profili applicativi padova 20 aprile 2010 a cura di antonio palmieri l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Profili applicativi Padova 20 APRILE 2010 a cura di Antonio Palmieri PowerPoint Presentation
Download Presentation
Profili applicativi Padova 20 APRILE 2010 a cura di Antonio Palmieri

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 38

Profili applicativi Padova 20 APRILE 2010 a cura di Antonio Palmieri - PowerPoint PPT Presentation


  • 281 Views
  • Uploaded on

Profili applicativi Padova 20 APRILE 2010 a cura di Antonio Palmieri Cos’è la Comunicazione Unica Una procedura che consente di eseguire contemporaneamente e con un’unica modalità di presentazione tutti i

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Profili applicativi Padova 20 APRILE 2010 a cura di Antonio Palmieri' - paul


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
profili applicativi padova 20 aprile 2010 a cura di antonio palmieri
Profili applicativi

Padova 20 APRILE 2010

a cura di Antonio Palmieri

cos la comunicazione unica
Cos’è la Comunicazione Unica
  • Una procedura che consente di eseguire contemporaneamente e con un’unica modalità di presentazione tutti i
  • principali adempimenti amministrativi previsti per l’avvio dell’attività di impresa ai fini
  • fiscali
  • previdenziali
  • assistenziali
  • pubblicitari:
  • Agli stessi fini, la procedura si applica anche alle successive domande/dichiarazioni/denunce di modifica e di cessazione di impresa.
perch la comunicazione unica
Perché la Comunicazione Unica
  • Per semplificare ed unificare tutti gli adempimenti necessari per la nascita e la vita dell’impresa attraverso l’utilizzo esclusivo di un solo canale telematico
  • Il Registro delle Imprese diventa l’unico punto di accesso integrato delle domande/dichiarazioni rivolte alle diverse Amministrazioni coinvolte.
soggetti coinvolti
Soggetti coinvolti
  • IMPRESE
  • Tutti i soggetti tenuti all’iscrizione nel Registro delle imprese (comprese le ditte individuali) ovvero alla denuncia al REA - Repertorio delle notizie economico e amministrative
  • Le imprese artigiane e non artigiane, sia individuali che in forma societaria, tenute all’obbligo assicurativo contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ( adempimenti INAIL )
  • Le imprese artigiane, le imprese del settore commerciale e dei servizi, le imprese agricole, le imprese che assumono dipendenti ( adempimenti INPS )
  • PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
  • Camere di Commercio (uffici del registro delle imprese), l’INPS, l’INAIL e l’Agenzia delle Entrate.
  • Nel flusso della comunicazione unica sono coinvolte anche le imprese artigiane (per l’iscrizione nell’omonimo Albo) e il Ministero del Lavoro.
competenze
Competenze
  • Restano invariati:
  • - le norme poste a disciplina di ciascun procedimento amministrativo oggetto della ComUnica;
  • - i termini per la presentazione delle domande/denunce;
  • - i soggetti obbligati o legittimati alla presentazione delle domande/denunce;
  • - i responsabili del procedimento presso ciascuna Amministrazione.
modalit di presentazione della comunicazione unica
Modalità di presentazione della Comunicazione Unica
  • Un insieme di file contenenti i vari modelli elettronici destinati alle singole Amministrazioni coinvolte.
  • Trasmissione per via telematica o su supporto informatico.
  • Unico - per il momento- soltanto il canale di trasmissione mentre per ogni adempimento si rende necessaria la compilazione di una o più modulistiche, a seconda delle Amministrazioni interessate e degli adempimenti necessari
  • Nel sito www.registroimprese.it le soluzioni e gli applicativi informatici per eseguire la procedura .
gli applicativi
Gli applicativi
  • Fedraplus 6.5 e Starweb sono integrati con la modulistica

relativa a :

  • Agenzia delle entrate
  • I.n.p.s. artigiani, commercianti e dipendenti ( ex modello DM68)
  • Fedraplus 6.5 e Starweb nonsono integrati con la modulistica relativa a :
  • imprese agricole, imprenditore agricolo professionale e coltivatori diretti ;
  • i modelli A/A1/B, D/D1, C/C1/P, O1/O2, V e Cessazione per le comunicazioni INAIL
classificazione degli adempimenti comunicazione unica
Classificazione degli adempimenti Comunicazione Unica

Nel modello ComUnica sono stati individuate 6 categorie

di adempimenti omogenei:

  • Nuova impresa con immediato inizio attività economica
  • Costituzione nuova impresa senza immediato inizio attività economica
  • Inizio attività per impresa già iscritta nel Registro delle imprese
  • Variazione
  • Cessazione
  • Cancellazione dal Registro Imprese

Il dettaglio degli adempimenti è nelle singole modulistiche di

competenza delle diverse Amministrazioni interessate.

invio della comunicazione unica
Invio della Comunicazione Unica
  • La data di invio telematico costituisce la data di presentazione della ComUnica.
  • L’Ente destinatario della ComUnica è la Camera di commercio.
  • Ciascuna Amministrazione interessata è destinataria della specifica modulistica ad essa indirizzata contenuta nella ComUnica.
  • Il sistema informatico provvede a smistare le domande/dichiarazioni di competenza.
  • La visura storica del Registro riporterà tutti i protocolli di comunicazioni uniche inoltrate agli enti destinatari e i relativi esiti.
comunicazioni all utenza
Comunicazioni all’utenza
  • Indirizzo di Posta Elettronica Certificata dichiarata sul modello ComUnica
  • Entro 5 giorni la Camera di Commercio comunica l'avvenuta iscrizione
  • Entro 7 giorni i singoli Enti trasmettono gli esiti, sia all'impresa, sia al Registro Imprese
  • Agenzia delle Entrate: la ricevuta è trasmessa all’utente dallo stesso Registro delle Imprese.
  • Ogni Ente assegna gli opportuni codici di posizione in caso d’iscrizione ( es. codice Fiscale e/o la partita IVA, numero di codice ditta e il numero della posizione assicurativa territoriale etc)
documenti ricevuti dall impresa a seguito della presentazione di una comunicazione unica
Documenti ricevuti dall’impresa a seguito della presentazione di una Comunicazione Unica
  • l’avviso di ricevimento telematico della pratica Fedra (domanda di iscrizione/deposito/denuncia al RI/REA) da parte di Infocamere
  • l’avviso dell’avvenuta protocollazione della pratica Fedra
  • la ricevuta di presentazione della pratica Fedra al RI con il relativo protocollo
  • la ricevuta di accettazione della Comunicazione Unica
  • la ricevuta dell’Agenzia delle Entrate (in allegato alle ricevute Registro imprese)
  • la risposta dell’INAIL (entro 7 giorni)
  • la risposta dell’INPS (entro 7 giorni)
effetti della presentazione della comunicazione unica
Effetti della presentazione della Comunicazione Unica
  • La ricevuta della ComUnica, ove sussistano le condizioni di legge, costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività di impresa.
  • Tutte le imprese, comprese quelle individuali, comunicano la loro costituzione contemporaneamente al Registro delle Imprese, all’Agenzia delle Entrate e agli altri enti interessati.
  • Parere MSE 85801 del 01/10/2009 ( data inizio attività)
  • Circolare MSE 26649 del 12/04/2010 ( diritti di segreteria )
istruttoria della comunicazione unica
Istruttoria della Comunicazione Unica
  • Ciascuna Amministrazione interessata provvede all’istruttoria della domanda di competenza
  • Per le domande/denunce irregolari ciascun Ente comunicherà all’impresa come provvedere alle rettifiche o integrazioni richieste.
  • Il procedimento si conclude alternativamente :

- con l’iscrizione/registrazione

- con il rifiuto/non accoglimento della domanda/dichiarazione.

  • Ciascuna Amministrazione comunica via PEC all’impresa e all’ufficio del Registro delle imprese, l’esito del procedimento.
slide14
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2009 Art. 5. Elenco degli adempimenti assolti con la Comunicazione unica
  • a) dichiarazione di inizio attivita', variazione dati o cessazione attivita' ai fini IVA, ai sensi dell'art. 35 del decreto del

Presidente della Repubblica n. 633 del 1972;

  • b) domanda d'iscrizione di nuove imprese, modifica, cessazione nel registro imprese e nel R.E.A., con esclusione dell'adempimento del deposito del bilancio;
  • c) domanda d'iscrizione, variazione, cessazione dell'impresa ai fini INAIL;
  • d) domanda d'iscrizione, variazione, cessazione al registro imprese con effetto per l'INPS relativamente alle imprese artigiane ed esercenti attivita' commerciali, ai sensi dell'art. 44, comma 8, del decreto-legge n. 269/2003;
  • e) domanda di iscrizione e cessazione di impresa con dipendenti ai fini INPS;
slide15
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2009 Art. 5. Elenco degli adempimenti assolti con la Comunicazione unica
  • f) variazione dei dati d'impresa con dipendenti ai fini INPS in relazione a:

1) attivita' esercitata;

2) cessazione attivita';

3) modifica denominazione impresa individuale;

4) modifica ragione sociale;

5) riattivazione attivita';

6) sospensione attivita';

7) modifica della sede legale;

8) modifica della sede operativa;

  • g) domanda di iscrizione, variazione e cessazione di impresa agricola ai fini INPS;
  • h) domanda di iscrizione, variazione e cessazione di impresa artigiana nell'albo delle imprese artigiane.
adempimenti a fini fiscali gestiti con la comunicazione unica
Adempimenti a fini fiscali gestiti con la Comunicazione Unica

Oggetto di comunicazione sono:

- le notizie relative alle anagrafiche delle imprese;

- tutte le altre notizie che trovano corrispondenza fra le previsioni normative che disciplinano gli adempimenti fiscali e le notizie da denunciare presso il Registro delle imprese.

  • Vanno presentati con la comunicazione unica i modelli digitali AA7 e AA9.
  • La modulistica digitale può essere allegata alla comunicazione unica e firmata in via separata;
  • la stessa è anche integrata nella modulistica del registro delle imprese.
  • le istanze di rettifica di dati errati trasmessi dal contribuente non passano attraverso la comunicazione unica ( Agenzia delle Entrate Comunicato stampa del 30 marzo 2010 )
adempimenti pubblicitari c o il registro delle imprese
Adempimenti pubblicitari c/o il Registro delle Imprese

Tutti gli adempimenti anagrafici verso l’ufficio del registro

delle imprese ad eccezione del deposito del bilancio

d’esercizio e delle comunicazioni dei soggetti iscritti

unicamente al REA.

adempimenti a fini assicurativi inail
Adempimenti a fini assicurativi ( INAIL )
  • Denuncia di iscrizione all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro

(denuncia di esercizio: corrisponde agli attuali quadri A/A1/B/C/C1/D/D1/O/O2/P);

  • variazioni anagrafiche inerenti il codice ditta (ragione sociale con codice fiscale invariato, legale rappresentante, sede legale, ecc; corrisponde agli attuali quadri V/V2);
  • variazioni di indirizzo per le PAT esistenti (quadro V3)
  • variazioni consistenti in aperture e cessazioni di PAT correlate alle sedi dei lavori esercitati (corrispondono agli attuali quadri B/C/C1/D/D1/O/O2/P/Cessazione PAT);
  • cessazione del codice ditta per cessazione dell’attività (corrisponde all'attuale quadro di Cessazione ditta).
adempimenti a fini assicurativi inail19
Adempimenti a fini assicurativi ( INAIL )
  • Le informazioni da trasmettere all’ INAIL sono solo quelle anagrafiche riferite all’impresa/p.a.t.

(denominazione, sede, apertura e chiusura della posizione).

  • Nella ComUnica non confluiscono notizie relative alla posizione dei titolari, dei collaboratori, dei dipendenti e quelle relative al cambio rischio quando si modifichi l’attività.
circolare inail del 31 marzo 2010
Circolare INAIL del 31 marzo 2010
  • Le denunce di iscrizione all'INAIL effettuate con ComUnica alle Camere di commercio devono essere sottoscritte con firma digitale:

- dal legale rappresentante dell'impresa

- da un intermediario legittimato in base alla legge n. 12/1979.

  • Chi sottoscrive con firma digitale la denuncia all'INAIL deve essere un soggetto abilitato in Punto Cliente e quindi autorizzato dall'INAIL ad effettuare lo specifico adempimento.
circolare inail n 52 del 28 settembre 2009
Circolare INAIL n. 52 del 28 settembre 2009
  • La denuncia di iscrizione all'INAIL tramite Comunicazione unica è ammessa se contestualmente l'utente inoltra al Registro delle imprese:

- la domanda di iscrizione con immediato inizio dell'attività;

- la dichiarazione di inizio attività per impresa già iscritta.

  • La denuncia di iscrizione deve essere presentata all'Istituto assicuratore contestualmente all'inizio dell'attività (art. 12 comma 1, del T.U. n. 1124/1965)
  • Per ogni singola sede di lavoro devono essere comunicati tutti gli elementi, le notizie e le indicazioni richiesti con il modulo di denuncia predisposto dall'INAIL e presente nella modulistica per la Comunicazione unica.
circolare inail n 52 del 28 settembre 200922
Circolare INAIL n. 52 del 28 settembre 2009
  • Il sistema informatico dell'Istituto rilascia automaticamente il numero di codice ditta e il numero di posizione assicurativa territoriale (PAT) relativa ad ogni sede dei lavori indicata in denuncia e smista quest'ultima alla Sede INAIL competente per territorio, in base alla sede legale dell'impresa.
  • Qualora l'impresa – identificata dal codice fiscale - risulti già assicurata oppure non sia soggetta all'obbligo assicurativo, la Sede INAIL competente provvede a comunicare all'indirizzo PEC indicato l'annullamento del numero di codice ditta e del numero PAT già assegnati automaticamente dal sistema.
adempimenti a fini previdenziali
Adempimenti a fini previdenziali
  • INPS ARTIGIANI – Iscrizioni, modifiche e cancellazioni di titolari, soci e collaboratori familiari lavoranti nell’impresa artigiana

(adempimenti integrati nella modulistica del registro delle imprese, riquadri AA o AB, modelli I1, I2 e Intercalare P).

  • INPS COMMERCIANTI - Iscrizioni, modifiche e cancellazioni di titolari, soci e collaboratori familiari lavoranti in imprese esercenti attività commerciali

(adempimenti integrati nella modulistica del registro delle imprese, riquadro

AC, modelli I1, I2 e Intercalare P).

adempimenti a fini previdenziali24
Adempimenti a fini previdenziali
  • INPS-DM – Iscrizione, modifiche e cancellazioni all’INPS di imprese che assumono dipendenti

(adempimento integrato nella modulistica del registro delle imprese; per l’iscrizione è possibile allegare anche i moduli elettronici alla pratica di comunicazione unica, in questo caso i moduli possono essere firmati digitalmente in via separata).

  • Si trasmettono le notizie anagrafiche riferite all’impresa (denominazione, sede, apertura e chiusura della posizione).
  • Per le sole imprese artigiane e commerciali le informazioni riguardano anche i titolari e i collaboratori.
adempimenti a fini previdenziali25
Adempimenti a fini previdenziali
  • INPS-DA – Iscrizione all’INPS di imprese agricole con manodopera (i moduli elettronici vanno allegati alla pratica di comunicazione unica; possono essere firmati digitalmente in via separata).
  • INPS-CD1 – Iscrizione all’INPS dei coltivatori diretti

(i moduli elettronici vanno allegati alla pratica di comunicazione unica; possono essere firmati digitalmente in via separata).

Va tenuto presente che per l’iscrizione, la variazione e le cancellazioni degli imprenditori agricoli a titolo professionale (IAP) e per i coltivatori diretti la comunicazione unica è obbligatoria dal 30 aprile 2010 (v. circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010)

iscrizione modifica e cancellazione dall albo delle imprese artigiane
Iscrizione, modifica e cancellazione dall’albo delle imprese artigiane
  • Legge regionale 31 dicembre 1987, n. 67 come modificata dalla legge regionale 4 marzo 2010, n. 15. Art. 6 - Iscrizione all’albo:
  • Colui che intraprende l’esercizio di una impresa artigiana deve presentare alla Commissione provinciale per l’artigianato della provincia dove ha sede l’impresa, esclusivamente in via telematica, apposita comunicazione attestante il possesso deirequisiti di cui agli articoli 2, 3, 3 bis e 4 nonché l’esistenza di eventuali sedi secondarie…….
  • L’iscrizione all’albo delle imprese artigiane decorre dalla data di presentazione della comunicazione di cui al comma 1.
  • La comunicazione unica trasmessa alla competente Commissione provinciale per l’artigianato, equivale alla comunicazione di cui al comma 1.
circolare inps n 41 del 26 marzo 2010 assuntori di manodopera
Circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010 Assuntori di manodopera
  • Avvio dell’attività dell’impresa con contemporanea assunzione di personale dipendente

non è più possibile utilizzare:

- la procedura telematica di iscrizione presente nei servizi online dell’Istituto

- il formulario DM68

- il modello di denuncia aziendale per le aziende agricole

  • Modifica delle informazioni riguardanti la sede legale, la ragione sociale e/o la denominazione dell’impresa e l’attività economica dell’impresa

è consentito esclusivamente il canale telematico di ComUnica, valorizzando l’apposita sezione della pratica DM o della pratica DA, per le aziende agricole

circolare inps n 41 del 26 marzo 2010 assuntori di manodopera28
Circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010 Assuntori di manodopera

Utilizzo facoltativo di ComUnica o dei servizi online dell’INPS solo per gli adempimenti aventi unicamente rilevanza ai fini INPS:

  • assunzione di lavoratori dipendenti in un momento diverso dall’avvio dell’attività dell’impresa
  • sospensione, riattivazione o cessazione dell’attività lavorativa con dipendenti
  • gestione delle informazioni riguardanti la sede operativa dell’impresa
circolare inps n 41 del 26 marzo 2010 titolari e soci lavoratori di imprese commerciali
Circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010 Titolari e soci lavoratori di imprese commerciali
  • Apposita sezione della Comunicazione Unica contenente le informazioni a carattere previdenziale (quadro AC) per tutti i soggetti tenuti all’iscrizione alla gestione previdenziale degli Esercenti attività commerciali
  • Il nuovo sistema di comunicazione è obbligatorio nelle ipotesi di

- iscrizione e dichiarazione di inizio attività;

- cessazione dell’impresa;

- variazione dell’indirizzo dell’impresa;

- variazione dell’indirizzo di residenza del titolare o del socio;

- variazione dei dati anagrafici del titolare o del socio;

- iscrizione della società con contestuale inizio attività del socio ai fini previdenziali;

- cessazione della società;

- cessazione dalla carica di socio;

- variazione di forma giuridica;

- variazione dell’attività svolta.

  • Possibile comunicare direttamente all’Inps tutte le informazioni che non siano di interesse del registro delle imprese come ad es. l’ iscrizione di un coadiuvante in un momento successivo alla nascita dell’impresa.
circolare inps n 41 del 26 marzo 2010 titolari e soci lavoratori di imprese artigiane
Circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010 Titolari e soci lavoratori di imprese artigiane

Le comunicazioni da effettuare tramite ComUnica sono

le medesime delle imprese esercenti attività commerciale.

circolare inps n 41 del 26 marzo 2010 aziende agricole autonome c d e iap
Circolare INPS n. 41 del 26 marzo 2010 Aziende agricole autonome C.D. e IAP.
  • Per le aziende agricole autonome, è disponibile con modalità telematica sul sito internet dell’Istituto, il solo adempimento non obbligatorio dell’iscrizione CD.
  • Per le variazioni e cancellazioni e per l’iscrizione IAP sono ancora in uso le modalità di presentazione cartacea dell’istanza.
  • La decorrenza dell’adempimento con la Comunicazione unica è procrastinata al 30 aprile 2010.
  • La modalità cartacea consentita per le informazioni aventi rilevanza solo ai fini INPS quali:

- variazione dati anagrafici componenti nucleo

- variazione dati contributivi componenti nucleo

- variazione data inizio o fine imposizione contributiva

- variazione dati colturali

posta elettronica certificata
Posta elettronica certificata
  • Articolo 8 del DPCM 6 maggio 2009 ha stabilito che nel modello di Comunicazione unica deve essere indicata la casella PEC corrispondente alla casella dell'impresa, in quanto le ricevute e le comunicazioni relative al procedimento sono trasmesse a tale indirizzo, oltre che al mittente.
  • Nel caso in cui l'impresa non sia provvista di casella PEC, lo dichiara nella Comunicazione unica e le Camere di commercio provvedono immediatamente ad assegnare una casella PEC ai fini del procedimento, senza costi per l'impresa.
  • Si ricorda che tale eventualità può riguardare esclusivamente le imprese individuali, in quanto l'articolo 16, comma 6, del decreto legge n. 185/200817 ha previsto l'obbligo per le società di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al Registro delle imprese.
chi pu firmare la pratica di comunicazione unica
Chi può firmare la pratica di Comunicazione Unica
  • Ciascuna pubblica amministrazione individua le categorie di intermediari abilitati ad agire per conto delle imprese in via autonoma, sulla base della propria specifica normativa di riferimento.
categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento
Categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento

Registro Imprese

la domanda di iscrizione viene effettuata con modulo informatico o

distinta generata con il software Fedra recante la sottoscrizione:

  • a) del soggetto obbligato che sottoscrive digitalmente la distinta utilizzando la smart card;
  • b) del “procuratore speciale” quando il soggetto obbligato non si avvale della sottoscrizione digitale con smart card ma utilizza il “modulo procura” (approvato da Unioncamere) sottoscrivendo lo stesso in maniera autografa; in tal caso è il procuratore speciale che sottoscrive digitalmente la distinta utilizzando la smart card;
  • c) degli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei periti commerciali ai sensi dell’ art. 31, comma 2 quater e quinquies, della legge 340/2000.
categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento35
Categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento

INAIL

Gli adempimenti in materia di lavoro (per i lavoratori dipendenti), quando non

sono curati dal datore di lavoro, direttamente o a mezzo di propri dipendenti

possono essere assunti dagli iscritti ai seguenti albi:

- consulenti del lavoro

- avvocati

- dottori commercialisti

- periti commerciali

  • Per i professionisti individuati ai n. 2, 3 e 4, oltre all’iscrizione all’albo è richiesta una comunicazione alla Direzione Provinciale del Lavoro nella quale notificano che intendono svolgere detti adempimenti.
  • Il riferimento normativo è l’art 1, comma 1, della Legge 12/1979.

Inoltre:

  • 1) le imprese artigiane
  • 2) le piccole imprese

possono avvalersi di servizi o di centri di assistenza fiscale istituiti dalle rispettive

associazioni di categoria.

categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento36
Categorie di intermediari abilitati secondo e diverse normative di riferimento

INPS

Gli adempimentiprevisti possono essere espletati dai titolari/legali

rappresentanti di impresa e dagli intermediari istituzionali di cui alla

legge 12/1979.

  • Per effetto di quanto disposto dalla circolare 3616/C del Ministero dello Sviluppo Economico del 15 febbraio 2008, (allegato 2) è inoltre consentita la trasmissione di una pratica di ComUnica anche quando “il titolare dell’impresa attribuisce al soggetto designato (intermediario generico) il potere di sottoscrizione digitale e presentazione telematica della comunicazione unica all’ufficio del Registro delle Imprese competente per territorio, sulla base del codice univoco di identificazione della pratica. Il documento ha quindi il valore di procura speciale (limitata all'espletamento della formalità identificata dal codice univoco della pratica), in forma scritta non autenticata
slide37

Ministero dello Sviluppo economicoCircolare 15/02/2008, n.3616/C Modalità di presentazione della comunicazione unica per la nascita dell'impresa ai sensi dell'art.9, del D.L. 7/2007, convertito dalla L.40/2007

Al fine di agevolare l'utilizzo della nuova procedura e di semplificare effettivamente gli adempimenti per le imprese, si rende necessario adottare strumenti operativi che consentano agli imprenditori di conferire, a professionisti o altri intermediari, l'incarico di svolgere le attività correlate alla presentazione della comunicazione unica.

alcuni esempi
Alcuni esempi

Iscrizione impresa individuale inattiva

Iscrizione impresa individuale attiva

Costituzione di società inattiva

Costituzione di società con contestuale inizio attività