slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Avanzamento con clic del mouse

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 19

Avanzamento con clic del mouse - PowerPoint PPT Presentation


  • 114 Views
  • Uploaded on

Avanzamento con clic del mouse. La realizzazione di queste saponette artigianali è semplicissima e ottenuta macinando resti di altre saponette; è, perciò, innanzitutto un’opera di riciclo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Avanzamento con clic del mouse' - kieu


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

La realizzazione di queste saponette artigianali è semplicissima e ottenuta macinando resti di altre saponette; è, perciò, innanzitutto un’opera di riciclo.

slide3

Ma potremo aggiungervi altre saponette neutre e cambiare fragranza, con l’aggiunta di poche gocce di olio essenziale e (facoltativo) qualche goccia di benzoino (estratto di erbe che “fissa” il profumo e lo mantiene nel tempo).

(Benzoino)

Olio essenziale:

In questo esempio

mimosa e vaniglia.

slide4

Con un po’ di fantasia diventano

simpatiche idee-regalo!

Vediamo insieme come procedere.

slide5

Tritiamo con un coltello

o con una grattugia,

da usare solo a questo scopo, tutti i pezzi di saponette divenute poco maneggiabili che abbiamo in casa, non importa

di che tipo.

slide6

Sciogliamo il trito di sapone a bagnomaria: poniamo un tegame con due bicchieri d’acqua sul fuoco e, dentro, mettiamo un altro pentolino vecchio (da usare solo a questo scopo o da lavare accuratamente) con il trito di sapone (derivato da due saponette).

slide7

Aggiungiamo un bicchiere d’acqua (scarso) al sapone e, mentre si scalda a bagnomaria

- a fuoco dolce – mescoliamo;

slide8

Se l’acqua del bagnomaria arriva a bollore, spegnete il gas; ma continuate a mescolare e,

solo se ci sono ancora grumi, riaccendete il fuoco, avendo cura di non far bollire il compo-sto; spegnere al primo fremito.

slide9

Deve diventare liscio e senza grumi; ma non importa se il composto sarà più o meno sodo, dipende dalla quantità di sapone usato e non influisce sul risultato.

slide10

A questo punto possiamo aggiungere un olio essenziale a piacere, in questo caso alla mimosa:

bastano 5-6 gocce, e (facoltativo) 3 gocce di benzoino. Mescoliamo accuratamente.

slide11

Foderiamo qualche contenitore con pellicola trasparente, per facilitarne poi l’estrazione, la riempiamo bene e lasciamo solidificare per

qualche ora.

slide12

Quando la superficie sarà solida potremo

estrarre le saponette dalle formine o dalle ciotole,

le rovesciamo e lasciamo asciugare all’aria rivoltando spesso; ma non al sole che le seccherebbe troppo.

slide13

L’aspetto, dopo qualche giorno di asciugatura,

è artigianale ma profumatissimo!

slide15

Saponette al caffè: ottenute sostituendo all’acqua due tazzine di caffè appena fatto e sciogliendovi il trito di sapone.

Tolgono perfettamente l’odore di aglio, cipolla e pesce !

slide16

Saponette al miele:

al sapone già liquefatto aggiungere due cucchiai di miele e amalgamare bene.

Sono emollienti e nutritive

per la pelle.

slide17

Saponette all’olio essenziale di lavanda:

con aggiunta di poche gocce di colorante alimentare azzurro.

slide18

Saponette alla vaniglia:

con aggiunta di vanillina alimentare.

Saponette all’argilla e ai semi di lavanda:

al sapone già sciolto si aggiungono tre cucchiaini di argilla e uno di semi di lavanda.

Sono esfolianti e calmano le irritazioni

slide19

Non c’è che l’imbarazzo della scelta, il difficile, vedendole, è resistere … a non mangiarle!

Realizzazione, testo e grafica:

[email protected]

ad