Lo scheletro
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 21

Lo scheletro PowerPoint PPT Presentation


  • 116 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Lo scheletro. A cura della prof.ssa M. S. Gentile. Prima di inizare Come sono organizzate le strutture nei Vertebrati?. Cellula. Sistema. Organo. Organismo. Tessuto. Apparato. Proviamo a mettere ordine??. Un’altra domanda: Quando un osso è inserito nel corpo è vivo?. Perché?.

Download Presentation

Lo scheletro

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Lo scheletro

Lo scheletro

A cura della prof.ssa M. S. Gentile


Lo scheletro

Prima di inizare

Come sono organizzate le strutture nei Vertebrati?

Cellula

Sistema

Organo

Organismo

Tessuto

Apparato

Proviamo a mettere ordine??


Lo scheletro

Un’altra domanda: Quando un osso è inserito nel corpo è vivo?

Perché?


Lo scheletro

E ancora:

durante la crescita di un individuo, crescono anche le sue ossa?


Lo scheletro

Le ossa dei Vertebrati hanno tutte la stessa forma?


Classificazione dei tipi di ossa

Classificazione dei tipi di ossa:

  • Lunghe: quelle ossa la cui lunghezza supera la larghezza e lo spessore. Sono di solito quelle degli arti, suddivise in una diafisi e due epifisi (distale e prossimale).

Quali sono le epifisi e la diafisi???


Lo scheletro

  • Piatte: quelle ossa hanno lunghezza e larghezza pressoché equivalenti. Un esempio di osso piatto è l’osso del bacino.

  • Brevi : quelle ossa in cui lunghezza, larghezza e spessore si equivalgono. Es. ossa del tarso


Lo scheletro

Un po' di ripasso....

Scapola

Omero

Bacino

Radio e ulna

Femore

Tibia e perone


Pi in dettaglio

Più in dettaglio


Lo scheletro

Lo scheletro

Lo scheletro umano (adulto) è composto da circa 206 ossa (80% peso corporeo) che si suddividono in tre categorie:

• Ossa lunghe

(solitamente sono quelle degli arti)

• Ossa piatte

(cranio, bacino, scapole)

• Ossa corte o brevi

(vertebre, carpo, tarso, etc.)

Lo scheletro si divide in ossa del capo, del tronco e degli arti collegate alla colonna vertebrale.


Lo scheletro

La colonna vertebrale è costituita da 33 vertebre: 7 cervicali, 12 toraciche, 5 lombari, 5 sacrali e 4 coccigee.


Lo scheletro

Le vertebre formano una “galleria”, il canale intervertebrale all’interno del quale scorre il midollo spinale.

Fra una vertebra e l’altra si trova un disco cartilagineo che funziona da cuscinetto ammortizzatore per non far consumare le vertebre.


E le ossa del cranio

E le ossa del cranio


Le ossa degli arti

Le ossa degli arti


Lo scheletro

Al livello di scheletro, che differenza c’è fra un pesce, un elefante e una giraffa?


Lo scheletro

Ma a cosa serve lo scheletro????


Lo scheletro

SOSTEGNO

PROTEZIONE

MOVIMENTO


Lo scheletro

E poi…..

Lo scheletro rappresenta una riserva di calcio, indispensabile per diverse funzioni svolte dal corpo.

All’interno del midollo osseo (che è presente all’interno ossa lunghe) vengono prodotte cellule particolari (globuli rossi, bianchi e piastrine), che vengono successivamente riversate nel sangue.


E da cosa fatto un osso

E da cosa è fatto un osso?

Per rispondere a questa domanda faremo un piccolo esperimento da preparare a casa…..


Lo scheletro

Esperimento da preparare a casa

  • Classe Nome: Cognome:

  • Gruppo assegnato:

  • Materiali occorrenti:

  • un osso crudo di pollo (da comprare al supermercato o in macelleria);

  • un contenitore con coperchio (un barattolo di vetro va benissimo);

  • aceto bianco.

  • Procedimento:

  • togliere tutta la carne intorno all’osso e sgrassarlo tenendolo immerso per un po’ sotto l’acqua calda corrente;

  • immergere l’osso nel contenitore dopo averlo riempito per metà di aceto;

  • chiudere il coperchio

  • lasciare a riposo in un luogo tranquillo


Lo scheletro

Nota bene!!!!!

  • Gruppo 1 – inizia il procedimento 8 giorni prima dell’osservazione a scuola

  • Gruppo 2 – inizia il procedimento 6 giorni prima dell’osservazione a scuola

  • Gruppo 3 – inizia il procedimento 4 giorni prima dell’osservazione a scuola

  • Gruppo 4 – inizia il procedimento 2 giorni prima dell’osservazione a scuola

  • Gruppo 5 – esegue solo il punto 1. del procedimento.

    Ricorda:

    Il giorno in cui l’osso dovrà essere portato a scuola per le osservazioni, l’osso deve essere tolto dall’aceto, asciugato con dei tovaglioli di carta, avvolto in un pezzo di carta stagnola o pellicola trasparente, inserito in una bustina di plastica, e portato a scuola.


  • Login