza _ Festa dell’Accoglienza _ Conoscenza funzionale e consapevole degli ambienti scolastici _ Giochi organizzati per piccoli gruppi _ Percorsi didattici individualizzati per favorire l’integrazione nel contesto classe-Scuola _ Utilizzo di canali comunicativi non verbali per favorire l’integrazione: drammatizzazioni, giochi mimati, canti, ecc _ Attività manipolative e grafico – pittorico in piccoli gruppi per la socializzazione _ Organizzazione giochi liberi e guidati _ Racconti e letture dell’insegnante _ Attività creative in gruppi misti _ Tutoraggio degli alunni “anziani” nei confronti dei neo-inseriti _ Gruppi di ascolto per favorire il dialogo e la comunicazione affettiva _ Assemblee esplicative per le famiglie degli alunni in ingresso • INDICATORI PER LA VERIFICA • VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • Conosce l’ambiente scolastico. • Conosce e rispetta l’organizzazione oraria di una giornata di scuola. • Accetta gli altri e collabora con alunni di età diverse. • Ha conquistato l’autonomia • E’ capace di comunicare all’interno del gruppo • E’ capace di lavorare nel gruppo PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA · Gioco festa dell’accoglienza · Cartelloni murali · Canti mimati · Drammatizzazioni spontanee ed interattive · Rappresentazioni grafico-pittoriche · Produzione di storie, filastrocche, inventate dai bambini, canti corali

  3. OBIETTIVI • Prevenzione del disagio nel passaggio ad un ordine di scuola superiore • Conoscere il nuovo ambiente scolastico e la sua organizzazione • Favorire l’integrazione degli alunni in ciascun ordine di Scuola • Realizzare il raccordo programmatico tra i tre ordini di scuola • Favorire la continuità del percorso formativo, utilizzando attività e linguaggi diversificati • Coordinare gli interventi didattici e metodologici • Rafforzare la fiducia, l’autostima e la disponibilità alla cooperazione • RISORSE INTERNE • Docenti Scuola dell’infanzia • Docenti Scuola Primaria • Secondaria di 1° grado • RISORSE ESTERNE • Docenti di altre scuole • ORGANIZZAZIONE ALUNNI • Gruppo classe/sezione • Gruppi eterogenei per età • ORGANIZZAZIONE ORARIA • Utilizzo delle ore di contemporaneità • Orario curricolare • ATTIVITA’ • Incontri tra gli insegnanti dei vari ordini di Scuola per: • Scambio di informazioni sugli alunni • Confronto sui criteri di valutazione • per il raccordo programmatico • metodologico - didattico • Incontri per facilitare la conoscenza tra alunni dei diversi ordini di scuola • Conoscenza delle offerte formative della scuola secondaria di 1° grado per una scelta consapevole • Svolgimento di attività in comune tra gli alunni dei tre ordini di scuola • Attivazione di laboratori espressivi • Incontro con i bambini della Scuola dell’Infanzia privata • Visita e conoscenza dell’edificio della Scuola Primaria • Visita e conoscenza dell’edificio della Scuola Secondaria di 1° grado • Giochi cooperativi PROGETTO CONTINUITA’ Referenti: Destinatari Bambini di cinque anni ed alunni di quinta TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • È inserito serenamente nell’ordine scolastico successivo • Partecipa con motivazione alle iniziative proposte • E’ capace di collaborare in gruppi eterogenei per età • E’ capace di gestire con responsabilità rapporti interpersonali con bambini più piccoli, assumendo un ruolo di guida • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA • Mostra dei percorsi didattici (Scuola Secondaria – Scuola Primaria / Scuola dell’infanzia – Scuola Primaria) • Giochi e feste insieme, nel corso dell’anno scolastico Festa della continuità (passaggio delle consegne)

  4. ORGANIZZAZIONE ALUNNI _ Gruppo classe/ _ Piccoli gruppi _ Gruppo omogeneo per età • OBIETTIVI • Conoscere il mondo del lavoro • Conoscere l’organizzazione scolastica • Imparare ad auto valutarsi • Imparare a fare progetti • Imparare a raccogliere informazioni e dati da vari testi, anche giornalistici • Imparare a scegliere • RISORSE INTERNE • -Insegnanti di classe • RISORSE ESTERNE • -Docenti di scuola secondaria di 2°grado • -Sportello“Informagiovani“ del Comune di Castellaneta ORGANIZZAZIONE ORARIA -Orario curricolare - Orario extracurricolare • ATTIVITA’ • Le attività prevedono due momenti integrati tra loro: una prima di analisi di sé e di raccolta dati;una seconda parte strutturata come incontro con i docenti di vari indirizzi della scuola Secondaria di secondo grado. • La prima parte analizza i seguenti settori: • il mondo del lavoro • conoscenza dell’organizzazione scolastica • La seconda parte prevede incontri, organizzati a classi aperte, e programmati a livello di Istituto con le singole scuole Secondarie di secondo grado, che offriranno al ragazzo la possibilità di approfondire meglio le caratteristiche della scuola stessa ponendo domande in merito. • Per la conoscenza del mondo del lavoro, • visite guidate a • Marina Militare • Aeronautica Militare • Comando Prov.le Carabinieri • Dreher Massafra • Divella Rutigliano • Visite a masserie aziende agricole, botteghe artigianali. PROGETTO ORIENTAMENTO REFERENTE: --------------------------------------------- Destinatari:Alunni delle classi terze di scuola Secondaria di 1°grado TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno dimostra: • conoscenza di sé; • conquista della propria identità in rapporto al contesto sociale; • consolidamento di una capacità decisionale che permette di operare scelte • realistiche nell'immediato e nel futuro; MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA · Documentazione delle visite effettuate

  5. OBIETTIVI · Stimolare l’aggregazione, l’accoglienza e l’autostima superando egoismi e valorizzando le differenze. · Costruire occasioni di riflessione e di dialogo sui temi dell’aiuto gratuito, del volontariato e della solidarietà. · Imparare a gestire i conflitti quotidiani costruendo reti di condivisione. · Accettare e rispettare l’altro come fonte di arricchimento personale. · Riflettere sui valori condivisi e mettere in atto comportamenti di autocontrollo, di responsabilità e di solidarietà. · Conoscere culture diverse e rispettare le diversità. · Saper cooperare per promuovere iniziative di solidarietà. ORGANIZZAZIONE ALUNNI · Gruppo classe/sezione · Gruppo omogeneo per età · Gruppo eterogeneo per età · Gruppi di intersezione · Laboratori opzionali ORGANIZZAZIONE ORARIA · Orario curricolare interdisciplinare · Orario opzionale · Orario extrascolastico FLESSIBILITA’ ·Secondo i tempi previsti dalle attività che si realizzano RISORSE INTERNE · Docenti · Non docenti (A.T.A) RISORSE ESTERNE · Famiglie · Consulenti (esperto musicale, teatrale) · Associazioni varie: · Enti locali PROGETTO CONVIVENZA DEMOCRATICA E SOLIDARIETA’ Referenti: ------------------------------------------------- Destinatari Alunni : Scuola Primaria e Secondaria di 1° grado TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico ATTIVITA’ · Lavori e giochi di interazione e confronto nel piccolo e grande gruppo. · Realizzazione di biglietti augurali. · Momenti di Festa: Natale e fine anno scolastico. · Adozioni a distanza. · Gemellaggio con una scuola della Diocesi di Proprià. · Adesione al micro-progetto Zambia · Corrispondenza con i bambini adottati · Adesione a concorsi a tema e a campagne di solidarietà · Lettura di brani – poesie – immagini; ricerche per conoscere usi e costumi di civiltà diverse · Lettura, analisi e commento della Dichiarazione dei Diritti del fanciullo · Conversazioni guidate e simulazioni di situazioni conflittuali · Adesione a progetto Legalità · Percorso “Giorno della memoria” · Conversazioni e riflessioni sulla tematica della Pace, lettura di biografie di “personaggi” che si siano adoperati per la Pace · Adesione al Progetto Unicef “Adottiamo una pigotta” · Adesione al Progetto Unicef “La città dei bambini” ·Visione guidata di film o spettacoli teatrali aventi per tema la Pace, l’interculturalità e la solidarietà • INDICATORI PER LA VERIFICA • VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno dimostra • Di aver interiorizzato le regole • Di avere comportamenti coerenti • Di accettare “l’altro” • Di rapportarsi positivamente con compagni ed adulti. • Di essere solidale, rispettoso delle diversità, collaborativo • Di avere capacità critiche • Di applicare i valori acquisiti in situazioni nuove • Di rispondere in modo concreto alle iniziative di solidarietà e di sensibilizzazione • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA • Organizzazione di attività finalizzate alla vendita delle Pigotte • Corrispondenza epistolare con i bambini adottati • Consiglio Comunale allargato ai ragazzi • Drammatizzazione e canti corali • Festa di Natale • Partecipazione attiva ad iniziative umanitarie

  6. RISORSE INTERNE • Docenti • Personale ATA • RISORSE ESTERNE • Consulenze di • -ASL • -Guardia Forestale • -Lega Ambiente • -Provincia • -Regione • -Comune • -LIPU • -Parco delle Gravine • ORGANIZZAZIONE ALUNNI • Gruppo classe/sezione • Gruppi d’intersezione • Gruppi omogenei per età • Gruppi eterogenei per età • Gruppi opzionali • OBIETTIVI • Conoscere, salvaguardare l’ambiente • Rafforzare il senso di appartenenza • Acquisire un metodo di indagine • Sensibilizzare alunni e genitori sulle tematiche ambientali • Acquisire comportamenti consapevoli a salvaguardia dell’ambiente e improntati al rispetto delle norme ecologiche • Prendere coscienza dello stretto rapporto uomo-natura • ORGANIZZAZIONE ORARIA • Orario curricolare • Laboratori opzionali • ATTIVITA’ • Uscite sul territorio per l’osservazione dell’ambiente • Osservazione dei cambiamenti stagionali • Ricerca, attraverso l’osservazione, delle caratteristiche dei quattro elementi: aria, acqua, terra, fuoco • Attività di sperimentazioni laboratoriali • Raccolta, analisi dei dati e rappresentazioni grafico pittoriche, istogrammi, ecc. • Conversazioni guidate (tematiche di attualità) • Rilevazione di comportamenti ecocompatibili • Coltivazioni di orti, giardini ecologici • Raccolta differenziata • Incontri con esperti • Esperienze presso aziende agricole PROGETTO AMBIENTE Referenti: Destinatari Alunni dei tre ordini di scuola TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO: Intero anno scolastico • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • Ha coscienza delle regole che sono alla base di un corretto rapporto uomo-ambiente • Assume comportamenti positivi, costruttivi e responsabili. • Sa formulare e verificare ipotesi • Sa risolvere situazioni problematiche • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI • Mostra dei percorsi didattici • Festa di fine anno • Orto biologico

  7. ORGANIZZAZIONE ALUNNI • Classe intera • -Gruppi omogenei • -Gruppi eterogenei • Laboratori opzionali • RISORSE INTERNE • Docenti di sezione/classe • RISORSE ESTERNE • Esperti ambientali, di storia locale e delle tradizioni popolari. • Associazioni e agenzie culturali . • ORGANIZZAZIONE ORARIA • Orario curriculare • Orario opzionale • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • E’ capace di osservare con capacità critica e analitica. • Assume un atteggiamento responsabile e propositivo nei confronti delle bellezze naturali ed artistiche del territorio. • È capace di utilizzare tecniche espressive diverse. PROGETTO CULTURA DEL TERRITORIO REFERENTI ------------------------------------ DESTINATARI Alunni dei tre ordini di scuola TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO: intero anno scolastico • ATTIVITA’ • Uscite sul territorio per l’osservazione dell’ambiente naturale e urbano • Visite a masserie aziende agricole, botteghe artigianali. • Incontri con esperti ambientali , • di tradizioni popolari e di storia locale • Incontri con scrittori ed artisti castellanetani. • Incontri con i nonni, per conoscere le tradizioni popolari: • etnografiche(Battesimo,Comunione, Matrimonio,giochi popolari,ecc. • religiose(Riti della Settimana Santa e altri culti religiosi),musicali (danze e canti popolari,le Bande musicali)linguistiche( il dialetto,proverbi e detti. Letteratura popolare) • attività grafico pittorica, fotografie e filmati per la riproduzione del patrimonio artistico e naturale, • MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA • Mostra di fine anno delle varie produzioni • FINALITA’ • Stimolare negli alunni il desiderio di scoprire e conoscere la realtà che li circonda. • Conoscere il patrimonio ambientale. • Promuovere la formazione di una coscienza di identità culturale, • Assumere un atteggiamento responsabile e propositivo nei confronti delle bellezze naturali ed artistiche del territorio. • Essere consapevoli che la cultura del proprio territorio è parte integrante e non minore di un processo culturale interconnesso. • Promuovere l’apprendimento di metodologie di ricerca.

  8. OBIETTIVI • Promuovere il gusto alla lettura e l’avvicinamento piacevole al libro • Sviluppare la capacità di ascolto • Acquisire o potenziare la capacità narrativa • Promuovere l’espressività • Potenziare la padronanza linguistica • Favorire l’uso di linguaggi diversi • Comprendere, confrontare e rielaborare testi • Utilizzare le informazioni del testo per arricchire il proprio mondo di esperienze e conoscenze • Affinare la sensibilità estetica e il senso critico. • Sviluppare il pensiero creativo e divergente • RISORSE INTERNE • Docenti • Biblioteca di Istituto • Aula multimediale • RISORSE ESTERNE • Famiglie • Consulenti :per costruzione di libri creativi • Biblioteca Comunale • Autore/illustratore • ORGANIZZAZIONE ALUNNI • Gruppo classe/sezione • Gruppo intersezione • Gruppo opzionale e/o di laboratorio • Gruppo eterogeneo per età • Laboratori opzionali • ORGANIZZAZIONE ORARIA • Orario curricolare • Orario opzionale • FLESSIBILITA’ • Utilizzo-della contemporaneità PROGETTO LETTURA Referenti: Destinatari Alunni dei tre ordini di scuola TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico (sviluppo pluriennale) • INDICATORI PER LA VERIFICA / VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno. • E’ capace di vivere serenamente l’esperienza scolastica • Dimostra gioia e tensione nell’ascolto • Usa spontaneamente la biblioteca scolastica e quella comunale • Comprende in modo globale ed analitico i messaggi • E’ capace di riutilizzare le conoscenze acquisite in contesti linguistici diversi.’ capace di trasferire in modo creativo le procedure espressive acquisite • E’ capace di esprimersi attraverso linguaggi comunicativi diversi • E’ capace di cooperare per la costruzione di un testo comune. • ATTIVITA’ • Consultazione spontanea di libri • Frequentazione angolo lettura • Anticipazione del significato del testo scritto • Lettura di immagini e verbalizzazione • Lettura di brani, poesie e libri da parte degli insegnanti e degli alunni • Lettura del quotidiano • Giochi di ruolo e di simulazione • Lettura animata • Piani di lettura: comprensione, analisi, interazione, rielaborazione,manipolazione • Rappresentazione grafico pittorica di: personaggi, luoghi, percorsi • Produzione scritta di vari generi letterari • Fruizione della biblioteca scolastica di classe, di sezione, di Istituto • Visita alla biblioteca comunale • Costruzione di libri utilizzando varie tecniche e strumenti • Creazione di semplici storie interattive • Costruzione di un ipertesto • Incontro con l’autore • Costruzione di una biblioteca e classificazione dei testi. • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI • Produzione di libri, di raccolte di storie, fiabe e poesie • Produzioni grafico – pittoriche • Drammatizzazioni, canti e coreografie • Partecipazione ad eventuali progetti proposti dall’Ente Comunale, Provinciale, dalla Biblioteca Comunale ecc • Mostra dei percorsi didattici

  9. OBIETTIVI Promuovere: - il pieno sviluppo dell’individuo in armonia con se stesso, con gli altri e con il proprio ambiente; - la conoscenza del proprio corpo come espressione, relazione, comunicazione, operatività - esperienze che possano accrescere l’autonomia, e la responsabilità. RISORSE INTERNE _ Docenti _ Personale non docente RISORSE ESTERNE _ Personale ASL (nutrizionista, ginecologa, psicologo…) ORGANIZZAZIONE ALUNNI _ Gruppo classe/sezione _ Gruppi di plesso _ Gruppi eterogenei per età _ Gruppi omogenei per età ORGANIZZAZIONE ORARIA _ Orario curricolare _ Orario extracurricolare _ Laboratori opzionali ATTIVITA’ Educazione alimentare: _ Riconoscere attraverso i sensi le caratteristiche di alcuni cibi _ Ricerca e documentazione _ Confronti, discussioni sulle diverse abitudini alimentari _ Scoperta di abitudini alimentari corrette _ Incontri con la nutrizionista ASL per una corretta alimentazione (visione di diapositive e/o videocassette) _ Percorsi didattici dedicati a: Consumi e alimentazione, Consumi e ambiente, Consumi e comunicazione, consumi e modalità Educazione sessuale: _ Interventi degli operatori consultoriali nelle classi della secondaria. _ Incontri con la Psicologa e la ginecologa ASL, diretti con priorità agli alunni delle classi terze. Prevenzione del tabagismo: _ Attività con i docenti e supporto di operatori ASL nelle classi della secondaria. PROGETTO EDUCAZIONE ALLA SALUTE Referenti: Destinatari · Alunni di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° · Alunni della scuola secondaria di 1° TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico; in periodi intensivi in concomitanza con gli interventi di esperti esterni INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno: _ Ha coscienza delle regole che sono alla base di una corretta alimentazione _ Ha un corretto comportamento alimentare _ Sta bene con se stesso e con gli altri _ Ha coscienza delle regole che sono alla base di un corretto rapporto consumo ambiente _ Assume comportamenti positivi, costruttivi e responsabili. • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA • Documentazione dei percorsi didattici con cartelloni • · Partecipazione ad eventi proposti dall’Ente Comunale, Provinciale,..ecc

  10. OBIETTIVI Promuovere: - il pieno sviluppo dell’individuo in armonia con se stesso, con gli altri e con il proprio ambiente; - la cultura della sicurezza e della prevenzione e l’uso di comportamenti corretti in rapporto ai rischi che può presentare l’ambiente (interno/esterno); - la conoscenza del proprio corpo come espressione, relazione, comunicazione, operatività - esperienze che possano accrescere l’autonomia, e la responsabilità. RISORSE INTERNE Docenti Scuola Primaria e Infanzia Personale non docente RISORSE ESTERNE Volontari della Protezione Civile ORGANIZZAZIONE ALUNNI Gruppo classe/sezione ORGANIZZAZIONE ORARIA _ Orario curricolare _ Orario extracurricolare _ Laboratori opzionali • ATTIVITA’ • Educazione stradale: • Rappresentazione grafica delle esperienze • riflessione sui comportamenti corretti e scorretti del pedone, del ciclista e del passeggero • giochi di simulazione • Educazione alla sicurezza in ambienti interni ed esterni alla scuola: • Rilevare fonti di pericolo a scuola (spigoli, termosifoni ecc) o comportamenti che possono causare incidenti (correre, fermarsi dietro la porta ecc) • Individuare fonti di pericolo quali fuoco, elettricità, sostanze nocive • Incontro con esperti della Protezione civile • Esplorazione dell’ambiente per osservare e conoscere comportamenti e forme di comunicazione (segnali acustici, visivi e simbolici) in relazione a sicurezza e prevenzione. • Riflessione sui comportamenti corretti e scorretti in determinate situazioni • Analisi di situazioni vissute e/o raccontate • Attività preparatorie per l’evacuazione in caso di terremoto o di incendio • Prove di evacuazione da effettuarsi nell’arco dell’anno scolastico PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA (Progetto Patentino) “IMPARIAMO A DIFENDERCI DAI RISCHI in casa, a scuola, nel territorio” Responsabili del progetto Destinatari: alunni dei tre ordini di scuola TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • Sta bene con se stesso e con gli altri • Dimostra comportamenti corretti e responsabili negli spazi scolastici • Manifesta comportamenti positivi, costruttivi, coerenti e responsabili come pedone, ciclista, passeggero e fruitore di mezzi pubblici • Usa comportamenti corretti in rapporto ai rischi che l’ambiente (interno/esterno) può presentare MANIFESTAZIONE ALL’EXTRA SCUOLA •Documentazione dei percorsi didattici con rappresentazioni grafiche. • Settimana per la sicurezza

  11. OBIETTIVI • Stimolare nei bambini la motivazioni all’apprendimento della lingua • Ascoltare, comprendere e produrre messaggi in lingua straniera • Favorire la conoscenza e la scoperta di culture e civiltà diverse dalla propria per un confronto sempre più ampio tra molteplici realtà • Favorire l’acquisizione di abilità trasversali attraverso attività inter/transdisciplinari laboratoriali, finalizzate al contempo a configurare nell’alfabetizzazione della lingua straniera non più solo un oggetto di studio, ma un ambiente di apprendimento significativo e motivante RISORSE INTERNE E RISORSE ESTERNE Insegnanti di lingua (specialisti) ORGANIZZAZIONE ALUNNI - Gruppo sezione - Gruppo di laboratorio - Gruppo d’intersezione - Gruppo omogeneo per età ORGANIZZAZIONE ORARIA - Orario curricolare - Laboratori opzionali PROGETTO LINGUA Francese Referenti: Destinatari: alunni della scuola Primaria Tempi di attuazione:intero anno • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • Pronuncia correttamente vocaboli • Comprende semplici messaggi in lingua straniera • Produce semplici messaggi in lingua straniera • Conosce culture diverse dalla propria • Sostiene una semplice conversazione • ATTIVITA’ • Ascolto, ripetizione e memorizzazione di canzoni e filastrocche • Ascolto di brevi semplici storie • Giochi finalizzati alla memorizzazione di vocaboli e al corretto uso di semplici messaggi • Attività di manipolazione • Attività di ritaglio-incollaggio • Attività grafico – pittoriche • Attività motorie • Giochi in scatola (domino, tombola) • Attività multimediali (software didattici, programmi di videoscrittura e disegno, interazione in siti didattici) • Ascolto e visione di materiale audiovisivo • Attività di mimo e drammatizzazione • Alfabetizzazione lingua francese • Identificazione e descrizione di persone, oggetti, ambienti MANIFESTAZIONE ALL’EXTRA SCUOLA • Materiale realizzato nelle attività laboratoriali • Manifestazioni canore in lingua Francese

  12. OBIETTIVI Utilizzare mezzi tecnologici multimediali per favorire gli incontri, gli scambi, le interazioni, le collaborazioni tra gli alunni _ Agevolare i processi educativi e gli apprendimenti. _ Utilizzare mezzi tecnologici multimediali per favorire l’uso e la comunicazione di una pluralità dei linguaggi _ Utilizzare il laboratorio come luogo e di apertura della scuola al Territorio OBIETTIVI SPECIFICI Acquisire le abilità di base dell’utilizzo di programmi per la produzione di testi, per la creazione di immagini, per l’impaginazione, per la creazione di semplici ipertesti, con raccordi pluri, inter e trans- disciplinari Conoscere le potenzialità di internet per ricevere informazioni, comunicare messaggi, inviare immagini ORGANIZZAZIONE ORARIA Orario curricolare _ Orario extracurricolare _ Laboratori opzionali RISORSE INTERNE _ Docenti _ Personale ATA RISORSE ESTERNE _ Esperto di informatica ORGANIZZAZIONE _ Gruppi di laboratorio LABORATORIO MULTIMEDIALE Referenti: Destinatari: Alunni della scuola Primaria e Secondaria TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO il discente: _ Comprende ed accetta le regole del laboratorio _ Sa cooperare per il raggiungimento di un fine comune _ Conosce le informazioni base per un corretto uso del mezzo multimediale _ Si sa organizzare _ Sa utilizzare un programma di videoscrittura, di disegno, di impaginazione,…sa formare ipertesti _ Sa utilizzare correttamente software didattici _ Sa collegarsi in Internet ATTIVITA’ Corsi di alfabetizzazione informatica e corsi avanzati per adulti _ Accendere e spegnere correttamente, riconoscere i simboli “freccia, clessidra”… _ Manovrare il mouse per puntare, cliccare, trascinare _ Conoscere ed usare i pulsanti della tastiera _ Disegnare col mouse, scoprendo gradatamente le possibilità offerte da un programma di disegno _ Scrivere spontaneamente _ Realizzare libri di sole immagini, libri con immagini e didascalie, biglietti augurali _ Tabulare dati relativi ai quotidiani più letti nelle famiglie _ Utilizzare un programma specifico di impaginazione per fondere testi ed immagini _ utilizzare programmi quali: Paint, Publisher, Adobe photoshop per la realizzazione del giornalino _ Registrare suoni e voci nel computer _ Realizzare ipertesti _ Utilizzare software didattici per approfondimenti e ricerche _ Utilizzare il computer come mezzo di supporto per altri progetti _ Ricercare informazioni attraverso Internet, comunicare messaggi MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA Produzione di: -CD ROM -Ipertesti

  13. OBIETTIVI - Utilizzare l’animazione teatrale come mezzo per comunicare ed esprimersi, per capire e conoscere se stessi e gli altri e per maturare liberamente il proprio rapporto con il mondo. -Comunicare con linguaggi espressivi diversi, sviluppando identità, autonomia e competenza. - Sollecitare forme di collaborazione RISORSE INTERNE - Docenti - Laboratori RISORSE ESTERNE - Esperto teatrale - Esperto musicale ORGANIZZAZIONE ALUNNI -Piccoli gruppi omogenei per età -Laboratori opzionali ORGANIZZAZIONE ORARIA DOCENTI -Maggiore flessibilità per la massima contemporaneità ORGANIZZAZIONE ORARIA ALUNNI -Orario curricolare - Orario extracurricolare - Orario opzionale extracurricolare -Orario opzionale PROGETTO ATTIVITA’ ESPRESSIVE Referenti: Destinatari: ·Alunni di sezioni e classi della Scuola dell’infanzia, Primaria, Secondaria di 1° TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Natale. Carnevale. Fine anno scolastico ATTIVITA’ Giochi di simulazione/ interpretazione - Giochi motori per favorire la comunicazione e le relazioni. - Giochi per migliorare l’autostima. - Giochi mimici., giochi ritmici. - Giochi motori per l’orientamento spaziale. - Comunicazione espressiva con l’utilizzo del corpo. - Riproduzione di ritmi e suoni. -Tecniche di rilassamento. - Drammatizzazioni interattive - Lettura animata di storie - Canti corali - Scrittura di sceneggiature - Coreografie - Canti per colona sonora - Realizzazione scenografie - Prove - Attività laboratoriali grafiche, fotografiche, manipolative - Allestimento di mostre - Installazioni ed interventi di ripristino ambientale valorizzazione beni culturali - Laboratori di bricolage INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno: -Ha acquisito maggiore padronanza ed autonomia -Ha ampliato la sua capacità comunicativa - E’ maggiormente disponibile alla collaborazione -Ha competenze relative ai linguaggi teatrali • MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA • Rappresentazioni teatrali • · Drammatizzazioni • · Mostre • · Sfilata in maschera

  14. OBIETTIVI • Acquisire competenze attraverso il “fare” e “l’agire” • Utilizzare mappe concettuali per migliorare le abilità del pensiero, per apprendere il linguaggio e per rappresentare i concetti scientifici e non • Recuperare e consolidare le competenze linguistiche,logico-matematiche, storiche e geometriche • Sviluppare la capacità di ascoltare,comprendere comunicare • Recuperare e potenziare le abilità di lettura e comprensione del testo • Consolidare le conoscenze morfo-sintattiche e grammaticali. • RISORSE INTERNE • Insegnanti del team • Collaboratori scolastici • RISORSE ESTERNE • Collegamenti On-line • ORGANIZZAZIONE ALUNNI • - Gruppo classe • -Piccoli gruppi • -Gruppo omogeneo per età • -Gruppo eterogeneo per età • -Laboratori • ORGANIZZAZIONE ORARIA • -Orario curricolare /extracurriculare • -laboratori opzionali • INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO • L’alunno: • Comprende ed utilizza con padronanza il linguaggio spontaneo, quotidiano • E’ capace di lavorare in gruppo • Sa ascoltare, comprendere e verbalizzare • Sa costruire semplici mappe concettuali • Sa affrontare e risolvere situazioni problematiche • Ha recuperato abilità • Ha acquisito competenze comunicative utilizzando diversi linguaggi • E’ motivato e ha interesse PROGETTO RECUPERO/POTENZIAMENTO Referenti: Destinatari: Alunni scuola Primaria e secondaria di 1° TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO II quadrimestre • ATTIVITA’ • Verbalizzazione orale, scritta e grafica • Dialoghi con la classe e brainstorming • Costruzione collettiva e poi singola di mappe concettuali per lo studio storico-scientifico • Utilizzare la rete telematica per rafforzare alcuni concetti linguistici, matematici e di altre discipline • Racconti e letture dell’insegnante • Schede operative • Esperienze manipolative con materiali legati all’esperienza quotidiana per favorire gli apprendimenti • Creazione di semplici storie interattive • PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI • -Mostra dei percorsi didattici • -Documentazione delle attività di formazione

  15. OBIETTIVI -Favorire la realizzazione di ognuno, la socializzazione e l’acquisizione delle abilità e delle competenze di base -Promuovere una vita di relazione più ricca e serena, motivando e stimolando ciascun alunno a comunicare con vari linguaggi, di supporto a quello verbale RISORSE INTERNE - Insegnanti di classe, sezione, equipe pedagogica - Docenti tutor dislessia -Insegnanti di sostegno - Collaboratori scolastici RISORSE ESTERNE -Esperti ASL -Esperti dei singoli progetti ORGANIZZAZIONE ALUNNI -Gruppo classe/sezione - Piccoli gruppi - Gruppo omogeneo per età - Gruppo eterogeneo per età - Laboratori ORGANIZZAZIONE ORARIA - Orario curricolare - Laboratori facoltativi -opzionali ATTIVITA’ Progetto educativo individualizzato -Incontri periodici del gruppo H per: o Pianificare i processi di integrazione o Creare un momento di confronto e discussione -Favorire la condivisione del progetto da parte della famiglia, degli esperti A.S.L.,e degli operatori scolastici -Partecipazione al progetto per la diagnosi precoce della dislessia, in collaborazione con la A.S.L. -Partecipazione ai progetti ed ai laboratori a cui aderiscono le singole classi -Lavoro per piccoli gruppi di recupero -Raccordo degli interventi individualizzati con le attività della classe -Esperienze manipolative con materiali legati all’esperienza quotidiana per favorire gli apprendimenti -Fruizione di software didattici per semplici produzioni PROGETTO INTEGRAZIONE DISABILITA’ Referenti: Destinatari: Alunni diversamente abili; tutti gli alunni TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno: - Ha migliorato le abilità comunicative - Ha migliorato le abilità psicomotorie - Ha sviluppato abilità residue - Ha migliorato le capacità cognitive - Ha sviluppato dinamiche relazionali positive - Ha conquistato autonomia, fiducia, autostima -Ha conquistato una più armoniosa dimensione affettiva MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA · Documentazione dei percorsi didattici realizzati · Screening dislessia e disturbi specifici di apprendimento

  16. OBIETTIVI -Prendere coscienza del valore del proprio corpo -Sviluppare le abilità necessarie alla crescita dell’autonomia in relazione ad oggetti, persone, situazioni, ambienti. -Raggiungere la coordinazione dinamica generale -Acquisire una positiva immagine di sé -Accettare e rispettare le regole, condivise dal gruppo delle molteplici attività di gioco -Stimolare la consapevolezza di poter esercitare valori di crescita personale, culturale e sociale attraverso il gioco e lo sport. RISORSE INTERNE -Docenti -Personale ATA - Attrezzature RISORSE ESTERNE -Comune -Provincia -Collaborazione dei genitori per l’organizzazione della manifestazione ORGANIZZAZIONE ALUNNI -Gruppo classe -Gruppo omogeneo per età -Gruppo eterogeneo per età ORGANIZZAZIONE ORARIA -Orario curricolare -Orario opzionale PROGETTO DI EDUCAZIONE MOTORIA Referenti: Destinatari: Alunni della Scuola primaria Scuola secondaria di 1° TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico ATTIVITA’ Giochi finalizzati: -al raggiungimento di schemi dinamici e posturali di base; alla coordinazione oculo-manuale; -all’educazione sensopercettiva; -allo sviluppo di qualità sociali -Sviluppo ed uso del linguaggio corporeo: -giochi posturali -esercizi ritmici -attività atletiche -Percorsi motori -Giochi a squadre per: -scoprire regole -collaborare -sviluppare il senso di appartenenza al gruppo -Giochi sportivi INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno: -Possiede le schema corporeo -Ha coordinazione dinamica generale -Sa eseguire esercizi tipici di diversi sport -Ha acquisito una positiva immagine di sè -Ha sviluppato qualità sociali: -collaborazione -solidarietà -senso di appartenenza al gruppo per un fine comune PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI ALL’EXTRASCUOLA -Giochi della Gioventù -Gare interprovinciali -Manifestazione sportiva di fine anno scolastico

  17. OBIETTIVI ACCOGLIENZA -Diminuire il disagio del primo inserimento -Favorire il “contatto” con i coetanei - Semplificare la conoscenza di ambienti, persone, funzioni, vicine all’esperienza quotidiana INTEGRAZIONE -Facilitare la comprensione di messaggi brevi e contestualizzati -Favorire la capacità di esprimere i propri bisogni -Favorire il dialogo tra coetanei e con gli adulti -Facilitare l’apprendimento di L2 in modo naturale e spontaneo -Conquistare una progressiva e maggiore integrazione nella “normale” attività di classe -Conoscere le caratteristiche culturali, religiose e sociali dei paesi di provenienza e di residenza -Coinvolgere le famiglie immigrate in attività extracurricolari per permettere un’integrazione serena -Promuovere il pluralismo culturale • RISORSE INTERNE • - Docenti della classe/sezione di • appartenenza • -Docenti della classe immediatamente inferiore e/o superiore • -Docente esperto in L2 • RISORSE ESTERNE • -Enti Locali ORGANIZZAZIONE ALUNNI -Gruppi di livello (nel laboratorio linguistico) -Piccoli gruppi omogenei per età -Piccoli gruppi eterogenei per età -Classe/sezione di appartenenza -Classi aperte -Laboratori opzionali ORGANIZZAZIONE ORARIA -Orario curricolare -Orario extracurricolare FLESSIBILITA’ -Uso della contemporaneità PROGETTO DI INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI Referenti: Destinatari: Alunni stranieri presenti nella Scuola dell’Infanzia , nella Scuola Primaria e secondaria di 1° TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO NELLE CLASSI/SEZIONI Intero anno scolastico TEMPI ATTUAZIONE LABORATORIO LINGUISTICO Periodo intensivo definito ATTIVITA’ Nella classe di appartenenza -Accoglienza: ”(prima conoscenza, primi scambi comunicativi, semplici giochi comuni,..) -Percorsi didattici individualizzati In classi aperte -Possibilità di assistere e/o partecipare a lezioni frontali in classi inferiori o superiori, a seconda del livello di competenze Nel laboratorio di alfabetizzazione Interventi programmati ed intensivi dell’insegnamento-apprendimento della L2: -allestimento di uno spazio idoneo all’apprendimento della L2 ricco di immagini, di strumenti facilitatori della comunicazione -attività individualizzata intensiva per l’acquisizione del lessico della quotidianità attraverso percorsi sviluppati per aree tematiche -sviluppare l’italiano utile alla socializzazione - favorire l’apprendimento della L2 come lettura, scrittura -favorire l’acquisizione del “vocabolario di base” delle discipline -attività di anticipazione e/o di rinforzo dei contenuti didattici proposti nelle classi di appartenenza -approfondimenti in ambito antropologico attuando la metodologia della semplificazione dei testi di studio -semplificazione di problemi linguistici (dizione, strutture grammaticali e logiche,..)mediante l’uso di software didattico specifico. INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno è: -Capace di comunicare i propri bisogni -Capace di rapportarsi con i coetanei -Capace di rapportarsi serenamente con gli adulti -Capace di dialogare -Capace di partecipare ai giochi comuni ed alle attività operative -Capace di partecipare attivamente alla vita scolastica PRODUZIONI · Documentazione dei percorsi didattici realizzati

  18. RISORSE INTERNE -Docenti RISORSE ESTERNE -Esperti per: -sportello psicopedagogico; -corsi di aggiornamento FINALITA’ -Favorire nell’alunno il raggiungimento di un equilibrio tra sé e l’ambiente che lo circonda per conquistare autonomia, competenze e maturare la propria identità -Coinvolgere le famiglie nel processo formativo -Offrire a tutti i docenti approfonditi percorsi formativi sui temi del disagio OBIETTIVI -Promuovere lo sviluppo della personalità -Favorire il rispetto e la stima di sé e dell’altro -Promuovere la partecipazione attiva -Promuovere la consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo all’interno di un gruppo -Sperimentare lo strumento del dialogo come mezzo per risolvere i conflitti -Star bene a scuola ORGANIZZAZIONE ALUNNI -Gruppo classe -Gruppo di intersezione -Gruppo omogeneo per età: -Gruppo eterogeneo per età -Laboratori opzionali PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO Referenti: ---------------------------------------------- Destinatari: Alunni di tutti i plessi con particolare riferimento ad alcune classi -Genitori -docenti TEMPI ATTUAZIONE PROGETTO Intero anno scolastico SERVIZI OFFERTI Sportello di consulenza psico-pedagogica all’interno della scuola ORGANIZZAZIONE ORARIA -Orario curricolare -Orario extrascolastico -Orario opzionale ATTIVITA’ Genitori: -Sportello di consulenza psico-pedagogica -Conferenze su tematiche educative Docenti: -Sportello di consulenza psico-pedagogica -Strumenti organizzativi per il recupero -Didattica laboratoriale -Corsi di formazione (Bullismo) Alunni: -Organizzazione dei seguenti laboratori didattici curricolari ed opzionali: -laboratorio musicale -laboratorio grafico-espressivo -laboratorio di animazione teatrale -laboratorio multimediale -laboratorio espressivo-motorio - Corsi di recupero in orario curricolare o extracurricolare -Attivazione di gruppi di ascolto per facilitare il dialogo (circletime) -Attuazione di un sistema di valutazione che favorisca il confronto con se stessi. INDICATORI PER LA VERIFICA VALUTAZIONE DEL PROGETTO L’alunno: -Sa ascoltare -Sa dialogare -Sa rispettare se stesso e l’altro -Sa affrontare e risolvere in modo positivo i conflitti -È’ motivato ed ha interesse -Ha recuperato abilità -Ha acquisito competenze comunicative utilizzando diversi linguaggi PRODUZIONI / MANIFESTAZIONI · Mostra dei percorsi didattici · Rappresentazioni relative ai laboratori attuati · Documentazione delle attività di formazione

  19. INDICE DEI PROGETTI POF Progetto Accoglienza Progetto Continuità Progetto Orientamento Progetto Convivenza Democratica e Solidarietà Progetto di Educazione Ambientale Progetto Cultura del Territorio Progetto Lettura Progetto di Educazione alla Salute Progetto di Educazione alla Sicurezza (Progetto Patentino) Progetto Lingua Progetto Multimediale Progetto Attività Espressive Progetto Recupero/Potenziamento Progetto Integrazione disabilità Progetto di Educazione Motoria Progetto di Integrazione Alunni Stranieri Progetto per la Prevenzione del Disagio