Le nuove prestazioni adattamento al d lgs 252 05 e disposizioni covip
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 17

Le Nuove Prestazioni adattamento al D Lgs 252/05 e disposizioni COVIP PowerPoint PPT Presentation


  • 60 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Le Nuove Prestazioni adattamento al D Lgs 252/05 e disposizioni COVIP. Lucidi a cura dell’Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte. dicembre 2011. il solo TFR CONFERITO al fondo pensione. Soggiace alle regole del fondo : Anticipazione, Riscatto,

Download Presentation

Le Nuove Prestazioni adattamento al D Lgs 252/05 e disposizioni COVIP

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Le nuove prestazioni adattamento al d lgs 252 05 e disposizioni covip

Le Nuove Prestazioni adattamento al D Lgs 252/05

e disposizioni COVIP

Lucidi a cura dell’Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte

dicembre 2011


Le nuove prestazioni adattamento al d lgs 252 05 e disposizioni covip

il solo TFRCONFERITO

al fondo pensione

Soggiace alle regole del fondo:

Anticipazione, Riscatto,

Rendita, erogazione in Capitale, Tassazione,

ma nel caso di conferimento tacito deve essere inserito in

comparto prudenziale, che dia garanzia di restituzione del capitale e rendimenti COMPARABILI a quelli del TFR.

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Anticipazioni

in COSTANZAdi

rapporto di lavoro

Anticipazioni

D Lgs – art. 11 c. 7

Gli aderenti alle FPC possono richiedere una ANTICIPAZIONE della posizione individuale maturata:

IN QUALSIASI MOMENTO

per spese SANITARIE a seguito di gravissime situazioni (tab CdA) relative a sé, al coniuge e ai figli

MAX 75%

  • DOPO 8 ANNI ISCRIZIONE

  • per ACQUISTO PRIMA CASA di abitazione per sé o per i figli

  • per la RISTRUTTURAZIONEdella prima casa di abitazione

MAX 75%

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Anticipazioni1

in COSTANZAdi

rapporto di lavoro

Anticipazioni

D Lgs – art. 11 c. 7 e 9

Gli aderenti alle FPC possono richiedere una ANTICIPAZIONE della posizione individuale maturata:

MAX 30%

DOPO 8 ANNI ISCRIZIONE

per ULTERIORI ESIGENZEdegli aderenti

Per determinare l’anzianità richiesta sono utili TUTTI i periodi di partecipazione alle FPC per i quali NON sia stato ESERCITATO IL RISCATTO TOTALE

Le somme di anticipo non potranno MAI ECCEDERE il 75%(30% ulteriori esigenze) del totale della posizione individuale

Le anticipazioni possono essere REINTEGRATE

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Trasferimento

Trasferimento

in COSTANZAdi

rapporto di lavoro

D Lgs – art. 14 c. 6

DOPO 2 ANNI DI PARTECIPAZIONE ad una FPC l’aderente ha facoltà di TRASFERIRE L’INTERA posizione individuale MATURATA ad altra FPC

Il lavoratore ha diritto

al versamento del TFR

MATURANDO e del CTB

del datore di lavoro alla

FP da lui prescelta nei

LIMITI e SECONDO

MODALITÀ stabilite dai

contratti o accordi

collettivi, anche aziendali

Statuti e Regolamenti delle FPC NON possono contenere clausole limitative

Gli ADEMPIMENTI conseguenti devono essere effettuati ENTRO 6 MESI

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Trasferimento o riscatto

Trasferimento o Riscatto

alla CESSAZIONEdei

requisiti di partecipazione

D Lgs – art. 14 c. 2

SENZA AVER MATURATO il diritto alla pensione complementare, l’associato può richiedere

  • RISCATTO del 50% della

  • posizione maturata:

  • in caso di INOCCUPAZIONE

    per un PERIODO non <

    a 12 e non > a 48 MESI;

  • in caso di MOBILITÀ, CIGO

    e CIGS

TRASFERIMENTOad altra FPC in relazione ad altra attività lavorativa

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Riscatto

Riscatto

alla CESSAZIONEdei

requisiti di partecipazione

D Lgs – art. 14 c. 2

SENZA AVER MATURATO il diritto alla pensione complementare, l’associato può richiedere

  • RISCATTO TOTALE della posizione maturata:

  • in caso di INVALIDITÀ PERMANENTE;

  • in caso di INOCCUPAZIONE per un PERIODO

    > a 48 MESI. Tale facoltànon può essere

    esercitata 5 ANNI PRIMA della maturazione

    dei requisiti di accesso alle prestazioni

    pensionistiche complementari

AMMISSIBILITÀ (COVIP) RISCATTOprevisto statuti

e regolamenti dei Fondi, contrattazione collettiva

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Premorienza

Premorienza

D Lgs – art. 14 c. 3

In caso di MORTEdell’aderente ad una FPC PRIMA della maturazione del diritto alla pensione complementare

L’INTERA posizione individuale maturata

è RISCATTATA DAGLI EREDI o da

DIVERSI BENEFICIARI INDICATI

In MANCANZA di questi soggetti la POSIZIONE rimane ACQUISITA DAL FONDO

(se FPC individuale devoluta a finalità sociali)

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Prestazione pensionistica

Prestazione pensionistica

D Lgs – art. 11 c. 2

Il DIRITTOalla Prestazione Pensionistica Complementare si acquisisce alla MATURAZIONE deiREQUISITI di accesso alle PRESTAZIONI stabiliti nel REGIME OBBLIGATORIO

&

ALMENO 5 ANNI di partecipazione alle FPC

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Rendita

Rendita

All’atto della MATURAZIONE DEI REQUISITI l’aderente potrà SCEGLIERE, in base alla convenzione che il Fondo avrà stipulato, tra una GAMMA DI POSSIBILITÀ a seconda delle proprie condizioni: ENTITÀ VERSAMENTI, ETÀ, FAMILIARI, REDDITUALI

  • A titolo esemplificativo:

  • Rendita immediata VITALIZIA: SOLO PER SE;

  • Rendita immediata CERTA e poi VITALIZIA: certa per 5 o 10 ANNI e poi vitalizia;

  • Rendita immediata REVERSIBILE: ad un’altra persona nella misura del 60 o 100%;

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Capitale e rendita

Capitale e Rendita

D Lgs – art. 11 c. 3

Le Prestazioni Pensionistiche possono essere erogate in CAPITALEfino a un massimo del 50% del montante finale accumulato, il RIMANENTEviene convertito in RENDITA

Nel caso in cui la RENDITAderivante dalla conversione di almeno il 70%del montante finale sia INFERIORE AL 50%dell’assegno sociale (417 € mesex13 per il 2011), la stessa può essereEROGATA IN CAPITALE

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Anticipazione rendita

Anticipazione Rendita

D Lgs – art. 11 c. 4 e art. 14 c. 2

IN CASO di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’INOCCUPAZIONEper un periodo SUPERIORE a 48 MESI

le Prestazioni Pensionistiche sono consentite, su richiesta dell’aderente, con un ANTICIPO MASSIMO DI 5 ANNI rispetto ai REQUISITI di accesso alle PRESTAZIONI nel REGIME OBBLIGATORIO

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Deducibilit contributi

Deducibilità contributi

D Lgs – art. 8 c. 4

IERI

  • IL PIÙ BASSO TRA

  • 5.164,57 euro;

  • 12%del reddito complessivo;

  • relativamente ai redditi di lavoro dipendente, ilDOPPIO DEL TFR VERSATO.

OGGI

UNICO LIMITE DI DEDUCIBILITÀ

5.164, 57 euro annui

Introdotte agevolazione per nuovi assunti

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Tassazione rendite e capitale

Tassazione Rendite e Capitale

D Lgs – art. 11 c. 6

  • RENDITE

  • LIQUIDAZIONI IN CAPITALE (50% o 100% se rendita inferiore 50% assegno sociale)

sono imponibili al NETTO delle somme già assoggettate a tassazione

RITENUTA a titolo di imposta del 15%

MENO

lo 0,30% PER OGNI ANNO eccedente il 15° nel LIMITE MASSIMO DEL 6%

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Tassazione anticipazioni

Tassazione Anticipazioni

D Lgs – art. 11 c. 7

  • ANTICIPAZIONI X SPESE SANITARIE

RITENUTA a titolo di imposta del 15%

MENO

lo 0,30% PER OGNI ANNO eccedente il 15° nel LIMITE MASSIMO DEL 6%

  • ANTICIPAZIONI X ACQUISTO o RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA

  • ANTICIPAZIONI X ALTRE ESIGENZE

RITENUTA a titolo di imposta del 23%

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Tassazione riscatto

Tassazione Riscatto

D Lgs – art. 14 c. 4 e 5

  • RISCATTO 50% (inoccupazione 12/48 mesi)

  • RISCATTO TOTALE (invalidità o inoccupazione oltre i 48 mesi)

  • RISCATTO degli EREDI per PREMORIENZA

RITENUTA a titolo di imposta del 15%

MENO

lo 0,30% PER OGNI ANNO eccedente il 15° nel LIMITE MASSIMO DEL 6%

  • RISCATTO X CAUSE DIVERSE dalle precedenti

RITENUTA a titolo di imposta del 23%

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


Tassazione trasferimenti e rendimento

Tassazione Trasferimenti e Rendimento

D Lgs – art. 14 c. 7

Le operazioni di TRASFERIMENTO sono ESENTI da ogni onere fiscale (anche tra FIP)

D Lgs – art. 17 c. 1 e 2

I fondi sono soggetti a imposta sostitutiva dell’11% sul RISULTATO NETTO maturato in ciascun anno (RENDIMENTI)

Il RISULTATO NEGATIVO maturato nel periodo di imposta è computato IN DIMINUZIONE di quello dei PERIODI SUCCESSIVI

lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte


  • Login