dislipidemie familiari l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
DISLIPIDEMIE FAMILIARI PowerPoint Presentation
Download Presentation
DISLIPIDEMIE FAMILIARI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 37

DISLIPIDEMIE FAMILIARI - PowerPoint PPT Presentation


  • 585 Views
  • Uploaded on

DISLIPIDEMIE FAMILIARI. Giuseppe Biondi Zoccai Professore Aggregato Dipartimento di Medicina Interna Università di Torino Divisione di Cardiologia 1 A.O.U. San Giovanni Battista “Molinette” Torino. INTRODUZIONE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'DISLIPIDEMIE FAMILIARI' - shelby


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
dislipidemie familiari

DISLIPIDEMIE FAMILIARI

Giuseppe Biondi Zoccai

Professore Aggregato

Dipartimento di Medicina Interna

Università di Torino

Divisione di Cardiologia 1

A.O.U. San Giovanni Battista “Molinette”

Torino

introduzione
INTRODUZIONE
  • Le dislipidemie familiari sono malattie su base genetica a carattere autosomico (recessivo, dominante o co-dominante a seconda della malattia) caratterizzate da elevati livelli di alcune frazioni lipidiche del sangue e da una grave e precoce insorgenza di malattiaaterotrombotica.
  • Le dislipidemie sono state finora distinte secondo la classificazione di Frederickson, attualmente almeno in parte superata da una classificazione genotipica.

N.B. Per i pazienti con diagnosi accertata di dislipidemia familiare, gli ipolipemizzanti sono in

fascia A

un ultima classificazione
UN’ULTIMA CLASSIFICAZIONE
  • ↑ COLESTEROLO - iperc. poligenica comune
  • - iperc. familiare eterozigote
  • - iperc. familiare omozigote
  • ↑TRIGLICERIDI - ipert. familiare
  • - deficit protein lipasi
  • ↑ENTRAMBI - iperlipidemia familiare combinata
prevalenze
PREVALENZE

Ipercolest. poligenica comune 1/50

fam.. eterozigote 1/500

omozigote 1/106

Ipertrigl.familiare 1/1000

Deficit protein lipasi 1/106

Iperlipid. familiare combinata 1/100

quando sospettarle8
QUANDO SOSPETTARLE?
  • Presenza di xantomi: sono un segno certo di ipercolesterolemia; essi sono presenti nell’ipercolesterolemia familiare omozigote (100%), nell’ipercolesterolemia familiare eterozigote (circa il 70%), e più di rado nella poligenica comune e nell’iperlipemia familiare combinata.
  • Livelli basali di colesterolo totale e/o trigliceridi: già per valori > 250 mg/dl va sospettare una forma familiare, mentre per livelli di trigliceridi > 750 mg/dl o di colesterolo totale > 500 mg/dl, la diagnosi (rispettivamente di ipercolesterolemia familiare omozigote e di deficit familiare di lipoprotein-lipasi epatica o di apo CII) è quasi certa.
  • Uno o più familiari di I grado con lo stesso problema e/o con cardiovasculopatie precoci (< 55 anni nelle donne e < 65 anni nei maschi).
  • Esclusione di una forma secondaria: diabete tipo 2, obesità, alcol, ipotiroidismo, farmaci, etc.
come confermare il sospetto13
COME CONFERMARE IL SOSPETTO
  • D. Paziente con aumento solo del colesterolo totale (CT)
  • tra 250 e 500 mg/dl
  • 1. CT 275-500 mg/dl: probabile ipercolesterolemia familiare eterozigote (casi 2/1.000 assistiti). Clinicamente: xantomi (65-70% dei casi) prevalentemente a carico dei tendini e/o xantelasmi e/o arco corneale, con cardiopatia ischemica precoce. La conferma diagnostica può essere effettuata grazie ad un algoritmo specifico.
  • 2. CT 250-350 mg/dl: molto probabile unaipercolesterolemiapoligenicacomune. Ci si può basare sul seguente schema :
  • a. escludereipercolesterolemiafamiliareeterozigote e iperlipemiafamiliarecombinata (aumento CT + trigliceridi);
  • b. valutare il rischio globale (carta del rischio “Cuore-ISS”):
  • paziente ad alto rischio: prescrivere statine sec. nota 13 AIFA;
  • paziente non ad alto rischio, valutare il percentile di LDL : se ≥ 95%, ricercare ev. dannod’organo (es. rapportocaviglia/braccio)
quando inviare allo specialista
QUANDO INVIARE ALLO SPECIALISTA

E’ UTILE INVIARE A UN AMBULATORIO SPECIALISTICO

DIII°LIVELLO IN CASO DI:

  • Dubbi sulla diagnosi
  • Sospetto di una forma autosomica dominante
chi deve fare la diagnosi
CHI DEVE FARE LA DIAGNOSI?

CLINICA MED.LEGALE

Diagnosi Certificazione

IperCol.Poligenica

IperLip.Fam.Combinanta

IperTrigl. Fam. (con nota 13)

Iper Col. Fam. Eterozigote

MMG

MMG/Specialista

screening della popolazione
SCREENING DELLA POPOLAZIONE

La US Preventive Services Task Force (USPSTF-’04) RACCOMANDA FORTEMENTE

  • Profilo lipidico
  • Uomini fino a 35 anni ( donne 45 ) con aumentato rischio di malattia coronarica
  • (grado A)
  • Giovani (20-35 aa) di ambo i sessi con altri fattori di rischio cardiovascolari
  • (grado B)
screening della popolazione20
SCREENING DELLA POPOLAZIONE

La US Preventive Services Task Force (USPSTF-’04) RACCOMANDA FORTEMENTE

  • Profilo lipidico
  • Bambini ed adolescenti (2-20 aa) se c’è sospetto di una forma familiareOmozigote
take home messages23
TAKE HOME MESSAGES
  • Le carte del rischio NON vanno applicate nei soggetti con dislipidemia familiare accertata, per i quali la prescrizione di farmaci specifici in fascia A e automatica.
  • I soggetti con colesterolo totale e/o trigliceridi > 250 mg/dl non vanno considerati tutti automaticamente affetti da una forma familiare, con conseguente sovrastima del rischio cardiovascolare (è spesso presente una sovrapposizione dei valori di colesterolo totale tra dislipidemie familiari e non).
  • Se la diagnosi di dislipidemia familiare è, in ogni modo, accertata, la prescrizione dei farmaci è indipendente rispetto ai valori dei lipidi plasmatici.
  • La terapia farmacologica deve essere assunta in modo continuativo per tutta la vita, insieme a uno stile di vita sano.
slide24

Grazie della Vostra attenzionePer qualsiasi informazione: gbiondizoccai@gmail.comQueste e altre slides pertinenti sono disponibili sul sito web metcardio.org:http://www.metcardio.org/slides.html

ipercolesterolemia familiare poligenica
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE POLIGENICA
  • COLESTEROLO TOT.
  • COLESTEROLO HDL
  • TRIGLICERIDI
  • APO B
  • Almeno 1 ascendente o
  • con tali caratteristiche
  • tra 250 e 300 mg/dl
  • normale o legg.ridotto
  • normali
  • elevata (> del limite di normalità)
  • un discendente
ipercolesterolemia familiare combinata ifc o fch
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE COMBINATA (IFC O FCH)
  • Colesterolo LDL
  • e/o Trigliceridi
  • APO B
  • in individui della stessa famiglia
  • occorre ricercare una documentazione di CDH prematura e/o Gravi Complicanze della aterosclerosi nella famiglia

>160 mg/dl

> 180 mg/dl*

> 125 mg/dl*

ipertrigliceridemia familiare
IPERTRIGLICERIDEMIA FAMILIARE
  • Trigliceridi elevati 200 - 600 mg/dl
  • Colesterolo HDL ridotto
  • Colesterolo LDL normale/ legg.elevato
  • L’aumento dei trigl. (VLDL) è associato a:
    • Obesità,
    • IperInsulinemia
    • Ipertensione Arteriosa
    • Iper Uricemia
ipercolesterolemia familiare eterozigote
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE (ETEROZIGOTE)
  • CRITERI CLINICI E LABORATORISTICI DELL’OMS
  • Ad ogni elemento si attribuisce un punteggio:
  • COLESTEROLO
  • FAMILIARITA’
  • STORIA CLINICA
ipercolesterolemia familiare eterozigote34
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE (ETEROZIGOTE)

1- COLESTEROLO LDL (mg/dl)

  • >328 8
  • 248 - 324 5
  • 190 - 247 3
  • 154 - 189 1
ipercolesterolemia familiare eterozigote35
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE (ETEROZIGOTE)

2 -FAMILIARITA’

  • Presenza in famiglia di ragazzi con età <18
  • anni con colesterolo LDL >190 2
  • Parente di I° grado con xantomatosi
  • tendinea e/o arco corneale precoce 2
  • Parente di I° grado con coronaropatia
  • precoce (<55 aa uomini e < 60 aa donne) 1
  • Parente di I° grado con Col.LDL (>190 mg/dl) 1
ipercolesterolemia familiare eterozigote36
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE (ETEROZIGOTE)

3 -STORIA CLINICA

  • Xantomatosi tendinea (più freq. dorso mano e tend.Achille) 6
  • Arco corneale non senile < 45 anni 4
  • Coronaropatia precoce 2
  • Vasculopatia cerebrale o perif. precoce 1
ipercolesterolemia familiare eterozigote37
IPERCOLESTEROLEMIA FAMILIARE (ETEROZIGOTE)

Punteggio

  • 8 DIAGNOSI DEFINITA
  • 6 - 7 DIAGNOSI PROBABILE
  • 3 - 5 DIAGNOSI POSSIBILE
  • < 3 DIAGNOSI IMPROBABILE