Informatica di base 1 - PowerPoint PPT Presentation

pearly
informatica di base 1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Informatica di base 1 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Informatica di base 1

play fullscreen
1 / 22
Download Presentation
114 Views
Download Presentation

Informatica di base 1

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Informatica di base 1 Lezione 1

  2. Hardware e Software La prima distinzionechesi e soliti fare in informaticae tra hardware e software • L'hardware(letteralmenteferramenta) e la parte fisica del computer, l'insiemedeglielementitangibiliche lo compongono. La tastiera, ilmicroprocessore, la schedagraficasonotutticomponenti hardware • Definireilsoftware e un'operazionepiudelicata. Alcunidefinisconosinteticamenteil software dicendoche "e tuttocioche non e hardware". • In generale, il software e un agglomerato di istruzionistrutturate per la macchinachespessosiidentificanelconcetto di programma.

  3. Hardware – i componenti del PC • Un computer e formatoprincipalmente da schede di circuitiintegrati. • Qualischedesonoinserite e cosa vi e collegatodefiniscono la configurazione del PC. • Ognischeda e, generalmente, specializzata in unadeterminatafunzione.

  4. Hardware – scheda madre • La schedapiuimportante del computer e la schedamadrechedeveilsuonome al fattochetuttiglialtricomponentisonocollegatidirettamente o indirettamente a essa. • La schedamadre ha degliappositispazi per l'inserimento di altreschede (slot) e del microprocessore (socket). • Il ruolodellaschedamadre e mettere a disposizione un percorsoelettronico per permettere lo scambio di "messaggi" tra le varieparti del PC.

  5. Hardware – Processore (CPU) • Sulla schedamadrec'eanche un altrocomponente, essenziale a talpunto, chespessovieneusato da solo per descrivere un personal computer: "ilmicroprocessore". • Il microprocessore ha percorsipreferenziali per qualsiasialtrocomponente. • Se abbiamovisto le varieschede come impiegatispecializzati, possiamovedereilmicroprocessore come ilsupervisoreassoluto di ognilavoro, sostanzialmenteilsuocompito e quello di gestirel'avanzamentodeicompiti del PC e assegnareilavorispecificialleschede.


  6. Hardware – Le memorie • In unamanieracherichiama molto da vicinoilcomportamentoumano, ancheil computer per lavorare ha bisogno di memoria. • Si distinguono, almenoinizialmente, due tipi di memorie: a brevetermine, a lungotermine • La memoria a brevetermine, come per gliesseriumani, indicaunaporzione di memoria dove conserviamoinformazioni solo temporaneamente e chesuccessivamentelasciamovolontariamentedecaderepoiche non piuutili. • Usiamola memoria a breveterminequando, ad esempio, ricordiamoilriporto in un'operazione di moltiplicazione. Ovviamente al compimentodell'operazioneconserviamo solo ilrisultato e non rimanetraccia, nella nostra memoria a brevetermine, deivaripassaggiintermedi.

  7. Hardware – le memorie BT • Nelcomputer, la memoria a brevetermine, e individuatanellamemoriaRam (random access memory, memoria ad accessocasuale). • La memoria Ram (dettaanche volatile) conservatutte le informazionitemporaneechediventanoinutili, al piu, allospegnimento del computer. • Allospegnimento del computer (accidentale o meno) è dunque collegatol'azzeramentototale di questamemoria

  8. Hardware – le memorie LT • La memoria a lungoterminesiscrivonodellecosenellamemoria a lungotermine del computer quandosivuolechequestidatipersistanoallospegnimento del computer! • La memoria a lungotermine del computer e individuataprincipalmente dal disco fisso(hard disk o disco rigido - HD). • Il disco fissopuodunqueessereimmaginato come un magazzino di fogli, bianchi o meno, da cui leggiamoquando ci serve unainformazione o su cui scriviamo (salviamo) idatiquando li riteniamoutili per un momentosuccessivo. • I dischifissihanno, attualmente, capaciti di immagazzinamentomolto elevate.

  9. Software • Il computer non capisceilnostrolinguaggiopoichène ha unotuttosuo (illinguaggiomacchina) che, al livello di astrazionepiu basso, sibasasusequenze di 0 e 1 che per noisarebbero del tuttoincomprensibili. • Abbiamoquindibisogno di un interprete, ovveroun'entiticheintercedatranoi e il computer capace di comprendereentrambi e permetterel'instaurarsi di unacomunicazione. E’ il software. • L'interpreteche ci permette di comunicare col computer è il "sistemaoperativo"

  10. Software – il SO • Il sistemaoperativo e dunqueassolutamenteindispensabile per ilfunzionamento del computer che, altrimenti, sarebbe solo un ingombrantesoprammobile. • Ancheiprogrammideleganoilsistemaoperativo per la comunicazionetranoi, loro e il computer. SO

  11. Software Possiamo dividere il software in 2 macro aree: • SISTEMA OPERATIVO (windowsxp, vista, windows 7 windows 8, system x…) • PROGRAMMI (word, excel, acrobat, calcolatrice…) dati dati dati dati PROGRAMMI - SW SO - SW PC - HW

  12. Hardware e Software

  13. Velocità e Grandezza • La velocitàpotenziale del computer è data dallasomma di innumerevolifattorisoprattutto hardware e software. • La velocitàpuoesseredefinita in base al tempo e allafrequenza. • Nelcaso del tempol'unitàdi misura di riferimento e ilsecondo. • La frequenzaè misurata in Hertz (Hz) dove 1 Hertz = 11s. Quindi la frequenza e l'inverso del tempo, sostanzialmentesono due faccedellastessamedaglia. • La frequenzarispondealladomanda:"quanteoperazioniriesci a fare in un secondo?“

  14. Grandezza – bit e byte • Il computer e fatto di componentielettronici. Neicomponentielettronici la corrente o passa o non passa, come per l'interruttore, possiamoassociare al passaggio o meno di correnteivalori 1 e 0. • Bitderiva da binary digit, ovverocifrabinaria, e rappresentaunostatoelettronico, quindi vale 1 o 0 (ovvio). • Il bit e dunquel'unitapiupiccola di informazione, tuttonel computer e rappresentato come sequenza di 0 e 1. Un'altraunitàdi misura per l'informazione molto usata e ilbyte, un byte e unastringa di 8 bit. ciao: c: 01100011 i: 01101001 a: 01100001 o: 01101111

  15. Grandezza – bit e byte • Tuttiimessaggi e le informazioniall'internodel PC sonoespresse in forma di sequenze finite bit. • Tuttoquellocheriguardal'informazioneelettronicausail bit e il byte come unitàdi misura. • Si misurano in multipli di byte le capacitidellememorie (tutte). • Si misurano in multipli di bit al secondo le capaciti di trasmissionedati (modem 56Kbit1s, scheda 1000 Mbit1s).

  16. Bit e Byte: i file • I programmi e ilsistemaoperativohannoilcompito di trasformareinostrimessaggi in sequenze di bit comprensibili al computer e viceversa. • Tuttoquellochecomprendeil computer è scritto in binario (sequenza di bit dunque). • Un esempio di come sipossonorappresentareinformazioni in binario e ilcodice ASCII che e unatabellache a ognicarattere, alfanumerico e non, associaunasequenzafinita di 8 bit (1 byte) • Quandonoisalviamodeidati, ilprogrammacheusiamo per ilsalvataggiocollabora col sistemaoperativo per trasformali in sequenza di 0 e 1 chevengonotrascritte (in quantosequenze di 0 e 1) sulsupportoscelto per la memorizzazione. • Ognitipo di supporto di informazione (ottico, magnetico o altro) ha ilsuomodo per rappresentareilvalore 0 e ilvalore 1.

  17. I file • Un insiemefinito di bit registrato in manieraopportunasu un dispositivofisico (HD, DVD, CD) prendeilnome di file. • Un file non necessariamentecontienesequenze sensate di bit. • E' ilsistemaoperativo o un programma a dare "un senso" alleinformazionicontenute in un file. • Un file creato con Word non ha alcunsensoper Excel e viceversa. • La gestionedei file e unodeicompitipiuimportanti e impegnativi del sistemaoperativo. • Il sistemaoperativotienetraccia del punto del supporto di memorizzazione dove e memorizzato un file. • Il sistemaoperativoassocia a ogni file un nomemnemonicoche ha lo scopo di renderel'identificazione del file piusemplice per noi.

  18. I file • Il sistemaoperativo Windows tende a nascondere le estensionidei file. • Sfruttale estensioni per associareil file con l'icona del programmache vi e associato. • Ad esempio un file .docxci verrimostrato con l'icona di documento Word. • Se cambiamol'estensione a un file ils.o. non e in grado di capire come lo deveaprire

  19. Le cartelle • Poiché, come sappiamo per esperienza, ci troviamo a gestirespessomolti file, ils.o. ci permette di organizzarli in gruppichiamati directory. • Le directory sonoattualmente associate al concetto di cartella. • Ognicartella ha un suonome e puoconteneresia file che altrecartelle(sotto-directory)

  20. La piramide dell’equilibrio Piccolo Veloce CPU 1,8 – 3,9 GHZ 2GB L3 RAM – memoria BT – 2 GB – 8 GB 1066 – 1333 - 2400 MHZ HD – Memoria LT – 500 GB – 3 TB 2-5 ms – 1 ns GRANDE lento

  21. Riassumendo Abbiamo parlato di PC, HW, SW Cosa ci sta dentro un PC: MB, CPU, HD, RAM Velocità e Grandezza Bit/byte concetto di file/cartella Relazione tra componenti in termini di velocità e grandezza Compiti per casa: volantino