connettivo propriamente detto n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
connettivo propriamente detto PowerPoint Presentation
Download Presentation
connettivo propriamente detto

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 50

connettivo propriamente detto - PowerPoint PPT Presentation


  • 160 Views
  • Uploaded on

connettivo propriamente detto. epitelio. ghiandole. tessuto connettivo propriamente detto. a differenza degli epiteli…. cellule molto più rade. abbondante materiale extracellulare (matrice). presenza di vasi sanguigni. Componenti del tessuto connettivo. cellule matrice extracellulare

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'connettivo propriamente detto' - mirielle


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
connettivo propriamente detto
connettivo propriamente detto

epitelio

ghiandole

tessuto connettivo propriamente detto

a differenza degli epiteli
a differenza degli epiteli…

cellule molto più rade

abbondante materiale extracellulare (matrice)

presenza di vasi sanguigni

componenti del tessuto connettivo
Componenti del tessuto connettivo
  • cellule
  • matrice extracellulare
    • sostanza fondamentale amorfa
    • fibre di natura proteica
      • fibre collagene
      • fibre elastiche
variet di tessuto connettivo
varietà di tessuto connettivo
  • si distinguono diversi tipi in base alla abbondanza relativa e alla disposizione delle fibre extracellulari
  • alle differenze istologiche corrispondono specifiche proprietà funzionali e quindi ruoli fisiologici

ecco due esempi estremi…

tessuto connettivo lasso
tessuto connettivo lasso

in nero:

fibre elastiche

in rosa:

fasci di fibre collagene di diverso spessore

in bianco (scarsamente colorabile):

abbondante sostanza fondamentale amorfa

tessuto connettivo denso
tessuto connettivo denso

fasci compatti e ordinati di fibre collagene in sede extracellulare

scarse quantità di sostanza fondamentale amorfa

specificit funzionale
specificità funzionale
  • lasso:
    • permeabile
    • facilita gli scambi metabolici
    • sede privilegiata dei meccanismi di difesa
  • denso
    • robusto
    • notevole resistenza alle sollecitazioni meccaniche
in che senso i tessuti connettivi connettono
in che senso i tessuti connettivi “connettono”?
  • connessione meccanica
    • ancorare tessuti fra loro
    • sostenere e proteggere organi
  • connessione funzionale
    • consentire e facilitare il transito di:
      • sostanze (nutrizione, metabolismo)
      • cellule (difesa immunitaria)
connessione meccanica connessione funzionale
connessione “meccanica”connessione “funzionale”

più fibre proteiche, che conferiscono stabilità e robustezza

più sostanza fondamentale idratata, che consente la diffusione di sostanze e la migrazione di cellule

classificazione dei tessuti connettivi propriamente detti
classificazione dei tessuti connettivi propriamente detti
  • lasso
  • denso
    • regolare
    • irregolare
  • altri, fra cui…
    • adiposo
variet di connettivo denso
varietà di connettivo denso

fasci di fibre collagene a decorso irregolare

fasci di fibre collagene uniformemente orientati

variet di connettivo denso1
varietà di connettivo denso

connettivo denso irregolare

(per es. derma)

connettivo denso regolare

(per es. tendine)

connettivo denso regolare
Connettivo denso regolare
  • Le fibre sono strettamente impacchettate e allineate lungo le linee di trazione
  • La sua grande resistenza lo rende adatto a formare
    • Tendini
    • Aponeurosi
    • Fasce
    • Legamenti
    • Cornea
connettivo denso irregolare
Connettivo denso irregolare
  • Le fibre sono intrecciate fra loro senza un disegno preciso
  • Si riscontra in
    • Derma
    • Capsula fibrosa che avvolge gli organi
    • Guaine di tendini e nervi
    • Periostio
pi in dettaglio
Più in dettaglio…
  • la composizione delle componenti della matrice extracellulare del connettivo
sostanza fondamentale amorfa
Sostanza fondamentale amorfa
  • soluzione molto viscosa caratterizzata dalla presenza di macromolecole a base di proteine e polisaccaridi
  • molto permeabile alla diffusione di metaboliti, consente anche la migrazione delle cellule immunitarie
  • la sua permeabilità dipende dal grado di idratazione, che può aumentare notevolmente in caso di
    • edema
    • infiammazione
proteoglicani della sfa

i proteoglicani sono molecole di dimensioni gigantesche, formate dall’unione di lunghe catene di glicosamino-glicani e polipeptidi

proteoglicani della SFA

sono paragonabili a “spugne” in grado di trattenere quantità variabili di acqua

fibre dei tessuti connettivi
Fibre dei tessuti connettivi
  • Fibre collagene
  • Fibre reticolari
  • Fibre elastiche
fibre collagene
Fibrecollagene
  • Lunghe, resistenti ma flessibili, non ramificate
  • Non si estendono molto se tirate
fibre reticolari
Fibrereticolari
  • più sottili, rete intrecciata e ramificata
  • meno resistenti, ma più flessibili rispetto alle collagene
fibre reticolari1
Fibre reticolari
  • Stessa proteina costitutiva del collagene, ma minore grado di aggregazione
  • Comuni nel periodo in cui il mesenchima si differenzia in connettivo
  • Nell’adulto:
    • Membrana basale degli epiteli
    • Tessuto periendoteliale
    • Stroma degli organi ghiandolari
    • Stroma di sostegno degli organi linfoidi e del midollo osseo
fibrille collagene
Fibrille collagene
  • fibre collagene e reticolari sono in realtà formate dalla stessa struttura proteica di base
  • da cosa deriva la bandeggiatura evidenziata da certe tecniche di microscopia elettronica?
il collagene formato dall associazione di subunit di tropocollagene
il collagene è formato dall’associazione di subunità di tropocollagene
  • Le triple catene peptidiche del tropocollagene si allineano longitudinalmente e si associano parallelamente in modo regolarmente “sfasato” a formare microfibrille di collagene
fibre elastiche
fibre elastiche

fibrillina

elastina

  • le fibre elastiche, a differenza del collagene, si allungano se sottoposte a trazione
  • al cessare della trazione, le fibre riacquistano la loro forma originale.
chi produce tutte queste componenti
chi produce tutte queste componenti?
  • collagene
  • elastina
  • proteoglicani
le cellule del connettivo
le cellule del connettivo
  • il connettivo è caratterizzato da una popolazione cellulare eterogenea
  • ma solo una cellula è responsabile della sintesi di tutte le componenti extracellulari…
connettivo lasso alcune componenti
connettivo lasso: alcune componenti

Il fibroblasto!

la maggior parte delle altre cellule hanno funzione difensiva

fibroblasto tem
fibroblasto (TEM)

fibroblasto in sezione longitudinale

fasci di fibrille collagene in sede extracellulare

assemblaggio extracellulare del collagene
assemblaggio extracellulare del collagene

le subunità di tropocollagene sintetizzate dalla cellula sono in via di secrezione…

…nello spazio extracellulare, dove avviene la formazione delle fibre

fibroblasto1
Fibroblasto
  • La cellula più abbondante nel connettivo propriamente detto
  • Costruisce e secerne le subunità proteiche delle fibre
  • Secerne acido ialuronico
sintesi del collagene
sintesi del collagene

nucleo

I fibroblasti, i condroblasti e gli osteoblasti sintetizzano la molecola di tropocollagene

La maturazione del collagene prevede numerose e complesse modificazioni post-traduzionali del tropocollagene, sia a livello endocellulare che extracellulare

Reticolo endoplasmico rugoso

fibroblasto

Golgi

cellule del connettivo propr detto
Fisse

Fibroblasti

Macrofagi fissi

Adipociti

Melanociti

Migranti

Macrofagi liberi

Mastociti

Linfociti

Microfagi

Plasmacellule

Cellule del connettivo propr. detto
  • Cellule mesenchimali
macrofago fisso
Macrofago fisso
  • Anche detto istiocita, nasce per differenziazione del monocita circolante
  • Fagocitano cellule danneggiate e particelle estranee, inclusi batteri patogeni
  • I materiali ingeriti vengono distrutti da enzimi lisosomiali
  • Reagiscono a stimoli rilasciando sostanze attivanti del sistema immunitario
macrofagi liberi
Macrofagi liberi
  • Stessa funzione dei macrofagi fissi, ma sono molto mobili
  • Migrano nell’organismo attratti da un focolaio d’infezione

Mastociti

  • Cellule piccole e mobili situate spesso vicine ai vasi sanguigni
  • Producono istamina
    • (dilata i vasi favorendo l’afflusso di sangue)
  • e eparina
    • (previene la coagulazione del sangue)
altre cellule migranti
Altre cellule migranti
  • Linfociti e plasmacellule
  • Microfagi(granulociti neutrofili ed eosinofili)
connettivi a caratteri speciali adipocita
Connettivi a caratteri “speciali”: Adipocita
  • Singola enorme gocciola di grasso
  • Nucleo e organelli sono schiacciati verso la periferia (forma ad anello con castone)
  • Numero variabile a livello di
    • Tessuto
    • Regione dell’organismo
    • Individuo
tessuto adiposo1
tessuto adiposo

cellula ad

“anello con castone”

tessuti di origine mesenchimale
tessuti di origine mesenchimale
  • il tessuto connettivo(propriamente detto)è strettamente imparentato con altri tessuti di origine mesenchimale(connettivi in senso lato)
tessuti connettivi in senso lato
Tessuti connettivi in senso lato

LASSO

Rete fibrosa lassa,

abbondante matrice amorfa

PROPRIAMENTE DETTI

DENSO

Fibre densamente impacchettate, relativamente poca matrice amorfa

SANGUE

Contenuto nell’apparato circolatorio

LIQUIDI

LINFA

Contenuta nel sistema linfatico

CARTILAGINE

Matrice gelatinosa solida

DI SOSTEGNO (solidi)

OSSO

Matrice cristallina

i tessuti di origine mesenchimale

cos’hanno in comune tessuti così diversi fra loro?

i tessuti di origine mesenchimale:
  • derivano tutti dal medesimo tessuto embrionale (mesenchima)
  • pur nelle notevoli differenze individuali, condividono una serie di importanti caratteristice istologiche:
    • cellule relativamente rade
    • abbondante matrice extracellulare la cui composizione caratterizza il tipo di tessuto
origine delle cellule connettivali
Origine delle cellule connettivali

Derivano tutte, direttamente o indirettamente durante lo sviluppo embrionale, dalla cellula mesenchimale pluripotente.

Si ritiene che un piccolo numero di tali cellule persista nell’adulto