Download
letteratura e cibo n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Letteratura e cibo PowerPoint Presentation
Download Presentation
Letteratura e cibo

Letteratura e cibo

422 Views Download Presentation
Download Presentation

Letteratura e cibo

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Letteratura e cibo Aforismi gastronomici

  2. Biografia di George Steiner Lo scrittore e filosofo George Steiner è nato a Parigi nel 1929 da genitori ebrei viennesi. Studi al Liceo Francese di New York. Già professore di Letteratura inglese a Ginevra oggi di Letterature comparate a Cambridge, è uno dei grandi lettori del secolo. La sua "gola di metallo", direbbe Baudelaire, parla quasi tutte le lingue europee. La  lunga e brillante attività intellettuale di George Steiner è una profonda meditazione sugli effetti civilizzatori della cultura, e della sua incapacità, tuttavia, di non aver saputo evitare Auschwitz. Conosce molto bene la cultura italiana e il nostro Paese che frequenta spesso e dove conserva degli amici.  In Italia ha pubblicato Morte della tragedia (Garzanti, Milano 1965 e 1992) e tante altre opere famose.

  3. George Steiner “Mangiare da soli ci dà la sensazione di una solitudine particolare, a volte penosa. Invece, nel condividere cibo e bevande, penetriamo nel cuore della nostra condizione socioculturale. Le implicazioni simboliche e materiali di quell’azione sono quasi universali: comprendono il rituale religioso, le strutture e le divisioni dei ruoli fra i sessi, il campo erotico, le complicità e gli scontri politici, le opposizioni giocose o serie nel discorso, i riti del matrimonio o del lutto” (da Due cene: Parigi, 23 aprile 1929)

  4. Opere di George Steiner • Tolstoj o Dostoevskij (1959), trad. Marilena Bianchi D'Espinosa (Paoline, 1965), tr. Cristina Moroni (Garzanti, 1995) • Morte della tragedia (1961), trad. Giuliana Scudder (Garzanti, 1965) • Linguaggio e silenzio (1967), trad. Ruggero Bianchi (Rizzoli, 1972) (Garzanti, 1994) • Nel castello di Barbablù (1971), trad. Isabella Farinelli (SE, 1990) • Dopo Babele (1975), trad. Ruggero Bianchi (Sansoni, 1984) (Garzanti, 1995) • Il processo di San Cristobal (1981), trad. Donatella AbbateBadin (Rizzoli, 1982) • Le Antigoni (1984), trad. Nicoletta Marini (Garzanti, 1990) • Vere presenze (1989), trad. Claude Beguin (Garzanti, 1992) • Il correttore (1992), trad. Claude Beguin (Garzanti, 1992) • Nostalgia dell'assoluto, trad. Lucia Cornalba (Anabasi, 1995) (Bruno Mondadori, 2000) • Nessuna passione spenta (1996), trad. Claude Beguin (Garzanti, 1997) • Errata (1997), trad. Claude Beguin (Garzanti, 1998) • Grammatiche della creazione (2003), trad. Fabrizio Restine (Garzanti, 2003) • La lezione dei maestri (2003), trad. Francesca Santovetti e Stefano Velotti (Garzanti, 2004) • Una certa idea di Europa (2005), trad. Oliviero Ponte di Pino (Garzanti, 2006) • Dieci (possibili) ragioni della tristezza del pensiero (2007), trad. Stefano Velotti (Garzanti, 2007) • I libri che non ho scritto (2008), trad. Fiorenza Conte (Garzanti, 2008)

  5. George Bernard Shaw “Non c’è amore più sincero di quello per il cibo.” (Uomo e superuomo, 1903) • Nobel per la letteratura 1925 Oscar alla migliore sceneggiatura non originale 1939

  6. Biografia di George Bernard Shaw • George Bernard Shaw (Dublino, 26 luglio 1856– Ayot St Lawrence 2 novembre 1950) è stato uno scrittore e drammaturgoirlandese. Shaw nel 1876 lasciò l'Irlanda e raggiunse la madre a Londra. Tra il 1879 e il 1883 si dedicò alla stesura dei suoi primi romanzi, Cashel's Byron Profession, An unsocialsocialist (Un socialista asociale), Love among the artist (Amore fra gli artisti), The irrationalknot (Il vincolo irrazionale) e Immaturity, raccolti più tardi in Novelsofmynonage (Romanzi della mia minore età). • Dal 1884, dopo aver letto il Capitale di Karl Marxaderì al movimento socialista FabianSociety e scrisse nel 1887 i Saggi fabiani. • George Bernard Shaw, ispirandosi a PercyByssheShelley scelse sin da giovane di diventare vegetariano per motivi etici, e fu poi grazie all'amicizia con Henry Salt (autore di A pleaforvegetarianism) che iniziò a recensire libri per la PallMallGazette dove acquistò notorietà e iniziò a farsi un nome. È tuttavia poco noto che ad età avanzata ebbe bisogno di estratti epatici per curare gli effetti della prolungata carenza di vitamina B12 presente esclusivamente nei prodotti di origine animale.Inseguito scrisse vari articoli di critica letteraria ed artistica e dal 1888 si dedicò alla critica musicale per The Star.

  7. Biografia di George Bernard Shaw • Dopo aver composto The quintessenceofibsenism (La quintessenza dell'ibsenismo, 1891), Shaw scrisse per la SaturdayReview gli articoli e saggi di critica drammatica, polemizzando le convenzioni del teatro inglese. • Sostenne le idee di Hitler sulla stampain particolare la necessità dello sterminio di persone inutili alla società come i pigri e gli invalidi, per questo nel 1934 si appellò ai chimici di tutto il mondo richiedendo l'invenzione di un gas pietoso, in grado di uccidere senza far soffrire. • A metà degli anni Trenta, a seguito di un viaggio in URSS in cui conobbe personalmente Josif Stalin, divenne un fervente sostenitore della Russia stalinista ciò è testimoniato dal fatto che l'11 ottobre del 1931 durante un periodo di grande depressione economica negli Stati Uniti affermò in una radio americana che "ogni operaio specializzato (...) di età adeguata e un buon carattere sarebbe stato accolto e assunto in Unione Sovietica" in seguito a questa dichiarazione un centinaio di statunitensi lasciarono gli USA per raggiungere l'URSS La prefazione della sua opera Fra gli scogli (1933) costituisce soprattutto un tentativo di giustificare i pogrom condotti dalla Direzione Politica di Stato (OGPU). In una lettera aperta inviata al quotidiano di Manchester The Guardian asserì che le notizie di carestie ricorrenti in URSS fossero solo chiacchiere messe in giro con lo scopo di ingannare e sfruttare i lavoratori In un'altra lettera inviata al LabourMonthly, infine, espresse il suo sostegno a Stalin nella campagna di supporto a TrofimDenisovičLysenkolo scienziato sovietico che criticava la genetica mendeliana

  8. L'opera drammatica • Dopo il debutto teatrale con Widowers' Houses (1892), Shaw continuò a scrivere opere teatrali con crescente successo, che culminò con il Premio Nobel per la letteratura, assegnatoli nel 1925. • Tra i tanti lavori teatrali, si segnalano: • The philander (Il cascamorto, 1893); • Mrs Warren's profession (La professione della signora Warren, 1894) dove Shaw affronta con sarcasmo il problema della prostituzione; • Arms and the man (Le armi e l'uomo, 1894); • Candida (1895); • The man ofdestiny (L'uomo del destino, 1896); • Younever can tell (Non si sa mai, 1897); • The devil's disciple (Il discepolo del diavolo, 1897); • CaptainBrassbound's conversion (La conversione del capitano Brassbound, 1899); • Caesar and Cleopatra (Cesare e Cleopatra, 1883)

  9. Bibliografia italiana • George Bernard Shaw, Ginevra (Altra bizzarria politica), traduzione di Paola Ojetti, BMM, 1960. • George Bernard Shaw, Uno sprazzo di realtà (Tragedietta), traduzione di Paola Ojetti, BMM, 1960. • George Bernard Shaw, Perché lei non volle (Una commedia in miniatura), traduzione di Paola Ojetti, BMM, 1960. • George Bernard Shaw, La professione della signora Warren, traduzione di Franco De Poli, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1969. • George Bernard Shaw, Candida, traduzione di Franco De Poli, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1969. • George Bernard Shaw, Cesare e Cleopatra, traduzione di Franco De Poli, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1969.

  10. Ludwig Feuerbach • L’uomo è ciò che mangia.” • (“Il mistero del sacrificio o l’uomo è ciò che mangia.” 1862)

  11. Biografia di L. Feuerbach Ludwig AndreasFeuerbach (Landshut, 28 luglio 1804 – Rechenberg, 13 settembre 1872) è stato un filosofo tedesco tra i più influenti critici della religione ed esponente della sinistra hegeliana. Ludwig Feuerbach nacque il 28 luglio 1804 a Landshut, in Baviera, nella numerosa famiglia protestante di Paul Johann AnselmRittervon Feuerbach(1775–1833), giurista eminente e professore di diritto a Jena e a Kiel che, con la scomparsa dalla scena politica europea di Napoleone, mise da parte i suoi trascorsi progressisti e nel 1814 fu nominato presidente della Corte di Appello di Bamberg e nel 1817 di quella di Ansbach. Non approvò mai la scelta di Ludwig di dedicarsi alla filosofia, a differenza della madre, Eva WilhelmineTröster (1774-1852), che vantava ascendenti nobili, imparentati con il duca Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimared era seconda cugina del granduca Carlo Augusto di Sassonia-Weimar-Eisenach

  12. Bibliografia Le opere principali • DasWesendesChristentums, (Essenza del cristianesimo), Lipsia 1841, 4. ed. 1883 • GrundsätzederPhilosophiederZukunft, Lipsia 1843 • DasWesenderReligion, (Essenza della religione), Lipsia 1845 • Theogonienach den Quellendesclassischenhebräischen und christlichenAlthertums (Teogonia secondo le fonti dell'antichità classica, ebraica e cristiana), Lipsia 1857 Opere minori • GedankenüberTod und Unsterblichkeit, Norimberga 1830; 3. ed., Lipsia 1876 • Abälard und Heloise, Ansbach 1833; 3. ed., Lipsia 1877 • DarstellungderGeschichtederneuernPhilosophie, Ansbach 1833-1837, 2 volumi. • KritikenaufdemGebietderPhilosophie, Ansbach 1835 • GlaubensimSinnLuthers, Lipsia 1844, 2. ed. 1855 • VorlesungenüberdasWesenderReligion, stampato per la prima volta nel 1851 • La sua corrispondenza - Ludwig Feuerbach in seinemBriefwechsel und Nachlasssowie in seinerphilosophischenCharakterentwicklung - è stata pubblicata da Karl Grün a Lipsia nel 1874.

  13. Bibliografia italiana • L. Feuerbach, La morte e l'immortalità, Carabba, 1916. • L. Feuerbach, Principi della filosofia dell'avvenire; a cura di Norberto Bobbio, Torino, Einaudi, 1971. • L. Feuerbach, Spiritualismo e Materialismo, Bari, Laterza, I ed. 1972. • L. Feuerbach, Scritti filosofici, Bari, Laterza, 1976. • L. Feuerbach, Filosofia e cristianesimo. L'essenza della fede secondo Lutero, 1981. • L. Feuerbach, La morte e l'immortalità, Casa del libro, 1991. • L. Feuerbach, Rime sulla morte, Milano, Mimesis, 1993. • L. Feuerbach, La filosofia dell'avvenire, Bari, Laterza, 1994. • L. Feuerbach, Versi sulla morte, Farhenheit 451, 1995. • L. Feuerbach, Pensieri sulla morte e sull'immortalità, Editori riuniti, 1997. • L. Feuerbach, L'immortalità", Milano, Mimesis, 2000. • L. Feuerbach, Essenza della religione,di C. Ascherie C. Cesa, Bari, Laterza, 2003. • L. Feuerbach, Abelardo e Eloisa, Clinamen, 2006. • L. Feuerbach, Pierre Bayle, La cita del sole, 2008. • L. Feuerbach, Teogonia secondo le fonti dell'antichità classica, ebraica e cristiana, a cura di Andrea Cardillo, Roma-Bari, Laterza 2010.

  14. AnthelmeBrillat-Savarin “Gli animali si nutrono, l’uomo mangia, e solo l’uomointelligente sa mangiare” “La scoperta di un nuovo piatto rende un uomo molto più felice della scoperta di una stella” (Physiologie du gout ou méditations de gastronomie transcendante. • Paris 1869)

  15. Biografia di AnthelmeBrillat-Savarin • Jean AnthelmeBrillat-Savarin (Belley, 1º aprile 1755 – Parigi2 febbraio 1826) è stato un politico e gastronomo francese. • Nacque a Belley, ai piedi delle Alpi. Seguendo la tradizione familiare, si laureò in Legge. • Nel 1789 fu eletto deputato all'Assemblea Costituente; terminato il mandato, fu nominato consigliere della Corte di Cassazione. Durante il Terrore si riparò in Svizzera e poi a New York. • Tornato in patria dopo l'instaurazione del Direttorio, riebbe la carica di consigliere di Cassazione e fu insignito della Legiond'Onore. • Scrisse una memoria sul duello e alcuni trattati giuridici, ma la sua fama è interamente legata a un libro divagante e aforistico, La fisiologia del gusto (PhysiologieduGoût, ouMéditations de Gastronomie Transcendante; ouvragethéorique, historiqueet à l'ordredu jour, dédiéauxGastronomesparisiens, par un Professeur, membre de plusieurssociétéslittérairesetsavantes), che mescola amabilmente nozioni scientifiche, riflessioni filosofiche, aneddoti storici, consigli e ricordi. L'opera, che fonda la figura dell'intellettuale gastronomo e che è un caposaldo teorico della cucina borghese, eserciterà una straordinaria influenza sulla letteratura culinaria successiva.

  16. AmbroseBierce “Cavolo: ortaggio familiare ai nostri orti e alle nostre cucine, grosso e saggio all’incirca quanto la testa di un uomo.” (Il dizionario del diavolo The Devil's Dictionary, 1911)

  17. Biografia di AmbroseBierce AmbroseGwinettBierce (Horse Cave Creek, 24 giugno 1842 – Messico, 11 gennaio 1914) è stato uno scrittore e giornalista statunitense, tra i più caustici della San Francisco a cavallo tra il 1850 e i primi anni del XX secolo. Nato da una numerosa famiglia (lui era il decimo figlio), Bierce condusse una vita spesso ai limiti, ma non per i vizi, bensì per il suo sarcasmo che col tempo gli valse il nomignolo di bitter, l'amaro. A quindici anni, stanco della povertà della famiglia, se ne andò di casa cominciando a girare per gli Stati Uniti e vivendo di espedienti fino a quando uno zio, Lucius, fratello minore del padre, lo prese sotto la sua ala protettrice. LuciusBierce aveva fatto fortuna divenendo un discreto avvocato e sindaco della cittadina di Akron. Lo zio gli fece frequentare il Kentucky MilitaryInstitute, dove imparò, tra le altre cose, la cartografia il che gli permise di arruolarsi nel 1861 come volontario nell'esercito con mansioni di topografo.Eranogli anni della guerra di secessione, che Bierce visse in prima persona e da cui nacque Talesofsoldiers and civilians, ovvero "Racconti di soldati e civili", un campionario degli orrori della guerra in cui la visione spietata e sprezzante degli uomini, nessuno escluso, dà il senso della misura di Bierce. Qui emerse un altro aspetto dell'opera di Bierce: la casualità degli eventi e l'esistenza del soprannaturale, del fantastico, che si cala nella realtà quotidiana. Da ciò nacquero anche ottimi racconti macabri e dell'orrore, sempre permeati di cinismo.

  18. Biografia di AmbroseBierce A 24 anni Bierce, stanco di quella vita, abbandonò l'esercito ed approdò a San Francisco, dove iniziò la carriera di giornalista e scrittore. Vivendo inizialmente di piccoli lavori, cominciò a scrivere e ad essere quotato per i suoi attacchi a politici, uomini di malaffare, imprenditori, tanto che secondo le cronache di allora, usava portare una pistola con se quando andava in giro. Nel 1871 sposò una bella e ricca ragazza e, grazie al suocero, fece un lungo viaggio di nozze a Londra, dove cercò di pubblicare, con scarso successo, le sue opere. Nel 1904 divorziò dalla moglie che gli aveva dato tre figli, due dei quali morti tragicamente. La morte dello scrittore è uno dei più grandi enigmi della letteratura americana: nel 1913 (a 71 anni), partì come reporter per il Messico dilaniato dalla guerra civile di Pancho Villa ed Emiliano Zapata, e scomparve misteriosamente durante la battaglia di Ojinaga, l'11 gennaio 1914.

  19. Elenco parziale dei Racconti • The deathofHalpinFrayser (La morte di HalpinFrayser)(1893) • Moxon's master (Il padrone di Moxon)(1909) • The moonlight road (La strada al chiaro di luna) (1907) • Beyond the wall (Oltre il muro) (1909) • An Occurrence at Owl Creek Bridge (Accadde al ponte di Owl Creek)(1891) • The waysofghosts (I modi dei fantasmi) (1909) • Some hauntedhouses (Alcune case infestate); • Mysteriousdisapperances (Misteriose scomparse); • The man and the snake (L'uomo e il serpente)(1891) • The boardedwindow (La finestra oscurata) (1891) • The suitablesurroundings (1891) • The eyesof the panther (Gli occhi della pantera)(1891) • An inhabitantofCarcosa (Un cittadino di Carcosa);(1887) • Macarger's Gulch (Il Burrone di Macarger) (1893) • The hauntedvalley (La valle maledetta)(1871) • A jugofsyrup (Una caraffa di sciroppo)(1909) • The night-doings at "Deadman's" (Gli avvenimenti notturni)(1893) • The middle toeof the right foot (Il dito medio del piede destro)(1891)

  20. Henry Charles Bukowski “Ecco il problema di chi beve, pensai versandomene un altro: se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare; se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare; se non succede niente si beve per far succedere qualcosa.” (C. Bukowski)

  21. Biografia di Charles Bukowski Henry Charles Bukowski (Andernach, 16 agosto 1920 – San Pedro, 9 marzo 1994) è stato uno scrittore e poeta statunitense. Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l'alcol, costellata da frequentissime esperienze sessuali, da rapporti tempestosi con le persone. Una vita dedita inoltre alle scommesse ippiche, all'ozio e all'autodistruzione. Romanzi • Post Office (1971) Guanda 1999, TEADUE su licenza Guanda 2001 • Factotum (1975) SugarCo 1975, TEADUE su licenza Guanda 1999 • Donne (Women, 1978) SugarCo 1980, Guanda 1995, TEADUE su licenza Guanda 1998 • Panino al prosciutto (Ham on Rye, 1982) Guanda 2000, TEADUE su licenza Guanda 2002 • Hollywood, Hollywood! (Hollywood, 1989) Feltrinelli 1990 • Pulp. Una storia del XX secolo (Pulp, 1994) Feltrinelli 1995

  22. Bibliografia in italiano Racconti • Taccuino di un vecchio porco (Notes of a DirtyOld Man, 1969) Feltrinelli 1980, pubblicato anche come Taccuino di un vecchio sporcaccione, Guanda 1999 • Storie di ordinaria follia (parte di Erections, Ejaculations, Exhibitions and GeneralTalesofOrdinaryMadness, 1972) Feltrinelli 1975 • Compagno di sbronze (parte di Erections, Ejaculations, Exhibitions and GeneralTalesofOrdinaryMadness, 1972) Feltrinelli 1979 • Svastica (racconto singolo non presente nelle edizioni italiane di Storie di ordinaria follia e Compagno di sbronze) (tratto da Erections, Ejaculations, Exhibitions and GeneralTalesofOrdinaryMadness, 1972) Millelire Stampa Alternativa 1994 • A sud di nessun nord (South of No North, 1973) SugarCo 1973, pubblicato anche come Storie di una vita sepolta • Musica per organi caldi (Hot Water Music, 1983) Feltrinelli 1985 • Niente canzoni d'amore (SeptuagenarianStew: Stories and Poems, 1990) TEADUE su licenza Guanda 2004 • Confessioni di un codardo (Confessionof a Coward, 1995) Guanda 1997, TEADUE su licenza Guanda 2000 • Azzeccare i cavalli vincenti (Portionsfrom a wine-stained notebook, 2008) Feltrinelli 2009

  23. Poesie • L'amore è un cane che viene dall'inferno (Love is a Dog fromHell, 1977)SugarCo 1978, Guanda 2003 • Notte imbecille (prima parte di The roominghousemadrigals: earlyselectedpoems 1946-1966, 1988 ) SugarCo Edizioni 1993 • Non c'è niente da ridere (seconda di The roominghousemadrigals: earlyselectedpoems 1946-1966, 1988) SugarCo Edizioni 1996 • Nato per rubare rose (terza parte di The roominghousemadrigals: earlyselectedpoems 1946-1966, 1988) SugarCo Edizioni 1997 • Le ragazze che seguivamo (poesie tratte da Betting on the Muse: Poems & Stories, 1996) Guanda 2001 • Quando eravamo giovani. Poesie (prima parte di Bone Palace Ballet, 1997 Feltrinelli 1999 • La canzone dei folli. Poesie II (seconda parte di Bone Palace Ballet, 1997) Feltrinelli 2000 • Il grande. Poesie III (terza parte di Bone Palace Ballet, 1997) Feltrinelli 2002 • E così vorresti fare lo scrittore? (prima parte di Siftingthrough the Madnessfor the Word, the Line, the Way che contiene conponimenti tutti postumi 2003) Guanda 2007 • Una notte niente male (seconda parte di Siftingthrough the Madnessfor the Word, the Line, the Way, 2003) Guanda 2008 • Cena a sbafo (terza parte di Siftingthrough the Madnessfor the Word, the Line, the Way, 2003) Guanda 2009

  24. Libri su Bukowski • Jim Christy, La sconcia vita di Charles Bukowski (The Buk Book, 1997) Feltrinelli 1997 • Paolo Roversi "Bukowski. Seppellitemi vicino all'ippodromo così che possa sentire l'ebbrezza della volata finale. Pensieri e aforismi" Stampalternativa1998 • Howard Sounes, Bukowski. Una vita per immagini Mondadori 2002 • Howard Sounes, Bukowski (Charles Bukowski Locked in the Armsof a Crazy Life, 2000) Guanda 2000, TEADUE su licenza Guanda 2004 • Paolo Roversi, "Bukowski. Scrivo racconti poi ci metto il sesso per vendere. Vita vizi e virtù dello scrittore maledetto con un'intervista a Fernanda Pivano" Stampalternativa2004. • Gerald Locklin, "Charles Bukowski, A botta sicura." Leconte 2007.

  25. Mark Twain “Se raccogliete un cane affamato e gli date da mangiare, potete star sicuri che non vi morderà. Questa è la principale differenza tra l’uomo e il cane” (Wilson lo Zuccone, 1894)

  26. Biografia di Mark Twain Mark Twain, pseudonimo di Samuel LanghorneClemens (Florida, 30 novembre 1835 – Redding, 21 aprile 1910), è stato uno scrittore, umorista, letterato, lettore universitario e conferenziere statunitense. È considerato una fra le maggiori celebrità americane del suo tempo. William Faulkner scrisse che fu il "primo vero scrittore americano". Usò anche lo pseudonimo "Sieur Louis de Conte", ad esempio per firmare la biografia di Giovanna d'Arco. Secondo alcuni il suo principale pseudonimo deriva da un grido (in antico slang americano) che era un tempo usato nella marineria fluviale degli Stati Uniti per segnalare la profondità delle acque nella navigazione fluviale: by the mark, twain, ovvero: dal segno, due (sottinteso tese). Tale grido indica una profondità di sicurezza (appunto due tese, circa 3,7 metri). (come citato nella prefazione dell'edizione De Agostini di "Un Americano alla corte di Re Artù")

  27. Bibliografia • The celebratedjumpingfrogofCalaverascounty, 1867, racconto • InnocentsAbroad, 1869, racconti di viaggio • RoughingIt (In cerca di guai ), 1872, viaggio dal Mississipi a Las Vegas • The GildedAge: A Tale ofToday, 1873, romanzo (collaborazione con Charles Dudley Warner) • The prince and the pauper (Il principe e il povero), 1881, romanzo • Life on the Mississippi (Vita sul Mississippi1883, racconto autobiografico • The adventuresofHuckleberryFinn (Le avventure di HuckleberryFinn), 1884, romanzo • Tom Sawyerabroad, 1894, romanzo • Pudd'n'head Wilson (Wilson lo Zuccone), 1894, romanzo • Tom Sawyer detective, 1896, racconto • A Connecticut Yankee in King Arthur's Court (Un americano alla corte di re Artù), 1889, romanzo • The $30,000 Bequest and OtherStories, 1906, racconti • WhatIs Man?, 1906, saggio • Lettersfrom the Earth, 1909, romanzo pubblicato postumo • The MysteriousStranger (Lo straniero misterioso), 1916, romanzo pubblicato postumo

  28. Sitografia • http://books.google.it/books?hl=it&lr=lang_it&id=eXCTsG6Rom0C&oi=fnd&pg=PA9&dq=Mark+Twain+bibliografia&ots=G_U8adn2uI&sig=qJJgna1f3CcHCxr2DJFjfIebjnY#v=onepage&q=Mark%20Twain%20bibliografia&f=false • http://it.wikiquote.org/wiki/Mark_Twain • http://www.citazioni.tk/aforismi/autore/mark-twain • http://books.google.it/books?hl=it&lr=lang_it&id=cCH6-QLsjmMC&oi=fnd&pg=PA5&dq=C.+Bukowski+bibliografia&ots=eQizTRx8Sb&sig=uWNP8L6KdLtNFuRCfiI3oNnMiGA#v=onepage&q&f • http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=12580 • http://books.google.it/books?hl=it&lr=lang_it&id=txMGyAaY-K0C&oi=fnd&pg=PA5&dq=Ambrose+Bierce+bibliografia

  29. Sitografia • http://amsdottorato.cib.unibo.it/559/1/rossi_simona.pdf • http://siba-ese.unile.it/index.php/idee/article/view/3211/2643 • http://www.fedoa.unina.it/2071/1/Cardillo_Filosofia_Moderna_Contemporanea.pdf • http://www.jstor.org/pss/25105897 • http://www.efitonline.com/html/docs/argane.pdf • http://www.zam.it/biografia_George_Steinerdirebbe • http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/11/05/george-steiner-abbiamo-dimenticato-importanza-di.html • http://en.wikipedia.org/wiki/File:Charles_Bukowski_smoking.jpg Tutti i siti sono stati visitati il 14 maggio 2010

  30. Grazie per l’attenzione Baccari Paola