Prima lezione
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 27

Prima lezione PowerPoint PPT Presentation


  • 110 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Prima lezione. di Storia del diritto veneziano. 1. Presentazione dell’insegnamento. 1.1. Oggetto dell’insegnamento: Storia del diritto veneziano (gruppo di discipline IUS/19). Storia -- delle istituzioni di governo -- del sistema normativo -- della cultura giuridica

Download Presentation

Prima lezione

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Prima lezione

Prima lezione

diStoria del diritto veneziano


1 presentazione dell insegnamento

1. Presentazione dell’insegnamento


1 1 oggetto dell insegnamento storia del diritto veneziano gruppo di discipline ius 19

1.1. Oggetto dell’insegnamento:Storia del diritto veneziano(gruppo di discipline IUS/19)

Storia-- delle istituzioni di governo

-- del sistema normativo

-- della cultura giuridica

della Repubblica di Venezia (568 circa d.C. - 12 maggio 1797)

Estensione geografica del fenomeno:

-- dal VII secolo: dogado (da Grado a Cavarzere)

-- dal X secolo: dominio da Mar (Adriatico e Mediterraneo orientale)

-- dal XV secolo: dominio da Terra (fino all’Adda, al Po e alle Alpi)


1 2 collocazione sistematica dell insegnamento

1.2. Collocazione sistematica dell’insegnamento

Insegnamento monografico = approfondimento specifico

rispetto all’insegnamento istituzionale (prerequisito)

di Storia del diritto medievale e moderno

= panoramica dei fenomeni istituzionali e giuridici in Europa

Errori di nomenclatura

vecchia denominazione: Storia del diritto italiano

-- ma “italiano” non ha senso fino al 1861 (unità d’Italia)

-- e infatti Cavanna ne faceva una Storia del diritto *europeo* (1979)

nuova denominazione: Storia del diritto medievale e moderno

-- ma resta fuori la storia del diritto contemporaneo, settore di punta


1 3 collegamenti con altre discipline

1.3. Collegamenti con altre discipline

Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche:

  • M-STO/01 STORIA MEDIEVALE

  • M-STO/02 STORIA MODERNA

  • M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA

  • M-STO/05 STORIA DELLA SCIENZA E DELLE TECNICHE

  • M-STO/06 STORIA DELLE RELIGIONI

  • M-STO/07 STORIA DEL CRISTIANESIMO E DELLE CHIESE

  • M-STO/08 ARCHIVISTICA, BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

  • M-STO/09 PALEOGRAFIA

  • M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE

    Area 13 - Scienze economiche e statistiche:

  • SECS-P/04 STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO

  • SECS-P/12 STORIA ECONOMICA

    Area 14 - Scienze politiche e sociali:

  • SPS/02 STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE

  • SPS/03 STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

  • SPS/06 STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI


1 4 ma a che cosa serve la storia la storia del diritto la storia del diritto veneziano

1.4. Ma a che cosa serve la storia / la storia del diritto /la storia del diritto veneziano?

  • La storia serve a capire:

    -- come siamo arrivati ad avere i guai che abbiamo

    -- che strade *non* servono per uscirne

  • La storia del diritto serve a capire:

    -- come mai le istituzioni politico-giuridiche sono inefficienti

    -- come mai il sistema normativo è inapplicabile

    -- come mai il potere pubblico è migrato in soggetti economici

  • La storia del diritto veneziano serve a capire:

    -- come mai una struttura istituzionale cittadina e protomedievale ha funzionato fino alla fine dell’età moderna

    (no concezione patrimoniale del potere di governo)

    -- come mai non poteva più funzionare nell’età contemporanea

    (no principio di eguaglianza, no separazione dei poteri)

    -- come mai “quelli del campanile” non sanno quello che dicono


2 metodo di lavoro

2. Metodo di lavoro


2 1 didattica

2.1. Didattica

  • Lezioni frontali

    2+2 ore a settimana per totali 48 ore di lezione = 6 cfu

    mercoledì e venerdì ore 12.30-14.00 (aule Mocenigo - Gabbin)

  • -- intervallo dopo circa 45 minuti

  • -- eventuali recuperi

  • -- presentazioni .pps scaricabili dal sito web


2 2 argomenti

2.2. Argomenti

*** percorso cronologico (criterio istituzionale)

= l’albero delle forme di governo, visto di lato mentre cresce

-- provincia romana

-- ducato

-- Comune

-- repubblica

-- Dominante(uso delle maiuscole...)

*** comparato in modo sincronico

= la TAC dell’albero che cresce

ai fenomeni:-- di storia generale

-- di storia del diritto europeo

*** esegesi di documenti

*** approfondimenti (moderatamente) interdisciplinari


2 3 esami

2.3. Esami

  • due appelli per sessione

  • a partire da fine corso

    • (sessione estiva 2012)

  • accertamenti di profitto


2 4 tesi di laurea

2.4. Tesi di laurea

  • -- Contestualizzazione di documenti:

  • trascrizione ed analisi di documenti normativi, amministrativi o giurisdizionali, oppure di documenti privati di natura giuridica, con individuazione dell’autore, del contesto istituzionale oppure socioeconomico nel quale gli autori esercitano poteri di governo oppure capacità di agire, della natura e tipologia degli atti, e del loro contenuto giuridico.

  • -- Ricerca archivistica:

  • analisi di materiali d’archivio inediti attinenti a specifici aspetti e problemi della storia istituzionale e giuridica veneziana oppure attinenti a fondi archivistici omogenei.

  • -- Storia della storiografia giuridica, politica e istituzionale:

  • esame e raffronto tra le posizioni assunte da diversi autori o correnti storiografiche in relazione a temi specifici, raggiungendo conclusioni critiche e la formazione di un’opinione personale.

  • -- Contestualizzazione di opere di dottrina medievali o moderne:

  • analisi testuale di opere dottrinali, collocandole in modo problematico nel contesto della storia della metodologia giuridica in relazione alle istanze socioeconomiche e politiche del tempo.

  • -- Profili biografici:

  • ricostruzione della biografia e dell’opera di personalità rilevanti per la storia del diritto o della storiografia giuridica, collocandole in modo problematico nel contesto della loro epoca.


2 2 studio e ricerca

2.2. Studio e Ricerca

  • Epistemologia spicciola

    Giurisprudenza= conoscenza e studio del diritto

    = scienza prescrittiva

    ovvero inventa:-- il proprio oggetto

    -- il proprio metodo

    -- il proprio linguaggio

    Storia del diritto= scienza descrittiva

    ovvero inventa:-- il proprio metodo

    -- il proprio linguaggio

    ma non-- il proprio oggetto

    = l’evoluzione storica della giurisprudenza


La storia del diritto non pi oggettiva della giurisprudenza perch

La storia del diritto *non* è più oggettivadella giurisprudenza perché:

  • descrizione = interpretazione (soggettiva)

  • scienza prescrittiva:limite = principio di non contraddizione

    scienza descrittiva:limite = principio di non contraddizione

    +

    limite = aderenza ai dati raccolti

    però:

  • Popper: non è possibile verificare le ipotesi, ma solo falsificarle

    --> non si può mai essere sicuri di avere ragione

    --> la ricerca della verità si svolge per approssimazioni successive

    --> e non potrà mai raggiungere il proprio scopo


Applicazione la critica testuale storico giuridica

Applicazione: la critica testuale storico-giuridica

  • La storia giuridica lavora principalmente su testi scritti

    (ci sono anche testi orali, ma quelli storico-giuridici non sono accessibili)


Metodo di lavoro le domande dello storico

Metodo di lavoro = le domande dello storico:

  • chi l’ha detto/scritto?

  • quando l’ha detto/scritto?

  • dove l’ha detto/scritto?

  • in che occasione l’ha detto/scritto?

  • parlando di quale argomento?

  • usando quale lingua e quale linguaggio?

  • a chi si rivolgeva?

  • per quale ragione l’ha detto/scritto?

  • a quale scopo?

  • come facciamo a saperlo?

  • e quali conclusioni possiamo trarne oggi?


In specie i testi veneziani

In specie: i testi veneziani

  • Tipologie:

    -- documenti della prassi di governo

    -- documenti privati

    -- opere giuridiche (“pratiche”)

  • Reperibilità:

    -- Archivio di Stato

    -- Biblioteche pubbliche veneziane e padovane

    -- Biblioteca del Seminario IUS/19


Strumenti di ricerca

Strumenti di ricerca

  • Cartacei

    -- Guide all’Archivio di Stato (Da Mosto, Tiepolo)

    -- Inventari dei fondi archivistici (in consultazione ASVe e online)

    -- Bibliografie edite

    (Emmanuele Antonio Cicogna, Girolamo Soranzo)

    -- DBI

  • Informatici

    -- OPAC di fondi bibliotecari reali

    es. BNM, Polo padovano, ICCU, COPAC, LOC…

    -- Bibliografie online

    es. Soranzo.pdf su www.arielcaliban.org

    -- Siti web

    es. Storia di Venezia -- venus.unive.it/riccdst/sdv/index.htm;

    SIASVe -- http://www.archiviodistatovenezia.it/


3 sussidi didattici

3. Sussidi didattici


3 1 il sito web http www arielcaliban org

3.1. Il sito web http://www.arielcaliban.org

  • Ariel e Caliban sono i due servitori del mago Prospero esiliato sull’isola nella Tempesta di Shakespeare

  • sezioneAriel:

    Strumentario:informazioni su cosa e come studiare

    In filza: sussidi didattici illustrati

    -- sulla Storia del diritto medievale e moderno

    -- sulla Storia del diritto veneziano

    • La filza è una tavoletta di legno trapassata da sotto da un chiodo lungo e sottile. Gli archivisti veneziani mettevano insieme i loro file infilzando (appunto) i documenti sul chiodo, in ordine cronologico inverso, con i più vecchi sotto; quando ce n’erano tanti da aver raggiunto la punta del chiodo, estraevano la tavoletta, riponevano il pacco ordinato di fogli forati in un faldone, e ricominciavano da capo.

      Soranzo: bibliografia di storia veneziana intitolata a Girolamo Soranzo


Prima lezione

  • sezione Caliban:

    Riflessioni e provocazioni

    Bibliografia e webliografia


3 2 prerequisiti e raccomandazioni

3.2. Prerequisiti e raccomandazioni

  • Convenzioni di lavoro e linguaggio tecnico


Cronologia

Cronologia

  • età antica

    fino al 476 d.C. fine dell’impero romano d’Occidente

  • età altomedievale

    fino circa al 1000

  • età bassomedievale

    fino al 12 ottobre 1492 scoperta dell’America

  • età moderna

    fino al 14 luglio 1789 presa della Bastiglia

  • età contemporanea

    dal 14 luglio 1789 a oggi


Definizioni

Definizioni

Diritto come fenomeno sociale

  • diritto = mezzo di prevenzione e composizione dei conflitti sociali tramite applicazione di norme precostituite

  • norma giuridica = norma socialmente necessaria

  • composizione stragiudiziale = senza un giudizio

  • composizione giudiziale = con un giudizio

    = valutazione secondo un procedimento predeterminato

    sulle questioni:

    • di giurisdizione = che giudice ha potere di giudicare il caso?

    • di fatto = quali sono i fatti rilevanti e provati?

    • di diritto = in quale tipo di fattispecie rientra il caso?


Prima lezione

Diritto come fenomeno politico = istituzioni

  • istituzione = organizzazione stabile titolare di poteri di governo sulla società

  • poteri di governo =normativo = produrre norme

    esecutivo = applicarle in campo stragiudiziale

    giudiziario = applicarle in giudizio

  • istituzioni particolari = gruppo + interessi comuni + organizzazione

  • Stato = popolo + territorio + governo

  • Stato assoluto = no separazione dei poteri + titolare unico (e deleghe)

  • Stato di diritto = l’esercizio dei poteri pubblici è sottoposto a norme di legge


Prima lezione

Scienza giuridica

  • diritto privato = disciplina dei rapporti tra i singoli individui

  • diritto pubblico= disciplina dei rapporti tra gli individui e le istituzioni

  • diritto sostanziale = disciplina dei rapporti tra soggetti

  • diritto processuale = disciplina dei procedimenti giudiziali

  • diritto ecclesiastico = disciplina dei rapporti tra le istituzioni laiche e la Chiesa (cattolica)

  • diritto canonico = disciplina dell’ordinamento della Chiesa (cattolica)


3 3 letture consigliate

3.3. Letture consigliate

  • Inquadramento di principio della disciplina:

    Silvia Gasparini, Appunti minimi di storia del diritto, 1, Padova: Imprimitur, 2000

  • parte I. Il fenomeno giuridico

  • capitoli-- 1. Funzione, metodo, didattica della disciplina

  • -- 2. Natura e funzioni del diritto

  • Storia generale di Venezia:

    Alvise Zorzi, La Repubblica del Leone, Milano: Rusconi, 1979

    (ristampa Milano: Bompiani, 2005)

    Giuseppe Gullino, Storia della Repubblica veneta, Brescia: La Scuola, 2010


Buon lavoro a voi e a me

Buon lavoro a voi e a me


  • Login