slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Principi di farmacocinetica PowerPoint Presentation
Download Presentation
Principi di farmacocinetica

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 79

Principi di farmacocinetica - PowerPoint PPT Presentation


  • 620 Views
  • Uploaded on

Principi di farmacocinetica. Descrittivi - assorbimento e vie di somministrazione - distribuzione - metabolismo - escrezione - interazioni farmacocinetiche. Quantitativi - processi cinetici - modelli - parametri - monitoraggio delle concentrazioni ematiche. assorbimento.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Principi di farmacocinetica' - evania


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Principi di farmacocinetica

Descrittivi

- assorbimento e vie di somministrazione

- distribuzione

- metabolismo

- escrezione

- interazioni farmacocinetiche

Quantitativi

- processi cinetici

- modelli

- parametri

- monitoraggio delle concentrazioni ematiche

slide2

assorbimento

plasma

farmaco libero

farmaco legato

metaboliti

sede

d’azione

depositi

tissutali

escrezione

biotrasformazione

slide3

Farmacocinetica (PK)

Conc vs tempo

Concentrazione

Tempo

Principi di farmacocinetica

Farmacocinetica

  • Assorbimento
  • Distribuzione
  • Metabolismo
  • Escrezione

Farmacodinamica

  • Meccanismo d’azione
slide4

Farmacocinetica (PK)

Conc vs tempo

Concentrazione

Tempo

Principi di farmacocinetica

Farmacocinetica

  • Assorbimento
  • Distribuzione
  • Metabolismo
  • Escrezione

Farmacodinamica

  • Meccanismo d’azione
slide5

Assorbimento farmaci per os

  • Biodisponibilità:

frazione di farmaco che raggiunge il circolo sistemico

    • Proprietà chimico-fisiche farmaco
      • Liposolubilità
      • Grado di ionizzazione
    • Effetto di primo passaggio
    • Condizioni fisiopatologiche pazienti
      • Malassorbimento
slide6

Concentrazione

farmaco (µg/mL)

Tempo (ore)

Curva concentrazione plasmatica-tempo

Cmax

AUC

Cmin

slide7

Assorbimento

  • Diffusione semplice
  • Trasporto
  • Filtrazione
  • Transcitosi
slide8

Assorbimento

  • Diffusione semplice
    • - c ai lati della membrana
    • - caratteristiche della membrana
    • - coefficiente di ripartizione lipidi/acqua
    • - grado di ionizzazione (pKa del farmaco e pH
    • del mezzo)
slide9

Assorbimento

  • Trasporto (unidirezionale)
    • Attivo *
    • contro gradiente (di concentrazione o elettrochimico)
    • Facilitato **
    • secondo gradiente

Esempi: * levodopa, glicoproteina P;

** gabapentina; acidi e basi (a livello renale).

slide10

Assorbimento

  • Filtrazione
    • (pori e giunzioni intercellulari) seguendo il
    • flusso dell’acqua
slide11

Vie di somministrazione

Enterali

orale

rettale

sublinguale

Parenterali

Invasive

endovenosa,intramuscolare,

intravascolare, sottocutanea,

intradermica, ecc.

Non invasive

polmonare, transcutanea,

transmucosa, aerosol, con-

giuntivale, ecc.

slide12

Vantaggi e svantaggi delle varie vie di somministrazione

rapidità

d’az

prati-

cità

inc. inter.

farmacoc.

tossi-

cità

eff.

topici

Mx.

biod..

eff.

I pass.

+

+

+

+

orale

rettale

sublinguale

endovenosa

intramuscolo

sottocutanea

polmonare

transcutanea

transmucosa

(+)

(+)

+

+

+

(+)

+

+

+

+

+

+

+

+

+

+

+

+

+

slide13

Fattori che condizionano l’assorbimento

per via extravascolare

Relativi al farmaco

caratteristiche chimico-fisiche

liposolubilità, idrosolubilità, coefficiente di

ripartizione lipidi/acqua, pKa

Relativi alla preparazione farmaceutica

formulazione

confetti, compresse, capsule, polveri, microniz-

zazione, soluzioni (acquose, alcooliche), gastro-

resistenti, a cessione controllata, deposito,

profarmaco

continua

slide14

Fattori che condizionano l’assorbimento

per via extravascolare

continua

Relativi alla via di somministrazione

superficie assorbente (dimensione e struttura)

grado di vascolarizzazione

motilità dell’organo

presenza di alimenti

presenza di altre sostanze chimiche

effetto di primo passaggio

ricircoli

slide15

Farmacocinetica (PK)

Conc vs tempo

Concentrazione

Tempo

Principi di farmacocinetica

Farmacocinetica

  • Assorbimento
  • Distribuzione
  • Metabolismo
  • Escrezione

Farmacodinamica

  • Meccanismo d’azione
slide16

Distribuzione

Fattori che condizionano la distribuzione

  • peso molecolare
  • caratteristiche chimico-fisiche del farmaco
  • legame farmaco proteico
  • perfusione tissutale
  • composizione dei tessuti
  • presenza di barriere
  • condizioni cliniche del paziente
slide17

Distribuzione

Perfusione tissutale

  • Alta
  • polmoni
  • reni
  • fegato
  • cuore
  • cervello
  • Media
  • cute
  • muscolo (a riposo)
  • Minima
  • adipe
  • connettivo
slide18

Distribuzione

Legame farmacoproteico (debole, prontamente reversibile) *

  • Albuminafarm. acidi (mx 6 molecole/1 molecola alb.)
  • Globulinefarm. basici
  • (orosomucoide)
  • Transcortinacorticosteroidi, tiroxina, vit. B12
  • Lipoproteinesteroidi, vit. A e D, ciclosporina, chinidina,
  • alcuni pesticidi

* eccezionalmente addotti covalenti (betalattamici, captoprile,

e penicillamina; legami disolfuro). Meccanismo importante ai

fini immunogenetici

slide19

Distribuzione

Redistribuzione

  • Farmaci altamente liposolubili abbandonano l’organo (bersa-
  • glio) ad elevata irrorazione per redistribuirsi a tessuti meno
  • irrorati ma a maggiore capacità ritentiva

Siti di accumulo

  • Cheratina (griseofulvina, arsenico)
  • Fegato (metalli pesanti, vit. B 12)
  • Rene (metalli pesanti, aminoglicosidi)
  • Adipe (steroidi, pesticidi)
  • Tessuto osseo (bifosfonati, piombo, stronzio)
slide20

Distribuzione

Composizione dei tessuti

Acqua

Neonato

Bambino

Adolescente

Adulto

Anziano

Anziano-anziano

Grasso

slide21

Fattori condizionanti

l’attraversamento di “barriere”

  • Lipofilia
  • Peso molecolare
  • Legame proteine plasmatiche
slide22

Distribuzione

Barriere

Barriera emato-encefalica (BEE)

capillari fenestrati solo in corrispondenza di zona chemiocet-

trice, lobo posteriore dell’ipofisi ed eminenza mediana (con-

sentono il passaggio di ormoni e neurotrasmettitori)

  • mancano pori
  • membrana basale circondata dai piedi terminali degli astrociti
  • mancano vescicole transendoteliali  no transcitosi
  • presenza di trasportatori
  • -

continua

slide23

Distribuzione

continua

Barriere

Barriera emato-liquorale

(plesso corioideo e organi periventricolari)

Barriera emato-placentare

(epitelio trofoblastico, connettivo corionico, endo-

telio capillare fetale)

  • trasportatori
  • transcitosi (transferrina, IgG)
slide24

Eliminazione

renale

polmonare

fecale

biliare

con il latte

Escrezione

Metabolismo

epatico

slide25

Farmacocinetica (PK)

Conc vs tempo

Concentrazione

Tempo

Farmaco

Farmacocinetica

  • Assorbimento
  • Distribuzione
  • Metabolismo
  • Escrezione

Farmacodinamica

  • Meccanismo d’azione
slide26

Escrezione renale

Filtrazione glomerulare (120-130 ml/min)

- sino a 20.000 Dalton

Secrezione tubulare

Trasporto attivo per anioni ediffusionefacilitata

- acidi (PAI, cefalosporine, penicilline, salicilati,

acido urico)

- glicuro/solfoconiugati

- sulfamidici

- probenecide, ecc.

- concentrazione intracellulare (tox. aminiglicosidi,

cefalosporine, ecc.)

- antagonismo (probenecide, betalattamine)

continua

slide27

Escrezione renale

continua

Secrezione tubulare

Trasporto attivo per cationi

- composti quaternari d’ammonio

- chinina

- amiloride

- anti H2, ecc.

- glicoproteina P (membrana apicale tubulo contorto pros-

simale)

- digossina

- antibiotici antineoplastici, ecc.

slide28

Riassorbimento tubulare

Mediante trasporto attivo (tubulo prossimale)

glucosio

aminoacidi

vitamine liposolubili

levodopa

litio

acido urico

Mediante endocitosi

antibiotici aminoglicosidici

Mediante diffusione passiva

clearance plasmatica di un farmaco
Clearance plasmatica di un farmaco
  • Volume di plasma che viene depurato dal farmaco nell’unità di tempo (ml/min oppure L/h)
  • Clearance totale
    • Clearance epatica (f. lipofili)
    • Clearance renale (f. idrofili)
slide30

Metodi per modificare l’escrezione renale dei farmaci

  • Diuresi forzata
  • Acidificazione/alcalinizzazione delle urine
  • Emodialisi
  • Emofiltrazione
  • Emoperfusione
slide31

Escrezione polmonare

Farmaci volatili

  • anestetici generali volatili
  • alcooli
  • aldeidi
  • idrocarburi
slide32

Escrezione intestinale

Fecale(quota di farmaco non assorbita a livello intestinale)

Biliare

- diffusione passiva

- trasporto attivo *(PM > 400-500 Dal)

Intestinale

- (diffusione passiva)**

* ruolo importante di varie isoforme di glicoproteina P

** ciclosporina, digossina, alcuni antineoplastici vengono trasportati nel

lume intestinale dalla glicoproteina P

slide33

Arteria

epatica

Vena

epatica

Fegato

*

Vena porta

Colecisti

(svuotamento

intermittente)

Coledoco

Intestino

*

Ricircolo enteroepatico

*glucuronazione

(b-glucuronidasi)

Farmaco ( interazioni

resine scambio ionico)

Glucuronide

(idrolisi batterica

steroidi)

slide34

Escrezione per altre vie

saliva TDM

capelli implicazioni medico-legali

latte umano tossicità per il lattante

concentrazione nel latte

pH plasma 7.4 pH latte 6.5

contenuto in grassi del latte (3-4%)

liposolubilità del farmaco

biodisponibilità orale nel latte

latte bovino (e prodotti caseari)

inquinanti vari

pesticidi

slide35

Meccanismi di salvaguardia degli organismi

viventi nei confronti di:

Micromolecole biotrasformazione

Macromolecole

Cellule sistema immunitario

Microorganismi

slide36

Metabolismo xenobiotici

Localizzazione: reticolo endoplasmatico liscio

Porte di ingressoIntestino

Fegato

Polmoni

Barriere Ematoencefalica

Placentare

Substrati preferenziali: sostanze lipofile

Inducibilità: (induzione/inibizione enzimatica)

slide37

Farmacocinetica (PK)

Conc vs tempo

Concentrazione

Tempo

Farmacocinetica

  • Assorbimento
  • Distribuzione
  • Metabolismo
  • Escrezione

Farmacodinamica

  • Meccanismo d’azione
slide38

Metabolismo (conseguenze)

  • metabolita incapace di interagire con il
  • recettore
  • metabolita incapace di raggiungere la sede
  • d’azione
  • metabolita eliminato più rapidamente (per
  • aumentata idrosolubilità)

Inattivazione

  • metabolita dotato di attività a differenza
  • del farmaco progenitore (profarmaco)
  • mutageni e carcinogeni attivati dalla
  • microflora intestinale

Attivazione

slide39

Metabolismo

Reazioni di fase I

  • Ossidazioni microsomiali
  • (Citocromo P450)
  • ● idrossilazione aromatica OH-fenitoina
  • epossidazione CBZ-epossido
  • sulfossidazione CLPZ-sulfossido
  • dealchilazione (codeina) morfina
  • desulforazione (tiopentale) pentobarbitale
  • deidrogenazione (paracetamolo) N-acetilbenzochi-
  • noneimina

Prodotto

continua

slide40

Metabolismo

continua

Reazioni di fase I

  • Ossidazioni extramicrosomiali
  • (Fraz. solubile del citoplasma)
  • alcool deidrogenasi *
  • aldeide deidrogenasi
  • MAO (A/B)
  • xantino ossidasi

* Es. di substrati endogeni: retinolo, retinene

Es. di substrati esogeni: vari alcooli e aldeidi (tricloroaldeide,

ecc.)

continua

slide41

Metabolismo

continua

Reazioni di fase I

Prodotto

  • Riduzioni (riduttasi)
  • aldeidi e chetoni gruppo alcoolico
  • chinone idrochinoni
  • glutatione riduttasi GSH

continua

slide42

Metabolismo

continua

Reazioni di fase I

  • Idrolisi
  • esterasi (esteri)
  • epossido idrolasi (microsomi)
  • peptidasi *

* aminopeptidasi, carbossipeptidasi(fluidi extracellulari,

suoperficie delle cellule, lisosomi)

slide43

Metabolismo

Reazioni di fase II

  • Coniugazione
  • ac. glucuronico UDP-glicuronil transferasi*(reticolo)
  • zolfo solfotransferasi
  • glicina N-aciltransferasi
  • ac. acetico N-acetiltransferasi
  • metili metiltransferasi
  • glutatione glutatione-S-transferasi

* mutazioni geniche con deficit di coniugazione della bilirubina

(sidrome di Gilbert, sindromi di Crigler-Najjar I e II)

slide44

Citocromo P450 (CYP)

Superfamiglia di oltre 150 isoforme

Struttura emoproteica

Codificazione poligenica

Sovrapposizione di specificità di substrato

slide45

Biotrasformazione dei farmaci:

Ossido-riduzione da parte del sistema CYP450

CYP 1A2

CYP 2E1

CYP 2C

CYP 3A4

CYP 2D6

Contributo relativo delle diverse isoforme

  • Il CYP3A4 è la principale isoforma nell’uomo con una considerevole espressione anche nella parete intestinale
  • Il sistema microsomiale CYP450 è responsabile di molte biotrasfor-mazioni di Fase I
  • 12 famiglie di enzimi sono espresse nell’uomo
  • Diverse tipi di farmaci sono substrati del CYP450, ma tutti sono caratterizzati da una notevole liposolubilità
slide46

Esempi di metaboliti tossici

continua

Chinoni

cyp 1A1

N-acetil-p-benzochinoneimina

paracetamolo

glutatione

transferasi

Adotto con GS

continua

slide47

Esempi di metaboliti tossici

continua

Radicali liberi

riduttasi mitoc.

Doxorubicina

Rad. semichinonico libero

O2

SOD °

O2•

(rad. anion.

superossido) *

H2O

HOOH

* necrosi cellulare da stress ossidativo (miocardio: basso livello

SOD)

° superossido dismutasi

GPO = glutatione perossidasi CAT = catalasi

slide48

Fattori che influenzano il metabolismo dei farmaci

  • genetici (polimorfismo)
  • ambientali
  • interazioni
slide49

Polimorfismo metabolico

continua

Polimorfismo genetico

  • Colinesterasi plasmatica (pseudocolinesterasi o butirrilcolin-
  • esterasi)
  • succinilcolina
  • conseguenze: abnorme prolungamento (ore) dell’azione*

*numero di dibucaina (percentuale di inibizione dell’attività idrolitica ad opera dell’anestetico locale); valori normali > 60; inferiori con la variante atipica (omo ed eterozigote)

slide50

Induzione enzimatica

  • sostanza induttrice (auto1– eteroinduzione)
  • esposizione continua
  • latenza breve (24-48 ore) con rifampicina
          • più lunga (7 giorni) con fenobarbitale
  • durata alla sospensione lunga (~ 30 giorni) con fenobarbitale
  • (parecchie settimane) con idro-
  • carburi policlici aromatici
  • conseguenze ridotta efficacia del farmaco indotto
  • produzione di metaboliti tossici

1 carbamazepina, ifosfamide, idrocarburi policiclici aromatici

slide51

Induzione: eventi macro/microscopici

> volume del fegato

> flusso ematico attraverso il fegato

> flusso biliare

> reticolo endoplasmatico

> proteine enzimatiche

proliferazione perossisomi1

1 strutture vescicolari intracellulari contenenti enzimi ossida-

tivi responsabili della b-ossidazione degli acidi grassi con

formazione di H2O2 ed eventualmente radicali liberi

slide52

Esempi di induttori enzimatici

Antibiotici rifampicina

grieseofulvina

Anticonvulsivanti fenobarbitale

primidone

fenitoina

carbamazepina

Steroidi anabolizzanti

Idrocarburi policiclici aromatici

slide53

Esempi di inibitori enzimatici

Antibiotici CAF, macrolidi, chinoloni

Antimicotici azolici

Anticonvulsivanti valproato

Psicofarmaci cloropromazina, fluoxetina,

fluvoxamina, paroxetina

Antistaminici cimetidina, clorfeniramina

Cardiovascolari chinidina, diltiazem, verapamile

slide54

Inibizione enzimatica

continua

A carico delle colinesterasi

Anticolinesterasici

Anti MAO

Vigabatrin

A carico delle MAO

A carico della GABA T

A carico delle L-aminoacidoaromatico decarbossilasi

Inibitori delle dopa-decarbossilasi

slide55

FIRST-PASS EFFECT (biotrasformazione ~ 50%

prima di entrare nel circolo sistemico)

FANS (ASA, paracetamolo)

Narcotici ed antagonisti (morfina, buprenorfina, pentazocina,

meperidina, naloxone, naltrexone, ecc.)

Anestetici locali (lidocaina)

TCAS e neurolettici (fenotiazine)

a - b bloccanti (alprenololo, propranololo, ecc.)

Catecolamine

Steroidi (testosterone, ecc.)

slide56

Fattori condizionanti il metabolismo dei farmaci

Età

Sesso

Stati parafisiologici

Interazioni cinetiche

Epatopatie

Pneumopatie

Insufficienza cardiaca

Insufficienza renale

slide57

Aspetti farmacocinetici condizionanti

la scelta del regime posologico

  • Età
      • anziani (< clearance renale; Vd > per farmaci liposolubili; > t1/2 )
      • bambini ( variabilità Vd e clearance)
  • Obesità
      • > Vd per f. lipofili = dose su peso reale
      • < Vd per f. idrofili = dose su peso “magro”
  • Funzionalità renale (f. idrofili)
  • Funzionalità epatica (f. lipofili)
farmacocinetica quantitativa
Farmacocinetica quantitativa
  • Studia la velocità con la quale decorrono i processi da cui dipende la concentrazione plasmatica di un farmaco:
          • assorbimento
          • distribuzione
          • metabolismo
          • escrezione
  • Cerca di individuare le relazioni tra concentrazione plasmatica ed effetti clinici
  • Utilizza modelli matematici e formule che consentono di predire livelli plasmatici per un dato dosaggio, dosaggio individualizzato, interazioni tra farmaci, etc.
studio della velocit di un processo
Studio della velocità di un processo
  • dove:
  • k: costantedi velocità diordinen
  • n: ordine del processo cinetico
  • In farmacocinetica:
      • processi di ordine primo (n = 1) = dose-indipendenti
      • processi di ordine zero (n = 0) = dose-dipendenti
      • processi misti
processo di primo ordine n 1
Processo di primo ordine (n=1)
  • La velocità con cui decorre il processo è direttamente proporzionale alla concentrazione
  • I parametri farmacocinetici sono delle costanti caratteristiche del farmaco, indipendenti dalla dose
processo di ordine zero n 0
Processo di ordine zero (n=0)
  • La velocità con cui decorre il processo è costante ed indipendente dalla concentrazione (cinetica di saturazione)
  • I parametri farmacocinetici non sono costanti caratteristiche del farmaco, ma sono dipendenti dalla dose
principali misure e parametri utilizzati in farmacocinetica
Principali misure e parametri utilizzati in farmacocinetica
  • area sotto la curva o Area Under the Curve (AUC) (p/v x h)
  • biodisponibilità (F ) (%)
  • costante di assorbimento (ka) ( h-1 )
  • concentrazione massima (Cmax) (p/v)
  • tempo alla concentrazione massima (Tmax) (h)
  • costante di distribuzione (a ) (h-1)
  • tempo di dimezzamento della fase di distribuzione (t1/2 a ) (h)
  • tempo di dimezzamento della eliminazione (t1/2 ke; t1/2b) (h)
  • stato stazionario (C ss) (p/v)
  • volume di distribuzione (Vd) (l/p)
  • clearance renale (Cl r) (l/t)
  • clearance sistemica (Cl t) (l/t)
slide63

1000

(C12h + C24h) x (t24h – t12h)

A =

2

100

Concentrazione (mg/L)

10

1

0.1

0

12

24

36

48

60

Tempo (ore)

CALCOLO AUC SECONDO IL METODO DEI TRAPEZOIDI

Tempo Concentrazione

0.251.02

0.5 3.05

1 68.16

2 122.50

3 123.70

4 106.00

5 84.45

6 64.49

7 48.49

9 26.53

12 10.97

24 1.90

36 1.43

48 1.15

60 0.93

C12h

C24h

A

t24h

t12h

AUC = 860,43 mg/L·h

definizione di biodisponibilit f
Definizione di biodisponibilità (F%)

Percentuale di farmaco immodificato presente in circolo

doposomministrazione per la via in esame (os, i.m., ecc.)

rispetto a quella assicurata dalla viae.v.e velocità con la

quale tale processo si verifica

slide65

AUC OS

Concentrazione

farmaco (µg/mL)

Fos =

· 100

AUC EV

Tempo (ore)

AREA UNDER THE CONCENTRATION-TIME CURVE (AUC)

Dose EV

FE’ IL PARAMETRO PK CHE CI INFORMA SULL’ENTITÀ DELL’ ESPOSIZIONE SISTEMICA OTTENUTA DOPO SOMMISITRAZIONE PER UNA DETERMINATA VIA RISPETTO A QUELLA ENDOVENOSADI UNA STESSA DOSE DI FARMACO

Dose OS

AUCEV

AUCOS

slide66

CALCOLO DELLA BIODISPONIBILITÀ ORALE

Fos = 100%

Concentrazione (mg/L)

Fos = 66%

Fos = 33%

Tempo (ore)

EV

AUC OS = AUC EV

AUC OS = 2/3 AUC EV

AUC OS = 1/3 AUC EV

modelli compartimentali
MODELLI COMPARTIMENTALI

MONOCOMPARTIMENTALE

ka

ke

extravascolare

E.V.

ke

ka

[c]

ke

[C]

Tempo

Tempo

modello monocompartimentale

Modello monocompatimentale

Dopo la

somministrazione

Prima della

somministrazione

Modello monocompartimentale
modelli compartimentali1
MODELLI COMPARTIMENTALI

BICOMPARTIMENTALE

k 1 2

ka

k 2 1

b

extravascolare

E.V.

[c]

[C]

C0

b

ka

C0

b

Tempo

Tempo

slide70

Modello bicompartimentale

Modello bicompatimentale

Immediatamente dopo la somministrazione

Prima della

somministrazione

Dopo equilibrio di

distribuzione

modello bicompartimentale e v
Modello bicompartimentale (e.v.)

Fase a di distribuzione

Fase b di eliminazione

slide72

Modello bicompartimentale per via extravascolare

1000

-

=

100

Concentrazione (mg/L)

10

1

-

=

0.1

0

12

24

36

48

60

Tempo (ore)

C = 1027

A = 500

B = 2,7

t1/2 β = 38,51 h

Ka = 0,70 h-1

t1/2 α = 1,98 h

clearance plasmatica di un farmaco1
Clearance plasmatica di un farmaco
  • Volume di plasma che viene depurato dal farmaco nell’unità di tempo (ml/min oppure L/h)
  • Clearance totale
    • Clearance epatica (f. lipofili)
    • Clearance renale (f. idrofili)
volume di distribuzione d c o
VOLUME DI DISTRIBUZIONE (D/Co)

Esempi

soluzione

l/kg

Vd Co>Vd Co

0.06

0.1

0.2

0.4

0.8

1.0

1.5

2.0

4.0

5.0

Co

C0

stato stazionario
Stato stazionario

Situazione nella quale due eventi di segno opposto

raggiungono l’equilibrio

Esempio

ingresso e uscita di un farmaco

dall’organismo

slide77

Stato stazionario

  • Raggiunto dopo circa 4 emivite di eliminazione
  • Tempo per raggiungerlo indipendente dalla dose

2

1

0

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

0 1 2 3 4 5 6

Tempo (multipli dell’ emivita di eliminazione)

Fluttuazioni

Proporzionali a intervallo di dosaggio / emivita di eliminazione

  • Concentrazioni di Stato Stazionario
  • Proporzionali a dose / intervallo di dosaggio
  • Proporzionali a biodisponibilità / clearance
slide78

35

35

30

30

25

25

MTC

MTC

20

20

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

15

15

MEC

MEC

10

10

5

5

0

0

0 24 48 72 96

0 24 48 72 96

35

35

30

30

25

25

MTC

MTC

20

20

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

15

15

10

10

MEC

MEC

5

5

0

0

0 24 48 72 96

0 24 48 72 96

1000 mg OD

500 mg BID

250 mg QID

333 mg TID

slide79

Stato stazionario

  • Raggiunto dopo circa 4 emivite di eliminazione
  • Tempo per raggiungerlo indipendente dalla dose

2

1

0

Fluttuazioni

Proporzionali a intervallo di dosaggio / emivita di eliminazione

Concentrazione antibiotico (µg/mL)

0 1 2 3 4 5 6

Tempo (multipli dell’ emivita di eliminazione)

Dosi di

mantenimento

Dose da

carico

  • Concentrazioni di Stato Stazionario
  • Proporzionali a dose / intervallo di dosaggio
  • Proporzionali a biodisponibilità / clearance