slide1 l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
IMMOBILI PowerPoint Presentation
Download Presentation
IMMOBILI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 122

IMMOBILI - PowerPoint PPT Presentation


  • 161 Views
  • Uploaded on

Reddito PROFESSIONALE. IMMOBILI. Immobile strumentale o promiscuo Ammortamento rendita catastale – canone di leasing canone di locazione Spese per servizi (50% se promiscuo) Quota spese di ammodernamento (50% se promiscuo). IMMOBILI – Utilizzo strumentale. ammortamento.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'IMMOBILI' - ostinmannual


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Reddito PROFESSIONALE

IMMOBILI

Immobile strumentale o promiscuo

Ammortamento

rendita catastale – canone di leasing

canone di locazione

Spese per servizi (50% se promiscuo)

Quota spese di ammodernamento (50% se promiscuo)

slide2

IMMOBILI – Utilizzo strumentale

ammortamento

entro il 14/6/1990

dal 15/6/1990 al 31/12/2006

Nessuna deduzione

acquisto

ammortamento

2007 – 2008 – 2009

Canoni maturati

entro il 14/6/1990

Rendita catastale

dal 15/6/1990 al 31/12/2006

leasing

Canoni maturati

2007 – 2008 – 2009

slide3

NO ammortamenti anticipati

Si applica lo scorporo del terreno (sempre 20%)

proprietà – leasing (??)

Confermato Cir. 1/RT

Durata leasing: > 50% durata ammort (tra 8 e 15 anni)

Art. 43 c.2 TUIR

Professionisti = strumentalità per destinazione

Immobili locati non ammortizzabili

Circolare 1/RT Immobile utilizzato sempre rilevante

slide4

ridotti ad 1/3

2007 – 2008 – 2009

Circolare 1/RT

Riduzione 1/3 anche per immobili promiscui

Trattamento dell’eccedenza non dedotta (6%)

È quota non deducibile comunque ?

1

Non sarà recuperata

È un limite alla deduzione nel periodo

2

recuperata al termine

slide5

IMMOBILI – Utilizzo promiscuo

entro il 14/6/1990

50% rendita catastale

acquisto

dal 15/6/1990 al 31/12/2006

2007 – 2008 – 2009

50% canoni maturati

entro il 14/6/1990

50% rendita catastale

dal 15/6/1990 al 31/12/2006

leasing

50% canoni maturati

2007 – 2008 – 2009

FIN 2008  contratti ante 2007  50% canoni

UNICO 2008  contratti ante 2007  50% rendita

slide6

Utilizzo promiscuo  assenzaaltro immobile strumentale nel Comune

Immobile ad uso promiscuo

Conviene il leasing

50% rendita vs 50% canoni

Leasing promiscuo

Occorre scorporare il terreno ?

previsto solo nel c. 2 e non nel c. 3

(2007 – 2008 – 2009) Ridotto 1/3 ???

Uso promiscuo deduzione 50% canoni (c.3 art. 54)

Immobile in locazione

Uso strumentale

deduzione integrale canoni (DR – RE10)

slide7

Compresi interessi per l’acquisto dell’immobile strumentale

Promiscuo ???

Principio di cassa

Indipendentemente dall’anno di acquisto dell’immobile

slide8

IMMOBILI – Ammodernamento

Sostenute fino a 31.12.06

Deduzione in 5 anni

(esercizio di sostenimento e 4 successivi)

Sostenute dal 1.1.2007

Spese non capitalizzabili: limite 5%, eccedenza in 5 anni

Introdotta la fattispecie di spesa capitalizzabile

slide9

Spese sostenute fino al 31.12. 2006

Deduzione ammodernamento in 5 anni

Indipendentemente dal titolo di utilizzo dell’immobile

Proprietà – leasing – locazione – comodato

Sia immobile strumentale che promiscuo (50%)

Riporto di spese sostenute nel passato

Posso continuare a dedurle?  SI (istruzioni UNICO)

slide10

Spese “capitalizzabili” sostenute dal 1.1.2007

Costi capitalizzabili in caso di immobili di terzi

Redd. Impresa  CM 73/E/94 deduzione in base a criteri civilistici (minore tra durata del contratto ed utilità futura attesa)

Circolare 1/RT

Si applica regola manutenzioni NON capitalizzabili

Spese 2007 su immobili ante 2007

Capitalizzo su un costo irrilevante

Circolare 1/RT

Si applica regola manutenzioni NON capitalizzabili

Si applica la riduzione ad 1/3 ?

Le istruzioni di UNICO non dicono nulla

slide11

Plafond 5%

Calcolato sulla massa dei “beni materiali ammortizzabili”

Fabbricato considerato al netto del terreno scorporato

Si applica la riduzione ad 1/3 ?

Le istruzioni di UNICO non dicono nulla

slide12

Riaddebito costi

Utenze intestate ad un professionista

Riaddebito pro quota agli altri professionisti

Non è compenso

C.M. n.58/E/01

NO ritenuta

a riduzione costo riaddebitato

Soggetto ad IVA

slide13

Plusvalenze e minusvalenze

Rilevanti PLUSVALENZE e MINUSVALENZE relative ai beni strumentali

Aggiunto comma 1-bis all’art. 54 TUIR

art. 36 c. 26 DL 223/06

cessione

Rimborso assicurativo

Irrilevanti PLUS e MINUS su immobili e oggetti d’arte

Autoconsumo

slide14

PLUS/MINUS:modifiche della Finanziaria 2007

art. 54 TUIR

Le MINUS da autoconsumoNON sono deducibili

modificato

c. 1-bis

Già eliminata per il reddito d’impresa dal Dl 223/06

introdotto

c. 1-bis1

Irrilevanti cessioni e oggetti d’arte

Diventano rilevanti PLUS e MINUS sugli immobili

Circolare 1/RT

NO PLUS immobili promiscui

Istruzioni UNICO  immobili acquistati dal 2007

slide15

Differenze con PLUS/MINUS reddito d’impresa

PLUS non possono essere rateizzate

CM 28/E/06 – par. 38

Rilevanza limitata PLUS/MINUS beni a ded. limitata

CM 28/E/06 – par. 38

Rilevanza delle PLUS/MINUS in ragione dell’incasso

Sopravvenienza da cessione contratti di leasing?

Valore normale del bene al netto canoni a scadere attualizzati (CM 108/E/96)

Non applicabile art. 88 c.5 TUIR 

slide16

Spese di vitto e alloggio

Spese di

vitto e alloggio

Deducibili nel limite del 2% dei compensi percepiti

… integralmente deducibili dal professionista se sostenute dal committente per conto del professionista e da questi addebitate in fattura

deroga

Art. 36 c. 29

DL n.223/06

slide17

Intestata

committ.

Indicazione

profess.

Compenso 1.000

Albergo 100

Albergatore

Fattura 100

Copia fattura 100

Pagamento 100

professionista

Committente

Fattura 1.100

imponibile 1.100

deducibile 100

deducibile 1.100

NON deducibile 100

NO limite 2%

slide18

VITTO E ALLOGGIO …

2% dei COMPENSI

RE 15 col 2

… “ordinario”

100% del COSTO

RE 15 col 1

… sostenuto dal committente e riaddebitato

50% del COSTO

RE 17

… per partecipazione a convegni

1% dei COMPENSI

RE 16 col 2

… per cene con clienti

slide19

Cessione della clientela

Art. 54 c.1-quater

Art. 17 c.1 g-bis

Costo deducibile per l’acquirente

Post DL223/06

Reddito professionale per il cedente … 

Anche per i beni immateriali

IRAP e CONTRIBUTI

slide20

Solo se l’incasso in unica soluzione

 Con possibilità di optare per la tassazione separata

???

va in RE

h

2007

20%

slide21

Ritenute subite

1

Mancata certificazione

Comunque possibile la detrazione, altrimenti si avrebbe doppia imposizione; occorre provare che la ritenuta sia stata operata

CTP Lecce n.60/08

Notariato 39/05

2

Mancato versamento da parte del sostituto

Responsabilità solidale

Cass. 14033/06

NO Responsabilità solidale

Notariato 192/07

slide22

Principio di cassa

Disposizione in dicembre

Pagamento con carta di credito

Addebito in gennaio

Rileva il momento della disposizione di pagamento perché il delegato (banca) si sostituisce al delegante (professionista)

RM 77/E del 23/4/07

Deduzione contributi previdenziali

Spese pagate in dicembre 2007 con carta di credito e addebitate nel 2008

Deducibili nel 2007 ?

slide23

Telefonia

 Imprese e professionisti

Telefonia fissa  100%

Fino al 31.12.2006

Telefonia mobile  50%

dal 1.1.2007

Telefonia all’80%

Riferimento alla lettera gg) del D.Lgs. n.259/03

Tutta la comunicazione telefonica

RM 104/E/07

Interessati modem e router ADSL (non il PC)

slide24

Autoveicoli le regole dal 2007

deducibilità

Ammort. 4 anni

Impresa

40%

limite 18.075,99

Leasing 4 anni

Agenti

80%

Stipulati dopo 12/8/06

limite 25.822,85

Ammort. 4 anni

Professionisti

40%

Leasing 4 anni

limite 18.075,99

Stipulati dopo 1/1/2007

FB  30% convenzionale

90%

Uso promiscuo al dipendente

Senza limite

slide25

Autoveicoli il recupero sul 2006

DL 81/07

PERCENTUALE

“RETROATTIVA”RECUPERO

Impresa  20% auto impresa 20 %

uso dipendente  65%  65 % (meno FB 2006)

Professionista  30%  5 %

99

slide26

Ammortamenti  problema cambiamento deducibilità

1

Prima tesi verifico il rispetto degli ammortamenti complessivi rispetto al tetto massimo

Esempio: Costo bene € 18.000

MAX deducibile2006  20 % di 18.000  3.600

2007  40% di 18.000  7.200

NO

5.625

5.625

slide27

Seconda tesi verifico la quota deducibile dell’anno

2

CM 12/E/08 “… i nuovi limiti di deducibilità … non si applicano sul costo deducibile preso a base per determinare l’ammontare degli ammortamenti stanziabili per l’intera vita utile del bene; al contrario essi devono essere applicati esercizio per esercizio sulle singole quote di ammortamento dei beni”

Esempio: Costo bene € 18.000

slide28

Sempre dichiarato

reddito DOMINICALE

Eccezioni:

Pertinenze

Reddito d’impresa

Affitto per uso non agricolo

attività agricola NON eccedente

(altrimenti UNICO  RD)

Reddito AGRARIO

slide29

Reddito dominicale e reddito agrario

Utilizzo diretto

Rivalutato 80%

Rivalutato 70%

640,40

227,20

1.153

365

100

1.153

1

386

386

640

365

100

1

227

slide30

Solo Reddito dominicale

Proprietario ma locato a terzi

No rivalutazione se affittato ad imprenditore <40 anni con contratto di almeno 5 anni

365

100

1.153

3

4

1.153

Solo Reddito agrario

Affittuario

No rivalutazione se affittato da imprenditore <40 anni con contratto di almeno 5 anni

365

100

4

4

386

386

slide32

Continuazione

La casella va barrata nel caso di indicazione dello stesso terreno su righi diversi

COMPRAVENDITA

Luca e Andrea rossi sono comproprietari di un terreno (dato in affitto)

Il 1 luglio 2007 Luca Rossi acquista la quota del fratello

1.153

181

50

286

3

1.153

184

100

581

3

X

640

181

50

3

640

184

100

3

X

slide33

% di possesso ≠ % di utilizzo

La casella “continuazione” NONva barrata nel caso di diversa % tra reddito dominicale e agrario

Esempio

Collaboratore dell’impresa familiare che partecipa al 25% ma possiede il terreno al 50%

640

365

50

7

227

365

100

7

slide34

Terreni affittati per uso NON AGRICOLO

NON devono essere dichiarati nel quadro RA

Il corrispondente reddito va dichiarato nel quadro RL

1.153

365

100

1.153

1

386

386

640

365

100

227

1

slide35

La visura catastale

individuazione del fabbricato

Dati identificativi

Sezione – foglio – mappale - subalterno

descrizione del fabbricato

Dati di classamento

Categoria – classe – consistenza

Rendita catastale

slide36

Utilizzo diretto

Rendita rivalutata

284,05 * 5% = 298,25

298

1

365

100

298

284

1

365

100

slide37

Locazione abitazione + pertinenza

Ripartizione proporzionale del canone in base alle rendite catastali

CM 7/1106 del 10/6/1993

Locazione di abitazione + autorimessa  canone annuo = € 11.765  rid € 10.000

Rendita abitazione € 900 – rendita autorimessa € 100

945

2

365

100

9.000

9.000

105

2

365

100

1.000

1.000

900

2

365

100

9.000

100

2

365

100

1.000

slide38

Canoni non percepiti

i canoni devono essere comunque dichiarati

L’obbligo viene meno dalla data di conclusione del procedimento di sfratto

Solo fabbricati abitativi

C.M. n.101/E/2000

Può omettere di dichiarare tali canoni se il procedimento di sfratto si conclude prima del termine per la presentazione della dichiarazione

Concedente che non percepisce canoni di affitto per il 2007

Sfratto in corso conviene UNICO

slide39

Recupero le imposte tramite riliquidazione delle dichiarazioni

Conclusione procedimento di sfratto

Solo annualità in cui è stata accertata morosità inquilino (sentenza)

Credito d’imposta

Rimborso

Canoni percepiti successivamente

Tassazione separata

Salvo opzione per la tassazione ordinaria

Canoni non dichiarati

Utilizzo del credito d’imposta

slide40

Fabbricati storici

Art. 11 c.2 Legge n.413/1991

Calcolo della rendita “figurativa” utilizzando la tariffa d’estimo minore prevista per la zona censuaria in cui è collocato l’immobile

Abitazione con caratteristiche di interesse storico, situato nel territorio del comune di Mantova (A/2 classe 3 vani 6 rendita € 852,15).

Mantova: A/2 classe 3€ 142,03

Mantova: A/4 classe 1 € 24,31

“tariffa d’estimo minore”

€ 24,31 x 6 = €151,84“rendita figurativa”

slide41

Fabbricati storici– C.M. n.9/E/2005

Ammessa per i fabbricati locati

Ammessa SOLO per fabbricati abitativi

Fabbricati storici– C.M. n.2/E/2006

Ammessa anche per fabbricati NON abitativi

slide42

Adeguamento al“reddito minimo”

Protezione da accertamenti se…

85% canone > 10% valore immobile

Art. 41-ter D.p.r. n. 600/73

Rendita incrementata 5% moltiplicatore incrementato 20%

A/2

Rendita € 1.000

Valore € 126.000

Canone > € 14823,53  protezione accertamenti

Verifica € 12.600

Canone < € 14823,53  nessuna protezione

slide43

Subaffitto

Non è reddito fondiario

È un reddito diverso

Articolo 67 comma 1 lettera h) TUIR

UNICO: quadro RL

Canoni di locazione corrisposti al concedente

Determinazione del reddito

Canoni di subaffitto

_

Articolo 71 comma 2 del TUIR

CM 55/E del 20.6.02

3

slide44

ICI in dichiarazione

Solo per i fabbricati(no aree – no terreni)

No dati identificazione dell’immobile

DL 159/07

Indicazione dell’imposta DOVUTA

Anche se l’imposta non è stata versata

slide45

ICI e dichiarazioni dei redditi

DL n. 159/07

Finanziaria 2007

Comma 104

solo per UNICO 2007

disposizioneA REGIME

Cod. catastale comune

Imposta dovuta

Commi 101 e 102

da UNICO 2008

Indicazione dettagliata dell’immobile

slide47

Nel caso di compilazione di più righi, l’imposta si indica solo sul primo

Luca e Andrea possiedono un immobile al 50% a Milano Marittima

Il 1/7/06 Andrea cede la propria quota dell’immobile a Luca.

Luca: ICI I semestre  183,75 ICI II semestre  € 367,50 ICI 2006  € 551,25

50

551

525

2

181

174

C553

100

525

2

184

353

X

50

551

500

2

181

C553

100

500

2

184

X

slide48

Adempimenti dichiarativi

DL 223/06 – art. 37 c. 53

Soppressa salvo “riduzioni”

Dichiarazione ICI

Legge n.296/06 – c. 174

Soppressa solo per variazioni da atti che prevedono comunicazioni di cui all’art. 3-bis del D.Lgs. n.463/1997

  • Verificare obbligo del MUI(cfr. istruzioni dichiarazione ICI)

Disposizione sospesa sino all’effettiva fruizione dati catastali

Provvedimento direttore Agenzia del Territorio del18/12/2007

slide49

Istruzioni alla compilazione

ICI 2006

Comunicazione non più presentabile dal 1.1.07

Anche nota 5407/07/DPF

Nessun obbligo dichiarativo per le comunicazioni già presentate nel corso del 2006

slide50

1

Si calcola sulla base imponibile ai sensi dell’articolo 5

si calcola sulla rendita rivalutata  rendita * 5% * moltiplicatore

2

Sino ad un massimo di € 200

3

Escluse A/1 – A/8 – A/9

Rapportata al periodo dell’anno in cui si verifica la destinazione ad abitazione principale

4

5

Divisa tra gli aventi diritto

Irrilevante la quota di proprietà

slide51

Chiarimenti della ris. 1/DPF/08

La detrazione aggiuntiva si calcola anche sull’imponibile delle pertinenze

Pertinenze

Base di calcolo

Se l’imposta sull’abitazione è incapiente, la detrazione aggiuntiva si utilizza sulla pertinenza

Pertinenze utilizzo

La detrazione aggiuntiva si cumula con la detrazione ordinaria (senza alcun effetto di riassorbimento)

La maggiore detrazione si calcola già in acconto

slide52

Si considerano abitazioni principali

Abitazioni assegnate a soci di cooperative edilizie a proprietà indivisa

Art. 8 c.4 D.Lgs. 504/1992

Alloggi assegnati dalle IACP

Art. 8 c.4 D.Lgs. 504/1992

Si applica anche la detrazione aggiuntiva anche all’abitazione a disposizione da parte di italiani residenti all’estero

Risoluzione 5/DPF/08

slide53

Assimilate all’abitazione principale

Anziani e disabili che acquisiscono residenza in istituti di riposo, se l’unità non è locata

Art. 3 c.56 Legge 662/96  Se la fattispecie è stata deliberata dal Comune

Uso gratuito a parenti

Si applica la detrazione per abitazione principale

Applicazione della detrazione

Legge 662/96

NON si applica la detrazione aggiuntiva

Risoluzione 1/DPF/08 sono solo “assimilate” all’abitazione principale

slide54

Assegnazione al coniuge separato

ICI dovuta sulla base della quota di possesso e con applicazione di aliquota piena e senza detrazioni

… fino al 2007

Risoluzione 5/DPF/07

Nota 4440/07/DPF - I Comuni possono inserire uso gratuito da parte del coniuge separato

ICI dovuta sulla base della quota di possesso ma al coniuge NON assegnatario spettano aliquota ridotta e detrazioni

… dal 2008

Finanziaria 2008

slide55

Norma innovativa: si applica dal 2008

È necessario un provvedimento

Non deve possedere altra abitazione nel Comune

Ris. 11/DPF/08  nessun problema se altra abitazione data in locazione o uso gratuito

Si applicano entrambe le detrazioni

Le detrazioni si dividono tra agli aventi diritto in ragione delle quote di possesso

slide57

ACCONTO

20% con codice 4200

Non dovuto se il reddito è stato assoggettato a ritenuta alla fonte

E’ comunque dovuto, anche se è possibile determinare l’imposta per un ammontare inferiore

CM n.25/E/97

slide58

“Restituzione” oneri

Sez III

Restituzione oneri detratti interessi ristrutturazione o costruzione

Es: interressi per mutuo eccedente i lavori

ES: contributi in conto interessi erogati successivamente

Mutuo € 200.000 Interessi detratti 2005 = € 2.000

Spese docum. lavori costruzione = € 100.000  riprendo € 1.000 di interessi

2006

1.000

Restituzione oneri dedotti  Contributi previdenziali

Anche se credito utilizzato in compensazione

slide59

Rivalutazioni

in UNICO 2008 non ci sono rivalutazioni da evidenziare

Se si presenta il 730/08  non serve presentare il quadro RM

slide60

Cessione di terreno edificabile

Sez II

PLUS tassabile anche se il possesso è ultraquinquennale

PLUS tassabile anche se acquisto per successione e donazione

Corrispettivo cessione

Costo fiscalmente riconosciuto

PLUS

Acquisto

+ oneri

+ ISTAT

slide61

b

2007

20.000

Anno in cui è sorto il diritto alla percezione

La cessione di terreni LOTTIZZATI deve essere indicata nel quadro RL

Prezzo di acquisto

Prezzo di cessione

Quinto anno antecedente inizio della lottizzazione

slide62

Esproprio

Il corrispettivo è soggetto a ritenuta(eccezione zone E e F)

A titolo di imposta

NO RM

OPZIONE

A titolo di acconto

RM

Conviene la tassazione ordinaria

(redditi bassi – oneri deducibili – costo riconosciuto del terreno alto)

c

2007

X

20.000

100.000

slide63

Dividendi

Da soggetti IRES non trasparenti

RITENUTA 12,5%

NO DR

Azioni o quote con

diritto di voto fino

al 20%

(2% per quotate)

PARTECIP. NON QUALIFICATE

NO RITENUTA

TASSATO IL 40%

DEL DIVIDENDO

Azioni o quote con

diritto di voto

superiori ai limiti

sopra indicati

PARTECIP. QUALIFICATE

DATI RICAVATI DA APPOSITA CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI

slide64

Partecipazione qualificata italiana

90.000

40%

36.000

1

Non ci sono ritenute

slide66

100.000

80.000

12,5%

4.000

20.000

40%

1

40.000

4.000

Quadro CR

aliquota convenzionale

imposta 20%

Rimborso stato estero

eccedenza

slide67

QUALIFICATE

SOCIETA’ CAPITALI

20% diritti voto

(2% per quotate)

SOCIETA’ PERSONE

25% partecipazione a capitale

(5% per quotate)

INF. o =

sostitutiva 12,5%

SEZIONE I QUADRO RT

NON QUALIFICATE

tassato il 40%

SEZIONE II QUADRO RT

SUP.

Le MINUS sono deducibili (con possibilità di riporto) con riferimento a PLUS della medesima tipologia

slide68

Composizione del quadro

Lavoro dipendente e assimilati e pensione

SEZ. I

Con detrazione rapportata al periodo di lavoro

SEZ. II

Assimilati a lavoro dipendente e assimilati

Con detrazione NON rapportata al periodo di lavoro

SEZ. III

Ritenute

SEZ. IV

Acconti addizionale comunale

slide69

Tipologie reddituali

1 – pensione

2 – lavoro dipendente o assimilato

3 – socialmente utile

Solo dipendenti e lavoratori socialmente utili

1 – a tempo indeterminato

2 – a tempo determinato

Dato indicato al punto 1 del CUD

slide70

periodo di lavoro

Reintroduzione delle detrazioni

MAX 365 giorni(anche nel caso di anni bisestili)

Rileva il numero di giorni per cui è riconosciuta la retribuzione

Part time  computo giorno intero

Compresi tutti i giorni del periodo di lavoro

Ferie, riposi settimanali, festività, ecc.

slide71

1.000

150

80

20

90

1.000

150

80

20

90

slide72

Sezione II

Redditi assimilati a lavoro dipendente per cui spetta la detrazione NON rapportata al periodo di lavoro

slide73

Es: indennità e gettoni di presenza da amministrazioni pubbliche

Es: medici intramoenia

10.000

10.000

Es: assegni periodici al coniuge separato

10.000

X

Compete detrazione per redditi da pensione età inferiore a 75 anni

slide74

CUD conguagliati

Più rapporti SENZA conguaglio …

SI dichiarazione

Salvo disposizioni generali

Più rapporti CON conguaglio

(SENZA altri redditi)

NO dichiarazione

Indicazione dei soli dati del CUD rilasciato dal sostituto che ha conguagliato

Più rapporti CON conguaglio

(CON altri redditi)

Salvo situazioni particolari 

slide75

Erogazioneuna tantum di € 150

Natura forfetaria  nessun ragguaglio

Imposta netta 2006 = 0

Reddito MAX 2006 € 50.000

Requisiti per il bonus fiscale

Presenza di alcuni redditi

CM 68/E/07  anche se non presentata DR 2006

Residenza in Italia 2006 e 2007

slide76

Modalità di fruizione del bonus

Sostituto conguaglio 2007 uguale sostituto che ha consegnato il CUD 2007

Fruizione automatica

1

Busta paga di dicembre 2007 o gennaio 2008

Sostituto conguaglio 2007 diverso sostituto che ha consegnato il CUD 2007

2

autocertificazione

Incapienza rit. sostituto

3

Dichiarazione dei redditi

Professionisti e imprend.

Soggetti esonerati da DR relativa al 2007

4

Modello del 11/3/08

slide77

Il contribuente ha diritto anche per i familiari a carico

Verificare soggetti a carico e percentuali spettanza relative al periodo d’imposta 2006

slide79

Spetta per il dichiarante + per i familiari a carico

1

MRANTL64T42E897K

X

RPTCRL96T02E897K

X

100

Un solo rigo, anche se in UNICO 2007 compilati più righi

slide80

Spetta per il dichiarante + per i familiari a carico, ma il sostituto ha già attribuito il bonus per il dichiarante

2

MRANTL64T42E897K

X

RPTCRL96T02E897K

X

100

slide81

SPESE SANITARIE

PRINCIPIO GENERALE:

  • Per quanto riguarda le spese per le quali può risultare dubbio l'inquadramento tra quelle sanitarie è necessario fare riferimento ai provvedimenti del Ministero della salute che contengono l'elenco delle specialità farmaceutiche, delle prestazioni specialistiche, delle protesi, etc.;
  • le spese mediche danno diritto alla detrazione dall'imposta lorda a prescindere dal luogo o dal fine per il quale vengono effettuate.
slide82

Spese mediche – caratteristiche dello scontrino

Autocertificazione per dichiarare che si tratta di farmaci necessari al contribuente e ai suoi familiari

1.1.2007 – 30.06.07

  • Occorre lo scontino parlante
  • Codice fiscale
  • natura, quantità e qualità del farmaco

1.7.2007 – 31.12.07

CM 30/E/08 tali dati possono essere annotati (anche su foglio a parte)

CM 34/E/08 le annotazioni possono essere effettuato con un’unica autocertificazione, purché appaia l’identificazione di ogni scontrino

slide83

Mutuo ACQUISTO abitazione principale

Caratteristiche

Solo contratto

di mutuo

Ipoteca su

immobile

Abitazione

principale

anche se

diverso

del

contribuente

di un

familiare

slide84

Detrazione interessi passivi

C.M. n.15/E/2005

limite: importo del rogito

Occorre riproporzionare gli interessi al valore del rogito

Esempio:

Importo rogito 180.000

importo mutuato 200.000 interessi passivi 3.000

Interessi detraibili 3.000 * (180.000 / 200.000) = 2.700

Tra gli oneri accessori non rientra l’assicurazione sull’immobile

slide85

Importo del contratto di mutuo

Euro 140.000,00

Importo rogito acquisto

Euro 100.000,00

Interessi passivi corrisposti

Euro 2.780,00

Totale oneri accessori (euro 8.900,00 + euro 2.800,00)

Euro 11.700,00

Spese notarili relative al rogito di acquisto

Euro 2.500,00

Imposte registro ipotecarie e catastali

Euro 3.400,00

Spese per la mediazione immobiliare

Euro 3.000,00

Totale

Euro 8.900,00

Spese notarili relative al contratto di mutuo

Euro 2.000,00

Spese connesse all’iscrizione dell’ipoteca

Euro 500,00

Imposta sostitutiva capitale versato

Euro 300,00

Totale

Euro 2.800,00

Importo del rogito inferiore all’importo del mutuo

Spese connesse

all’acquisto utili al calcolo

Spese connesse

all’acquisto/mutuo utili al calcolo

ma anche detraibili

slide86

MUTUI – RM 328/E/2007

  • Anche con rinegoziazione rimane rapporto deducibilità interessi (mutuo / rogito)
  • La quota del maggior mutuo utilizzato per l’acquisto di una ulteriore quota prevede il calcolo di un nuovo rapporto

MUTUI – CM 34/E/08

  • mutuo rinegoziato per importo superiore
  • detrazione interessi in proporzione all’importo originario

Es: mutuo originario = 130  Residuo = 90

Rinegozio per 100

Interessi detraibili = 90/ 100  90%

slide87

Mutuo COSTRUZIONE abitazione principale

DM 311/99 – anche ristrutturazione

PRECISAZIONI CIRCOLARE N. 17/E/05

Gli interessi passivi relativi alla quota di mutuo non utilizzata per la costruzione dell’immobile devono essere assoggettati a tassazione separata al termine della costruzione dell’immobile (non verifica ogni anno)

slide88

Mutuo costruzione contratto nel 2007  € 100.000

SPESE sostenute anno 2007  € 30.000

Interessi passivi 2007  € 1.500  detraggo 1.500

SPESE sostenute anno 2008  € 50.000

Interessi passivi 2008  € 2.000

– FINE LAVORI 18 febbraio 2008 –

80.000 / 100.000 = 80% di effettivo utilizzo

UNICO 2008

Interessi detraibili 2008  € 2.000 * 80%  € 1.600

Recupero interessi 2007  20% di 1.500  € 300 RM (tax separata / onere rimborsato)

slide89

RM 241/E/07

Nel caso di mutui di costruzione, pur se il DM 311 del 1999 richiede che nel mutuo sia indicata la finalità dello stesso, è ammessa la detrazione se tale finalità è evidenziata nella certificazione rilasciata dalla Banca o da un’autocertificazione prodotta dal contribuente

RM 390/E/07

  • la rinegoziazione, pur in assenza di previsione normativa, è ammessa anche nel caso di mutui per la costruzione;
  • L’importo del mutuo rinegoziato può anche superare il residuo del precedente che si intende rinegoziare. In questo caso si applica una proporzione
slide90

NUOVA TEMPISTICA

A decorrere dal 1° dicembre 2007, la legge n. 222 del 2007, con l’articolo 44, comma 4-ter, è intervenuta nel comma 1-ter dell’articolo 15 del Tuir, stabilendo che la stessa è riconosciuta a condizione che la stipula del contratto di mutuo da parte del soggetto possessore a titolo di proprietà o di altro diritto reale dell’unità immobiliare oggetto dei lavori avvenga nei sei mesi antecedenti ovvero nei 18 mesi successivi l’inizio dei lavori di costruzione. Pertanto, cambia lo scenario temporale: i lavori possono iniziare nell’arco di due anni rispetto alla stipula del mutuo, da diciotto mesi antecedenti a sei mesi successivi.

Vale anche per vecchi termini non ancora “scaduti” (CM 34/E/08)

slide91

SPESE FREQUENZA PALESTRE – RP16

Modalità attuative stabilite con DM 28/3/2007

detrazione del 19% per le spese di iscrizione annuale e di frequenza (abbonamento) dei centri sportivi da parte dei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni, fino ad un massimo di spesa di 210 euro. (si moltiplica per numero dei figli)

INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE - RP17

Possibile detrarre, dal 2007, ai fini Irpef il 19% delle spese di intermediazione per l’acquisto dell’abitazione principale fino ad un importo massimo di spesa di 1.000 euro

CM 34/E/08  anche per l’acquisto dell’usufrutto

CM 34/E/08  è necessario che l’acquisto si sia concluso

slide92

CANONI DI LOCAZIONE STUDENTI - RP18

detrazione Irpef del 19% delle spese relative a canoni di locazione pagati dagli studenti iscritti ad un corso di laurea in un comune diverso da quello di residenza.

  • requisiti indispensabili:
  • i contratti di locazione sono quelli della legge 431/98;
  • l’università frequentata deve essere ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante almeno 100 chilometri e comunque in una provincia diversa;
  • l’unità immobiliare presa in locazione deve essere situata nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi.
slide93

ASSEGNO AL CONIUGE

NOVITA’ FINANZIARIA 2007

  • SEPARAZIONE - SCIOGLIMENTO - ANNULLAMENTO - DIVORZIO
  • ESCLUSA la quota finalizzata al mantenimento dei FIGLI (50% se non distinta)
  • SOLO assegno PERIODICO
slide94

Detrazione 36% - 41%

RISOLUZIONE n. 124 DEL 2007

Per interventi condominiali il limite (€ 48.000) riguarda ogni unità immobiliare

RISOLUZIONE n. 124 DEL 2007

La mancanza della manodopera nella fattura di acconto non causa decadenza (indicazione nella fattura a saldo)

slide95

Acquisto di frigoriferi

  • Detrazione pari al 20% – MAX € 200 euro per ciascun apparecchio
  • Documentazione necessaria:
  • documentazione attestante l’acquisto dell’apparecchio
  • documentazione da cui si possa evincere la sostituzione

(anche autocertificazione, indicando le modalità utilizzate per la dismissione e l’impresa o l’ente a cui è stato conferito l’apparecchio)

Acquisto di televisori

  • Detrazione pari al 20% – MAX € 200 euro per ciascun apparecchio
  • Requisiti:
  • In regola con il canone RAI
  • Apparecchi che rispettano determinati requisiti (www.comunicazioni.it)
slide96

percentuale detrazione

spesa massima

ripartizione

detrazione

detrazione massima

Detrazione 55%

riqualif. energetica edifici

comma 344

3 quote

annuali

181.818,18

55%

100.000

involucri degli edifici

comma 345

3 quote

annuali

55%

60.000

109.090,90

install. pannelli solari

comma 346

55%

60.000

109.090,90

3 quote

annuali

sostituzione impianti climatizz. invernale

comma 347

3 quote

annuali

55%

30.000

54.545,45

slide97

Commesse ultrannuali

Opere Infrannuali

Art. 92 c. 6 TUIR: Valorizzazione al costo

Commesse

Criterio fiscale

Opere Ultrannuali

Art. 93: Valorizzazione al ricavo

Eliminata deduzione forfetaria 2% / 4% - DL n.223/06

Decorrenza esercizio 2006

Le deduzioni accantonate si riprendono a tassazione al completamento della commessa

CM 34/E/06 – RM 237/E/07

slide98

Possibile valorizzazione al costo(art. 93 c. 5 TUIR)

Il criterio doveva essere utilizzato anche in bilancio

Il criterio doveva essere utilizzato per tutte le commesse

Criterio eliminato dal 2007 per le nuove commesse

Comma 70 – L. n.296/06

Per mantenere la valutazione al costo delle commesse ante 2007, occorre utilizzare tale criterio in bilancio per tutte le commesse

 Variazione in aumento per le commesse “dal 2007”

RM 129/E/08

slide99

Disciplina delle perdite

Fino al 2005

2006 - 2007

Dal 2008

Perdite realizzate da:

Imprese in contabilità semplificata

Compensazione orizzontale

Compensazione orizzontale

Compensazione verticale

Professionisti

Imprese in contabilità ordinaria

Compensazione verticale

Compensazione verticale

slide100

Scorporo aree

Fabbricato industriale  1000

Fondo al 31.12.05  900

Interpretazione ANTE DL 118 / 07

MAX ammortizzabile

Ammortamenti dedotti

Nessun ammortamento ulteriore

900

700

Confermato FIN 2008

Interpretazione POST DL 118 / 07

Ammortamenti dedotti

270

Fondo relativo al terreno

900

630

Fondo relativo al fabbricato

MAX ammortizzabile

ancora ammortizzabile 70

700

630

slide101

Interessi passivi

Norma di interpretazione autentica

Interessi comunque soggetti alla regola dell’art. 96 TUIR

Sia acquisto che costruzione

slide102

Plusvalenze

Convenienza (riduzione aliquote IRES e IRAP)

 Risparmio € 4.680

Leasing riscattati  per verifica trienniosi considera il periodo di leasing

RM 379/E/07

slide103

acquisto contratto di leasing

Corrispettivo pagato deve essere diviso in due parti

RM 212/E/07

Godimento del bene

Diritto al riscatto

Ripartito durata

Capitalizzato sul riscatto

Valore da capitalizzare  sopravvenienza attiva “netta” del cedente

Esempio

corrispettivo  € 100.000  € 90.000 sopravv. cedente  capitalizzo

 € 10.000  deduco con canoni

slide104

Recesso da società di persone

1° frazione  rimborso del patrimonio (CS + riserve)

Quota liquidata

2° frazione  “differenza da recesso” (plus + utili)

Esempio:

Capitale sociale € 80.000

+ riserve € 40.000 4 soci al 25%

Recede 1 socio valore di recesso € 50.000  € 30.000 rimborso

 € 20.000 diff. da recesso

La “differenza da recesso” pagata dalla società è deducibile

RM 64/E/08

slide105

Recesso imponibile in capo al socio

Art. 20-bis TUIR  È reddito partecipativo d’impresa

Determinato secondo le modalità dell’art. 47 c.7 TUIR

CM 6/E/06  vale il principio di competenza

Esempio

Corrispettivo liquidato  € 50.000 costo partecipazione  € 30.000

Imponibile  € 20.000

f

2007

20.000

slide106

Impossibilità tassazione separata  compilazione???

ES: società costituita da meno di 5 anni

RM

20.000

2007

f

X

oppure

RH

20.000

… deduzione di perdite d’impresa pregresse ???

Perdite € 5.000

f

2007

15.000

slide107

Estromissione immobile

chiarimenti CM 39/E/08

Sostitutiva DIRETTE

Sostitutiva IVA

Immobili posseduti al 30.11.07

Anche immobili locati – NO immobili patrimonio

No impresa cessata o affittata al 31.12.07

slide108

RR – contributi artigiani e commercianti

Problema soci SRL

Versamento FISSI in corso d’anno

Eccedenza gestita in acconto e saldo

slide109

RR – professionisti

Senza cassa professionale

NO FISSI in corso d’anno

Tutta la contribuzione gestita in acconto e saldo

23,5% fino al 6/11/07

23,72% fino al 7/11/07

24,72% dal 1/1/08 al 31/12/08

slide111

Ripartizione 50% tra i genitori (salvo accordo per 100% al genitore con reddito più elevato)

CF coniuge sempre obbligatorio (anche se non a carico)

CRMLCU69R25E897Q

X

C

X

X

  • Detrazione maggiorata:
  • Figlio disabile
  • minore di 3 anni
  • Primo figlio se manca il coniuge
slide112

Nuove detrazioni

50

2

Figli a carico residenti all’estero

(senza codice fiscale)

  • Ulteriore detrazione di € 1.200:
  • non ragguagliato
  • 50% ciascun coniuge (100% se altro coniuge a carico)
  • rimborso nel caso di incapienza
slide113
Detrazione rapportata a mese

SITUAZIONI NUOVE

SPETTA DAL MESE IN CUI SI SONO VERIFICATE LE CONDIZIONI

(ES. figlio nato il 25 ottobre, la detrazione spetta per 3 mesi, ottobre compreso)

MODIFICA SITUAZIONI PRECEDENTI

SPETTA DAL MESE SUCCESSIVO A QUELLO IN CUI SI SONO VERIFICATE

(ES. figlio compie 3 anni il 25 ottobre, la minor detrazione spetta per 2 mesi, ottobre quindi escluso)

slide114

IL QUADRO RN

Si torna alle detrazioni

slide115

Novità in RN

NO dichiarazione se posseduti solo redditi fondiari MAX € 500

Ristretto il primo scaglione

L’aliquota del secondo scaglione passa dal 33% al 27%

Eliminato il contributo di solidarietà (4%)

slide116

IL QUADRO RV

ADDIZIONALI ALL’IRPEF

Addizionale REGIONALE

SEZIONE I

Addizionale COMUNALE

SEZIONE II

ACCONTO Addizionale COMUNALE

SEZIONE II-B

slide117

BASE IMPONIBILE ADDIZIONALI (RV1)

REDDITO COMPLESSIVO (rigo RN1 col.2)

meno

Deduzione per ABITAZIONE PRINCIPALE (rigo RN2)

meno

ONERI DEDUCIBILI (rigo RN3)

slide118

ADDIZIONALE REGIONALE ALL’IRPEF

ALIQUOTE DELIBERATE DALLE REGIONI

0,90%

Per Lombardia e Veneto

CASI PARTICOLARI

slide119

ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF

Dovuta solo se deliberata al Comune

(in cui il contribuente ha il domicilio fiscale al 01.01.2007)

X

Novità 2007

slide120

ACCONTO 2008

ADDIZIONALE COMUNALE ALL’IRPEF

  • nella misura del 30%
  • applicato mensilmente già dal sostituto d’imposta
  • verifica esenzione deliberata dai Comuni

Modifica aliquote decorrenza

delibera pubblicata ENTRO 31.12.2007

Decorrenza 2007

delibera pubblicata OLTRE 31.12.2007

Decorrenza 2008

slide121

IL QUADRO RX – SEZIONE 1

CREDITI ED ECCEDENZE DELLA PRESENTE DICHIARAZIONE

RN38

RV8

RV16

VL39-40

RIPARTIZIONE

IQ96

RISPETTO ALLA SOMMA DOVUTA A SALDO

slide122

IL QUADRO RX – SEZIONE 2

CREDITI ED ECCEDENZE DELLA PRECEDENTE DICHIARAZIONE

RIPARTIZIONE

1 - crediti che NON possono confluire nel quadro corrispondente a quello di provenienza (quadro non compilato)

2 – rettifica di UNICO, se il quadro di competenza non prevede il riporto

3 – eccedenza di versamento da UNICO 2007, rilevata dopo l’invio