slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Tesina multimediale realizzata da Chiara Criscenzo anno scolastico 2008-2009 classe III D PowerPoint Presentation
Download Presentation
Tesina multimediale realizzata da Chiara Criscenzo anno scolastico 2008-2009 classe III D

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 29

Tesina multimediale realizzata da Chiara Criscenzo anno scolastico 2008-2009 classe III D - PowerPoint PPT Presentation


  • 1972 Views
  • Uploaded on

Tesina multimediale realizzata da Chiara Criscenzo anno scolastico 2008-2009 classe III D. La scultura italiana tra innovazione e tradizione (ARTE). L’Ermetismo e Ungaretti (LETTERATURA). IL FASCISMO (STORIA). L’Espressionismo (MUSICA) .

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Tesina multimediale realizzata da Chiara Criscenzo anno scolastico 2008-2009 classe III D' - dareh


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Tesina multimediale realizzata da

Chiara Criscenzo

anno scolastico 2008-2009

classe III D

slide2

La scultura italiana tra innovazione e tradizione

(ARTE)

L’Ermetismo e Ungaretti

(LETTERATURA)

IL FASCISMO

(STORIA)

L’Espressionismo

(MUSICA)

L’atletica leggera

(CORPO MOVIMENTO SPORT)

Il razzismo (ANTOLOGIA)

Le telecomunicazioni

(TECNOLOGIA)

Le istituzioni dello stato italiano

(CITTADINANZA)

Martin Luther King

(INGLESE)

L’Oceania (GEOGRAFIA)

I vulcani

(SCIENZE)

La France administrative

(FRANCESE)

slide3

Il Fascismo

Nel clima di fermento dell’immediato dopoguerra videro la luce nuovi partiti e movimenti. Nel marzo 1919 Benito Mussolini creò i Fasci di combattimento. Il movimento riuscì ad approfittare del clima di tensione del biennio rosso,presentandosi come restauratore dell’ordine. Vennero costituite delle squadre armate che organizzavano spedizioni punitive contro le sedi delle altre associazione. Alla fine del 1935 il movimento fascista si trasformò in Partito Nazionale Fascista.

Benito Mussolini

Il Fascismo conquista il potere

L’instaurazione

della dittatura

Le squadre armate

Un Paese “arruolato”

La politica estera e le leggi razziali

slide4

Il Fascismo conquista il potere

Nell’estate del 1922 Mussolini si convinse di poter facilmente conquistare il potere. Ideò a tale scopo un’iniziativa,nota come Marcia su Roma. Per fermare le camicie nere il presidente del Consiglio Facta decretò lo stato di assedio,ma il re Vittorio Emanuele III si rifiutò di firmarlo e convocò Mussolini. Solo a questo punto Mussolini si recò a Roma,dove il re gli assegnò l’incarico di formare il nuovo governo. Ottenuto un grande successo alle elezioni del 1924,grazie a brogli e intimidazioni,il Fascismo sembrò entrare in crisi in seguito all’assassinio del socialista Giacomo Matteotti. Lo sdegno popolare e la reazione delle opposizioni,tuttavia,non decretò la caduta del Fascismo.

Giacomo Matteotti

Le squadre fasciste,contraddistinte dalle camicie nere si diressero verso Roma,giungendo alle sue porte il 28 ottobre 1922.

slide5

L’instaurazione della dittatura

Tra il 1925 e il 1926 vennero istaurate le leggi autoritarie che trasformarono lo Stato in regime dittatoriale a unico partito.

  • Il potere venne concentrato nelle mani di Mussolini,il duce.
  • Il Parlamento venne privato dei suoi poteri e le sue funzioni vennero attribuite in parte al Gran Consiglio.
  • Tutti i partiti furono sciolti tranne quello fascista e i candidati erano scelti da Gran Consiglio.
  • Venne abolita la libertà di stampa,di associazione e di sciopero.
  • Venne istituito un Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato e l’OVRA.
  • La Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale divenne un corpo delle forze armate dirette da Mussolini.

Tutte le attività del Paese passarono sotto il controllo dello Stato e del Partito Fascista. Gli oppositori vennero perseguitati,incarcerati o inviati al confino. Alcuni ripararono all’estero,da dove cercarono di organizzare la lotta clandestina contro il regime.

Il Fascismo si orientò verso l’intervento dello Stato nell’economia. Con l’istituzione delle corporazioni e del sindacato unico lo Stato esercitò un controllo diretto sul mondo produttivo. Per superare le sanzioni imposte dalla Società delle Nazioni Mussolini proclamò l’autarchia.

slide6

Un Paese “arruolato”

Lavoro,tempo libero,scuola,educazione,cultura divennero competenza esclusiva del partito e delle organizzazioni fasciste.

I ragazzi in età scolare erano inquadrati in una serie di organizzazioni (Figli della lupa,Balilla,Giovani fascisti),coordinate dall’Opera Nazionale Balilla.

Alle donne,anch’esse inquadrate in organizzazioni,il Fascismo assegnava loro il ruolo di mogli e madri,il cui ruolo principale era quello di dare alla luce numerosi figli per servire la patria e il regime.

Relativamente alla scuola,la Riforma Gentile venne più volte modificata per rendere l’istruzione scolastica più confacente ai dettami fascisti.

Venne introdotto il libro di testo unico per la scuola elementare e i libri per gli altri ordini scolastica vennero rielaborati.

slide7

La politica estera e le leggi razziali

Il Fascismo sviluppò una politica di espansione coloniale,conquistando nel 1936 l’Etiopia e proclamando la nascita dell’Impero Italiano. Con questa impresa Mussolini si avvicinò ancora di più alla Germania di Hitler,con la quale nel 1936 firmò l’accordo noto come Asse Roma-Berlino.

L’ideologia fascista contemplava la “difesa della stirpe italiana”,ma non aveva mai intrapreso politiche razziste,tanto meno contro gli Ebrei. Nel 1938 l’atteggiamento del regime mutò a causa dell’influenza dalla politica razziale nazista. Alla fine del 1938 furono approvate le leggi razziali,che fecero dell’Italia uno Stato antisemita. Tali leggi sancivano la discriminazione nei confronti degli Ebrei.

.

Dopo la proclamazione delle leggi razziali i negozianti dovevano segnalare le loro origini.

Manifesti della propaganda razzista.

slide8

La scultura italiana tra innovazione e tradizione

Negli anni tra le due guerre, in Italia, il regime fascista chiese agli scultori di celebrare il suo potere, utilizzando un linguaggio retorico. Tuttavia alcuni artisti riuscirono ad esprimersi con un linguaggio antimonumentale, nonostante abbiano sentito, come i pittori , il bisogno di tornare ai valori della tradizione. Essi cercavano infatti una forma pura e predilessero temi semplici e intimisti. I principali artisti furono MedardoRosso, Arturo Martini e Marino Marini.

Il figliol prodigo

Arturo Martini è lo scultore italiano più rappresentativo negli anni tra le due guerre.

Ama l’arte romanica,per la sintesi delle forme ;dell’antichità greca apprezza l’aspetto arcaico. Ma ama,soprattutto,l’arte rinascimentale

Gentiluomo a cavallo

Marino Marini si ispira al linguaggio antico evitando i toni monumentali . Guarda in particolare all’arte etrusca,greca arcaica e medievale.

Donna piangente

Medardo Rosso predilige materiali molli come la cera d’api,che modella senza giungere ad una precisa definizione delle superfici.

slide9

L’atletica leggera

L’atletica leggera è uno sport che si compone di numerose specialità suddivise in tre discipline fondamentali:corsa,salti, e lanci.

Le corse comprendono le corse piane,le corse ad ostacoli,la marcia e la maratona.

Le specialità dei salti sono:salto in lungo,salto in alto e salto con l’asta;mentre i lanci comprendono il lancio del peso,il lancio del disco,il lancio del giavellotto e il lancio del martello.

Lancio del peso

Salto con l’asta

Corsa ad ostacoli

Salto in alto

Maratona

Staffetta

Lancio del martello

Lancio del disco

Lancio del giavellotto

Salto in lungo

slide10

Le istituzioni dello stato italiano

Ogni stato possiede istituzioni diverse. Le istituzioni dello Stato italiano sono:il Parlamento,il Governo,la Corte Costituzionale e il Presidente della Repubblica.

  • Il Parlamento è costituito da due assemblee:la Camera dei deputati e il Senato. Le due assemblee sono dette anche “Camere”. Il parlamento esercita per conto degli italiani il potere legislativo,cioè il potere di creare le leggi.
  • Il governo è un gruppo di persone che,con la fiducia del Parlamento,dirige il Paese. Il governo esercita il potere esecutivo,cioè il potere di applicare le leggi. é composto da alcuni ministri,ognuno dei quali si occupa di un determinato settore,diretti dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Il Governo non viene votato direttamente dai cittadini.
  • La Corte Costituzionale è costituita da un gruppo di giudici e ha principalmente il compito di vigilare perché le leggi approvate dal Parlamento rispettino la Costituzione.
  • Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato. Egli ha il compito
  • Di rappresentare l’unità nazionale e <<proteggere>> la Costituzione.

Il Presidente della Repubblica non è eletto direttamente dai cittadini ,ma dal Parlamento. L’attuale Presidente è Giorgio Napolitano.

slide11

Il razzismo

Malcolm x aderì al movimento per l’affermazione dei diritti umani e civili della popolazione nera e contribuì all’abolizione della segregazione in tutti gli stati americani.

Mahatma Gandhi fu la guida morale e politica di lotta che portò l’India,nel 1947,all’indipendenza dal dominio coloniale britannico.

Martin Luther King negli anni sessanta lottò attraverso manifestazioni non-violente per rivendicare i diritti dei neri.

slide12

Martin Luther King

After World War II and aboveall in the earlysixties, twentymillionblackAmericansstarted a seriesofdirectactionstowincivilrights.

On August 28, 1963, the reverend Martin Luther King Jr. led a greatpeaceful march forcivilrightsto Washington , D.C.:therewereabout 250,000 people. Itwas the mostfamous “march forfreedom”. Therewas no violentaction. King wasborn in Atlanta, Georgia, in 1929. Whilehewas a student at a seminary in Phladelphia, hebecameenthusiasticabout the writingsof Mahatma Gandhi. In 1954 hebecame the ministerof a small Negro Church in Montgomery. Herehecarried out the first non-violentprotestagainstracialdiscrimination : the mass boycottof the Montgomery bus company. The protestoriginatedfrom a seriosusepisodeofintolerance: on december 1, 1955 a black woman, Rosa Parks, wasarrestedbeacauseshehadtaken a seatreservedforwhite people on a bus. King advocated passive resistance:hewanted toassertblackrightsbutwithpeacefulmeans. Soonhebecamefamous and gave a positive turningpointto the blackfreedomMovement. King wasarrestedmanytimes and his house wasdestroyedby a bomb. The terribleKu-Klux-Klanorganizednumerous punitive expeditionfor the membersofthispacifistmoviment. Despiteallthesedifficulties, after the greatmargh in Washington and aboveallthanksto the help of the American President Kennedy,finnaly in 1964 Cngresspassed the CivilRightsAct and in the sameyear King wasawarded the Nobel PeacePrize. In 1965 Congresspassed the

“VotingRightsAct”throughwhich the right to vote wasextendedto the Blecks.

In 1968 King startedanotherbattle. Nowhis goal wastosecurebetterjobs

and living conditins. Hewentto Memphis toorganize a new march.

But,on April 4,whilehewas standing on the balconyofhis hotel room

,anassassin’s bullet put an end tohisyoung life.

slide13

La France administrative

La France compte 60’7 millions d’habitants. Elle est divisée en 22 régions. Chaquerégion est a son tour,divisée en départementsetchaquedépertements en communes,chaquecommune est divisée en arrondissement.Il y a 95 dépertementsmétropolitains. à chaquedépertement on a donné un nomgéographique. Ceux-ciontétéclassés par ordrealphabétique(sauf pour ceux de lasbanlieuparisienne) et on leur a attribué un numéro de 1 à 95. On trouve ce numéro danslesdeuxpremierschiffresdu code postaletdanslesdeuxdernierschiffres de la plaque d’immatricolationdesvéhicules.

Il existe de par le monde desterritoiresrattachés à la France:lesD.O.MetlesT.O.M.. Ce sont la plupartdutempsdesanciennescoloniesfrançaises. LesD.O.Msontlesdépartements d’outre-mer;ce sontdesdépertementsaumemetitrequeceux de la métropole. Leurshabitantssontdescitoyensfrançais à tousleseffetsetontleursreprésentantsaupaelement. Il y a quatre D.O.M.:la Martiniqueet la GuadeloupedanslesPetitesAntilles,la Guyanefrançaise en Amériquedu sud et l’ìle de la Réunion,dans l’OcéanIndien,à cotédu Madagascar. LesT.O.Msontlesterritoires d’outre-mer qui ont plus d’autonomie etont un propreconseil de gouvernement. Parmieux,la Polynésiefrançaise,la Nouvelle Calédonie,la Terre Adèlieau Pole Sud etplusieursìles de l’OcéanIndien.

slide14

I vulcani

Le eruzioni vulcaniche sono eventi che interessano la superficie terrestre, durante i quali materiali solidi, liquidi e gassosi vengono emessi da spaccature della croste terrestre.

La struttura di un vulcano

Che cosa esce da un vulcano

Tipi di eruzioni vulcaniche

L’aspetto esteriore dei vulcani

I vulcani secondari

slide15

La struttura di un vulcano

I vulcani,nella maggior parte dei casi,si presentano come montagne a forma di cono,dette conivulcanici,costituite dal materiale emesso da una o più aperture della crosta terrestre, i crateri. Da questi esce una massa fluida e molto calda, il magma. Dal cratere parte un camino vulcanico,cioè una fenditura nella roccia,che pesca nella camera magmatica. Attraverso il camino vulcanico il magma risale in superficie.

slide16

L’aspetto esteriore dei vulcani

In base all’aspetto esteriore del cono,i vulcani possono essere classificati in:

  • I vulcani a scudo,caratterizzzati da coni poco elevati e pendii dolci;
  • Gli stratovulcanihanno un cono caratterizzato da strati alterni di lava e cenere
  • I vulcani di ceneri hanno un cono formato da ceneri e lapilli.

I vulcani a scudo sono caratterizzati da coni poco elevati e pendii molto dolci. La loro forma è dovuta alle caratteristiche della loro attività eruttiva:la lava emessa è molto fluida;prima di raffreddarsi e solidificarsi scivola lungo i fianchi del cono raggiungendo punti molto lontani dal cratere.

Gli stratovulcani hanno un cono caratterizzato da strati alterni di lava e ceneri. In questi vulcani infatti si alternano fasi di attività effusiva con fasi di attività esplosiva.

I Vulcani di ceneri presentano un’attività esclusivamente esplosiva;il loro cono risulta così formato in prevalenza da ceneri e lapilli.

slide17

Che cosa esce da un vulcano

Nelle eruzioni vulcaniche viene espulsa nell’atmosfera una grande quantità di materiali. Complessivamente i prodotti dell’attività vulcanica possono essere distinti in tre categorie:liquidi;gas e vapori;piroclastici o solidi.

  • Liquidi. Con il termine lava si indica la roccia fusa. Esistono vari tipi di lava,catalogabili sulla base del contenuto di silice,che ne determina la viscosità:un minor contenuto di silice rende la lava fluida.
  • Gas e vapori. Tra i gas e i vapori emessi da un vulcano, al primo posto c’è l’acqua che d solito è superiore al 50 %. L’enorme quantità di acqua emessa spiga perché dopo un’eruzione le precipitazioni possono essere molto intense.
  • Piroclastici o solidi. Si tratta di particelle di varie natura che,durante la fase esplosiva dell’eruzione,sono lanciate ad altezze di parecchie centinaia di metri per poi ricadere al suolo. Esse sono classificabili in base alle dimensioni:fino a 2 mm di diametro sono ceneri, tra 2 mm a 6 cm lapilli, sopra i 6 cm bombe vulcaniche.
slide18

Tipi di eruzioni

La fuoriuscita del magma dalla bocca del vulcano può avvenire con modalità diverse,che dipendono dalla viscosità del magma stesso.

Se esso è abbastanza fluido esce tranquillamente e si parla di eruzione effusiva. Se invece il magma è poco fluido la sua fuoriuscita avverrà con poca facilità. In tal caso ,il magma può anche solidificarsi,occludendo l’apertura. La pressione che agisce su di esso aumenta sempre più,fino a raggiungere un’intensità sufficiente a far saltare il “tappo”;a questo punto, il magma viene espulso con grandissima violenza. Si parla allora di eruzione esplosiva.

In alcuni casi,l’esplosione è cosiìviolenta da distruggere completamente o in parte il vulcano stesso. Al suo posto resta una cavità dette caldera.

Eruzioni esplosive

Esempio di eruzione effusiva

slide19

Il vulcanesimo secondario

Oltre alle manifestazioni vulcaniche principali,in prossimità dei vulcani si può assistere ad altri fenomeni egualmente spettacolari. Questi fenomeni,detti pseudovulcanio di vulcanesimo secondario,consistono nell’emissione di gas a temperature elevate. Le manifestazioni pseudovulcaniche prendono il nome dal gas che emettono.

Fumarole

  • Le fumarole sono semplici emissioni di vapore acqueo misto ad anidride carbonica e ossidi di zolfo.
  • Le solfatare sono spaccature nel terreno che emettono,oltre al vapore acqueo e all’anidride carbonica,sostanze contenenti zolfo.
  • Le mofete sono emissioni continue di anidride carbonica.
  • I soffioniboraciferi sono emissioni continue di vapore d’acqua surriscaldato ad alta pressione,contenente diverse sostanze chimiche fra cui acido borico,che vengono sfruttate per la produzione di energia elettrica.
  • I geyser sono emissioni intermittenti di vapore acqueo alte anche parecchi metri.

Soffioni boraciferi

slide20

L’espressionismo

  • Il nuovo secolo fu caratterizzata da eventi che travolsero tutto il mondo. Si creò un ambiente di angoscia e inquietudine. Si manifestarono nuove forme ideologiche.
  • In Germania tra il 1905 e il 1930 nacque la corrente dell’Espressionismo che costituì il superamento sia del Romanticismo sia dell’Impressionismo.
  • L’Espressionismo si proponeva di materializzare in forme artistiche le sensazioni e le esperienze più profonde dell’animo umano.
  • Nacquero nuovi generi:
  • Il genere atonale;
  • Il genere politonale;
  • Il genere puntillista;
  • Il genere seriale o dodecafonico.
  • Il primo che avvertì l’impossibilità di trovare nuove espressioni con i vecchi canoni fu Arnold Schonberg. Dal suo lavoro e da quello dei suoi allievi il genere dodecafonico acquisì un’importanza nazionale. In Italia trovò il suo maggiore interprete in Luigi Dallapiccola.

Arnold Schonberg nel 1904 fondò la Scuola di Vienna.

  • Luigi Dallapiccola
slide21

Le telecomunicazioni

Con la parola telecomunicazione si indica qualsiasi procedimento capace di trasmettere informazioni a una distanza maggiore di quella che può raggiungere la voce. I principali sistemi di telecomunicazione sono:

  • Un sistema unidirezionale permette il collegamento tra due utenti fissi ed è in grado solo di trasmettere messaggi che non hanno bisogno di risposta:trasmissione radiofonica e televisiva.
  • Un sistema bidirezionale simultaneoda la possibilità a ciascun utente di “conversare” con il proprio utente. Il sistema è considerato aperto in quanto il collegamento è consentito a qualunque utente si colleghi ad esso:è il caso della rete telefonica.
  • Esistono molte vie per le quali i messaggi e le informazioni vengono trasmessi. Le principali sono le vie cavo e le vie etere.

La trasmissione radiofonica avviene attraverso le onde radio,onde elettromagnetiche che si allontanano dall’antenna emittente alla velocità di 300000 km/s

Una delle condizioni per rendere possibile la comunicazione televisiva è che il satellite “veda” la fonte trasmittente e sia “visto” dai ripetitori che diffondono in suono.

La telefonia è un sistema che consente di trasportare i suoni a distanza,trasformando le vibrazioni sonore in variazioni di corrente elettrica. Il dispositivo che permette di trasmettere e ricevere la comunicazione telefonica è il telefono.

slide22

Le telecomunicazioni vie cavo

Il sistema di telecomunicazioni più diffuso è quello via cavo,costituito da una coppia di fili di rame perfettamente isolati tra loro,utilizzata per le comunicazioni telefoniche :il cosiddetto doppino telefonico. Questi cavetti sono riunite in condutture che corrono nel sottosuolo oppure in cavi coassiali. Un’evoluzione recente dei cavi coassiali è rappresentate dalle fibre ottiche,fili di vetro sottili e trasparenti come un capello. La fibra ottica è costituita da una parte centrale,il nucleo,più pura,in cui avviene la propagazione del segnale,e da una parte esterna,il mantello,che funziona da schermo e isola da interferenze la trasmissione dell’impulso del nucleo. Nelle fibre ottiche il segnale viaggia sotto forma di segnale luminoso anziché di segnale elettrico.

slide23

Le telecomunicazioni via etere

  • Le telecomunicazioni possono viaggiare via etere tramite i ponti radio e i satelliti artificiali.
  • I ponti radio vengono impiegati per le grandi distanze,ma i ripetitori non devono essere ostacolati da edifici,montagne,ecc. Per superare tali ostacoli si ricorre a stazioni intermedie.
  • I satelliti artificiali consentono collegamenti tra continenti diversi o a distanze tali da dover superare la curvatura della terra. I satelliti per le telecomunicazioni sono in orbita geostazionaria rispetto alla terra.
  • Per far si che si possano ricevere queste trasmissioni è necessario che il televisore sia collegato a un’antenna parabolica.

Ogni satellite è dotato di un motore proprio con la quale vanno a posizionarsi nella “fascia di Clarke”

I satelliti offrono la possibilità di installare ripetitori ad altissime quote,al di fuori dell’atmosfera

slide24

L’oceania

Con il termine di Oceania molti geografi indicano il complesso del Continente Australiano ,di alcune grandi isole(Nuova Guinea,Nuova Zelanda,Tasmania) e di numerosi arcipelaghi,divisi in tre raggruppamenti principali:Malanesia,Micronesia e Polinesia.

Gli stati dell’Oceania sono quattordici. Lo stato più grande è l’ Australia ( Australia fisica – Australia politica);quello più piccolo è l’isola Nauru. Alcuni arcipelaghi del Pacifico,ex colonie della Francia,hanno deciso di restare legati alla Repubblica Francese come i Territori d’Oltremare(Nuova Caledonia,Polinesia Francese). Agli USA sono rimaste associate la Samoa Orientali nella Polinesia,le Marianne del nord,Guam e le Midway. Alla Gran Bretagna è rimasta l’isola Pitcairn,mentre appartiene al Cile la solitaria isola di Pasqua.

slide25

L’Australia fisica

  • Il continente australiano ha una forma compatta. Sol al nord le coste sono frastagliate e accompagnate da isole minori:il grande golfo di Carpenteria penetra profondamente verso l’interno e la penisola di Capo York si protende verso la Nuova Guinea. A est della penisola si trovano le piccole e quasi disabitate Isole del Mar dei Coralli. Tutto il lato sud del continente è concavo e prende il nome di Gran Baia Australiana. Un elemento spettacolare del paesaggio è la Grande Barriera Corallina. Nell’angolo sud-est troviamo l’isola di Tasmania. L’unico vero fiume con acqua perenne è il Murray,che nasce dalle Alpi Australiane,il maggiore dei suoi affluenti è il Darling.
  • Osservando il continente da est a ovest si trovano cinque forme di paesaggio:
  • La striscia costiera
  • La Grande Catena Divisoria
  • Il Grande Bacino
  • I tavolati occidentali
  • L’angolo di sud-ovest
slide26

L’Australia politica

L’Australia è uno stato federale che nel 2000 ha votato per restare nel Commonwealth.

La federazione è composta da sei stati(uno dei quali è l’isola di Tasmania,più il piccolo distretto attorno alla capitale Canberra)e di sei territori. L’Australia ha il controllo anche di un ampio settore dell’Antartide.

I tre quarti della popolazione vivono nell’angolo sud-est. I centri maggiori tendono a crescere e a unirsi tra loro. Le principali città sono:Canberra,Sydney,Melbourne,Perth e Adelaide. L’Australia esporta frumento e orzo,frutta e verdura,e i prodotti industriali come la canna da zucchero e il cotone. Si allevano bovini e ovini;si esporta lana e si estrae manganese,ferro,argento,zinco,oro,carbone,diamanti e bauxite.

La terza città australiana è Perth che si trova nell’estremo sud-ovest.

Canberra è la capitale.

La città principale è Sydney:è il porto più importante,a cui fanno capo la produzione dei cereali,un vasto giacimento carbonifero e molte industrie.

slide27

Nuova Guinea

La Nuova Guinea è la seconda isola del mondo.Faquasi da ponte fra il mondo asiatico e l’Australia. Nella sua parte settentrionale,infatti,la vegetazione è simile a quella asiatica,nel sud a quella australiana. Occupata da aspre montagne,è coperta da una fitta foresta equatoriale.

Politicamente è divisa in due parti. La metà occidentale appartiene all’Indonesia con il nome IrianJaya. La metà orientale è indipendente dal 1975 con il nome Papua Nuova Guinea.

Il Paese soffre dell’immensa differenza culturale tra la gente delle coste e le tribù primitive dell’interno.

In nuova Guinea coabitano diverse tribù primitive che vivono grazie alle risorse della foresta

slide28

Nuova Zelanda

La nazione-arcipelago della Nuova Zelanda è conosciuta dagli indigeni con il nome Aoteara. Sono terre di formazione vulcanica,con fenomeni attivi come i geysers. Comprende due grandi isole principali.

L’Isola del Nord è montuosa e ha un clima mediterraneo. L’Isola del Sud è percorsa in lunghezza da montagne ,le Alpi Neozelandesi,con ghiacciai e clima umido. La principale risorsa è l’allevamento di ovini e bovini. La città più antica e popolosa è Auckland.

La forma delle due isole ,sebbene rovesciata,ricorda quella dello stivale italiano.

slide29

L’Ermetismo

In Italia,tra gli anni Venti e Trenta,cioè nel periodo tra le due guerre mondiali,si afferma la più alta espressione poetica del Novecento:l’Ermetismo.

I poeti ermetici intendono la poesia come momento di folgorazione,di. Di conseguenza le loro composizioni sono molto brevi che si esprime attraverso poche parole di intenso valore allusivo.

Gli ermetici rifiutano qualsiasi formalismo esteriore e riducono tutto all’essenziale ed esprimono il senso di vuoto e di solitudine.

Il poeta ermetico più rappresentativo è Giuseppe Ungaretti.

Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d’Egitto nel 1888. Nel 1912 si trasferì a Parigi,dove completò la propria formazione culturale e venne a contatto con importanti personalità artistiche e letterarie. Tornato in Italia,prese parte,come volontario,alla Prima Guerra Mondiale. Alla fine della guerra si stabilì a Roma. Morì a Milano nel 1970.

Giuseppe Ungaretti nel 1936 ricevette l’incarico di insegnare Letteratura italiana all’Università di San Paolo in Brasile e nel 1942 quella dell’Università di Roma.

Ungaretti durante gli ultimi anni della sua vita.