slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Obiettivi .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri. .Avere la capacità di ascoltare gli al PowerPoint Presentation
Download Presentation
Obiettivi .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri. .Avere la capacità di ascoltare gli al

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 10

Obiettivi .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri. .Avere la capacità di ascoltare gli al - PowerPoint PPT Presentation


  • 194 Views
  • Uploaded on

DIREZIONE DIDATTICA 1° CIRCOLO MARSCIANO Esperienze di Cooperative Learning STORIA DI UNA GABBIENALLA E DI UN GATTO CHE LE INSEGNO A VOLARE Classe III°C a.s.2009/2010. Obiettivi .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri. .Avere la capacità di ascoltare gli altri.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

Obiettivi .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri. .Avere la capacità di ascoltare gli al


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

DIREZIONE DIDATTICA1° CIRCOLOMARSCIANOEsperienze di Cooperative LearningSTORIA DI UNA GABBIENALLA E DI UN GATTO CHE LE INSEGNO A VOLARE Classe III°Ca.s.2009/2010

slide2

Obiettivi

  • .Comunicare i propri stati d'animo e le proprie esperienze agli altri.
  • .Avere la capacità di ascoltare gli altri.
  • .Imparare ad accettare le modalità di espressione degli altri.
  • .Capire che esistono modalità diverse dalle proprie nella soluzione di situazioni problematiche e conflittuali.
  • Obiettivi cooperativi
  • Saper ascoltare e ascoltarsi
  • Rispettare il turno di parola
  • Conoscere se stessi e gli altri

Gruppi

Eterogenei da 4 / 5 alunni

Tempi

1 lezioni da 4ore

slide3

FASI PREPARATORIE DEL LAVORO DI GRUPPO

  • Preparazione dei banchi in gruppi:due da quattro e due da cinque bambini;
  • Attività di rilassamento con musica di sottofondo.
  • Assegnazione del compito ad ogni gruppo:

1. Sintesi del testo

2. Ricerca di parole sconosciute sul vocabolario.

3 .Interpretazione soggettiva del testo.

4. Rappresentazione iconografica.

  • Elaborazione del contratto formativo;
  • Spiegazione dell'insegnante sull'attività da svolgere;
  • Assegnazione dei ruoli;
  • Indicazione dell'ora in cui il lavoro deve essere terminato.
slide4

PRODOTTO FINALE

Uno stormo di gabbiani sorvolava il mare del Nord, ad un certo punto videro un banco di aringhe e ci si buttarono in picchiata.

Dopo un po' si accorsero che,in lontananza,una nave perdeva petrolio, il capo dette l'allarme e tutti volarono via,tranne Kenga,una giovane gabbiana, che non si accorse di niente perché stava sott'acqua a ingozzarsi di aringhe.

Quando riemerse vide l'onda nera e si rese conto di essere rimasta sola;con tanta fatica raggiunse la riva e dopo molti tentativi riusci a spiccare il volo. Stanca atterrò sul balcone di Zorba,un gatto nero,il quale si accorse della gabbiana e cercò di aiutarla. Kenga gli disse che per lei non c'era più niente da fare e che stava per morire ma prima doveva deporre il suo uovo e gli fece fare tre promesse: non doveva mangiare il suo uovo, covarlo fino alla nascita del piccolo, imparargli a volare.

slide5

Zorba accettò,le disse di riposare e corse dai suoi amici ma quando ritornò la trovò morta e alzando l'ala trovò l'uovo che covò finchè non nacque il pulcino.

Zorba,insieme ai suoi amici gatti,Colonnello, Diderot e Segretario lo allevarono con tanto amore e lo difesero dai pericoli. Non sapevano se era maschio o femmina allora chiesero aiuto ad un altro amico gatto marinaio, Sopravento. Quando arrivò esaminò il piccolo, disse che era una bella pulcina e Colonnello propose di chiamarla Fortunata. Giunse l'ora di insegnarle a volare,i gatti si impegnarono molto ma non riuscirono a farle spiccare il volo;allora decisero di rivolgersi ad un umano,di rompere il tabù e parlargli nella sua lingua. Scelsero un uomo buono e sensibile che faceva il poeta .Zorba insieme ai suoi amici Colonnello, Diderot, Segretario e il poeta portò Fortunata sopra il campanile di San Michele e, dopo alcuni tentativi,la gabbianella riusci a volare libera nel cielo azzurro.

slide6

PAROLE DIFFICILI

Ondanera:acqua del mare sporca di petrolio,fuoriuscito dalle petroliere.

Banco di aringhe:gruppo di aringhe.

Planare: volare.

Oceano:nome di un Dio delle acque figlio di Gea e Urano:distesa di acqua in tutti i continenti.

Stridere:verso dei gabbiani,cioè loro modo di comunicare.

Rotta:percorso di navi o aerei.

Decollo:sollevarsi in volo, staccandosi dal suolo o dall'acqua.

Guadagnare quota:guadagnare altezza in volo.

Profilare:disegnare il contorno di qualcosa.

Ippocastano:grande albero ornamentale che si trova lungo i viali e nei parchi.

slide7

Bazar:dove si vendono tutte le cose.

Triste litanie:triste preghiera.

Capsula:contenitore di oggetti.

Drasticamente:energico,rigoroso,efficace,risolutivo,duro.

Agguato:pericolo.

Squittio:modo di comunicare dei topi.

Ratto:topo.

Mascotte:persona,animale o cosa,che gode di un affettuoso riguardo,come portafortuna,nell'ambito di una comunità.

Barracuda:pesce grande e pericoloso.

Umano:persona.

Baratro:vuoto

slide8

LE NOSTRE RIFLESSIONI

  • Noi quest'anno abbiamo letto un libro, che si intitola “Storia di una Gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, di Luis Selpuveda. Questo libro ci è piaciuto molto perché la storia che racconta è una favola molto bella, piena di insegnamenti e di forti sentimenti.
  • Abbiamo capito che bisogna:
  • Rispettare l'ambiente e non distruggerlo con comportamenti scorretti;
  • Aiutare ed amare anche le persone diverse da noi.

Ci è piaciuto molto,anzi alcuni di noi si sono commossi, quando Zorba consola Fortunata che piange e le racconta tutta la verità, dicendole che le vogliono bene perché è diversa da loro e sono contenti che lo sia perché è facile amare chi è uguale a noi, ma difficile chi non lo è. “Storia di una Gabbinella e del Gatto che le insegnò a volare”ci ha fatto capire che si può fare tutto quando c'è la forza di volontà, il coraggio e l'amore.