slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Capitolo 1 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Capitolo 1

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 69

Capitolo 1 - PowerPoint PPT Presentation


  • 226 Views
  • Uploaded on

Capitolo 1. Introduzione. Obiettivi del capitolo 1. Saper descrivere l'oggetto della microeconomia. 1- 2. Obiettivi del capitolo 1. Saper descrivere l'oggetto della microeconomia Spiegare il metodo scientifico applicato. 1- 3. Obiettivi del capitolo 1.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

Capitolo 1


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
    Presentation Transcript
    1. Capitolo 1 Introduzione

    2. Obiettivi del capitolo 1 • Saper descrivere l'oggetto della microeconomia 1-2

    3. Obiettivi del capitolo 1 • Saper descrivere l'oggetto della microeconomia • Spiegare il metodo scientifico applicato 1-3

    4. Obiettivi del capitolo 1 • Saper descrivere l'oggetto della microeconomia • Spiegare il metodo scientifico applicato • Identificare le tematiche economiche ricorrenti 1-4

    5. Obiettivi del capitolo 1 • Saper descrivere l'oggetto della microeconomia • Spiegare il metodo scientifico applicato • Identificare le tematiche economiche ricorrenti • Riconoscere le situazioni economiche rilevanti 1-5

    6. Obiettivi del capitolo 1 • Saper descrivere l'oggetto della microeconomia • Spiegare il metodo scientifico applicato • Identificare le tematiche economiche ricorrenti • Riconoscere le situazioni economiche rilevanti • Spiegare gli obiettivi dell'indagine microeconomica 1-6

    7. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse 1-7

    8. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse • I vincoli di scarsità impongono di compiere tre scelte fondamentali: 1-8

    9. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse • I vincoli di scarsità impongono di compiere tre scelte fondamentali: 1. Quanto produrre di ciascun bene e servizio 1-9

    10. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse • I vincoli di scarsità impongono di compiere tre scelte fondamentali: 1. Quanto produrre di ciascun bene e servizio 2. Come produrre i beni e i servizi scelti 1-10

    11. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse • I vincoli di scarsità impongono di compiere tre scelte fondamentali: 1. Quanto produrre di ciascun bene e servizio 2. Come produrre i beni e i servizi scelti 3. Come distribuire il prodotto tra i consumatori 1-11

    12. Scarsità e Microeconomia • Le risorse economiche sono scarse • I vincoli di scarsità impongono di compiere tre scelte fondamentali: 1. Quanto produrre di ciascun bene e servizio 2. Come produrre i beni e i servizi scelti 3. Come distribuire il prodotto tra i consumatori • La microeconomia è la branca dell'economia che studia problemi di allocazione di risorse scarse 1-12

    13. Microeconomia vs Macroeconomia • LaMicroeconomia studia le scelte individuali di produzione o consumo e i loro gli effetti sull’allocazione delle risorse a livello collettivo 1-13

    14. Microeconomia vs Macroeconomia • LaMicroeconomia studia le scelte individuali di produzione o consumo e i loro gli effetti sull’allocazione delle risorse a livello collettivo • LaMacroeconomiatradizionale studia i fenomeni aggregati e le loro conseguenze per il sistema economico nel suo complesso 1-14

    15. Microeconomia vs Macroeconomia • LaMicroeconomia studia le scelte individuali di produzione o consumo e i loro gli effetti sull’allocazione delle risorse a livello collettivo • LaMacroeconomiatradizionale studia i fenomeni aggregati e le loro conseguenze per il sistema economico nel suo complesso tuttavia... molta della macroeconomia moderna è costruita a partire da modelli microeconomici 1-15

    16. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • Le istituzioni (leggi e norme sociali) definiscono le procedure attraverso cui la società alloca le proprie risorse 1-16

    17. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • Le istituzioni (leggi e norme sociali) definiscono le procedure attraverso cui la società alloca le proprie risorse • In un’economia capitalista: 1-17

    18. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • Le istituzioni (leggi e norme sociali) definiscono le procedure attraverso cui la società alloca le proprie risorse • In un’economia capitalista: I mezzi di produzione sono controllati dai privati(ne determinano l'uso e ne godono i benefici) 1-18

    19. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • Le istituzioni (leggi e norme sociali) definiscono le procedure attraverso cui la società alloca le proprie risorse • In un’economia capitalista: I mezzi di produzione sono controllati dai privati(ne determinano l'uso e ne godono i benefici) Le risorse sono allocate in base a scambi volontari (all'interno dell'istituzione mercato) 1-19

    20. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • In un'economia comunista (di tipo sovietico): 1-20

    21. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • In un'economia comunista (di tipo sovietico): Lo Stato (o altra entità collettiva) controlla i mezzi di produzione e i benefici da essi prodotti 1-21

    22. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • In un'economia comunista (di tipo sovietico): Lo Stato (o altra entità collettiva) controlla i mezzi di produzione e i benefici da essi prodotti Le scelte economiche sono fortemente centralizzate, compresa la distribuzione del prodotto 1-22

    23. Le istituzioni per l’allocazione delle risorse • In un'economia comunista (di tipo sovietico): Lo Stato (o altra entità collettiva) controlla i mezzi di produzione e i benefici da essi prodotti Le scelte economiche sono fortemente centralizzate, compresa la distribuzione del prodotto Nessuna economia è unicamente capitalista o unicamente comunista: elementi di comunismo ed elementi di capitalismo convivono in ogni economia oggi esistente 1-23

    24. I mercati • I mercati rappresentano la più comune forma di decentralizzazione dell’attività economica 1-24

    25. I mercati • I mercati rappresentano la più comune forma di decentralizzazione dell’attività economica • I mercati sono istituzioni economiche che consentono di vendere ed acquistare beni e servizi, precisando le modalità per lo scambio 1-25

    26. I mercati • I mercati rappresentano la più comune forma di decentralizzazione dell’attività economica • I mercati sono istituzioni economiche che consentono di vendere ed acquistare beni e servizi, precisando le modalità per lo scambio • I mercati possono essere gestiti dallo Stato attraverso la fissazione di regole esplicite o possono essere gestiti dagli agenti economici (partecipanti al mercato o meno) 1-26

    27. Cos’è un mercato? 1-27

    28. Cos’è un mercato? • Un mercato è l'insieme delle attività e delle regole di scambio relative ad un gruppo di prodotti entro certi confini spaziali 1-28

    29. Cos’è un mercato? • Un mercato è l'insieme delle attività e delle regole di scambio relative ad un gruppo di prodotti entro certi confini spaziali • I prodotti appartengono ad uno stesso mercato quando risultano altamente intercambiabili (Alcuni mercati posso anche raggiungere una dimensione mondiale) 1-29

    30. Caratteristiche dei mercati Presenza di venditori ed acquirenti 1-30

    31. Caratteristiche dei mercati Presenza di venditori ed acquirenti Spesso (ma non sempre) i venditori sono le imprese e gli acquirenti sono gli individui 1-31

    32. Caratteristiche dei mercati Presenza di venditori ed acquirenti Spesso (ma non sempre) i venditori sono le imprese e gli acquirenti sono gli individui L’attività di scambio è guidata dai prezzi che specificano la quantità di moneta necessaria per ottenere una unità di ciascun del bene 1-32

    33. Caratteristiche dei mercati Presenza di venditori ed acquirenti Spesso (ma non sempre) i venditori sono le imprese e gli acquirenti sono gli individui L’attività di scambio è guidata dai prezzi che specificano la quantità di moneta necessaria per ottenere una unità di ciascun del bene I mercati possono funzionare solo se esiste un sistema dei diritti di proprietà che ne preveda la trasferibilità 1-33

    34. Le motivazioni delle scelte economiche Obiettivo: comprendere le motivazioni dietro le decisioni degli economico 1-34

    35. Le motivazioni delle scelte economiche Obiettivo: comprendere le motivazioni dietro le decisioni degli economico Presupposto: il motore è l'interesse 1-35

    36. Le motivazioni delle scelte economiche Obiettivo: comprendere le motivazioni dietro le decisioni degli economico Presupposto: il motore è l'interesse Interesse materiale: soddisfazione ottenuta tramite il consumo di beni e servizi(es. consumare un pasto invitante, godere dei vantaggi pratici offerti da una BMW,) 1-36

    37. Le motivazioni delle scelte economiche Obiettivo: comprendere le motivazioni dietro le decisioni degli economico Presupposto: il motore è l'interesse Interesse materiale: soddisfazione ottenuta tramite il consumo di beni e servizi(es. consumare un pasto invitante, godere dei vantaggi pratici offerti da una BMW,)Interesse immateriale: soddisfazione ottenuta dalle implicazioni psicologiche e sociali dei comportamenti(es. il benessere di vedere i propri figli ben nutriti, il rispetto ottenuto grazie al possesso di una BWM) 1-37

    38. Le motivazioni delle scelte economiche Obiettivo: comprendere le motivazioni dietro le decisioni degli economico Presupposto: il motore è l'interesse Interesse materiale: soddisfazione ottenuta tramite il il consumo di beni e servizi(es. consumare un pasto invitante, godere dei vantaggi pratici offerti da una BMW,)Interesse immateriale: soddisfazione ottenuta dalle implicazioni psicologiche e sociali dei comportamenti(es. il benessere di vedere i propri figli ben nutriti, il rispetto ottenuto grazie al possesso di una BWM) In prima approssimazione assumeremo che l'interesse materiale sia la motivazione principale di ogni comportamento microeconomico 1-38

    39. Analisi economica di tipo positivo L’Analisi Positiva è volta a rispondere a domande fattuali che di norma riguardano le scelte o gli esiti del mercato 1-39

    40. Analisi economica di tipo positivo L’Analisi Positiva è volta a rispondere a domande fattuali che di norma riguardano le scelte o gli esiti del mercato Cosa è successo? Cosa succederà? Cosa potrebbe succedere? Ricostruzione temporale dei fatti economici Previsione economica Analisi causa-effetto dei comportamenti economici 1-40

    41. Analisi economica di tipo positivo L’Analisi Positiva è volta a rispondere a domande fattuali che di norma riguardano le scelte o gli esiti del mercato Cosa è successo? Cosa succederà? Cosa potrebbe succedere? Ricostruzione temporale dei fatti economici Previsione economica Analisi causa-effetto dei comportamenti economici L’analisi positiva fa riferimento esclusivamente ai fatti, senza alcun giudizio di merito 1-41

    42. Analisi economica di tipo normativo L’AnalisiNormativa si focalizza su domande che implicano anche dei giudizi di valore 1-42

    43. Analisi economica di tipo normativo L’AnalisiNormativa si focalizza su domande che implicano anche dei giudizi di valore Quali fatti economici sono desiderabili e quali no? 1-43

    44. Analisi economica di tipo normativo L’AnalisiNormativa si focalizza su domande che implicano anche dei giudizi di valore Quali fatti economici sono desiderabili e quali no? Un approccio che consente in alcuni casi di convertire le questioni normative in questioni positive è l'adozione del principio della supremazia dell’individuo (ciascuno è in grado di stabilire cosa sia meglio per se stesso) 1-44

    45. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: 1-45

    46. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: (1) Osservazione iniziale dei fatti 1-46

    47. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: (1) Osservazione iniziale dei fatti (2) Teorizzazione 1-47

    48. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: (1) Osservazione iniziale dei fatti (2) Teorizzazione (3) Identificazione delle implicazioni aggiuntive 1-48

    49. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: (1) Osservazione iniziale dei fatti (2) Teorizzazione (3) Identificazione delle implicazioni aggiuntive (4) Ulteriori osservazioni e verifiche 1-49

    50. Strumenti della microeconomia Gli economisti adottano il metodo scientifico: (1) Osservazione iniziale dei fatti (2) Teorizzazione (3) Identificazione delle implicazioni aggiuntive (4) Ulteriori osservazioni e verifiche (5) Raffinamento della teoria (si torna al (3)) o sostituzione della teoria (si torna al (2)) 1-50