slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Classe 5° B Erica PowerPoint Presentation
Download Presentation
Classe 5° B Erica

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 60

Classe 5° B Erica - PowerPoint PPT Presentation


  • 139 Views
  • Uploaded on

2004-2005. Classe 5° B Erica. Gli autori. Coordinamento: prof.ssa MARIKA CASSIMATIS. Casalino Simona Ferrando Floriana. Pedersoli Massimo Pedemonte Serena Tosto Valentina. Classe:. Canepa Matteo Chillotti Christian. Alice Minuto. Nicosia Silvia

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Classe 5° B Erica' - athena-boyd


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

2004-2005

Classe5° B Erica

Gli autori

slide2

Coordinamento:

prof.ssa MARIKA CASSIMATIS

Casalino Simona

Ferrando Floriana

Pedersoli Massimo

Pedemonte Serena

Tosto Valentina

Classe:

Canepa Matteo

Chillotti Christian

Alice Minuto

Nicosia Silvia

Parodi Simona

Puzo Alessandra

Massa Giulia

Noselli Sonia

Traverso Nadia

Vallarino Alice

Zippo Debora

slide3

"Nell’epoca della globalizzazione e della formazione di poteri sovranazionali, lo «spazio» geopolitico che conta non è quello definito dagli Stati nazionali, ma quello definito dallo sviluppo del sistema economico mondiale."

migrazioni e globalizzazione
MIGRAZIONI EGLOBALIZZAZIONE
  • CAUSE DELLE MIGRAZIONI
  • CONSEGUENZE PER IL PAESE D’ORIGINE
  • CONSEGUENZE PER IL PAESE OSPITANTE
  • POSSIBILI VIE ALLO SVILUPPO

mappa

Immigrazioni

in Liguria

slide5

MAROCCO

ECUADOR

SENEGAL

INDIA

menu

Clicca zone di interesse

slide7

Capitale: Nuova Delhi

Superficie: 3.287.487 km²

Popolazione totale: 1.030.000.000

Densità (ab/km²): 347

Principali città: Calcutta, Bombay, Jaipur, Agra, Varanasi, Bangalore, Madras

Lingue parlate: hindi, inglese,

14 lingue regionali

Forma di governo: repubblica federale

indici sociali e demografici
INDICI SOCIALI E DEMOGRAFICI:

Speranza di vita alla nascita: 63.2 anni

Mortalità infantile (entro 5 anni): 95/1000

Abitanti per medico: 2.459

Tasso di crescita: 1,51%

Disponibilità di calorie al giorno: 2.417

Indice di fertilità: 2,9 figli per donna

Tasso di alfabetizzazione:73%

slide9

INDICATORI ECONOMICI:

PNL: 454.800 milioni di dollari

PIL pro capite: 450$

Debito estero in rapporto al PNL: 19%

Consumo energetico pro capite: 424 kWh

slide10

ECONOMIA:

Settore primario

Settore secondario

Settore terziario

slide11

SETTORE PRIMARIO:

24,9% addetti della popolazione totale

Principali prodotti agricoli: riso, frumento, canna da zucchero, tè, cotone, iuta, ortaggi, sorgo, miglio, mais, orzo,

caucciù, caffè, semi di lino, arachidi.

slide12

SETTORE SECONDARIO:

26,9% addetti della popolazione totale

Principali risorse minerarie: petrolio, gas naturale, carbone.

Settori industriali: siderurgico, metallurgico, chimico di base, meccanico, tessile, alta tecnologia.

slide13

SETTORE TERZIARIO:

48,2% addetti della popolazione totale

Principali partner commerciali: Stati Uniti d'America, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Arabia Saudita, Belgio.

slide14

COMMERCIO:

Esportazioni

valore complessivo: 42.295 milioni di $

beni e servizi: 79,1%

generi alimentari: 14,5%

minerali e metalli: 2,5%

materie prime agricole: 1,4%

combustibili: 0,3%

altri prodotti: 2,2%

Importazioni

manufatti: 45,8%

combustibili: 28,9%

mappa

slide16

1. Divario crescente tra paesi poveri e ricchi 2. Prospettive economiche di miseria 3. Condizioni di vita precarie4. Clima di violenza e guerre degrado ambientale

CAUSE DELLE MIGRAZIONI

menu

slide18
SVANTAGGISolitamente l'emigrazione o la fuga di persone aggrava i problemi politici ed economici nei paesi d'origine

CONSEGUENZE PER IL PAESE D’ORIGINE

  • In Africa circa 100'000 persone con una formazione universitaria, conseguita in parte o interamente in Africa, vivono e lavorano nei paesi industrializzati occidentali.
  • Anche le nazioni dell'ex blocco orientale sono dolorosamente toccate dall'esodo dei cervelli ("brain drain"): la Bulgaria, negli ultimi 10 anni, ha perso a causa dell'emigrazione circa il 20 % della sua popolazione istruita.
  • Nel medesimo periodo l'Armenia è stata abbandonata dal 30-40 % della popolazione.
  • In generale ad emigrare sono soprattutto gli uomini giovani, con una buona formazione, perché osano piú facilmente trasferirsi altrove, fiduciosi di trovare un buon posto.
a fronte di questo si evidenzia che
Il paese d’origine subisce una notevole perdita di giovani, in quanto si trovano nella condizione migliore per emigrare. Questo nuoce molto al paese d’origine perché ostacola le dinamiche di sviluppo

2. Gli emigranti effettuano rimesse verso il paese d’origine

A fronte di questo si evidenzia che:
vantaggi per il paese d origine

Vantaggi per il paese d’origine

Sovente gli emigranti versano buona parte dei guadagni ai famigliari rimasti in patria.

Secondo le stime effettuate dall'ONU, questi versamenti corrispondono ogni anno a oltre 20 miliardi di dollari.

Simile somma rappresenta circa un terzo dei finanziamenti dei paesi industrializzati per la cooperazione allo sviluppo.

Con il loro denaro gli emigranti aiutano, ma a breve termine, chi è rimasto a casa.

Questi versamenti infatti aumentano il potere d'acquisto delle famiglie, ma in generale non hanno nessun influsso sull'avvio di attività economiche, sole capaci di cambiamenti e miglioramenti duraturi.

menu

il paese ospitante si trova di fronte a diversi problemi

CONSEGUENZE PER IL PAESE OSPITANTE

Il paese ospitante si trova di fronte a diversi problemi…

Ecco tre voci significative:

OCCUPAZIONE

ALLOGGIO

INTEGRAZIONE CULTURALE

ADEGUAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI

alloggio

scolarizzazione

scuola

sanità

menu

agisce localmente e pensa globalmente
…”agisce localmente e pensa globalmente”…

Le economie locali devono saper esprimere le loro peculiarità nell’ambito delle dinamiche locali

slide26

Il Comitato norvegese per il Nobel ha deciso di assegnare il premio Nobel per la pace nel 2004 a Wangari Maathai per il suo contributo allo sviluppo sostenibile, alla democrazia e alla pace. Maathai è in prima linea nella battaglia per promuovere ecologicamente uno sviluppo sociale, economico e culturale in Africa.Lei ha adottato un olistico approccio allo sviluppo sostenibile che comprende democrazia, diritti umani e diritti delle donne in particolare.La sua strategia tende ad assicurare e rafforzare la vera base per lo sviluppo ecologicamente sostenibile.Ha fondato il Movimento Green Belt (Cintura Verde), dove per circa 30 anni ha attivato donne povere per piantare 30 milioni di alberi.

menu

slide27

menu

MIGRAZIONI

  • Liguria
  • Pop. Residente: 1.625.870
  • Stranieri con permesso di soggiorno 38.784 (2,3%):
  • Marocco 5.320 (13,7%)
  • Ecuador 3.169 (11,8%)
  • India 470 ( 1,2%)
  • Senegal 1.205 ( 3,1%)

Il 52% degli stranieri in Liguria vive nella provincia di Genova. L’88% di essi proviene da paesi Extra Comunitari.

slide29

Superficie 458.730 kmq Popolazione 28.351.000 Densità di popolazione 62 ab/kmq Lingue: Arabo (ufficiale), dialetti Berberi, Francese e Spagnolo Religioni: Mussulmani (98,7%), Cristiani (1,1%) Capitale RabatPrincipali città Casablanca, Marrakech, Fés, Meknès

slide30

Sede di governo Rabat Forma istituzionale Monarchia CostituzionaleRelazioni internazionali Membro di EBRD, Lega Araba, OCI e ONU Unità Monetaria Diraham

marocco
MAROCCO
  • Clima:Al Nord temperato di tipo mediterraneo; al centro-sud desertico.
  • Fuso orario:-1 ora.
  • Moneta: Dirham marocchino.
slide33

Ispirato dal giovane Re Maometto VI, prosegue con determinazione lo sforzo riformatore del Marocco. La prospettiva della creazione dell’Area di Libero Scambio Euro-Mediterranea, la cui realizzazione è fissata al 2012, è stata anticipata con la Tunisia, la Giordania, l’Egitto (attraverso l’Accordo di Agadir) e, più recentemente, con l’implementazione di uno specifico accordo con la Turchia.

slide34

Ma la maggiore opportunità il paese intende giocarla verso il Nord America: la realizzazione dell’Area di Libero Scambio con gli Stati Uniti d’America propone di fare del Marocco il luogo privilegiato per produzioni di qualità, a contenuti costi dei fattori di produzione, per le esportazioni verso il sofisticato mercato americano.

slide36
+

Speranza di vita media: 68,8 anni (M: 66,8 F: 70,9)

Prodotto interno:

Servizi (turismo) e commercio (53%)

Industrie, elettricità (33%)

Agricoltura (14%)

Esportazioni:

Prodotti agricoli (25%)

Fosfati e derivati (17%)

slide37

Prodotto nazionale lordo: 3.200 $ per abitante

Debito estero: 20,9 miliardi di dollari

Tasso di disoccupazione: 19%

Tasso di alfabetizzazione: 43,7% (M:56,6% F:31%)

PIL128,3 miliardi di dollari

PIL pro capite 4.000 dollari

Crescita economia annua 6%

Inflazione 3,6%

slide40

Superficie:

272.116 Km²

Abitanti:

13.184.000

Densità:

48 ab/Km²

Monti principali: Volcán Chimborazo 6267 m

Fiumi principali: Rio Napo 420 Km Rio Guayas 320 Km

Isole principali:Isole Galapagos 7812Km²(Isabela4278Km²)

Clima:Equatoriale

slide41

Lingua: Spagnolo (ufficiale), dialetti indios (Quechua e Jivaro)

Religione:Cattolica 95%

Moneta:Dollaro USA

Forma di governo:Repubblica presidenziale

Capitale:Quito (1.300.000 ab.)

Altre città:Guayaquil 1.830.000 ab., Cuenca 275.000 ab., Ambato 225.000 ab.

Gruppi etnici:Meticci 50%, Indios 30%, Bianchi 10%, Neri e mulatti 10%

Paesi confinanti:Colombia a NORD, Perù a SUD ed EST

slide42

Economia

Distribuzione forza lavoro: settore primario 8,6%; secondario 22,5%; terziario 68,9% (2002)

Disoccupazione:9,3% (2002)

Popolazione sotto la soglia di povertà:70% (2001 st.)

Tasso di inflazione:22% (2001 st.)

Debito estero:US$14 miliardi (2001)

Spesa militare:US$720 milioni (1998)

slide43

INDICATORI ECONOMICI ANNUALI 2003

PIL pro-capite (miliardi di US $): 3770

Inflazione (%) 7.90

Bilancia commerciale (miliardi di US $):

-Esportazioni 6.07

-Importazioni 6.22

Saldo -0.15

Debito Estero (miliardi di US $) 15.6

slide44

Agricoltura

L'agricoltura impiega ancora circa un terzo della popolazione attiva

Policoltura tradizionale:mais, frumento, patate.

Allevamento: bovini, suini, ovini e volatili.

Prodotti agricoli: cacao, caffè, banane, agrumi, frutti tropicali, riso, ortaggi, canna da zucchero, palma, tabacco.

Esportazioni: banane, gamberetti, caffè, cacao, fiori, pesce

slide45

Industria

Occupa il 25% della popolazione attiva

Principali industrie:

Industria manifatturiera

attività di trasformazione dei prodotti agricoli:

industrie alimentari e tessili, manifatture di tabacco, gomma, sfruttamento forestale.

industria estrattiva: raffinazione del petrolio e derivati, oro, rame, metano.

slide46

Terziario

Occupa il 45% della popolazione attiva

Servizi di base: strade, ferrovie, porti, vie fluviali

Turismo: meta principale Isole Galapagos

slide47

Popolazione

Religione:

95% cattolica

1% protestante

Abitanti:13.184.000

Composizione:

65% meticci

25% indigeni

3% neri

7% discendenti da spagnoli.

Distribuzione:

47% vive sulla regione montuosa ("Sierra")

49% sulla regione costiera

il resto della popolazione si divide tra la regione amazzonica e le Isole Galapagos.

slide48

Curiosità

Utenti Internet : 328,000 (2002)

Televisori: 2.5 milioni (2001)

Sistema telefonico domestico: inadeguato e inaffidabile

Telefoni cellulari: 384,000 (1999)

Lo Sapevate Che? La capitale, Quito, oltre ad avere il primato di capitale più elevata del mondo (si trova a circa 2800 metri di altezza), ha i sobborghi settentrionali tagliati dalla linea dell'Equatore.

mappa

slide51

Superficie:196.722 Km²

Abitanti:10.244.000

Densità:52,1 ab/Km²

Forma di governo:Repubblica presidenziale

Capitale:Dakar (768.000 ab.)Città principali:Thiès 185.000 ab., Kaolack 152.000 ab., Saint-Louis 140.000 ab.Lingua:Francese (ufficiale), dialetti etniciPaese colonizzatore:Francia

slide53

INDICATORI DEMOGRAFICI

Natalità ( per1000 ):37,3

Mortalità ( per1000 ):11,8

Mortalità infantile (per1000):138

Fecondità:5,1

Incremento annuo:3 %

Speranza di vita alla nascita M :55

Speranza di vita alla nascita F :57

slide55

INDICATORI SOCIALI

Tasso di analfabetismo:62%

Medico per abitanti:0,1(per 1000)

Calorie medie pro capite:2270 kcal

Popolazione urbana:45,1%

slide58

PNL/ abitante: 464 dollari

Popolazione attiva nei tre settori di attività: 2433

Primario:77%

Secondario: 7%

Terziario: 16%

Consumo energetico per abitante: 121 Kw

Tasso di disoccupazione: 48%

Debito estero: 3372 milioni di dollari

slide60

Agricoltura:Arachidi, riso, cotone

Allevamento:Nomade di caprini e ovini

Pesca:Aringhe, gamberi

Risorse minerarie:Fosfati, oro, ferro, marmo, petrolio(off shore), torba, carbone

menu