grandezze psicofisiche l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Grandezze Psicofisiche PowerPoint Presentation
Download Presentation
Grandezze Psicofisiche

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 27

Grandezze Psicofisiche - PowerPoint PPT Presentation


  • 296 Views
  • Uploaded on

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche. Grandezze Psicofisiche. Acutezze visive Sensibilità luminosa -contrasto (fovea) -topografica (CV) 1) statica 2) cinetica Sensibilità cromatica

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Grandezze Psicofisiche' - salena


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
grandezze psicofisiche

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Grandezze Psicofisiche

Acutezze visive

Sensibilità luminosa

-contrasto (fovea)

-topografica (CV)

1) statica

2) cinetica

Sensibilità cromatica

Stereopsi

grandezze psicofisiche2

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Grandezze Psicofisiche

Soglia:

grandezza di uno stimolo a livello del quale si produce una modificazione della risposta comportamentale indice di una variazione della sensazione.

Può essere assoluta o differenziale.

Sensibilità:

inverso della soglia.

acutezze visive
ACUTEZZE VISIVE
  • Limite visivo per l’acuità: dipende da
  • Modalità di presentazione dello stimolo:
  • 4 tipi di acutezze visive:
  • 1) A di visibilità accertare/escludere presenza di un oggetto (MAV) : influenzata da:
  • Dim angolari
  • Contrasto fotometrico
  • Adattamento retinico (sens contr massima in condiz fotopiche)
  • Sfuocamento (ametropia )
  • Forma dello stimolo (in condiz contrasto ottim: linea MAV 1’, punto MAV 30-40’’)
  • 2) A di risoluzione percezione dettagli di un oggetto (percezione di due punti o linee come distinti: MAR): dipendente dalla distanza minima tra dettagli /contrasto nell’intervallo tra i dettagli) influenzata da :
  • Ampiezza intervallo
  • Sens contrasto
  • Sfuocamento
  • Densità delle unità recettive su cui si formano le immagini ( diam coni foveolari : 2 micron : corrisponde MAR 0,5’ o 60 cicli/grado ( MAR con reticoli (1/MAV)
  • 3) A di localizzazione valuta localizzazione spaziale relativa di 2 oggetti acutezza a nonio o verniero: disallineamento minimo percepibile: 10 min’’ (1/360°): iperacutezze
  • 4) A di ricognizione riconoscere caratteristiche o forma di un oggetto: diperde da
  • Tutti altri fattori
  • Funzioni psichiche (memoria, capacità di lettura)
slide4

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Contrasto

Capacità dell’occhio di discriminare differenze di luminanze tra lo stimolo

(Lmax-Lmin) e la luminanza totale dello sfondo (Lmax+Lmin)

slide6

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Contrasto

  • Dimensioni angolari e contrasto:
  • Sensibilità al contrasto è
  • maggiore per mire di medie dimensioni
  • Decresce con l’aumentare o il diminuire delle dimensioni della mira
slide7

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Contrasto

Ottotipo per contrasto

  • Modificazione del contrasto degli stimoli
  • (si esplorarano alcune frequenze spaziali)
  • - Reticoli (Vistech)
  • - Gradienti di luminanza
  • - Tavole a contrasto variabile

2) Modificazione delle dimensioni degli stimoli

(si riducono frequenze spaziali mentre il contrasto resta invariato :

curva studiata in direzione orizzontale)

- Tavole ottotipiche a basso contrasto

sensibilit al contrasto

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Sensibilità al contrasto

Anomalie curva sensibilità al contrasto (SC)

Riduz generalizz della SC per tutte le FS

Riduzione SC per le FS elevate

Riduzione della SC limitata o prevalente per le FS basse

Riduzione SC limitata ad alcune FS (“intaccatura” nella curva)

campo visivo

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Campo visivo

Perimetria Goldmann o cinetica:

cellule ganglionari y sensibili al contrasto di luminanza

a basse frequenze spaziali ed allo stimolo visivo in movimento

mediante campi recettivi ampi che tendono a sovrapporsi.

Perimetria automatica:

cellule ganglionari x sensibili a stimoli stazionari

mediante campi recettivi centrali , più piccoli.

Porzione di spazio percepibile quando uno o entrambi gli occhi, a

seconda che sia mono o binoculare, guardino un punto fisso dinanzi a

loro

La sensibiltà retinica di un sogg normale si riduce di 0,4 dB per grado di

eccentricità dalla fovea e di 0,5 dB ogni decade di età

colore

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

  • Intervallo Fotocromatico:
  • Soglia della sensazione cromatica - Soglia della sensazione luminosa
  • Teoria tricromatica:
  • 3 coni tre fotopigmenti
  • Teoria di hering:
  • discriminazione cromatica, sistema a coppia di trasmissione dell’informazione cromatica (vie ottiche)
  • Metodi di misura più usati nella pratica clinica:
  • Metodiche di discriminazioni:

segni su fondo i cui presenti gruppi di colore su stessa linea di confusione (Tavole pseudoisocromatiche di Ishihara)

  • Metodiche di classificazione:

ordinare in intervallo di tempo massimo secondo una corretta sequenza cromatica (Farnsworth)

Colore

interpretazione cerebrale di uno stimolo luminoso

slide23

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Alterazioni congenite

  • Monocromatismo (acromamtopsia) n/b
  • Dicromatismo: pc per 2 colori
  • - protanopia (no rosso)
  • - deuteranopia (no verde)
  • - tritanopia (no (blu)
slide24

IPSIA “Galvani”- Ottica - 15/02/07 Lezione n. 4 : Avellis, Cadoppi, grandezze psicofisiche

Alterazioni congenite

3) Tricromatismo

anomalo : p.c.

debole per 1 colore

normale per tutti gli altri

- protanomalia (ridotta sensibilità per rosso)

- deuteranomalia (ridotta sensibilità per verde)

- tritanomalia (ridotta sensibilità per blu)

slide27

Sostituti lacrimali

  • Diluenti: ripristinano H2O
  • Stabilizzanti : ripristinano tensione superficiale ( sost mucomimetiche x but <)
  • Volumizzanti: trattengono H2O legandosi a superficie oculare (sost viscosanti)
  • Correttivi: ripristinano o correggono :
  • 1) PH : a ph tamponato (sol isotoniche
  • a ph variabile: SL acidi (rispettano strato mucoide)
  • SL basici (funzione mucolitica)
  • 2) osmolarità (300 mOsm/L):
  • ipotoniche (LAC, VDT)
  • ipertoniche (cheratite filamentosa, edema corn)
  • Nutrienti