nuove tendenze nel lavoro
Download
Skip this Video
Download Presentation
Nuove tendenze nel lavoro

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 17

Nuove tendenze nel lavoro - PowerPoint PPT Presentation


  • 89 Views
  • Uploaded on

Nuove tendenze nel lavoro. Prof Bruno Tellia Università degli studi di Udine. Nuove idee sul lavoro. La riduzione della divisione del lavoro utile tanto alla formazione e allo sviluppo dell’individuo quanto ad una organizzazione più efficiente della produzione

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Nuove tendenze nel lavoro' - shubha


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
nuove tendenze nel lavoro

Nuove tendenze nel lavoro

Prof Bruno Tellia

Università degli studi di Udine

nuove idee sul lavoro
Nuove idee sul lavoro
  • La riduzione della divisione del lavoro utile tanto alla formazione e allo sviluppo dell’individuo quanto ad una organizzazione più efficiente della produzione
  • Le capacità intellettuali (competenza, professionaliltà, …) di un individuo vengono stimolate ed accresciute tramite il lavoro. È nell’interesse dell’azienda utilizzarle al meglio nel corso del lavoro
  • Ogni individuo inserito in una organizzazione produttiva dovrebbe essere in condizioni di comprendere e partecipare alla formulazione degli scopi a cui il suo lavoro è destinato. Ciò accrescerebbe il suo apporto
  • Sul lavoro un individuo dovrebbe godere di ampia autonomia decisionale, con vantaggio suo e dell’azienda (maggiore capacità di risposta a improvvise variazioni interne ed esterne)
  • Una sostanziale parità di opportunità, indipendentemente dal sesso, età, colore ed altre caratteristiche individuali permetterebbe alle organizzazioni di utilizzare più razionalmente le risorse intellettuali in esse disponibili
  • Sussiste una relazione organica tra qualità del lavoro e qualità della vita
slide3
Il problema del lavoro (e della mancanza di lavoro) è posto essenzialmente in termini di:
    • Utilità economica (e di scarsità economica) e/o di giustizia sociale nella distribuzione delle risorse
    • Superamento del concetto di lavoro (“fine della società del lavoro”, “fine del lavoro”) per passare al concetto di attività
know how necessari nel mercato del lavoro
Know-how necessari nel mercato del lavoro

Motivazioni

Abilità

adattive

Lavoro

Abilità

innovative

Abilità

socio-culturali

tendenze
Tendenze
  • Crescente responsabilità
  • Ristrutturazione dei vari settori economici
  • Riorganizzazione degli ambienti di lavoro
  • Ridefinizione dei lavori
  • Nuovi lavori
  • Stress
slide6
Flessibilizzazione del lavoro
    • Funzionale (interna all’organizzazione)
    • Tempo di lavoro
    • Rapporti di lavoro atipici
    • Sub-contratti
  • Negoziazione
    • Prima: affidata alle organizzazioni sindacali
    • Ora: gestita individualmente
slide7
Lavoratori della conoscenza (knowledge worker)
  • Nuove professioni (system integrator, case venture manager, process facilitator, case manager, program manager, …)
  • Prerequisiti di ruolo
    • Cognitivi
    • Emotivi
    • Sociali
slide8
La società del futuro enfatizzerà l’importanza del lavoro, ma il senso e la forma del lavoro saranno radicalmente modificati
  • Ridefinizione del lavoro:
    • Attività comunicativa significante
    • Relazione sociale
    • Produzione di beni da cui dipendono insieme, per la loro vita, produttori e consumatori
formazione dei knowledge workers
Formazione dei knowledge workers
  • Programmi delle istituzioni educative concordati con le imprese
  • Le imprese generano nuove professioni
  • Le associazioni professionali assumono un ruolo importante nei processi di formazione e di certificazione (negli USA 500 professioni richiedono certificazione esterna)
  • Partnership tra imprese, istituzioni educative, operatori della formazione
  • La mobilità tra le occupazioni è legata alla certificazione delle competenze
  • Logiche e metodi di apprendimento cambiano
nei luoghi di lavoro si forma la competenza
Nei luoghi di lavoro si forma la competenza
  • Coniugare esperienza vissuta nel contesto di lavoro con conoscenza di base (scuola) e con contenuti professionali (strutture di formazione professionale)
  • Descrizione delle competenze
  • Riconoscimento delle competenze e trasferimento delle competenze (non del lavoro fatto)
padroneggiare la complessit richiede
Padroneggiare la complessità richiede:
  • Energie psichiche
  • Energie intellettuali

La vita è sempre meno preordinata

variabili personali implicate nel cambiamento
Variabili personali implicate nel cambiamento
  • Interessi
  • Attitudini
  • Aspirazioni
  • Valori
problemi che devono affrontare i lavoratori
Problemi che devono affrontare i lavoratori
  • Conservazione del lavoro→ acquisizione di nuove abilità e competenze; aggiornamento dei contenuti della propria professionalità; disponibilità all’apprendimento continuo per reggere la competizione per i posti di lavoro in una economia globale
  • Progressione di carriera → lavori basati su progetti; benefici aggiuntivi dal lavoro legati a conoscenze specifiche; domanda di riqualificazione

La conoscenza (per le imprese e per i lavoratori) diventa perciò cruciale → organizzazione dell’apprendimento in azienda per:

    • Disegnare processi di apprendimento collettivo
    • Individuare le nuove conoscenze richieste nei processi di produzione
    • Stabilire una nuova logica organizzativa per assicurare maggiore flessibilità ed adattabilità
    • Gestire le informazioni
    • Facilitare l’apprendimento di nuove abilità e competenze
    • Inserire l’impresa in una rete di circolazione delle informazioni, delle metodologie didattiche, degli orientamenti che emergono e degli scenari probabili
slide14
Spregiudicatezza intellettuale
  • Orientamento futuribile
  • Disponibilità alle sollecitazioni provenienti da settori od esperienze che non sono le proprie
  • Capacità di connessione orizzontale con diversi soggetti
tensione culturale tra soggetti
Tensione culturale tra soggetti

“Interessi del lavoratore”

“Interessi dell’impresa”

versus

autonomia

sicurezza

flessibilità

mobilitazione

Bisogno di sicurezza dei singoli lavoratori

Esigenza di flessibilità nell’uso delle risorse umane da parte dell’azienda

Domanda (per quanto inespressa) di autonomia

Bisogno per le aziende di mobilitare le risorse umane per obiettivi determinati

le abilit richieste
Le abilità richieste
  • Sapere comunicare
  • Sapere lavorare in gruppo
  • Sapere apprendere (imparare ad imparare)
  • Sapere negoziare
  • Sapere convivere con culture diverse
valutazione e certificazione delle competenze
Valutazione e certificazione delle competenze
  • Modelli comportamentisti(fordismo, skinner)enfatizzano la misurazione – non sono applicabili nell’artigianato
  • Modelli fondati su teorie fenomenologiche(psicologia del profondo, scuola delle relazioni umane)sono utili per descrivere fenomeni ma non permettono di cogliere le competenze
  • Modelli cognitivisti(neo-piagettiani)le competenze sono analizzate secondo:
    • contesto nelle quali si manifestano
    • specializzazione professionale
ad