corso per ministranti n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Corso per Ministranti PowerPoint Presentation
Download Presentation
Corso per Ministranti

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 40

Corso per Ministranti - PowerPoint PPT Presentation


  • 535 Views
  • Uploaded on

Corso per Ministranti. OGGETTI SACRI. (Tot. 40 pagine). 1/2. La Chiesa. La casa di Dio non è un perimetro sacro dove si rinchiude la divinità, ma è la casa del popolo di Dio , il luogo dove l’ assemblea liturgica si riunisce per celebrare la salvezza. 2/2. La Chiesa. Confessionale

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Corso per Ministranti' - ranae


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
corso per ministranti

Corso per Ministranti

OGGETTI SACRI

(Tot. 40 pagine)

la chiesa

1/2

La Chiesa
  • La casa di Dionon è un perimetro sacro dove si rinchiude la divinità, ma è la casa del popolo di Dio, il luogo dove l’assemblea liturgica si riunisce per celebrare la salvezza.
la chiesa1

2/2

La Chiesa
  • Confessionale
  • Tabernacolo
  • Campanile
  • Crocifisso
  • Presbiterio
  • Navata
  • Armonio
  • Fonte Battesimale
  • Ambone
  • Altare
  • Seggio
  • Cero
  • Banco
  • Madonna
  • Acquasantiera
  • Via Crucis
  • Portale
  • Rosone
l altare
L’ALTARE
  • Al centro di ogni chiesa vi è l’altare, “sul quale si rende presente nei segni sacramentali il sacrificio della Croce, è anche la mensa del Signore, alla quale il popolo di Dio è chiamato a partecipare quando è convocato per la Messa.

1/2

l altare1
L’ALTARE
  • All’inizio e alla fine della celebrazione, i ministri ordinatibaciano con venerazione l’altare, segno di Cristo, e con uguale venerazione, almeno nelle grandi feste, esso viene incensato.

2/2

il benedizionale
IL BENEDIZIONALE
  • Raccoglie preghiere e letture che servono per numerose benedizioni che sono tradizionali nella Chiesa Cattolica (benedizione di persone, luoghi ed oggetti).

1/4

l evangeliario
L’EVANGELIARIO
  • E’ un libro simile al lezionario, contiene il testo dei quattro Vangeli. Nelle celebrazioni più importanti viene portato nella processione d’ingresso dal Diacono all’ambone, e dopo aver rivolto ai fedeli il saluto, lo incensa.

2/4

il lezionario
IL LEZIONARIO
  • E’ il libro liturgico contenente le letture della Sacra Scrittura, destinate alla Messa o ad altre celebrazioni.
  • E’ collocato sull’ambone.

3/4

il rituale
IL RITUALE
  • E’ il libro che raccoglie le celebrazioni e le letture di tutti i sacramenti al di fuori dell’Eucarestia (per la quale si usano il messale, il lezionario e l’evangeliario).

4/4

l ambone
L’AMBONE
  • E’ il luogo rialzato su cui salgono coloro che, durante la celebrazione, sono incaricati di fare le letture.
  • Da lì anche il ministro fa l’omelia, si rivolge cioè all’assemblea per spiegare la Parola di Dio e di Gesù.
il leggio
IL LEGGIO
  • Arredo su cui si appoggiano i libri sacri.
  • Si trova normalmente all’ambone con il Lezionario. A volte, al momento della presentazione delle offerte, è posto sull’altare un leggio portatile per il Messale.
la sede
LA SEDE

1/3

  • E’ il luogo da dove il presidente dell’assemblea si rivolge ad essa e, con coloro che l’aiutano, si mette seduto per ascoltare la Parola di Dio.
la sede1
LA SEDE

2/3

  • E’ il luogo proprio di colui che presiede l’assemblealiturgica.
  • A questo luogo l’assemblea converge l’attenzione in quei momenti in cui è previsto che la celebrazione si svolga presso la sede del presidente, perché guardare questo ministro ordinato è guardare Cristo, riconosciuto presente in mezzo ai suoi.
la sede2
LA SEDE

3/3

  • La sede esprime la distinzione del ministero di colui che guida e presiede la celebrazione nella persona di Cristo, capo e pastore della sua Chiesa. Essa deve mostrare il compito che il ministro ha “di presiedere l’assemblea e di guidare la preghiera”.
il calice
IL CALICE
  • E’ il recipiente che contiene il vino per la celebrazione della Messa, che diventerà il sangue di Cristo.
  • Si tratta in genere di un vaso molto bello e lavorato con arte, costruito con metalli preziosi e talora adornato di pietre preziose.
la pisside
LA PISSIDE
  • E’ una coppa più ampia del calice nella quale si pongono le ostie per la comunione dei fedeli.
  • Dopo la Messa, contiene il pane eucaristico che si conserva nel tabernacolo per la comunione fuori della celebrazione e per l'adorazione.
la patena
LA PATENA
  • Ha la forma di un piatto: dentro ad essa viene collocato il pane eucaristico (le ostie) nella celebrazione della Messa. E’ costruito con materiale prezioso.
le ampolline
LE AMPOLLINE
  • Sono due boccette destinate a contenere il vino e l’acqua necessari alla celebrazione della Messa.
  • Vengono disposte su un piattello che raccoglie l’acqua durante il lavabo, cioè il rito della lavanda delle mani dopo l’offertorio.
palla o copri calice
PALLA (o copri Calice)
  • Piccolo telo di lino, di forma quadrata, rigido, inamidato, usato per coprire il calice e la patena durante la Messa, impedendo che elementi estranei cadano nella coppa che contiene il sangue di Cristo.
palla o copri calice1
PALLA (o copri Calice)
  • Dove si posiziona:
il purificatoio
IL PURIFICATOIO
  • Piccolo panno di lino, dalla forma e dalla misura di un fazzoletto, che serve ad asciugare il calice, a pulire la patena e il bordo del calice.
  • Ha una croce al centro.
il purificatoio1
IL PURIFICATOIO
  • Dove si posiziona:
il calice completo
IL CALICE COMPLETO
  • E’ composto da:
  • Calice;
  • Patena(piattino);
  • Purificatoio;
  • Palla(o copri calice).
il corporale
IL CORPORALE
  • Tessuto quadrato, rigido perché abitualmente inamidato, piegato in tre parti.
  • Lo si pone sull'altare al momento della preparazione dei doni offertoriali e su di esso si pone il calice, la patena e la pisside durante la celebrazione della Messa, o l’ostensorio nella benedizione eucaristica.
il corporale1
IL CORPORALE
  • Dove si posiziona :
l ampolla dell olio e del crisma
L’ampolla dell’olio e del crisma
  • Sono delle boccette che servono a contenere e conservare gli oli sacri.
la candela e il candelabro
La candela e il candelabro
  • Sull’altare durante la celebrazione c’è sempre la candela accesa posta sopra un candeliere.
  • La cera che consumandosi dà luce, è un simbolo di Cristo che offre la sua vita per la salvezza degli uomini.
il cero pasquale
IL CERO PASQUALE
  • E’ una grossa candela incisa e decorata, benedetta nella veglia di Pasqua, simbolo di Cristo luce del mondo.
  • Arde accanto all'altare, durante tutto il tempo che va da Pasqua a Pentecoste.
  • Viene acceso durante la celebrazione del sacramento del battesimo e durante il rito delle esequie.
la lampada
LA LAMPADA
  • Cero ad olio che arde in prossimità del tabernacolo che custodisce l'Eucaristia.
il tabernacolo
IL TABERNACOLO
  • E’ il luogo dove si conserva il Santissimo Sacramento, cioè Gesù-Eucaristia, il Pane consacrato.
  • Una lampada accesa indica questa presenza.
l ostensorio
L’OSTENSORIO
  • Si tratta di un oggetto liturgico costituito da una raggiera sostenuta da un gambo, destinato a ricevere l’ostiaconsacrata, per esporla all’adorazione dei fedeli e per la benedizione eucaristica.
la croce astile
LA CROCE ASTILE
  • E’ una Croce montata su un’asta.
  • Viene portata dal crocifero nella processione di ingresso e in quella finale.
il turibolo
IL TURIBOLO
  • Recipiente a cui sono fissate delle catenelle e chiuso da un coperchio con fori. Contiene un secondo recipiente con carboni accesi, sui quali bruciano i grani d’incenso.
l incenso
L’INCENSO
  • E’ una resina profumata che si versa sul fuoco contenuto nel turibolo.
  • E' segno:
  • della divinità ed unicità di Dio;
  • e di venerazione; bruciando sale verso l’alto, e indica che la nostra fervorosa preghiera sale gradita a Dio.
la navicella
LA NAVICELLA
  • contenitore dalla forma di una “piccola nave” che contiene l'incenso che verrà versato sul fuoco nel turibolo, con un cucchiaino.
il campanello
IL CAMPANELLO
  • Serve ai ministranti per segnalare alcuni momenti importanti della Messa: l’elevazione dell’Ostia e del Calice dopo la consacrazione, e la benedizione con il Santissimo Sacramento.
il secchiello
Il SECCHIELLO
  • E’ un recipiente che serve a contenere l’acqua benedetta.
l aspersorio
L’ASPERSORIO
  • Serve a spargere l’acqua nelle benedizioni. E’ costituito da un ciuffo di crini o da una piccola spugna chiusa in una sfera metallica perforata.
il battistero
IL BATTISTERO
  • Cappella per il Battesimo, per lo più rotonda od ottagonale; di regola complesso architettonico delle antiche chiese episcopali.
  • Nelle chiese parrocchiali si trova normalmente solo un fontebattesimale.
corso per ministranti1

Corso per Ministranti

Fine della lezione