classe v itc serale progetto sirio anno scolastico 2008 2009 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Classe V ITC serale Progetto Sirio Anno scolastico 2008/2009 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Classe V ITC serale Progetto Sirio Anno scolastico 2008/2009

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 29

Classe V ITC serale Progetto Sirio Anno scolastico 2008/2009 - PowerPoint PPT Presentation


  • 149 Views
  • Uploaded on

L’analisi per flussi: i flussi finanziari generati dalla gestione reddituale. Classe V ITC serale Progetto Sirio Anno scolastico 2008/2009. Riprendiamo il concetto di flusso visto nella lezione precedente.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Classe V ITC serale Progetto Sirio Anno scolastico 2008/2009' - hercules


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
classe v itc serale progetto sirio anno scolastico 2008 2009

L’analisi per flussi:

i flussi finanziari

generati dalla gestione reddituale

Classe V ITC serale

Progetto Sirio

Anno scolastico 2008/2009

riprendiamo il concetto di flusso visto nella lezione precedente
Riprendiamo il concetto di flusso visto nella lezione precedente

Il FLUSSO è la variazione in aumento o in diminuzione intervenuta in un fondo in un determinato periodo di tempo

Si tratta quindi di un concetto dinamico, che fa riferimento ai movimenti di un elemento patrimoniale in un certo arco di tempo.

Prof. Marco Fava

come si generano i flussi
COME SI GENERANO I FLUSSI

Come nascono i flussi?

I flussi sono originati dalle operazioni di gestione

Ora se pensi che la gestione aziendale è costituita da operazioni di:

1. INVESTIMENTO

2. DISINVESTIMENTO

3. FINANZIAMENTO

puoi ben comprendere come ciascuna di queste operazioni genera Flussi FinanziarieFlussi Economici che si contrappongono ai flussi materiali (movimenti di materie, di impianti, di prodotti, ecc.) che sono alla base del processo di gestione.

Prof. Marco Fava

flussi finanziari e flussi economici
FLUSSI FINANZIARI E FLUSSI ECONOMICI
  • Abbiamo detto che il flusso è la variazione di un fondo che nasce da un’operazione di gestione.
  • Ora a seconda del tipo di gestione avremo:
  • Flussi Economici
  • Flussi Finanziari

Prof. Marco Fava

flussi finanziari e flussi economici1
Flussi finanziari e flussi economici

I Flussi Economici

corrispondono alle variazioni originate dalla Gestione Reddituale

(costi e ricavi di competenza).

I Flussi Finanziari

corrispondono alle variazioni originate dalla Gestione Finanziaria

(della liquidità, dei debiti e dei crediti)

Prof. Marco Fava

i flussi finanziari non sempre coincidono con i flussi economici
I Flussi Finanziarinon sempre coincidono coni Flussi Economici

Per quale motivo?

Perché il reddito scaturente dalla differenza tra ricavi e costi di competenza dell’esercizio è un valore astratto che non si traduce integralmente in una variazione (flusso) di risorse finanziarie.

Prof. Marco Fava

flusso generato dalla gestione reddituale
Flusso generato dalla gestione reddituale

Per passare

dal reddito d’esercizio

(flusso economico complessivo)

  • Devi fare una serie di calcoli basati sulla distinzione tra:
  • componenti di reddito monetari e
  • componenti di reddito non monetari.

al

al flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale

Prof. Marco Fava

componenti di reddito monetari
Componenti di reddito monetari

I componenti di reddito monetari sono rappresentati da costi e ricavi misurati da variazioni di liquidità o da variazioni nei debiti o crediti a breve scadenza.

  • Esempi di costi monetari:
  • costi per acquisto di materie prime, sussidiarie di consumo e merci,
  • costi per godimento di beni di terzi,
  • gli interessi passivi,
  • i salari e stipendi
  • gli oneri sociali,
  • le imposte e così via.
  • Esempi di ricavi monetari sono:
  • i ricavi di vendita dei prodotti,
  • gli interessi attivi e
  • i proventi di varia natura che traggono origine da variazioni finanziarie.

Prof. Marco Fava

componenti di reddito non monetari
Componenti di reddito non monetari

I componenti di reddito non monetari sono quei costi e quei ricavi che non danno luogo a variazioni finanziarie nelle disponibilità liquide o nei debiti e nei crediti a breve scadenza.

  • Esempi di costi non monetari:
  • gli ammortamenti;
  • le quote nette di TFR maturate nell’esercizio per la parte non destinata ai fondi pensione;
  • gli accantonamenti ai fondi rischi ed oneri a medio/lungo termine;
  • le minusvalenze da alienazione di immobilizzazioni
  • Esempi di ricavi non monetari sono:
  • i costi patrimonializzati,
  • le plusvalenze da alienazioni di immobilizzazioni

Prof. Marco Fava

slide10
Perché il reddito dell’esercizio non coincide con il flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale?

Perché ci sono i costi e i ricavi non monetari!!

Per farla semplice:

ad un utile di 100 non necessariamente conseguirà un aumento della cassa di 100 od un aumento dei crediti o una diminuzione dei debiti per pari importo

Così come:

ad una perdita di 100 non necessariamente conseguirà un diminuzione della cassa di 100 od una diminuzione dei crediti o un aumento dei debiti per pari importo

Prof. Marco Fava

slide11
Perché il reddito dell’esercizio non coincide con il flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale?

Volendo esprimere gli esempi fatti con termini tecnici possiamo dire che…

l’utile d’esercizio non si materializza integralmente in un incremento nella disponibilità monetaria o delle attività prontamente liquidabili (o in una diminuzione dei debiti a breve),

così come alla

perdita d’esercizio non necessariamente si accompagna una diminuzione della liquidità o dei crediti a breve (o un aumento dei debiti a breve) di pari importo.

Prof. Marco Fava

allora come devo fare per calcolare il flusso finanziario generato dalla gestione reddituale
Allora come devo fare per calcolare il flusso finanziario generato dalla gestione reddituale?

Per calcolare il flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale occorre considerare solo i costi e i ricavi monetari.

Esiste anche un altro metodo che ti illustro nella slide successiva

Prof. Marco Fava

metodo indiretto per il calcolo del flusso finanziario generato dalla gestione reddituale
Metodo indiretto per il calcolo del flusso finanziario generato dalla gestione reddituale

Il flusso finanziario generato dalla gestione reddituale può essere calcolato depurando il risultato economico d’esercizio dai costi e dai ricavi non monetari secondo il seguente procedimento:

Reddito d’esercizio(utile/perdita)

+costi non monetari(ammortamenti, minusvalenze da alienazioni di immobilizzazioni, incremento del TFRL per le quote non destinate ai fondi pensione, accantonamenti ai fondi rischi e oneri a medio/lungo termine)

- ricavi non monetari (costi patrimonializzati, plusvalenze da alienazioni di immobilizzazioni)

=FLUSSO GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE

Prof. Marco Fava

esempio
esempio

Per capire meglio facciamo un esercizio tratto da pag.356 del tomo 1 di “Entriamo in azienda” Astolfi, Barale e Ricci edizione Tramontana

Al 31/12/n la SpA Alfa presenta il conto economico che trovi nella slide successiva

Prof. Marco Fava

slide15

Al 31/12/n la SpA Alfa presenta il conto economico a fianco evidenziato

  • Sulla base dei dati in esso contenuti presentiamo il calcolo del flusso finanziario generato dalla gestione reddituale considerando che:
  • dall’anno in corso tutto il TFR è stato destinato ai fondi pensione;
  • la rivalutazione monetaria di competenza dell’esercizio sul debito x TFR preesistente è di 275.873 e la ritenuta fiscale dell’11% ammonta a € 30.346

Prof. Marco Fava

slide16
Come abbiamo visto nelle slide 12 e 13 Il calcolo del flusso di risorse generato dalla gestione reddituale può essere effettuato con

Procedimento Diretto

(RICAVI MONETARI – COSTI MONETARI)

1

OPPURE CON

Procedimento Indiretto

(UTILE + COSTI NON MONETARI – RICAVI NON MONETARI)

2

In entrambi i procedimenti occorre tener presente che sia il TFR destinato ai fondi pensione sia la ritenuta fiscale dell’11% sono costi monetari in quanto danno luogo a uscite finanziarie.

Prof. Marco Fava

slide17

Troviamo la quota monetaria e quella non monetaria della quota TFR

Dal costo per TFR (1.519.200) dobbiamo scorporare la componente corrispondente alla rivalutazione del debito per TFR

Prof. Marco Fava

esercizio
ESERCIZIO

Adesso tocca a te!

Fai l’esercizio descritto nella slide che segue!

Prof. Marco Fava

es n 13 21 pag 519 tomo 1 tramontana
Es.n.13.21 pag.519 Tomo 1 Tramontana
  • La Spa Omega ha redatto dopo le scritture di assestamento, la situazione economica riportata nella pagina seguente.
  • Sulla base dei dati in essa contenuti e considerando che:
  • il TFR è comprensivo della ritenuta fiscale pari a 964 euro;
  • l’impresa ha in organico meno di 50 dipendenti, nessuno dei quali ha optato per forme di previdenza complementare,
  • calcola il flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale

Prof. Marco Fava

slide26

Poi trovo la quota monetaria e quella non monetaria della quota TFR

Dal costo per TFR (48670,80) dobbiamo scorporare la ritenuta di 694 euro

Prof. Marco Fava

metodo diretto
Metodo diretto

Prof. Marco Fava

metodo indiretto
Metodo indiretto

Prof. Marco Fava