gocce d informazione n.
Download
Skip this Video
Download Presentation
GOCCE D’ INFORMAZIONE

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 33

GOCCE D’ INFORMAZIONE - PowerPoint PPT Presentation


  • 116 Views
  • Uploaded on

GOCCE D’ INFORMAZIONE. Insieme, l’esperienza di un giornale. LOGO. ORGANIGRAMMA DEL GIORNALE. Proprietà : 3F Direttore: Alessandro Orvieto Caporedattore gruppo 1 Marziano Caterina: Redattori: Alteno Sara Miceli Corradina Pulino Giuseppina Romani Alessandro.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'GOCCE D’ INFORMAZIONE' - triage


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
gocce d informazione

GOCCE D’ INFORMAZIONE

Insieme,

l’esperienza di un giornale

organigramma del giornale
ORGANIGRAMMA DEL GIORNALE

Proprietà :

3F

Direttore:

Alessandro Orvieto

Caporedattore gruppo 1

Marziano Caterina:

Redattori:

Alteno Sara

Miceli Corradina

Pulino Giuseppina

Romani Alessandro

slide4

Caporedattore Gruppo 2:

Nastasi Giuseppe

Redattori:

Amenta Giuseppina

Di Pietro Lorenza

Fugali Valentina

Stella Sebastiano

slide5

Coordinatore gruppo 3:

Di Maria Francesco

Inviati:

Orazio Parisi

Marini Patrick

slide6

Coordinatore gruppo grafici

Caruso Filomena 

Grafici:

Ferrara Martina

Boschi Salvatore

Di Martino Sebastiano

Cavallo Maria Lucia

Ballatore Alessia

Marziano Michele

le sezioni

LE SEZIONI

Sport Ascuola

Chi siamoDiscutiamo di …

Tutti creativiLa bacheca

Attualità

chi siamo gocce di informazione ecco la web redazione
Chi siamoGocce di informazione: ecco la web redazione

Siamo in 23: 10 ragazze e 13 ragazzi, frequentiamo tutti la 3F della scuola media “Elio Vittorini” di Avola. Non siamo molto studiosi ma l’idea di realizzare un giornale ci ha entusiasmato e stiamo cercando di fare del nostro meglio. Spesso siamo disordinati e chiassosi nel modo di lavorare, questo comportamento fa disperare gli insegnanti ma quando un lavoro ci piace non riusciamo a controllare la nostra “spigliatezza”.

Ci chiamiamo: Giuseppe, Alessandro.O, Alessandro.R, Martina, Valentina, Giuseppina.P, Giuseppina.A, Rosaria, Orazio, Patrick, Milena, Alessia, Corrada, Lorenza, Salvatore, Maurizio, Francesco, Michele, Sebastiano.D, Sebastiano.S, Vincenzo, Maria Lucia, Caterina.

Fra ragazze e ragazzi c’è un bel rapporto; siamo un ragazzo ed una ragazza per banco in modo che le ragazze ci diano una mano a calmare i nostri atteggiamenti “esuberanti”.

A proposito, non mi sono presentato, io sono Patrick il più grande della classe e fra i più “esuberanti”, a volte so di sbagliare ma certi miei “entusiasmi” sono dovuti a curiosità e voglia di partecipare; anzi la voglia di partecipare è comune a tutti noi.

ECCOCI!

Pronti per intraprendere il percorso “Gocce di informazione”

Patrick Marini

sport campionato di pallavolo la vittorini non riesce a trionfare

SportCampionato di pallavolo: la “Vittorini” non riesce a trionfare

Le ragazze della scuola media Vittorini sono state sconfitte nel campionato di pallavolo dei giochi della gioventù. La manifestazione si è tenuta ad Avola presso la Scuola Media Capuana. Tre le squadre partecipanti: I e II Istituto comprensivo di Avola e il I Istituto comprensivo di Lentini.

La squadra, allenata dai proff. Di Pasquale e Dugo, è formata da : Giusy, Debora, Veronica , Alessandra, Francesca; il capitano è Alessia Franzella . Le ragazze si sono presentate alla Capuana per disputare due partite, purtroppo hanno perso entrambi gli incontri .

Le atlete, molto dispiaciute per le sconfitte subite, ma contente di avere fatto questa esperienza, sperano di avere altre opportunità . Vi terremo informati sullo sviluppo del campionato.

Giusi Amenta

sport grande esordio per gli scacchisti della scuola media vittorini di avola
SportGrande esordio per gli scacchisti della Scuola Media “Vittorini” di Avola

Il progetto, finalizzato all’apprendimento del gioco degli scacchi e al piacere di trascorrere qualche ora in più a scuola, si è rivelato per i ragazzi della squadra “Albatros Vittorini” una vera e propria sorpresa. Infatti, in pochi mesi gli alunni sono riusciti ad imparare le regole di base, fondamentali per affrontare le prime partite, hanno partecipato alla fase provinciale del torneo di scacchi dei Giochi Sportivi Studenteschi, presso il Liceo Scientifico “Corbino” di Siracusa, valido per l’accesso alle fasi regionali.

La squadra, formata dagli alunni V. Bianca, A. Caruso, G. Pappalardo, A. Romani, D. Attordo e D. Petralito, è stata preparata dai docenti Artale e Cannata, ottenendo un buon risultato con la qualificazione al V posto. I ragazzi, contenti e soddisfatti, ora si sentono pronti a ripetere l’esperienza disposti a lottare anche per un 1° posto.

Orvieto Alessandro

Romani Alessandro

a scuola una scelta che cambia la vita
A scuolaUNA SCELTA CHE CAMBIA LA VITA

Tutti i ragazzi ad un certo momento della nostra vita ci ritroviamo ad affrontare la scelta della scuola secondaria di secondo grado o, più comunemente chiamata, scuola superiore. Questa scelta influisce sul futuro di ognuno di noi, indirizzandoci quindi al lavoro che svolgeremo ed è presa molto alla leggera da noi ragazzi, che spesso decidiamo una scuola piuttosto che un’altra, solo perché l’amica o l’amico l’ hanno scelta a loro volta. Altri ragazzi con le idee poco chiare sono fortemente influenzati dai genitori, che spesso non tengono conto delle attitudini o dei desideri dei figli, ma semplicemente dei loro stessi sogni incompiuti. Nei paesini e nei piccoli comuni, inoltre, la mancanza di Istituti superiori costringe i ragazzi a viaggiare in autobus o in treno per andare nelle scuole degli altri paesi e non tutti se la sentono, decidendo di studiare nel comune di origine. Invito quindi tutti i ragazzi a riflettere attentamente su una delle scelte che cambia la vita.

Alessandro Orvieto

a scuola le difficolt di un ragazzo timido
A scuolaLe difficoltà di un ragazzo timido

I giovani sono il futuro della società e nel presente costruiscono le basi di essa..

  • La scuola dovrebbe aiutare a costruire un domani migliore, ma il vero problema per i ragazzi è stare bene insieme evitando le esclusioni, perché lasciano profonde ferite a chi li subisce.
  • Il giovane in questo caso si chiude in se stesso perché non è capace di reagire, diventando così una persona da prendere in giro.
  • Molti sono i ragazzi che non riescono ad entrare nel gruppo tenendo nascosto quello che sono veramente e questi, spesso, sono vittime di comportamenti cattivi da parte di alcuni compagni…

Alessia e Corrada

discutiamo di no al razzismo si ad una vita insieme
Discutiamo di …NO al razzismo. Si ad una vita insieme
  • Tuttora che siamo nel 2007, il razzismo è un fenomeno molto diffuso.
  • In Italia ci sono molti immigrati: nordafricani, cinesi, gente di colore che hanno molti problemi proprio per i comportamenti di persone razziste . A parole nessuno è razzista, sono tutti solidali e tutti pronti a capire le condizioni e i problemi di queste persone emigrate. Però poi, dopo tutti i buoni propositi, cominciano a sorgere tanti problemi: non c’è lavoro, perché dare a loro quel poco che c’è, portano malattie, cambiano la vita del quartiere dove abitano. Anche nelle scuole ci sono dei ragazzi di paesi diversi ,e spesso sono messi da parte, solo perché sono di colore diverso o professano un’ altra religione. Il razzismo si potrebbe vincere solo se ognuno di noi fosse davvero solidale, senza guardare le differenze di pelle e religione.

Giusy Pulino

discutiamo di la droga
Discutiamo di …La Droga
  • Oggi un problema molto diffuso, specialmente tra i giovani, è l’uso di droghe. Si comincia a farne uso già all’età di 16/17 anni, inoltre il numero dei consumatori aumenta sempre di più negli anni, invece di diminuire.
  • Molti usano la droga per “ risolvere “ un problema, un disagio oppure per non sentirsi inferiori ai loro amici. Purtroppo gli adolescenti se vivono questo problema, personalmente o lo vive un loro amico, invece di parlarne con qualcuno di cui si fidano, tengono tutto nascosto.
  • Tutto questo non li aiuta, anzi peggiorano la situazione perchè la droga non solo danneggia la salute ma può provocare anche la morte.

Valentina Fugali

discutiamo di giochi sempre pi violenti
Discutiamo di …Giochi sempre più violenti

Sempre più frequentemente le industrie produttrici di videogiochi indirizzano i ragazzi, ma anche i più grandi, a giocare tramite le diverse consolle con giochi sempre più violenti . I ragazzi, imitando questi comportamenti con i compagni, si rendono pericolosi e aggressivi. Vogliamo analizzare questo problema partendo dalla radice? Ormai i genitori passano meno tempo con i figli, che tendono soprattutto a scaricare tensioni, delusioni, carenze affettive, solitudine mediante l’uso dei videogiochi e la visione di spettacoli offerti dalla televisione. Attraverso questi strumenti di comunicazione vengono proposti modelli carichi di violenza, che incidono negativamente sui comportamenti dei giovani.

Alessandro Romani

Alessandro Orvieto

tutti creativi immaginando te
Dipingo,

dipingo la terra,

il mondo, le stelle

dei nostri desideri.

La sfera ovale dove siamo

stretti stretti…

L’affetto, il colore, il pennello

che sgocciola,

il rosso che non finisce mai

di spegnere i cuori.

E poi io e te…

che ci baciamo per ore…

mentre il nostro amore

assomiglia a un sogno…

Capolavoro di immagini infinite…

Francesco Di Maria

Tutti creativiImmaginando te…
slide28

Tutti creativiInnamorarsi

Quando i miei occhi incontrarono i tuoi

piano piano si aprirono,

paura che fosse un sogno

invece era realtà.

Tu eri la mia speranza.

Un amico per giocare e parlare.

Ti volevo bene,

volevo stringerti.

Sono innamorata di te,

è tardi,

per capire

che tu volevi un’avventura.

Io voglio un amore per giocare e parlare.

Il mio cuore ha bisogno di te.

Sara Alteno

slide29
Ad Avola, durante il periodo di Carnevale, diverse ragazzine 14 enni vanno a finire in ospedale per un incidente con gli scooter. Purtroppo nella nostra città, per Carnevale, le ragazzine corrono il rischio di andare in ospedale per colpa di qualche bullo che si diverte tirando addosso palloncini pieni d’acqua.

Ci si chiede: “Se Carnevale è la festa dell’allegria, perché non possono divertirsi tutti?”

A questa domanda possono rispondere solo gli autori di questi atti violenti, che fanno rischiare la vita a delle coetanee soltanto per divertirsi. Speriamo che nel futuro qualcosa cambi !!!

Caterina Marziano

AttualitàAvola, numerosi gli scivoloni durante il periodo di carnevaleRAGAZZINE VITTIME DEL BULLISMO
attualit carnevale in crisi nel floridiano
AttualitàCARNEVALE IN CRISI NEL FLORIDIANO

Quest’anno niente Carnevale a Floridia perché il sindaco non è stato ancora eletto. Molti ragazzi e ragazze si sono ribellate lasciando Floridia deserta, altri invece hanno avuto un comportamento da bulli, bruciando contenitori e rompendo le vetrine di alcuni negozi, in tre sono stati arrestati: due pregiudicati ed un incensurato. Anche i negozianti hanno scioperato per più di una settimana. E’ chiaro che la violenza e l’aggressività rendono ancora più difficile la realizzazione del carnevale floridiano.

Sebastiano Stella

slide31
GUARITO DA UNA GRAVE MALATTIA ALLE GAMBEMIRACOLO PER UN BAMBINO DISABILESI E’ SENTITO CHIAMARE ED E’ SCESO DALLA SEDIA A ROTELLE
  • (FOGGIA)Un bambino di 6 anni, con gravi problemi alle gambe che lo costringevano a vivere su una sedia a rotelle, miracolosamente comincia a camminare. I genitori, avevano tentato l’impossibile, ma i medici interpellati avevano emesso una diagnosi senza speranza di guarigione.
  • La madre con tanta emozione racconta che, raggiunto con il pullman il santuario di Bambin Gesù di Gallinaro, un paese di pochi abitanti in provincia di Foggia, messasi in fila con gli altri pellegrini, vede il figlio indicare vicino ad un albero un uomo con la barba lunga e le spine in testa e dice alla madre che quello era Gesù. A quel punto il bambino vuole scendere dalla sedia a rotelle e, data l’insistenza, viene aiutato a farlo e da solo comincia a fare dei passi e in quel momento tutti sono vinti dall’emozione.
  • Ormai cammina da solo e per i familiari è proprio un miracolo, anche se la scienza lo considera solo un miglioramento momentaneo.
  • Al momento la cosa più bella è che il bambino cammina ed è guarito, dato che nulla è impossibile a Dio.

Martina Ferrara

attualit nella notte di sabato dei vandali sono entrati nel cimitero vandali al cimitero
AttualitàNella notte di sabato dei vandali sono entrati nel cimiteroVANDALI AL CIMITERO
  • Nella notte di sabato scorso, nel cimitero di Avola, un gruppo di minorenni forse per gioco o forse per una scommessa è entrato nel cimitero di Avola profanando diverse tombe, tra cui quelle di alcuni nostri parenti molto cari. Arrestati soltanto 2 ragazzi che dopo diversi interrogatori sono stati rimandati a casa.
  • Come può crescere ad Avola, una cittadina molto tranquilla, una gioventù così insensibile che non ha paura nemmeno di profanare un posto così sacro come il cimitero ?
  • Sarà questa la società che domani ci guiderà ?!!!!...

Caterina Marziano