slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
UN CASO DI EMANGIOENDOTELIOMA KAPOSIFORME

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

UN CASO DI EMANGIOENDOTELIOMA KAPOSIFORME - PowerPoint PPT Presentation


  • 394 Views
  • Uploaded on

G. Crisman (1), G. Coletti (1), A.R. Vitale (1), K. Peris (2), P. Leocata (1) (1) Istituto di Anatomia Patologica, Ospedale San Salvatore, L’Aquila. (2) Clinica Dermatologica, Università degli Studi dell’Aquila, L’Aquila. UN CASO DI EMANGIOENDOTELIOMA KAPOSIFORME. INTRODUZIONE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'UN CASO DI EMANGIOENDOTELIOMA KAPOSIFORME' - ann


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1
G. Crisman (1), G. Coletti (1), A.R. Vitale (1), K. Peris (2), P. Leocata (1)(1)Istituto di Anatomia Patologica, Ospedale San Salvatore, L’Aquila.(2)Clinica Dermatologica, Università degli Studi dell’Aquila, L’Aquila

UN CASO DI

EMANGIOENDOTELIOMA KAPOSIFORME

introduzione
INTRODUZIONE
  • L’emangioendotelioma Kaposiforme è un rara proliferazione di origine vascolare, a malignità intermedia, tipica dell’età pediatrica.
  • Si manifesta più comunemente a livello retroperitoneale e cutaneo, più raramente ai tessuti molli ed alle ossa.
case report
CASE REPORT
  • Riportiamo il caso di una paziente di 12 anni giunta alla nostra osservazione per la presenza di una lesione asintomatica, eritematonodulare, targetoide, di colore marrone scuro di 2.5x1.5 cm, insorta sulla superficie interna della coscia destra.
  • Le diagnosi differenziali cliniche includevano dermatofibroma emosiderotico o dermatofibrosarcoma protuberans, pertanto è stata effettuata una biopsia incisionale della lesione.
esame microscopico
ESAME MICROSCOPICO

L’esame istopatologico della lesione evidenziava una lesione prevalentemente dermica, a margini non definiti, costituita da una proliferazione multilobulare di cellule fusate, vasi ectasici periferici e strutture glomeruloidi, immerse in uno stroma collageno ialino.

immunoistochimica
IMMUNOISTOCHIMICA

L’aspetto morfologico ed immunoistochimico (CD31+, CD34+, Actina+/-, D2-40 +/-) della lesione deponevano per la diagnosi di emangioendotelioma Kaposiforme, escludendo altre proliferazioni vascolari come l’emangioma infantile ed il sarcoma di Kaposi.

slide9
ACTINA

CD31

slide12
CONSIDERAZIONI

Il pattern istologico e, soprattutto, immunoistochimico risulta dirimente nella

diagnosi differenziale di questo caso.

La positività ai diversi markers immunoistochimici eseguiti permette di

escludere le diagnosi cliniche inizialmente formulate e consente di differenziare

questa lesione da altre lesioni di tipo vascolare.

slide14
CONCLUSIONI

Riportiamo questo caso per la sua rarità e per l’importanza di una precisa diagnosi differenziale data la nota associazione dell’emangioendotelioma Kaposiforme con la Sindrome di Kasabach-Merritt, la cui presenza determina una prognosi infausta, e la linfangioleiomiomatosi. Nel nostro caso tutti gli esami ematochimici risultavano nella norma.

bibliografia
BIBLIOGRAFIA
  • Mentzel T, et al. Kaposiform hemangioendothelioma in adults. Clinicopathologic and immunohistochemical analysis of three cases. Am J Clin Pathol. 1997 Oct;108(4):450-5.
  • Requena L, et al. Cutaneous Vascular proliferations. Part II. Hyperplasia and benign neoplasm. J Am Acad Dermatol, 1997 Dec; 37 (6):904-5.
  • Mac-Moune F, et al. Kaposiform Hemangioendothelioma: five patients with cutaneous lesion and long follow-up. Mod PAthol 2001; 14(11):1087-92.
ad