slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano PowerPoint Presentation
Download Presentation
Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 53

Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano - PowerPoint PPT Presentation


  • 356 Views
  • Uploaded on

L'uso "off-label dei farmaci: la normativa di riferimento. Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano. SPERIMENTAZIONE. Studio del farmaco per PRECISE PATOLOGIE e a DETERMINATI DOSAGGI su gruppi di PAZIENTI CON MEDESIME CARATTERISTICHE. AUTORIZZAZIONE

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano' - gene


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

L'uso "off-label dei farmaci:

la normativa di riferimento

Prof. Paola Minghetti

Facoltà di Farmacia

Università degli Studi di Milano

slide2

SPERIMENTAZIONE

Studio del farmaco per PRECISE PATOLOGIE e a DETERMINATI DOSAGGI

su gruppi di PAZIENTI CON MEDESIME CARATTERISTICHE

AUTORIZZAZIONE

ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

IL MEDICINALE VIENE COMMERCIALIZZATO PER

LE MEDESIME PATOLOGIE E AGLI STESSI DOSAGGI

slide3

FARMACO IMMESSO IN COMMERCIO

(autorizzato per una particolare patologia)

E’ DOTATO DEL RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO, DELL’ ETICHETTATTURA E DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO CONFORMI

ALLE INDICAZIONI TERAPEUTICHE E AI DOSAGGI ANALIZZATI NEGLI STUDI CLINICI

ALLA NORMATIVA (Dlvo 219/06)

slide4

Il medico

nel prescrivere un medicinale…si attiene alle indicazioni terapeutiche,

alle vie e alle modalità di somministrazione previste dall’autorizzazione all’immissione in commercio

rilasciata dal Ministero della sanità (oggi AIFA)

(art. 3, c. 1, L. 8 aprile 1998, n. 94)

slide5

PATOLOGIA PARTICOLARE

Medicinale autorizzato al commercio in Italia per questa patologia??

SI

NO

il medico sceglie il medicinale più idoneo alla cura del paziente

slide6

Medicinale autorizzato al commercio in Italia per questa patologia??

NO

Preparazioni

galeniche

Importazione

Uso

compassionevole

Uso off-label

Elenco Legge n.648

SE NESSUNA VIA E’ PERCORRIBILE SI APRE

Sperimentazione

slide7

Preparazioni

galeniche

slide8

Preparazioni

galeniche

ASSICURANO AL PAZIENTE LA POSSIBILITA’ DI OTTENERE UN MEDICINALE CHE NON E’

DISPONIBILE COME PRODOTTO DI ORIGINE INDUSTRIALE.

slide9

Preparazioni

galeniche

Preparato magistrale: medicinale preparato in farmacia in base ad una prescrizione medica destinata ad un determinato paziente (art. 3, c.1, lett. a, DLvo 219/06).

Preparato officinale: medicinale preparato in farmacia in base alle indicazioni della F.U.I. e destinato ad

essere fornito direttamente ai clienti di tale farmacia

(art.3 , c.1, lett. b, DLvo 219/06).

Preparato ospedaliero: medicinale preparato nella farmacia ospedaliera e destinato ad essere impiegato all’interno dell’ospedale (art.1, c.4, lett. a, DLvo 178/91).

slide10

puo’ utilizzare principi attivi soltanto se la loro tossicita’ e’ nota alla pubblica amministrazione

Il medico

OVVERO…

prescrive preparati magistrali a base di principi attivi
contenuti in medicinali industriali

descritti nelle farmacopee di paesi comunitari.

PRESCRIVE PREPARATI MAGISTRALI A BASE DI PRINCIPI ATTIVI:

Il medico

(art. 5, comma 1 e 2

L. 94/98)

il cui commercio e’ autorizzato in Italia o in un paese comunitario.

con AIC revocata o non confermata per motivi

non inerenti al rischio d’impiego.

prescrizione di preparati magistrali
PER USO ORALE

A BASE DI PRINCIPI ATTIVI CONTENUTI IN PRODOTTI NON FARMACEUTICI PER USO ORALE IN COMMERCIO IN PAESI COMUNITARI.

PERUSO TOPICO

A BASE DI PRINCIPI ATTIVI CONTENUTI IN PRODOTTI COSMETICI REGOLARMENTE COMMERCIALIZZATI IN PAESI COMUNITARI

PRESCRIZIONE DI PREPARATI MAGISTRALI

(art.5, comma 1, L. 94/98)

slide13
ILMINISTERO DELLA SALUTE

PUO’, PER ESIGENZE DI TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA, IMPORREDIVIETI E LIMITAZIONI ALLA PRESCRIZIONE DI PREPARATI MAGISTRALI

(art.5, comma 1)

slide14
Il medico

Specifichi sulla ricetta le esigenze particolari che giustificano il ricorso alla preparazione estemporanea,

Ottenga il consenso del paziente.

(art.5, comma 3 e 5)

Il farmacista

Trasmetta mensilmente le ricette in originale o in copia all’ASL o all’azienda ospedaliera, che provvederà ad inviarle al Ministero.

(art.5, comma 4 e 5)

LEGGE 8 APRILE 1998, N.94la preparazione magistrale avente indicazioni diverse dal medicinale industriale ma contenente i medesimi principi attivi, richiede che…

slide15

Importazione di medicinali

registrati all’estero

slide16

Importazione di medicinali registrati all’estero (DM 11.2.1997 modificato dal DM 31.1.2006)

mancanza di valida

alternativa terapeutica

Il medico può utilizzare medicinali autorizzati e

commercializzati in Paesi esteri ma non autorizzati in Italia

trattamento non superiore

a 90 giorni

sotto la propria

diretta responsabilità

oggettivi caratteri

di eccezionalità

slide17

Importazione di medicinali registrati all’estero

Il medico

Invia al Ministero della sanità – Ufficio di sanità marittima,

aerea, di confine e di dogana interna

Documentazione:

Nome del medicinale; ditta produttrice;

titolare AIC; dichiarazione che il medicinale

è regolarmente autorizzato; quantitativo e durata terapia;

mancanza di valida alternativa; dichiarazione di responsabilità

slide18

Importazione di medicinali registrati all’estero

Acquisito

Parere favorevole

del Ministero della salute

La dogana

Ogni 3 mesi comunica al

Dipartimento per la valutazione

dei medicinali e

la farmacovigilanza

del Ministero l’elenco

dei medicinali ed i relativi quantitativi

Consente l’importazione

nel territorio nazionale del quantitativo del medicinale proveniente da Paese non appartenente all’Unione europea

Occorre semplice nulla osta da parte del competente

Ufficio di sanità marittima, aerea, di confine o di dogana se proviene da Paesi europei

slide20

Uso compassionevole - DM 8.5.2003

Medicinale

in fase di sperimentazione

AIC

Può essere richiesto

Non esiste valida

alternativa terapeutica

per malattie rare o

che pongano il paziente in pericolo di vita

Per uso

al di fuori

della

sperimentazione

Azienda produttrice

Sulla base di un protocollo

notificato

al Ministero della salute

approvato dal C.E.

slide21

Uso compassionevole - DM 8.5.2003

L’autorizzazione all’uso del medicinale

Viene rilasciata

Il medicinale è oggetto, nella medesima indicazione terapeutica

di studi sperimentali

in corso o conclusi, di fase 3, o in casi particolari di fase 2

I dati disponibili sulla sperimentazione

sono sufficienti per formulare

un favorevole giudizio

IL MEDICINALE E’ FORNITO GRATUITAMENTE

slide22

Uso compassionevole -DLvo 219/06

oggi??

Con decreto del Ministro della salute, da adottarsi entro centoventi giorni dall’entrata in vigore del presente decreto, tenuto conto anche delle linee guida EMEA per l’uso compassionevole dei medicinali, sono stabiliti i criteri e le modalità per l’uso di medicinali privi di AIC in Italia, incluso l’utilizzo al di fuori del riassunto delle caratteristiche del prodotto autorizzato nel paese di provenienza e l’uso compassionevole di medicinali non ancora registrati. Fino all’entrata in vigore del predetto decreto ministeriale, resta in vigore il decreto ministeriale 8 maggio 2003, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28 luglio 2003, n.173.

Art. 158, c. 10

slide24

RIFERIMENTI NORMATIVI

CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

LEGGE 8 APRILE 1998, n. 94

legge 8 aprile 1998 n 94
LEGGE 8 APRILE 1998, N.94

REGOLAMENTA

L’IMPIEGO DEI MEDICINALI INDUSTRIALI

PRESCRIZIONE DI PREPARATI MAGISTRALI

SPERIMENTAZIONE CLINICA IN CAMPO ONCOLOGICO

RISERVATEZZA DEI DATI PERSONALI DEL PAZIENTE

slide26

PRESCRIZIONE OFF-LABEL

Il medico

Può impiegare un medicinale prodotto industrialmente

per un indicazione o una via di somministrazione,

o una modalità di somministrazione o di utilizzazione

diversa da quella autorizzata…

Art, 3, c. 2, L. 94/98

slide27

PRESCRIZIONE OFF-LABEL

Il medico

L’impiego deve essere noto e conforme

a lavori apparsi su pubblicazioni

scientifiche accreditate

consenso

informato

Il paziente non può essere

trattato con medicinali

autorizzati per quella patologia

sotto la propria diretta responsabilità

slide28

Sentenza n. 251 del 21 luglio 2000, Trib. di Milano, Sezione X

E’ responsabile del reato di lesioni personali di cui all’art. 582 c.p.v., o nei casi più gravi del reato di cui all’art. 589 c.p.v. (omicidio colposo), il medico che prescrive la somministrazione di farmaci:

  • sulla base di una terapia applicata al di fuori di qualsiasi protocollo accettato dalla comunità scientifica;
  • in assenza del consenso esplicito alla terapia
sentenza n 251 del 21 luglio 2000 trib di milano sezione x
Sentenza n. 251 del 21 luglio 2000, Trib. di Milano, Sezione X

E’ stato ritenuto colpevole un medico che prescriveva la somministrazione sistematica di insulina a scopo anti-abortivo provocando alla paziente crisi ipoglicemiche, tali da comportare l’incapacità assoluta di attendere le ordinarie occupazioni.

L’insulina è stata utilizzata ad uso “off-label” (fuori dalle indicazioni previste), la terapia, di natura sperimentale, avrebbe dovuto essere adoperata in uno studio clinico controllato

NESSUNAesperienza personale, per quanto autorevole, e’ infatti in grado di sostituire l’esperimento che deve sottostare ai vincoli precisi dello studio randomizzato!

sentenza n 1052 del 6 dicembre 2004 tribunale di genova
Sentenza n. 1052 del 6 dicembre 2004,Tribunale di Genova

E’ stato ritenuto colpevole, ai sensi dell’art. 589 (omicidio colposo) un ginecologo che prescriveva alla paziente (donna),per imprudenza e imperizia, una terapia ormonale antiandrogena mediante l’assunzione di Flutamide Ipsen (farmaco indicato per il trattamento delle neoplasie della prostata nei pazienti di sesso maschile), nonostante:

  • la lieve entità della sintomatologiadella ragazza;
  • la particolare gravità degli effetti collateralidel farmaco.

Inoltre ometteva, per negligenza, di sottoporre la paziente ad esami (durante la somministrazione del farmaco)

slide31

appartiene alla categoria degli antiandrogeni non steroidei

Il FLUTAMIDE è indicato per il trattamento del carcinoma prostatico

deve essere utilizzato nei confronti dei pazienti di sesso maschile

L’autorizzazione all’immissione in commercio in Italia è data

SOLO PER QUESTE INDICAZIONI TERAPEUTICHE!

slide32

IL MEDICO NON HA:

  • effettuato controlli sulla paziente durante la
  • somministrazione, verificando anche il possibile
  • sorgere degli eventuali effetti collaterali che lo stesso
  • foglietto illustrativo riporta sul farmaco;
  • utilizzato il farmaco secondo le indicazioni autorizzate;
  • utilizzato (perché non ve ne erano) pubblicazioni
  • Scientifiche accreditate sull’uso di tale medicamento
  • per altri scopi
slide33

Sentenza n. 440 del 24 novembre 2005,Tribunale di Pistoia

E’ stata condannata una psichiatra

ai sensi degli artt. 582 – 583 c.p.v.

(lesioni gravi e volontarie) per aver prescritto ad una minore per la cura dell’obesità l’assunzione del farmaco Topamax (p.a. topiramato);

slide34

Sentenza n. 440 del 24 novembre 2005,Tribunale di Pistoia

Il farmaco è un antiepilettico avente come effetto

collaterale la perdita di peso

E stato usato dal medico, come cura contro

l’obesità, aumentando le dosi raccomandate

e sfruttando al massimo uno dei possibili effetti

collaterali

slide35

Sentenza n. 440 del 24 novembre 2005,Tribunale di Pistoia

L’uso off-label del farmaco “è stato del tutto scorretto”

  • - perché fatto senza adeguata informazione;
  • perché, prima di ricorrere al Topamax, potevano esserci altri rimedi per far dimagrire una bambina di appena 12 anni;
  • perché all’epoca non c’erano pubblicazioni scientifiche che suffragassero tale uso off-label;
  • perché, in ogni caso, scorretta è stata la dose iniziale di 200mg/die, anziché quella prudenziale di 25mg/die, senza una progressione lenta e senza adeguati controlli sugli effetti collaterali
slide37

Il medico

….Può impiegare un medicinale prodotto industrialmente

per un indicazione o una via di somministrazione,

o una modalità di somministrazione o di utilizzazione

diversa da quella autorizzata, ovvero riconosciuta agli effetti dell’applicazione dell’art. 1, c. 4 della legge 23 dicembre 1996, n. 648…

Art, 3, c. 2, L. 94/98

slide38

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

Sono erogabili a carico del

Servizio Sanitario Nazionale

!!! SE NON ESISTE VALIDA TERAPIA TERAPEUTICA!!!

!!! SE INSERITI IN APPOSITO ELENCO

slide39

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

PROVVEDIMENTO 20 LUGLIO 2000

ISTITUZIONE DELL’ELENCO

Monitorato dall’AIFA

I medicinali vengono inseriti dall’AIFA

su proposta di associazioni di malati, società scientifiche, ASL, università, ecc..

slide40

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

Medicinali innovativi autorizzati in altri stati

ma non sul territorio nazionale

Medicinali non ancora autorizzati

ma sottoposti a sperimentazione

Medicinali da impiegare per un indicazione

terapeutica diversa da quella autorizzata

slide41

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

In data 29 maggio 2007 l’AIFA, con determinazione, ha provveduto ad aggiornare l’elenco dei farmaci erogabili a totale carico del SSN, ai sensi dell’art. 1, comma 4, del L. 648/96

INTEGRANDOLO

mediante una specifica sezione concernente i medicinali che possono essere utilizzati per una o più indicazioni terapeutiche diverse da quelle autorizzate

slide42

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

Nella determinazione sono state inserite particolari liste relative rispettivamente ai farmaci con uso consolidato sulla base dei dati della letteratura scientifica nel trattamento dei tumori solidi nell’adulto, nel trattamento dei tumori pediatrici e nel trattamento delle neoplasie ematologiche.

slide43

LEGGE 23 DICEMBRE 1996, N. 648

L’utilizzo dei medicinali inseriti in questo elenco

comporta l’obbligo di trasmissione di particolari dati

NON

slide46

oggi...

DETERMINAZIONE 16 ottobre 2007

Aggiornamento dell'elenco dei medicinali, istituito con il provvedimento della Commissione Unica del Farmaco (CUF) 20 luglio 2000, erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale, ai sensi dell'articolo 1, comma 4, del decreto-legge 21 ottobre 1996, n. 536, convertito dalla legge 23 dicembre 1996, n. 648.

slide47

…Ritenuto di integrare ed aggiornare l'elenco dei farmaci erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale, predisposto in attuazione dell'art. 1, comma 4, del decreto-legge 21 ottobre 1996, n. 536, sopra citato, inserendo in due nuovi distinti allegati i farmaci con uso consolidato nel trattamento di patologie neurologiche e nel trattamento correlato ai trapianti e integrando due dei tre allegati gia' presenti per il trattamento delle neoplasie e patologie ematologiche e dei tumori pediatrici, per indicazioni anche differenti da quelle previste dal provvedimento di autorizzazione all'immissione in commercio; ….

slide48

LEGGE 27.12.2006, n. 296

(Legge finanziaria 2007)

La disposizione di cui all’art. 3, comma 2 della legge 94/98

NON

è applicabile al ricorso a terapie farmacologiche a carico del SSN, che, nell’ambito dei presidi ospedalieri o di altre strutture e interventi sanitari

slide49

LEGGE 27.12.2006, n. 296

(Legge finanziaria 2007)

si configuri, al di fuori delle condizioni di autorizzazione all’immissioni in commercio, quale alternativa terapeutica rivolta a pazienti portatori di patologie per le quali risultino autorizzati farmaci recanti specifica indicazione al trattamento

assuma carattere diffuso e sistematico

slide51

Legge 31.12.2007, n. 244

Legge finanziaria 2008

slide52

ARTICOLO 2, c. 348

(Disposizioni sulla spesa e sull'uso dei farmaci)

1. In nessun caso il medico curante può prescrivere, per il trattamento di una determinata patologia, un medicinale di cui non è autorizzato il commercio quando sul proposto impiego del medicinale non siano disponibili almeno dati favorevoli di sperimentazioni cliniche di fase seconda. Parimenti, è fatto divieto al medico curante di impiegare, ai sensi dell'articolo 3,comma 2,… della legge 8 aprile 1998, n. 94, un medicinale industriale per un'indicazione terapeutica diversa da quella autorizzata ovvero riconosciuta agli effetti dell'applicazione dell'articolo 1, comma 4, del decreto-legge 21 ottobre 1996, n. 536, convertito dalla legge 23 dicembre 1996, n. 648, qualora per tale indicazione non siano disponibili almeno dati favorevoli di sperimentazione clinica di fase seconda.

slide53

ARTICOLO 2, c. 348(Disposizioni sulla spesa e sull'uso dei farmaci)

2. Ai fini delle decisioni da assumere ai sensi dell'articolo 1, comma 4, …..della legge 23 dicembre 1996, n. 648, e dell'articolo 2, comma 1, ultimo periodo … della legge 8 aprile 1998, n. 94, la Commissione tecnico-scientifica dell’AIFAvaluta, oltre ai profili di sicurezza, la presumibile efficacia del medicinale, sulla base dei dati disponibili delle sperimentazioni cliniche già concluse, almeno di fase seconda.