considerazioni su 47 casi di trauma epatico l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO PowerPoint Presentation
Download Presentation
CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 25

CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO - PowerPoint PPT Presentation


  • 184 Views
  • Uploaded on

CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO. Università degli Studi di Trieste Istituto di Clinica Chirurgica Direttore: prof. Gennaro Liguori. Padova, 17 dicembre 2005. AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI TRIESTE. Bacino di utenza 250.000 abitanti Regione Friuli Venezia Giulia

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
considerazioni su 47 casi di trauma epatico

CONSIDERAZIONI SU 47 CASI DI TRAUMA EPATICO

Università degli Studi di Trieste

Istituto di Clinica Chirurgica

Direttore: prof. Gennaro Liguori

Padova, 17 dicembre 2005

azienda ospedaliero universitaria di trieste

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI TRIESTE

Bacino di utenza

250.000 abitanti

Regione Friuli Venezia Giulia

1.200.000 abitanti

2 D.E.A. di 2° livello

d e a di trieste strutture afferenti

D.E.A. di Trieste: strutture afferenti

Pronto Soccorso

Rianimazione

Medicina d’urgenza

Dip. di Chirurgia Generale

d e a di trieste volumi di attivita anno

D.E.A. di Trieste:volumi di attivita’/anno

Politraumatizzati instabili: 95

Elisoccorso: 42

Ambulanza: 53

Operati in urgenza per lesioni toraco-addominali: 30

dipartimento di chirurgia generale ts urgenze chirurgiche anno

DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA GENERALE - TSUrgenze Chirurgiche /Anno

Interventi per politraumi: 30

Urgenze non traumatiche: 551

Chirurgia maggiore 333

Chirurgia minore 218

clinica chirurgica ts trauma epatico 47 casi
Clinica Chirurgica - TsTrauma epatico: 47 casi

ETÀ MEDIA: 40 anni

RANGE: 17- 89 anni

trauma epatico classificazione american association for surgery of trauma
Trauma epatico: classificazione(American Association For Surgery Of Trauma)

Ematoma: sottocapsulare, superficie inferiore al 10% del fegato

Lacerazione: capsulare e parenchimale inferiore a 1 cm di profondità

  • I° GRADO

Ematoma: sottocapsulare, di superficie del 10-50% intraparenchimale, diametro inferiore a 10 cm

Lacerazione: 1-3 cm di profondità, con lunghezza inferiore a 10 cm

  • II° GRADO
slide8

III° Grado

Ematoma:

  • sottocapsulare di superficie maggiore al 50%, o in espansione o con lacerazione della capsula
  • intraparenchimale di diametro superiore a 10 cm o in espansione

Lacerazione: superiore ai 3 cm di profondità

IV° Grado

Lacerazione coinvolgente dal 25% al 75% di un lobo epatico o da 1 a 3 segmenti di un singolo lobo epatico

slide9

V° Grado

Lacerazione coinvolgente più del 75% di un lobo epatico o più di tre segmenti di un singolo lobo epatico

Lesione vascolare di una vena sovraepatica o della vena cava retroepatica o di una grossa vena epatica centrale

VI° Grado

Lesione vascolare con avulsione del fegato

diagnosi strumentale
Diagnosi strumentale
  • Puntura - lavaggio peritoneale
  • Ecografia
  • TAC
  • Arteriografia
diagnostica sensibilit e specificit
Diagnostica: sensibilità e specificità
  • Ecografia: 85-95%
  • TAC: 90-100%
trattamento del trauma epatico
Trattamento del trauma epatico
  • CONSERVATIVO
    • Stabilità emodinamica
    • Assenza di lesioni associateaddominali
  • CHIRURGICO
trattamento chirurgico obiettivi
Trattamento chirurgico: obiettivi
  • Emostasi
  • Prevenzione della triade killer
    • Ipotermia
    • Acidosi
    • Alterazione della coagulazione
clinica chirurgica ts trauma epatico terapia
Clinica Chirurgica - TsTrauma epatico:terapia

Trattamento conservativo

23 casi (48,9%)

clinica chirurgica ts trattamento conservativo risultati
Clinica Chirurgica - TsTrattamento conservativo: risultati

Casi %

Trasfusioni 11 45,8

Intervento 2 8

clinica chirurgica ts terapia chirurgica tipo intervento 24 casi
Clinica Chirurgica - TsTerapia chirurgica: tipo intervento(24 casi)

Casi %

Emostasi e/o raffia 22 93,7

Resezioni settoriali 2 8,3

clinica chirurgica ts terapia chirurgica m o
Clinica Chirurgica –TsTerapia chirurgica: M.O.

Altre lesioni (trauma cranico): 4/4

Trauma IV-V grado: 3/3

clinica chirurgica trieste complicanze p o
Clinica Chirurgica - TriesteComplicanze p.o.

Casi

P.A.P.O. 4

Raccolta intraparenchimale 2

Raccolta sottodiaframmatica 2

Fistola biliare esterna 1

Trasfusioni 19 (79,1%)

trauma epatico conclusioni
Trauma epatico: conclusioni
  • Trattamento conservativo quando possibile
  • In caso di chirurgia indifferibile:
    • Damage repair surgery