slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Roma, 20 giugno 2005 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Roma, 20 giugno 2005

Loading in 2 Seconds...

  share
play fullscreen
1 / 30
lavey

Roma, 20 giugno 2005 - PowerPoint PPT Presentation

109 Views
Download Presentation
Roma, 20 giugno 2005
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Riorganizzazione ed orientamento • della produzione agricola e promozione sociale in un’area periferica del Guatemale tradizionalmente cafetalera Caffè e prodotti coloniali del Centro America coltivati con metodi di agricoltura biologica Roma, 20 giugno 2005

  2. Componenti del gruppo di lavoro • Giuseppina Coppo giuseppina.coppo@regione.lombardia.it • Vincenzo Fedele fedele@ipi.it • Manila Franzini manila_franzini@regione.lombardia.it • Maria Grazia Gotti meg@ervet.it • Andrea Paroli progetti@cast-ong.org • Antonio Misceo entilocali@regione.puglia.it • Maria Ioele maria_ioele@regione.lombardia.it • Pino Perna perna@ipi.it • Rosa Scibelli SCIBELLI@ipi.it • Ermanno Teldeschi ermanno.teldeschi@unimi.it • Luciano Togni togniluciano@hotmail.com

  3. GUATEMALA • abitanti: 14 milioni, • superficie: 108 mila Kmq, • densità: 119 ab/Kmq, • incremento medio annuo: 2,6%, • popolazione delle zone rurali: 60%, • lingua: spagnolo e 20 idiomi amerindi • religione: cattolica 95%, • PIL pro capite: 1.700 USD (2000) • PAESE REDUCE DA GUERRA CIVILE

  4. Conseguenze e strascichi di 36 anni di violenta guerra civile • 150.000 assassinii • 50.000 desaparecidos • 1.500.000 di rifugiati interni e all’estero • 200.000 bambini e bambine orfani • 420 villaggi distrutti • centinaia di comunità indigene disgregate • per un totale di un numero accertato di 1.940.000vittime, il 75% delle vittime sono indigeni.

  5. Il Guatemala ha > grado di povertà di tutta l'America Latina e dei Carabi;si colloca al 120° posto dei 174 paesi nell’Indice di Sviluppo Umano (ISU) 1999 della UNDP.

  6. Profilo geografico e umano della povertà(1) • indigenza interessa ¾ della popolazione rurale e ¼ della popolazione urbana • 39,8% della popolazione ha un reddito giornaliero di 1$ • 64,5% delle famiglie vive in povertà estrema [la percentuale sale al 74% nelle aree rurali], • il 18,9% delle famiglie è in povertà non estrema.

  7. Profilo geografico e umano della povertà(2) • ripartizione squilibrata della ricchezza • scarso investimento pubblico nei settori sociali La popolazione indigena, le donne ed i bambini sono i più colpiti dalla povertà. Povertà significa: accesso limitato alle derrate alimentari (denutrizione) , ai servizi sociali, alla scolarizzazione, alle risorse produttive.

  8. Istruzione • 1 maestro ogni 400 bambini, • 64% dei maestri lavora nell’area urbana, • 41% pop. >15 è analfabeta, • 56% delle donne è analfabeta e nelle zone rurali si giunge al 77%.

  9. Sanità(1) • 90 medici e 30 infermieri ogni 100.000 abitanti, 1 ospedale ogni 252.000 abitanti, • 34% popolazione ha accesso a cure mediche (25% nelle zone rurali), • 80% dei programmi di salute sono in città, • 8% pop. non ha accesso all’acqua, • 85% case in campagna non hanno acqua potabile e fogne

  10. Sanità(2) • 82% dei bambini < 5 anni soffre di denutrizione • 63% mortalità infantile (il 25% per infezioni gastrointestinali acute) • % di vaccinazioni sono tra le più basse al mondo • Alta incidenza di HIV, malaria e tubercolosi

  11. Agricoltura • 1.920.000 cittadini sono agricoltori (50% della forza lavoro) • > del 50% dei proprietari ha un terreno di 1 ha • 2,6% dei proprietari possiedono il 65,4% delle terre (media 195 ha)

  12. Crisi rurale e della caficoltura • Prezzo del caffè al minimo storico, • Insolvibilità della copertura dei debiti di impianto, • Abbandono delle campagna, • Disoccupazione anche dei lavoratori stagionali.

  13. Piano del Governo: “Vamos Guatemala 2004-2008” • Stabilità macroeconomica • Rafforzamento settore finanziario • Interventi strutturali per sviluppare la crescita economica e ridurre la povertà

  14. * controllo democratico delle istituzioni,* transparenza e lotta alla corruzione, * riforma politica e istituzionale dello Stato* strategia economica per ridurre la povertà PIANO DEL GOVERNO 2004-2008

  15. Piano nazionale per il caffè • Facilitare l’accesso al credito, • Offrire servizi di certificazione, • Favorire la capacità commerciale, • Aumentare il controllo sul mercato internazionale.

  16. Area d’intervento Municipio di Cuilco - Dipartimento di Huehuetenango - Serra Madre 1.150 m slm, 592 kmq Composto da 21 Aldeas e 57 Caserios Nel 1999 contava 49.370 abitanti con6.082 “focolari domestici” (8 abitanti per vivenda) 9.064 il numero dei bambini in età scolare (7-12) 92,09% povertà generale 50,84% povertà estrema 46,2% analfabetismo Si coltiva caffè di qualità rinomata, mais e fagioli, banane, piante medicinali, zucchero cacao, vaniglia.

  17. Progetti • Programma regionale 2002-2006 • Ufficio della Pastorale Sociale dell’Ixcan, Diocesi di Quiche • Anacafè • Agenzia di certificazione Maya • CEFA

  18. Linee finanziarie • Unione Europea Bando con scadenza 16 agosto p.v. • Segeplan Programma di sviluppo regionale zone montuose del sud ovest, sviluppo agricolo • Ifad National Rural Development Programme: Guatemalan Western Region 2003 • Fodegua Fondo di sviluppo comunità indigene • Foncafe Fondo per lo sviluppo umano delle aree cafetalere

  19. L’albero dei problemi L’albero dei Problemi Basso reddito familiare Scarsa capacità di produrre, commercializzare ed esportare prodotti agricoli di qualità Mancanza infrastrutture Agricoltura arretrata Carenza know how tecnico Abbandono campagne Bassa scolarità e scarsa formazione Produzione caffè qualità non eccelsa Scarse programmazio-ne dell’ente locale e dello Stato Mancanza di attrezzature, macchinari e input Monocoltura Abbandono scolastico e scarsa scolarità Disinteresse del governo per popolazioni “emarginate”, che hanno scarso peso politico e decisionale Scarso coinvolgi-mento delle donne nei processi produttivi e decisionali Eccesso potere intermediari Mancanza programmi investimento Frammentazione di proprietà terriera e mezzi di produzione

  20. L’albero degli obiettivi L’albero degli obiettivi Miglioramento delle capacità di produzione, commercializzazione ed esportazione di prodotti agricoli di qualità Creazione di un sistema di trasporto per il commercio Aumento delle competenza tecnica Dinamizzazione del settore agricolo Contratti di microcredito per realizzare i programmi locali e della cooperativa Form.ne agricola e nei processi di produzione e commercializ-zazione Miglioramento della qualità dei prodotti Programmazione con l’ente locale Coinvolgimen-to delle donne nell’attività di produzione e di decisione Avvio di cooperative di produzione e di trasformazione Diversificazione dei prodotti Aumento della scolarizzazione delle nuove generazioni Creazione di contatti con altri intermediari (per caffè), e nuovi intermediari (per altri prodotti), da parte di associazioni e cooperative Programma di investimento per un’agricoltura differenziata

  21. Analisi SWOT (1)

  22. Analisi SWOT (2)

  23. Analisi SWOT (3)

  24. Analisi SWOT (4)

  25. Analisi SWOT (5)

  26. Analisi SWOT (6)

  27. Quadro Logico (1)

  28. Quadro Logico (2)