freedom 2009 2012 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
FREEDOM 2009-2012 PowerPoint Presentation
Download Presentation
FREEDOM 2009-2012

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 12
triage

FREEDOM 2009-2012 - PowerPoint PPT Presentation

126 Views
Download Presentation
FREEDOM 2009-2012
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. FREEDOM2009-2012 LICEO SCIENTIFICO CARLO CATTANEO TORINO

  2. FREEDOMPROGETTO A SOSTEGNO DELLA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DEL BULLISMO PER LA DIFESA DEI DIRITTI DELLE STUDENTESSE E DEGLI STUDENTI • Analisi del problema. • La scuola è un osservatorio attivo. • Cos’è FREEDOM. • Finalità del progetto. • Obiettivi specifici e Azioni previste. • Riepilogo. LS CATTANEO -AP-

  3. Analisi del problema • Il bullismo (da bullying=prepotente) rappresenta un fenomeno molto diffuso fra gli adolescenti (14-18 anni) e trova le sue cause nei modelli socio-culturali, nei modelli familiari, nelle problematiche relazionali dell’adolescente verso se stesso e gli altri. • Il bullismo può anche essere il riflesso di un disagio specifico dell’adolescente; da sempre costituisce la causa di un forte disagio nelle sue vittime. • Il bullismo è maschile e femminile, è socialmente trasversale, è spesso sottovalutato e frainteso, riesce ad invertire i ruoli facendo della vittima la causa della violenza che subisce. Frasi famose: “sono ragazzate; era per scherzo; era così, tanto per dire…ma non facevano/mo sul serio…sì, però, anche lui/lei/loro….”. • Il bullismo è sempre intenzionale, persistente nel tempo, asimmetrico nelle relazioni: c’è una vittima (l’inferiore) e uno o più carnefici (il/i superiore/i). LS CATTANEO -AP-

  4. La scuola è un osservatorio attivo • Il bullismo si manifesta in ambito scolastico inteso come spazio fisico, amicizie, luoghi frequentati dagli studenti, spazio virtuale (sms, mail, chat, face book, Blog). • Il bullismo si divide in diretto e fisico (calci, spintoni, sputi, molestie sessuali), verbale(minacce, prese in giro, insulti, offese sessuali, parolacce, scritte sui muri), psicologico(il gruppo classe isola la vittima, sparla di lei e/o la esclude dalle sue attività), elettronico o cyberbullying (la vittima riceve sms insultanti o minacciosi, il bullo sparla nei blog o su chat, invia on line foto/filmati diffamanti). La scuola osserva e agisce FERMANDO IL GIOCO. LS CATTANEO -AP-

  5. COS’E’ FREEDOM • FREEDOM è un progetto rivolto ai Dirigenti Scolastici, ai Docenti, ai Referentidei Progetti Salute, Cittadinanza e Legalità, Cinema e Teatro, Sport e Scienze Motorie (Centro Sportivo Studentesco). • FREEDOM prevede un Istituto Superiore polo che coordina interventi, supporta e organizza servizi per le altre scuole e i docenti. • FREEDOM è sezionato in SINGOLE AZIONIa scelta delle scuole aderenti; è facilmente realizzabile; si “impianta” agevolmente su progetti già esistenti ed attivati; può essere reiterato nel tempo; dà valore aggiunto alla didattica. • FREEDOM è finanziato dall’USR Piemonte ed è oggetto di rendicontazione e monitoraggio. LS CATTANEO -AP-

  6. Finalità del Progetto • FORMARE COMPETENZE SPECIFICHE nei docenti che intendano diventare figure di riferimento (Referenti di Progetto o Responsabili di Processi). • SENSIBILIZZARE TUTTI I DOCENTI affinché la ricaduta a cascata della formazione coinvolga la quotidianità e la didattica. • FORNIRE STRUMENTI OPERATIVI di supporto ai docenti impegnati nei progetti e nella didattica. • MONITORARE IL FENOMENO e la sua diffusione nelle singole scuole. • MONITORARE LE AZIONI SCOLASTICHE per misurare il livello di ricaduta, applicazione e gradimento. • SENSIBILIZZARE TUTTE LE COMPONENTI per attivare interventi preventivi nella quotidianità. LS CATTANEO -AP-

  7. OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONE 1: FORMAZIONE DOCENTE Incontri di formazione con ESPERTI sui seguenti argomenti: • Cyberbullismo/bullismo/ijime/mobster/omofobia/sessismo/ razzismo/fanatismo religioso. • L’adolescente e il suo sviluppo cerebrale/mentale/psicologico. • Gli effetti dell’alcool/droghe sul comportamento, la psiche e l’aspetto fisico dell’adolescentee come riconoscerli. OBIETTIVI: • ANALISI DEI COMPORTAMENTI A RISCHIO; ACQUISIRE CONOSCENZE SPECIFICHE. • INDIVIDUARE STRUMENTI E AZIONI DI PREVENZIONE E INTERVENTO DA SPENDERE NEI PROGETTI ATTIVATI/DA ATTIVARE. LS CATTANEO -AP-

  8. OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONE 2: SENSIBILIZZAZIONE COMPONENTI Incontri APERTI ai GENITORI con ESPERTI sui seguenti argomenti: • Cyberbullismo/bullismo/ijime/mobster/omofobia/sessismo/razzismo/fanatismo religioso. • L’adolescente e il suo sviluppo cerebrale/mentale /psicologico. • Gli effetti dell’alcool/droghe sul comportamento, la psiche e l’aspetto fisico dell’adolescentee come riconoscerli. OBIETTIVI: • ANALISI DEI COMPORTAMENTI A RISCHIO; SENSIBILIZZAZIONE DELLE COMPONENTI SCOLASTICHE. • INDIVIDUARE COMPORTAMENTI E AZIONI DI PREVENZIONE CONDIVISI DA ATTIVARE NELLA SCUOLA LS CATTANEO -AP-

  9. OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONE 3: MONITORAGGIO SCOLASTICO • Indagine on line con questionario anonimo redatto da uno o più esperti, rivolto agli STUDENTIsu azioni subite o commesse in materia di Cyberbullismo/bullismo/ijime/mobster/omofobia/sessismo/razzismo/fanatismo religioso. • Indagine on line con questionario anonimo redatto da uno o più esperti, rivolto ai DOCENTI/DS su azioni di intervento effettuate o non effettuate in materia di Cyberbullismo/bullismo/Ijime/mobster/omofobia/sessismo/razzismo /fanatismo religioso. OBIETTIVI: ANALISI DEI COMPORTAMENTI A RISCHIO; ACQUISIRE CONOSCENZE SPECIFICHE PER INDIVIDUARE STRUMENTI E AZIONI DI INTERVENTO FINALIZZATE ALLA FORMAZIONE DOCENTE/DS. LS CATTANEO -AP-

  10. OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONE 4: FORMAZIONE MIRATA AL FAIR PLAY • FormazioneARBITRO/COACH. Docente di riferimento interno alla scuola affiancato da un collega e da almeno due studenti (modello arbitrale). OBIETTIVO: conoscere tecniche di risoluzione dei conflitti e creare un gruppo “arbitrale” riconosciuto e riconoscibile, (modello gioco di squadra), che agisce nelle situazioni di conflitto richiamando gli avversari al FAIR PLAY. • Incontri di formazione/aggiornamento per docenti di Sport e Scienze Motorie su RUGBY, LOTTA GRECO-ROMANA, BOX, ARTI MARZIALI, AUTODIFESA e organizzazione di tornei con coppa/premio “FAIR PLAY”. OBIETTIVO: APPRENDERE A UTILIZZARE LO SPORT DI CONTATTO PER EDUCARE ALL’AUTOCONTROLLO E AL RISPETTO DELL’AVVERSARIO. LS CATTANEO -AP-

  11. OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONE 5: SOSTEGNO ALLA DIDATTICA Supporto tecnico per percorsi didattici specifici: • Organizzare “UNA GIORNATA CON…” . Giornata di incontro diretto (anche con uscita) con carabinieri, polizia, vigili del fuoco, squadra narcotici, NAS, Tribunale, associazioni di volontariato, ecc. OBIETTIVO: avvicinamento alle Istituzioni e responsabilizzazione verso l’altro. • Organizzare unconcorso per le scuole in rete intitolato “DIRITTI…D’AUTORE” con premioper il migliorProgettodidatticorealizzato dal docente Referente. OBIETTIVO: valorizzare la creatività dei docenti e diffondere le buone pratiche adottate. • Utilizzare giochi di ruolo in classe per educare al dibattito e al confronto democratico delle opinioni. OBIETTIVO: valorizzare l’educazione al rispetto dell’altro nella didattica trasformando l’attività in esercitazione valutabile. LS CATTANEO -AP-

  12. Riepilogo • FREEDOM è un progetto rivolto a tutti gli Istituti Superiori del Territorio. • Il Liceo Scientifico Carlo Cattaneo, quale scuola polo, coordinerà gli interventi, supporterà e organizzerà i servizi per le altre scuole e i docenti coinvolti. • Le schede per l’adesione alle singole azioni saranno trasmesse alle scuole e gli interventi organizzati in funzione delle richieste. • Contatti:segreteria@liceocarlocattaneo.it, tel. 011 7732013. • Referente: prof.ssa Tommasina marialetizia.tommasina@istruzione.it LS CATTANEO -AP-