UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA”
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 13

I Contratti derivati IRS, CAP, FLOOR e COLLAR PowerPoint PPT Presentation


  • 95 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA” Dipartimento di Studi sull’Impresa. I Contratti derivati IRS, CAP, FLOOR e COLLAR. Emiliano DI CARLO. Interest rate swap (IRS).

Download Presentation

I Contratti derivati IRS, CAP, FLOOR e COLLAR

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Powerpoint presentation

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA”

Dipartimento di Studi sull’Impresa

I Contratti derivati

IRS, CAP, FLOOR e COLLAR

Emiliano DI CARLO

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Interest rate swap (IRS)

L’IRS è un’operazione con la quale due soggetti (l’Ente Locale e la Banca) convengono di scambiarsi, per un periodo prefissato ed a date prestabilite, il differenziale sui flussi di interesse calcolati su un determinato capitale (“nozionale”). Uno swap fisso-variabile, ad esempio, consente di trasformare l’indebitamento da tasso fisso a tasso variabile (e viceversa per uno swap variabile-fisso).

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Schema dei flussi di cassa

di un Interest Rate Swap

Incassa il tasso fisso (7%)

Banca

Ente Locale

Paga il tasso variabile (?)

È indebitato a tasso fisso (7%) e rischia un ribasso dei tassi

Ipotesi di scambio di flussi tra tasso fisso e variabile

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Vantaggi dell’utilizzo da parte degli enti locali delle operazioni IRS

  • Possibilità di trasformazione delle caratteristiche del proprio indebitamento

  • Possibilità di ristrutturazione del debito residuo in essere in tempi rapidi e per tutti i tipi di mutui in quanto lo swap non modifica i contratti sottostanti (Non occorre l’assenso dell’istituto mutuante alla rinegoziazione o norme legislative che permettono la ristrutturazione)

  • Può essere contratto anche per un numero limitato di anni

  • Può essere con facilità estinto anticipatamente o modificato.

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Agli IRS possono essere associate delle strutture di tasso secondo le tecniche dell’ingegneria finanziaria, quali: Cap, Floor, Collar.

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il contratto CAP

Un Cap consiste in un accordo sulla base del quale – dietro pagamento di un premio – l’acquirente del Cap stesso ha diritto di ricevere, alle scadenze prestabilite, l’eventuale differenza, se positiva, tra un tasso variabile e un tasso prefissato denominato strike-rate.

Se l’indicata differenza, invece, fosse nulla o negativa, l’acquirente del cap non avrebbe diritto a ricevere nulla dal venditore.

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Esempio di contratto CAP

  • Stipulazione di un contratto cap in data 1° luglio

  • Importo: €1 mil, corrispondente ad un indebitamento di pari importo a tasso variabile

  • Durata: un anno

  • Tasso di riferimento o (strike-rate), è il tasso oltre il quale scatta il parziale rimborso degli interessi passivi da corrispondere: 12,5%

  • Premio: 0,5% (su €1 mil = € 5.000) costo del contratto CAP

  • Frequenza dei pagamenti: trimestrale, corrispondente alla frequenza dei pagamenti degli interessi sul proprio debito

Al termine del primo trimestre (30 settembre):

Il tasso variabile di interesse sul debito è pari al 12% annuo, e comporta la corresponsione di interessi per € 30.000 = (1.000.000*0,12*3)/12

12%< allo strike-rate del contratto e quindi non fa scattare nessun rimborso per l’acquirente del cap medesimo

Al termine del secondo trimestre (31 dicembre):

Il tasso variabile di interesse sul debito è pari al 14% annuo, e comporta la corresponsione di interessi per € 35.000 = (1.000.000*0,14*3)/12

14%> allo strike-rate del contratto (12,5) e quindi fa scattare il rimborso per l’acquirente del cap medesimo, per la parte eccedente. Tale rimborso ammonta a 3.750 (differenza tra il tasso effettivo del 14% e lo strike-rate del 12,5%

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il contratto CAP

i

Rimborso

14%

Strike-rate 12,5%

12%

t

3° mese

6° mese

9° mese

12° mese

Seconda rata (31 dicembre)

Prima rata (30 settembre)

€ 3.750

Intermediario

Clearing house

Ente

Ente

Intermediario

Clearing house

€ 35.000

€ 30.000

Cassa Depositi e Prestiti

Cassa Depositi e Prestiti

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il contratto FLOOR

Un Floor consiste in un accordo sulla base del quale – dietro pagamento di un premio – l’acquirente del Foor stesso ha diritto di ricevere, alle scadenze prestabilite, l’eventuale differenza, se positiva, tra un tasso prefissato denominato strike-rate e un tasso variabile.

Se l’indicata differenza, invece, fosse nulla o negativa, l’acquirente del floor non avrebbe diritto a ricevere nulla dal venditore.

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Esempio di contratto FLOOR

  • Stipulazione di un contratto floor in data 1° luglio

  • Importo: €1 mil, corrispondente ad un investimento finanziario in corso di pari importo a tasso variabile

  • Durata: un anno

  • Tasso di riferimento o (strike-rate), è il tasso al di sotto del quale scatta l’integrazione degli interessi attivi effettivamente percepiti sulla base del tasso variabile: 9%

  • Premio: 0,5% (su €1 mil = € 5.000) costo del contratto FLOOR

  • Frequenza dei pagamenti: trimestrale, corrispondente alla frequenza di incasso degli interessi sul proprio credito

Al termine del primo trimestre (30 settembre):

Il tasso variabile di interesse sul debito è pari al 10% annuo, e comporta l’incasso di interessi per € 25.000 = (1.000.000*0,10*3)/12

10%> allo strike-rate del contratto (9%) e quindi non fa scattare nessun rimborso per l’acquirente del floor medesimo

Al termine del secondo trimestre (31 dicembre):

Il tasso variabile di interesse sul debito è pari al 8,5% annuo, e comporta la corresponsione di interessi per € 21.250 = (1.000.000*0,085*3)/12

8,5%< allo strike-rate del contratto (9%) e quindi fa scattare il rimborso per l’acquirente del floor medesimo, per la parte eccedente. Tale rimborso ammonta a 1.250 (differenza tra lo strike-rate del 9% e il tasso effettivo dell’8,5%).

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il contratto FLOOR

i

Rimborso degli interessi

10%

Strike-rate 9%

8,5%

t

3° mese

6° mese

9° mese

12° mese

Seconda rata (31 dicembre)

Prima rata (30 settembre)

1.250

Intermediario

Clearing house

Ente

Ente

Intermediario

Clearing house

21.250

25.000

Ente finanziato

Ente finanziato

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il COLLAR

L’operazione Collar combina per due soggetti le esigenze opposte di copertura del rischio di oscillazione dei tassi di interesse (esempio: un debitore e un creditore).

Il punto cruciale dell’operazione è rappresentato dalla fissazione dei due confini, il cap ed il floor, che devono rappresentare il punto d’incontro delle necessità e delle aspettative opposte delle due controparti in relazione al prevedibile andamento futuro dei tassi.

Contratti Derivati


Powerpoint presentation

Il COLLAR

Rimborso degli interessi da parte della Banca

i

14%

12,5%

corridoio (Collar) entro il quale il tasso di interesse sull’indebitamento potrà fluttuare

12%

11%

9%

5%

t

3° mese

6° mese

9° mese

12° mese

Pagamento degli interessi da parte dell’Ente

Contratti Derivati


  • Login