Download
dall idea imprenditoriale alla costituzione dell impresa n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Dall’idea imprenditoriale alla costituzione dell’impresa PowerPoint Presentation
Download Presentation
Dall’idea imprenditoriale alla costituzione dell’impresa

Dall’idea imprenditoriale alla costituzione dell’impresa

250 Views Download Presentation
Download Presentation

Dall’idea imprenditoriale alla costituzione dell’impresa

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Dall’idea imprenditoriale alla costituzione dell’impresa La comunicazione unica di nascita dell’ impresa. A cura di Paolo Marcianò

  2. La procedura di costituzione di un’impresa e i costi connessi variano a seconda della forma giuridica scelta. In tutti i casi, comunque, gli adempimenti sono diversi e per ciascuno, prima, era prevista la compilazione di una specifica modulistica da presentare alle amministrazioni competenti (C.C.I.A.A., Agenzia delle Entrate, I.N.P.S., I.N.A.I.L.) in tempi successivi e con termini temporali differenziati. Oggi, con l’introduzione della comunicazione unica, dell’utilizzo della firma digitale e della posta elettronica certificata (pec) si sono notevolmente semplificate modalità e ridotti i tempi per la costituzione di un’impresa. La mia presentazione vuole rappresentare un utile vademecum per chi intenda avviare un’attività imprenditoriale. Partendo da un caso concreto si esamineranno tutte le tappe relative alla procedura tradizionale per poi considerare il nuovo iter di costituzione dell’impresa. Le slide finali saranno dedicate al recente accordo tra Comune e Camera di Commercio di Lecce, denominato “ComUnica la tua attività commerciale”, che prevede un’ulteriore semplificazione amministrativa dell’iter costitutivo. Lecce, 4 novembre 2010

  3. L’IDEA IMPRENDITORIALE Due soci, uno stilista e una segretaria d’azienda, intendono esordire nel settore della creazione e della vendita all’ingrosso di abbigliamento donna.

  4. LA FORMA GIURIDICA La scelta della forma giuridica cade sulla società a respon-sabilità limitata: un po’ più cara e complessa rispetto ad una società di persone, ma con minori rischi per il patrimonio personale dei soci.

  5. I FINANZIAMENTI E’ bene informarsi su possibili leggi nazionali e regionali a favore dell’avvio di attività d’impresa; valutare le oppor-tunità offerte dalle banche, con-frontando condizioni, procedure e tempi.

  6. L’ITER BUROCRATICO Il percorso per avviare una nuova impresa, prima della comunicazione unica, risultava spesso impervio; era sostanzialmente cadenzato da quindici tappe: ufficio per ufficio e pratica per pratica.

  7. Per ogni tappa esamineremo i relativi: • Adempimenti/documenti • Costi • Tempi

  8. 1) CAMERA DI COMMERCIO • Richiesta generale di infor-mazioni • Nessuno • Previo appuntamento e tempi variabili

  9. 2) SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE • Richiesta generale di infor-mazioni • Nessuno • Senza appuntamento ad orari di sportello

  10. 3) NOTAIO • Richiesta documenti da presen-tare per la costituzione della società • Nessuno • 15 minuti via fax o e-mail

  11. 4) AGENZIA IMMOBILIARE • Ricerca immobile da 150 mq da affittare in centro città • Nessuno • 2-3 ore

  12. 5) SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE • Verifica destinazione d’uso dell’immobile. Modulo per la comunicazione delle opere di adattamento da realizzare • Nessuno • In giornata

  13. 6) BANCA • Versamento del 25% dei conferimenti in denaro • 12,50 euro • In giornata

  14. 7) NOTAIO • Costituzione della società /Statuto; Carta d’identità dei soci; Codice fiscale; Iscrizione registro delle imprese; Libri contabili • Totale 3.463 euro • Entro 20 giorni

  15. 8) AGENZIA IMMOBILIARE • Sottoscrizione contratto d’affitto; Atto di costituzione della società; Carta d’identità dei soci; Codice fiscale • 32.000 euro canone d’affitto, oltre i diritti di agenzia (10%) • 1-2 ore

  16. 9) COMMERCIALISTA • Apertura Partita Iva ; Consegna estremi registrazione contratto di locazione; Inps: doppia iscrizione perché i soci lavorano nell’impresa (nella sezione commercianti e , per il socio amministratore, alla gestione separata) • 900/1.100 euro • Almeno una settimana

  17. 10) REGISTRO IMPRESE • Comunicazione inizio attività • Nessuno • In giornata

  18. 11) BANCA • Apertura del conto corrente della nuova società; versamento del residuo 75% dei conferi-menti in denaro • 15 euro + 18,45 euro (bolli trimestrali su estratto conto) • In giornata

  19. 12) REGISTRO IMPRESE • Comunicazione del versamento integrale del capitale sociale • Nessuno • In giornata

  20. 13) CONSULENTE DEL LAVORO • Istituzione libro matricola e paga. Il consulente del lavoro si fa anche carico di altri adempimenti • 400/500 euro • Almeno una settimana

  21. 14) AGENZIA DELLE ENTRATE • Trasmissione atto costitutivo • Nessuno • Entro 3 mesi dall’iscrizione nel registro delle imprese

  22. 15) BANCA • Richiesta linea di credito. Carta d’identità, codice fiscale dei soci, atto di costituzione della società, iscrizione registro imprese, partita Iva, business plan, dichia-razione dei redditi dei soci, preventivo delle spese • Tassi d’interesse tra il 6 e l’ 8% a seconda delle condizioni • 10/21 giorni

  23. Schema riassuntivo degli adempimenti

  24. Comunicazione unica per la nascita dell’impresa Dal 1° aprile 2010 è entrata a regime la Comunicazione unica, detta ComUnica (art. 9 d.l. n.7/2007, conv. con mod. dalla legge n. 40/2007) che consiste nell’obbligo, per la creazione di un’impresa, di effettuare una comunicazione da inoltrare per via telematica o su supporto informatico all’Ufficio del registro delle imprese. Attraverso tale comunicazione vengono assolti tutti gli adempimenti amministrativi previsti.

  25. ComUnica:le caratteristiche Questa è composta da un frontespizio e da un insieme di file relativi alle diverse modulistiche prima presentate distintamente a ciascuna amministrazione. Quindi non è vi ancora un modello elettronico unificato. Prima di compilare una pratica di ComUnica, le imprese dovranno disporre di due strumenti fondamentali: la firma digitale e la Pec (Posta elettronica certificata). Qualora le imprese non dispongano già di un indirizzo Pec, possono richiederlo nel momento in cui presentano la prima pratica di ComUnica. Una volta in possesso di tali strumenti, l’impresa potrà utilizzare il software gratuito messo a disposizione dalle Camere di commercio sul sito www.registroimprese.it. La data di presentazione della ComUnica è quella del suo invio telematico.

  26. ComUnica: le scadenze. L’ente destinatario della ComUnica è la Camera di commercio tramite l’ Ufficio del registro delle imprese. Ciascuna Amministrazione è destinataria della specifica modulistica ad essa indirizzata contenuta nella ComUnica. Una volta inviata la richiesta l’impresa riceve all’indirizzo Pec: • l’avviso di ricevimento telematico della pratica Fedra (domanda di iscrizione/deposito/denuncia al RI/REA) da parte di Infocamere; • la ricevuta di accettazione della ComUnica; • la ricevuta dell’Agenzia delle entrate (in allegato alle ricevute del Registro imprese); • la risposta dell’Inail (entro 7 giorni); • la risposta dell’Inps (entro 7 giorni).

  27. ComUnica: avvio dell’impresa La ricevuta della ComUnica costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività di impresa. Quindi i nostri giovani imprenditori potrebbero, ora, avviare la loro impresa in un solo giorno.

  28. LA NUOVA PROCEDURAsintesi Per consentire di ridurre i tempi di registrazione della nuova impresa tutte le fasi della procedura, prevista sia per le imprese individuali che per le società, si svolgono per via telematica: 1. l’imprenditore sottoscrive con firma digitale la domanda e la trasmette via Internet all’Ufficio del Registro delle imprese; 2. l’Ufficio del Registro delle imprese, contestualmente al ricevimento della comunicazione unica, rilascia via posta elettronica certificata (pec) una ricevuta, che costituisce titolo per l’avvio dell’attività aziendale; ;3. l’Ufficio del Registro delle imprese, via (pec) o mediante altri sistemi a norma, informa l’INPS, l’INAIL e l’Agenzia delle entrate dell’avvenuta presentazione della comunicazione unica; 4. le Amministrazioni competenti, sempre a mezzo pec, comunicano immediatamente all’interessato codice fiscale e partita IVA ed entro i successivi sette giorni gli ulteriori dati definitivi relativi alle posizioni registrate. La medesima procedura è prevista anche in caso di modifica o di cessa-zione dell’attività aziendale.

  29. ComUnica la tua attività commerciale La Camera di Commercio e il Comune di Lecce daranno il via a 'ComUnica la tua attività commerciale', il progetto di semplificazione amministrativa che permette di avviare e cessare un’attività commerciale online, grazie alla procedura telematica della 'comunicazione unica'.

  30. LA SEMPLIFICAZIONE A partire dal 15 novembre 2010 la procedura telematica della Comunicazione Unica sarà estesa al Comune di Lecce e quindi alle imprese che ricadono nel proprio ambito territoriale. Comune e C.C.I.A.A. di Lecce, anticipando gli effetti del recente D.P.R. n. 160/2010 inerente lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), daranno il via alla sperimentazione della nuova procedura della comunicazione unica applicata alla S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per le attività commerciali, introducendo sul territorio un reale strumento di semplificazione amministrativa, per via telematica, a favore degli operatori del settore.

  31. IL NUOVO ITER Dal 15 novembre prossimo, quindi, grazie alla convenzione tra i due Enti, l’utente o il professionista incaricato, dovrà solo presentare, alla C.C.I.A.A., la Comunicazione Unica per costituire l'impresa (con effetto Registro imprese, INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate), integrandola con la modulistica elettronica disponibile on-line sul sito istituzionale del Comune di Lecce (www.comune.lecce.it) e della C.C.I.A.A. di Lecce (www.le.camcom.it).

  32. VANTAGGI Ciò permetterà di avviare l'attività lo stesso giorno in cui si invia telematicamente la comunicazione unica con un evidente vantaggio per gli imprenditori. Si garantirà così la creazione di un'unica rete telematica mirata alla vera semplificazione amministrativa in favore del sistema delle imprese, fornendo piena applicazione ai principi ispiratori della “Comunicazione Unica” e dello “Sportello Unico per le Attività Produttive”.

  33. Adempimenti relativi al personale dipendente ◄ • INPS: compilazione del modello DM 68 sulla presenza di dipendenti a cui verranno pagati i contributi. Qui serve il certificato d’iscrizione alla C.C.I.A.A. in originale o in copia autenticata • ASL: istituzione e vidimazione registro infortuni • INAIL: dichiarazione sulla presenza di dipendenti; comunicazione su potenziali pericoli sul lavoro (computer, auto, ecc.); compilazione del modulo di denuncia dell’esercizio • CENTRO PER L’IMPIEGO: comunicazione assunzioni il giorno prima dell’inizio del lavoro

  34. COSTI D’ IMPIANTO ◄